Dizionari del cinema
Quotidiani (4)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 25 giugno 2016

Valeria Bruni Tedeschi

Il rigore di una libertà creativa

51 anni, 16 Novembre 1964 (Scorpione), Torino (Italia)
occhiello
Non voglio fare la vittima, voglio fare il nemico.
dal film La seconda volta (1995) Valeria Bruni Tedeschi è Lisa Venturi
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Valeria Bruni Tedeschi
Nastri d'Argento 2016
Nomination miglior attrice per il film La pazza gioia di Paolo Virzì

David di Donatello 2014
Nomination miglior attrice per il film Il capitale umano di Paolo Virzì

Nastri d'Argento 2014
Nomination miglior attrice per il film Il capitale umano di Paolo Virzì

David di Donatello 2014
Premio miglior attrice per il film Il capitale umano di Paolo Virzì

David di Donatello 2013
Nomination miglior attrice per il film Viva la libertà di Roberto Andò

Nastri d'Argento 2010
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Baciami ancora di Gabriele Muccino



Ma Loute

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Bruno Dumont. Con Fabrice Luchini, Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi, Jean-Luc Vincent, Didier Desprès.
continua»

Genere Commedia, - Germania, Francia 2016. Uscita 25/08/2016.

La sorella di Carlà nel film contro le politiche sull'immigrazione del governo francese.

Tutti per uno, Bruni contro Bruni

lunedì 30 maggio 2011 - Ilaria Ravarino cinemanews

Tutti per uno, Bruni contro Bruni Guerra fredda in casa Bruni, e tutto per colpa di un film: Tutti per uno di Roman Goupil, che in Italia arriva solo adesso (dal 1 giugno), oltralpe ha già fatto discutere, costringendo all’inevitabile confronto le due sorelle italiane più famose di Francia. Nel mirino del film, presentato due anni fa a Cannes, c’è la politica francese, il governo Sarkozy, le misure contro l’immigrazione. La più piccola, la première dame Carla Bruni, ha incassato con classe l’attacco del regista a suo marito: «Con il Governo Sarkozy – ha detto Goupil - la Francia si è involuta». La sorella più grande, Valeria Bruni Tedeschi, che del film è co-sceneggiatrice e protagonista, ha invece sottoscritto con forza le parole dell’autore: «Francia e Italia nei confronti dell’immigrazione vanno nella stessa direzione – ha detto a Roma presentando il film – cioè quella della paura. Trovo terribilmente sbagliato considerare lo straniero un delinquente e un pericolo. E non smetto di indignarmi per questo». A proposito della sorella, irrimediabilmente dall’altra parte della barricata, Valeria non si lascia sfuggire nemmeno una battuta: «Ognuno è libero di pensarla come vuole», dice fredda, perché da un paio d’anni l’argomento è tabù. Il mondo del cinema è troppo piccolo per due Bruni: se l’Eliseo è di Carla, il palco deve essere (senza discussioni) di Valeria.

La pazza gioia

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,57)
Un film di Paolo Virzì. Con Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti, Valentina Carnelutti, Tommaso Ragno, Bob Messini.
continua»

Genere Commedia drammatica, - Italia 2016. Uscita 17/05/2016.

Il condominio dei cuori infranti

* * * - -
(mymonetro: 3,32)
Un film di Samuel Benchetrit. Con Isabelle Huppert, Gustave Kervern, Valeria Bruni Tedeschi, Tassadit Mandi, Jules Benchetrit.
continua»

Genere Commedia drammatica, - Francia, Gran Bretagna 2015. Uscita 24/03/2016.

Latin Lover

* * * - -
(mymonetro: 3,45)
Un film di Cristina Comencini. Con Virna Lisi, Marisa Paredes, Angela Finocchiaro, Valeria Bruni Tedeschi, Candela Peña.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2015. Uscita 19/03/2015.

La buca

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,74)
Un film di Daniele Ciprì. Con Sergio Castellitto, Rocco Papaleo, Valeria Bruni Tedeschi, Jacopo Cullin, Ivan Franek.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2014. Uscita 25/09/2014.

Il capitale umano

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,70)
Un film di Paolo Virzì. Con Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino, Fabrizio Gifuni, Luigi Lo Cascio.
continua»

Genere Thriller, - Italia 2014. Uscita 09/01/2014.
Filmografia di Valeria Bruni Tedeschi »

mercoledì 1 giugno 2016 - 10 candidature a La Pazza gioia, 9 a Lo chiamavano Jeeg Robot.

Nastri d'argento, Virzì e Mainetti i più nominati

a cura della redazione cinemanews

Nastri d'argento, Virzì e Mainetti i più nominati

lunedì 23 maggio 2016 - Paolo Virzì, un regista che non fa l'intellettuale e ha trovato il suo spazio tra il cinema d'autore e quello popolare. Al cinema.

La pazza gioia, women movie del cinema italiano contemporaneo

Roy Menarini cinemanews

La pazza gioia, women movie del cinema italiano contemporaneo

domenica 22 maggio 2016 - Tanti apprezzamenti meritati per La pazza gioia, brillante storia tutta al femminile.

Paolo Virzì, una bella eccezione del cinema italiano

Pino Farinotti cinemanews

Paolo Virzì, una bella eccezione del cinema italiano La pazza gioia, l'ultimo film di Paolo Virzì, sta raccogliendo molti apprezzamenti. Meritati. Su alcune testate ho riscontrato le "cinquestelle", che è il numero del capolavoro. È la storia di due donne, Beatrice e Donatella, ricoverate in una casa di cura. La prima (Bruni Tedeschi) è un'ex ricca mitomane che vuole comandare tutto e tutti, l'altra (Micaela Ramazzotti), una tossicodipendente, e molto altro, alla quale hanno tolto il bambino per darlo in affidamento. Fuggono dalla comunità e ne combinano di tutti i colori. Ma alla fine, confrontando i reciproci drammi e patologie, riescono a reperire una sorta di deterrente del dolore. Staranno meglio. Si sorride, ci si commuove, si ragiona. Sono i codici di Paolo Virzì, un regista che nel tempo ha saputo cambiare registri, evolversi, porre l'asticella, come si dice, sempre più in alto, e superarla. Nel quadro del cinema italiano lo ritengo una bella eccezione, una delle poche. Davvero bravo. Fin dai tempi di Ovosodo ho mostrato apprezzamento, soprattutto per una ragione, per una qualità artistica molto rara fra i nostri registi: sa scrivere. Nei dialoghi, soprattutto nel racconto fuori campo, spesso presenta momenti da vero narratore, da romanziere. E, ribadisco, non è poco. Paolo Virzì è arrivato a questo film, quasi perfetto, attraverso un percorso di maturazione "aritmetico". Esplorando, stagione dopo stagione, contenuti primari. E mai casualmente, con un impegno sempre in evoluzione. Con Ovosodo trasferiva vicende strettamene toscane in un quadro più vasto. Con Baci e abbracci toccava la grande letteratura europea: l'ispirazione era "L'ispettore generale" di Gogol. Ricordabile è anche N- Io e Napoleone, da un romanzo di Ernesto Ferrero, dove Virzì, in chiave grottesca, rappresentava la vicenda dell'imperatore esule all'Elba, omologandola alla storia contemporanea. E poi altri titoli, molti, e contenuti mai convenzionali, spesso magnificamente allarmanti. Ma non si può non citare Il capitale umano, il penultimo titolo, che nel quadro dell'evoluzione rappresenta un decisivo salto di qualità. Riprendendo un romanzo dell'americano "west coast" Stephen Amidon, trasferiva la vicenda in uno scenario dell'Italia del nord. Il tema erano la finanza con tutti gli imbrogli relativi, e i rapporti fra fasce diverse. Un film che si emancipava dai modelli medi italiani, provinciali, minimali, ripetitivi. In questa Pazza gioia, storia al femminile, il regista ha anche mostrato duttilità e ancora intelligenza: si è valso, per la sceneggiatura, di una donna, una collega, e che collega, Francesca Archibugi, che ha sostituito i collaboratori storici. Una digressione su di lei. La Archibugi firma da anni opere di qualità. Roba "autoriale", nel racconto e nell'estetica. E come scrittrice ha spesso mostrato inventiva, persino coraggio. Una citazione esemplare, e importante: nel 2004 ha diretto, per la Rai, Renzo e Lucia. L'ennesima versione, sul grande e sul piccolo schermo, dei Promessi Sposi. L'autrice cambiò il titolo del romanzo,e una ragione c'era, legittima. Preferì interpretare la vicenda e i personaggi in chiave ... contemporanea. Attribuendo ai vari Renzo, Lucia, don Abbondio, Don Rodrigo e tutti gli altri, pensieri e azioni più evolute, diciamo così. Volle che quella miniserie (2 puntate, 180') rappresentasse anche un affresco di quell'epoca, i primi decenni del seicento: la Lombardia durante la dominazione spagnola. Allargando il quadro attribuì a Lucia un carattere meno timido e remissivo. Si concesse una licenza interessante, magari azzardata se stiamo al modello manzoniano. Lucia non è vittima innocente di Don Rodrigo, diciamo che c'è un concorso di colpa: certi sguardi seduttivi che Rodrigo poteva interpretare come un incoraggiamento. Questa attitudine, naturalmente insieme a Virzì, la Archibugi l'ha trasferita nella Pazza gioia. E se in questo film si vuole rilevare, giusto come esercizio critico, qualche piccola... imperfezione, trattasi proprio dell'innamoramento degli autori per i loro testi: battute puntuali, efficaci, magari troppo rifinite. Ma... fossero queste le mancanze... Infine una citazione per le due attrici. Intensa nel suo dolore Micaela Ramazzotti, che il regista-marito Paolo sa bene come valorizzare. E impressionante per bravura Valeria Bruni Tedeschi, cinquantenne sempre più sexy, diventata ormai attrice del mondo. In questa Pazza gioia, storia al femminile, il regista ha anche mostrato duttilità e ancora intelligenza: si è valso, per la sceneggiatura, di una donna, una collega, e che collega, Francesca Archibugi, che ha sostituito i collaboratori storici.

   

domenica 15 maggio 2016 - "Merci Quinzaine", commenta il regista Paolo Virzì. Emozioni anche alla prima de Il GGG di Spielberg. Oggi è la volta dei nice guys Ryan Gosling/Russell Crowe.

La pazza gioia commuove la Croisette

a cura della redazione cinemanews

La pazza gioia commuove la Croisette

sabato 14 maggio 2016 - In concorso ieri due film politicamente impegnati: Ma loute e I, Daniel Blake. Oggi è la volta di Park Chan-wook, Steven Spielberg e de La pazza gioia di Paolo Virzì.

Ken Loach e Bruno Dumont presentano a Cannes le loro battaglie

a cura della redazione cinemanews

Ken Loach e Bruno Dumont presentano a Cannes le loro battaglie

Altre news e collegamenti a Valeria Bruni Tedeschi »
Ma Loute (2016) La pazza gioia (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità