L'ora legale

Film 2017 | Commedia +13 92 min.

Anno2017
GenereCommedia
ProduzioneItalia
Durata92 minuti
Regia diSalvatore Ficarra, Valentino Picone
AttoriSalvatore Ficarra, Valentino Picone, Leo Gullotta, Vincenzo Amato, Tony Sperandeo Sergio Friscia, Antonio Catania, Eleonora De Luca, Ersilia Lombardo.
Uscitagiovedì 19 gennaio 2017
DistribuzioneMedusa
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,88 su 47 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Salvatore Ficarra, Valentino Picone. Un film con Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Leo Gullotta, Vincenzo Amato, Tony Sperandeo. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2017, durata 92 minuti. Uscita cinema giovedì 19 gennaio 2017 distribuito da Medusa. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,88 su 47 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
L'ora legale
tra i tuoi film preferiti.




oppure

In un paese della Sicilia, puntuale come l'ora legale, arriva il momento delle elezioni per la scelta del nuovo sindaco. Il risultato però è inaspettato. Ha vinto 2 Nastri d'Argento. In Italia al Box Office L'ora legale ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 10,2 milioni di euro e 3,3 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
2,88/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,67
PUBBLICO 2,98
CONSIGLIATO SÌ
Un documento divertente e in qualche modo coraggioso del momento storico-politico che l'Italia sta attraversando, sospeso tra paura e speranza.
Recensione di Paola Casella
domenica 15 gennaio 2017
Recensione di Paola Casella
domenica 15 gennaio 2017

Salvo e Valentino sono cognati e vivono a Pietrammare, paesino della Sicilia dove gestiscono insieme un chiosco sulla piazza principale. Il marito della sorella di Valentino, a sua volta sorella della moglie di Salvo, è Pierpaolo Natoli, un professore di liceo dagli elevati valori morali e la condotta integerrima. Pierpaolo si candida a sindaco di Pietrammare contrapponendosi a Gaetano Patanè, il primo cittadino in carica, un concentrato di corruzione e malaffare: vuole proporre un cambiamento radicale che metta fine al degrado etico ed estetico che Patanè ha incoraggiato nel paese. A sorpresa, i compaesani votano Natoli sindaco, ma una volta eletto questi esigerà il rispetto assoluto delle regole: e si sa, in Italia chi invoca la legalità lo fa sempre riferendosi agli altri, mai a se stesso. Salvo e Valentino rappresentano bene la popolazione di Pietrammare: da una parte i molti, come Salvo, che nel malcostume ci sguazzano, traendone il proprio piccolo o grande tornaconto; dall'altra i pochi come Valentino che vorrebbero un paese migliore, più onesto e rispettoso del prossimo. Ma i due cognati scopriranno di essere meno diversi di quanto pensassero perché quella verso la legalità è una strada in salita, soprattutto per chi non è mai stato abituato a percorrerla.

Salvatore Ficarra e Valentino Picone aggiungono un altro tassello alla loro filmografia di autori, registi e interpreti di racconti comici del malcostume italiano (spesso specificatamente siciliano) con un intento civico superiore a quello della commedia italiana media contemporanea, ma mai eccessivamente graffianti e poco inclini ad antagonizzare il proprio fedele pubblico.

L'ora legale da un lato affronta di petto il tema "caldo" di un'Italia ingovernabile a cominciare dal basso, dall'altro assesta un colpo al cerchio e uno alla botte nel momento in cui, ad esempio, caratterizza Pierpaolo (interpretato da Vincenzo Amato con insolita inespressività) come anonimo e incolore, ben lontano da un carismatico Barack Obama seppure in sedicesimo, mentre Salvo (Ficarra) è pirotecnico e irresistibile, un Lucignolo per cui è impossibile non provare simpatia.

È inquietante anche la tempistica dell'uscita de L'ora legale. Da un lato arriva un anno dopo il successo di Quo vado?, cui il dream team di sceneggiatori composto, oltre che da Ficarra e Picone, da Edoardo De Angelis (regista di Perez e Indivisibili), Nicola Guaglianone (sceneggiatore di Lo chiamavano Jeeg Robot) e Fabrizio Testini (storico sodale del duo palermitano ma coautore, fra gli altri, anche di Checco Zalone), sembra essersi adeguato in corsa. Dall'altro risente dell'eco dei recenti accadimenti politici che, come sempre nell'Italia dei nostri giorni, superano di gran lunga l'immaginazione e la vis comica degli autori cinematografici. L'ora legale appare dunque indeciso fra appoggiare la vocazione civile di Pierpaolo o criticarne l'eccessiva rigidità, fra promuovere il cambiamento o depotenziarne l'ideologismo radicale, e si muove fra populismo e satira sociopolitica con più ambiguità che convinzione. Il risultato è comunque divertente e in qualche modo coraggioso, ha la grazia che caratterizza tutti i film di Ficarra e Picone, e pone una domanda importante: che Paese vogliamo essere? Siamo davvero pronti per un mondo dove le regole vengono rispettate da tutti, noi compresi? E ancora, per citare una battuta del film: l'Italia, l'onestà, se la può permettere? L'ora legale resterà in ogni caso un documento del momento storico-politico che stiamo attraversando, sospeso tra paura e speranza, tra la curiosità e il timore di scoprire qual è Italia che ci meritiamo davvero.

Sei d'accordo con Paola Casella?
L'ORA LEGALE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Infinity
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 28 gennaio 2017
loland10

“L'ora legale” (2017) è il quinto lungometraggio del duo Salvatore Ficarra e Valentino Picone: attori, sceneggiatori e registi palermitani.    Film semplificato, ordinariamente mite, da bere come un sorso d'acqua quando la calura non è eccessiva ( o forse un tè caldo neo tempi più freddi).

lunedì 6 febbraio 2017
Onufrio

Ficarra e Picone continuano a far ridere al cinema, ma stavolta aggiungono un qualcosa in più, un'analisi amara ma purtroppo veritiera sul malcostume generale italiano e sul rispetto delle regole. Siamo a Pietrammare, il Comune si appresta ad eleggere il nuovo Sindaco, e i cittadini stanchi delle promesse non mantenute dal sindaco in carica Patanè, decide di cambiare aria e di affidarsi [...] Vai alla recensione »

sabato 28 gennaio 2017
AlfioSquillaci

 I siciliani sono degli italiani esagerati. Portano alle estreme conseguenze, con risvolti tragico-farseschi, i vizi del carattere nazionale. Ficarra & Picone nel film “L’ora legale” mostrano questa piccola verità in un apologhetto amaro e drammatico, che fa morir dal ridere, mettendo in scena un esperimento mentale: vediamo cosa succede in un piccolo inferno cittadino [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 febbraio 2017
Roberto

Il film è semplicemente noioso, l'ennesimo tentativo da parte di comici italiani di coniugare la comicità da palcoscenico ad una pellicola cinematrografica ad ampio respiro. Le battute sciocche cozzano terribilmente con il contesto serio in cui vengono calate, non riesce nemmeno ad essere assurdo con eleganza, è davvero molto difficile riuscire a sospendere l'incredulità in un film che pretende di [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 febbraio 2017
Eugenio

Tematiche leggere sono trattate nell’Ora Legale, ultimo film di Ficarra e Picone come registi e interpreti, rappresentanti per certi versi di uno spaccato della società di questi ultimi tempi fatta di furbetti, disonesti, pronti a trovare sempre scuse  per trovare una scappatoia “poco legale” che consenta di salvare il proprio patrimonio e poco importa se l’altro [...] Vai alla recensione »

martedì 24 gennaio 2017
Flyanto

 Il duo comico composto da Ficarra e Picone ritorna nelle sale cinematografiche con la l'ultima loro pellicola "L'Ora Legale". La storia è ambientata in un paese della Sicilia dove si stanno avvicinando le elezioni per il nuovo sindaco: la popolazione è divisa tra coloro che preferirebbero eleggere il solito, in quanto da lui sanno di poter ottenere dei favori, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 febbraio 2017
toty bottalla

In un paesino siciliano la gente ha voglia di cambiamento politico e viene accontentata...Ficarra e Picone ancora una volta ispirati dall'attualità sociale, mettono in scena una commedia ingenua ma divertente e senza ipocrisia che sembra richiamare nell'avvento del sindaco Natoli i sibili di una nuova ondata politica che forse gli abitanti di "Pietrammare" un giorno riusciranno [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 febbraio 2017
scavadentro65

Si deve premettere che Ficarra e Picone non sono ancora in fase discendente (come ahimè Aldo, Giovanni e Giacomo visto il disastroso Reuma Park....) , ma certamente il livello di questo loro ultimo lungometraggio non ha la freschezza delle prime prove, né introduce tematiche nuove. Il Sud come luogo dell'illegalità, pur con i distinguo del caso, emerge con sapore macchiettistico e con personaggi che [...] Vai alla recensione »

sabato 5 agosto 2017
Umberto De Marchis

Un film ambientato in una bella cittadina siciliana, rovinata dall'illegalità, e dalla regia: l'ora legale è un susseguirsi di battute abbastanza divertenti che non valgono la pena di tutto il resto, e sopratutto non si capisce dove portano. Lo sforzo di far ridere è completamente annullato dal modo in cui è stato (non)amalgamato ad un impegno politico, o piuttosto [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 febbraio 2017
rossi833

La satira è "un genere di composizione poetica a carattere moralistico o comico che mette in risalto con ironia pacata o scherno i costumi di più persone o una categoria di uomini".Benissimo, questo film non è una satira in realtà, è un dipinto, fedele all'inverosimile, del siciliano. La mia terra è splendida e altrettanto contraddittoria, il regista ne fa un ritratto che all'occhio esterno può risultare [...] Vai alla recensione »

mercoledì 25 gennaio 2017
Alexcold83

La storia del film è ispirata a quella dell'elezione del sindaco di una nota città siciliana, moltissimi i riferimenti inseriti, fra cui l'essere "uomo onesto del popolo", l'inneggiare alla "legalità assoluta" e il far rispettare le regole con una "guerra di sanzioni" al fine di "rieducare i cittadini".

martedì 24 gennaio 2017
Lanfreak

Com'è difficile essere onesti! Il tema oggi è di estrema attualità e diventa ogni giorno più pressante. Tra gli slogan urlati e i comportamenti reali c'è sempre il rischio di una inaspettata divergenza. E' merito di Ficarra e Picone aver dato a questo frequente conflitto una veste cinematografica plausibile, e al tempo stesso assai ironica e divertente. [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 gennaio 2017
effepi57

Che il film si stesse avviluppando in una situazione in cui sarebbe stato difficile uscire senza rischiare un buonismo di maniera era evidente; ma neanche il finale un po' frettoloso può essere accettato. Viviamo tutti più o meno nell'illegalità, e il rispetto delle regole danneggerebbe anche noi, quindi tanto vale lasciare le cose come stanno.

domenica 22 gennaio 2017
Mario Nitti

Ficarra e Picone scendono in campo con un film che esce dal registro puramente comico e affronta con molto sarcasmo i vizi di un’Italia in cui tutti invocano un cambiamento, che nessuno vuole davvero. Così intorno al sindaco onesto di un paesino siciliano ben presto viene fatta terra bruciata. Il film funziona soprattutto nella parte comica, con scene memorabili, come quella della partenza [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 maggio 2017
Liuk!

Bravissimi Ficarra e Picone, sempre originali e pungenti. L'Ora Legale è una fotografia in chiave satirica dell'Italia del sud, sicuramente estendibile con meno eccessi anche al nord. La narrazione viene posta in modo tale che lo spettatore parteggi non per i buoni ma per i cattivi, rendendosi conto solo nel finale della totale inversione dei valori.

martedì 24 gennaio 2017
giacogasp

Film che ritengo nel suo complesso una sfida continua tra la dolce leggerezza delle commedie di ficarra e picone (a cui siamo abituati) ed il disarmante attuale declino della raffigurata realtà.  Le risate non mancano, il ritmo della narrazione trova pochi passaggi a vuoto; certe scene comiche, costruite ad arte, penetrano particolamente nella mente dello spettatore (il ritorno in [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 febbraio 2017
Vincenzo Valorani

 La sceneggiatura, di taglio artigianale e simile ad una favola, mette sinteticamente a confronto il buon governo con il malgoverno. Definizione di bongoverno: «buongovèrno (o bongovèrno; anche buòn govèrno) s. m. – 1. In genere, governo saggio, che opera per il bene dei cittadini. 2. Nome di magistrature medievali; in partic.

domenica 22 gennaio 2017
Juri Moretti

Ficarra e Picone, sono parenti e nel loro paese è arrivato il momento di eleggere il nuovo sindaco e i due sono schierati: Ficarra dalla parte di Gaetano Patanè, da anni sindaco di quel paese che è Pietramare, che fa di tuttto per riavere il voto dai suoi cittadini, invece Picone dalla parte di Vincenzo Natoli, un professore cinquantenne che per la prima volta scende in politica, [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 gennaio 2017
Flaw54

Ficara e Picone affrontano un tema importante: la legalità e l'impossibilità di attuarla nella realtà politica del paese. L'idea è buona e presenta spunti piacevoli ed ironici che fanno divertire e riflettere. Non siamo nel campo dei cinepanettoni, ma i due comici mostrano la corda nella parte centrale, quando la sceneggiatura  latita e la ripetitività [...] Vai alla recensione »

martedì 24 gennaio 2017
Francesco Giamblanco

Se bastasse spostare le lancette di un orologio per cambiare davvero le cose, magicamente, saremmo in una fiaba. Invece siamo nell'ultima commedia di Ficarra e Picone, in cui il gesto di una mano che sposta le lancette sull'ora legale è solo la metafora del cambiamento: nella realtà, quella mano impugna una matita, dentro un'urna, e traccia una croce su una scheda elettorale. [...] Vai alla recensione »

domenica 22 gennaio 2017
Roby 82

L'ora legale, un film che Ficarra e Picone non tradiscono, comicità ben riuscita, recitazione perfetta. E' un film pienamente nella realtà. Nel contesto della trama si capisce benissimo che il personaggio del sindaco è Virginia Raggi e la popolazione che è pronta al cambiamento, gridando allo scandalo su tutto, tranne quando le cose riguardano gli interessi personali, [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 gennaio 2017
Giampituo

  Capisco la voglia di fare della satira. E non riuscirci. Capisco il tentativo di dover far ridere a tutti i costi. E non riuscirci. Capisco le esigenze di budget di un film. Capisco tutto quello che volete. Ma il cinema italiano non può essere caduto così in basso. Eppure segnali di ripresa c’erano stati. Il tentativo di fare un cinema italiano diverso nelle ultime [...] Vai alla recensione »

domenica 5 febbraio 2017
ANDREA GIOSTRA

  Siamo in Sicilia, a Pietrammare, ai giorni nostri, dove alla scadenza del mandato sindacale, il paese è in fermento, come avviene veramente nella realtà in tutti i paesini siciliani, in occasione delle nuove elezioni per votare il vecchio Sindaco ri-candidato, o il nuovo Sindaco candidato. Pietrammare è da anni allo sbando, all’incuria, all’abbandono, vittima [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 giugno 2017
Ragthai

Al di la' del lato ludico (riuscitissimo come sempre) questo film e' un sasso nello stagno, rappresenta perfettamente la mentalita' dell'italiano che pretende la legalita' ma solo dagli altri, arrivando, quando tocca in prima persona rispettare la legge, a rimpiangere persino la corruzione e il malaffare. Un sindaco cacciato a furon di popolo in quanto colpevole di far rispettare [...] Vai alla recensione »

sabato 28 gennaio 2017
pier delmonte

Bravissimi Salvo e Valentino, intanto complimenti per la regia, inquadrature giuste e sequenze da navigati registi. La commedia e’ perfetta, un Toto’ versione siciliana e l’attualita’ dell’Albertone nazionale, esilaranti i 10 minuti dall’arrivo dei vigili. Siete stati meno logorroici e con i giusti tempi e la storia e’ uno spasso. Commedia da top.

martedì 31 ottobre 2017
stelviogabeccioni

Non vi è un divertimento classico, il solito duo scornacchiato macchiettistico al servizio delle signore gag della comicità, la cui pseudo cultura va a farsi benedire al momento stesso del non azzardarsi mai a citicarne alcun chè, sei criticabili scene anche per i tifosi del film, per l'iniquità a cui cose tali portano dargli 5 stelline sarebbe più comico [...] Vai alla recensione »

sabato 14 ottobre 2017
benvestitinimanlio

Non vi è un divertimento classico, il solito duo scornacchiato macchiettistico al servizio delle signore gag della comicità, la cui pseudo cultura va a farsi benedire al momento stesso del non azzardarsi mai a citicarne alcun chè per l'iniquità a cui cose tali portano i due simil migranti, così a naso stentano come al solito sembrano dover quasi tutte [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 ottobre 2017
benvestitinimanlio

Non vi è un divertimento classico, il solito duo scornacchiato macchiettistico al servizio delle signore gag della comicità, la cui pseudo cultura va a farsi benedire al momento stesso del non azzardarsi mai a citicarne alcun chè per l'iniquità a cui cose tali portano (?) i due simil migranti, così a naso stentano come al solito sembrano dover quasi tutte [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 febbraio 2017
stefano73

Un paese immaginario della Sicilia vota per il nuovo sindaco. Passa del sindaco corrotto al nuovo sindaco votato alla legalità e alle regole. La commedia é godibile e divertente. Anche se i concetti sono esageratamente esasperati sul cambio di politica il concetto é chiaro. L'Italia non é pronta al rispetto delle regole e della legalità. In più ci si mette anche il parroco e la religione a mostrare [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 febbraio 2017
RF

"L'ora legale" è il classico film dal sapore agrodolce, di quelli che se fatti male risultano pieni di stereotipi e di ridicole macchiette, ma se fatto bene senti dentro, durate la visione del film, tutti i contrasti: ridi, ma hai la sensazione che ti abbiano dato un pugno nello stomaco; sei un po' di cattivo umore ma hai le lacrime agli occhi per la comicità della scena. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 febbraio 2017
ganesh

Peccato per chi li segue da sempre, sono miei concittadini, dovere per la prima volta dire che il film non è brutto, come sempre si ride, come sempre i due mostrano la loro abilità nel creare e gestire storie con garbo e mestiere, ma la trama è un pugno nello stomaco per chi è abituato a sentire il duo parlare di mafia e padre puglisi e doveri civici e forza del riscatto; [...] Vai alla recensione »

domenica 29 gennaio 2017
Xerox

... chi ruba una mela al mercato è uguale a chi butta sul lastrico migliaia e migliaia di correntisti rubando in una banca. Forse è per questo modo di pensare che le banche nel mondo fanno quello che fanno senza MAI pagare un'unghia...

sabato 28 gennaio 2017
vandamme84

non si può tenere occupate delle sale cinematografiche per una roba del genere. Un film che non è nè carne nè pesce. Non sa di niente. Non fa ridere. Semplicemente ridicolo. Non so come al giorno d'oggi ci sia qualcuno che continui a esaltare il cinema italiano, che onestamente mi sembra si tenga in vita solo per accanimento terapeutico, solo perchè si cerca [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 gennaio 2017
stefa1

Una realtà di vita quotidiana ineccepibile l'onestà nasce da noi e conseguentemente dai politici e non il contrario

domenica 22 gennaio 2017
Xerox

Film senza voto, perchè ha due chiavi di lettura. O lo consideriamo una commediola alla Ficarra e Picone, e allora ci facciamo quattro risate, e va bene così, oppure..... Oppure, se ne dobbiamo parlarne sul serio, visto che il film tratta di un argomento serissimo come la legalità, il discorso cambia completamente..... Non ci siamo, Ficarra e Picone, non ci siamo, siamo COMPLETAMENTE [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 giugno 2017
Francis Metal

Questo film supera alla grande "Qualunquemente" di Albanese, ma anche "Benvenuto presidente", anzi qui Ficarra e Picone si sono proprio superati.E' una satira non tanto sulla politica ma sull'elettorato e l'opinione delle persone.Certo l'idea di fondo è la stessa di altri film come appunto "Benvenuto presidente" ma sviluppata molto meglio... Non ci sono volgarità, oscenità, scene di nudo, ecc.

mercoledì 15 febbraio 2017
francodip

Bel film, fatto bene e molto carino da vedere. L'unica pecca e' il finale triste che fa vedere come in Italia non si possa mai cambiare in positivo!!! Avrei fatto un'altro finale per dare almeno un segnale di speranza alla gente che va a vedere il film!!!

giovedì 8 giugno 2017
Ragthai

Ottimo film di denuncia sul malcostume italico, solo apparentemente banale.

mercoledì 8 febbraio 2017
Groucho82

In questo fantastico film, Ficara e Picone raccontano il malcostume italiano. Consiglio a tutti di vedere questo bel film incentrato sulla realtà dei fatti italiani,

sabato 4 febbraio 2017
Emanuele 1968

Voto4,5. Cinema di paese  strapieno, i posti liberi erano veramente pochi, pensavo che fosse più divertente, si è riso poco, ho per lo meno meno di quanto credevo, penso che sia un film molto molto intelligente........... Quante volte lo penso e lo vedo, che il buon senso non è considerato.

Frasi
"Ma che hai fatto: una minaccia ecosostenibile?"
Una frase di Salvo (Salvatore Ficarra)
dal film L'ora legale - a cura di Vincenzo
"Yes, weekend!"
Una frase di Salvo (Salvatore Ficarra)
dal film L'ora legale - a cura di Giacogasp
"Le regole si aggiustano, non è che possiamo aggiustarci noi alle regole"
Una frase di Salvo (Salvatore Ficarra)
dal film L'ora legale - a cura di carlotta
- Certo che sei senza dignità! - Lo so, è un dono di natura!
Dialogo tra Salvo (Salvatore Ficarra) - Valentino (Valentino Picone)
dal film L'ora legale
Ma voi a Milano, i fazzoletti sporchi di sugo, dove li buttate?
Una frase di Valentino (Valentino Picone)
dal film L'ora legale - a cura di Chiara
Vota Patanè senza chiederti un perché!
Salvo (Salvatore Ficarra)
dal film L'ora legale - a cura di Groucho82
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 20 gennaio 2017
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Sarebbe sbagliato considerare L'ora legale come una satira politica. Non è, per intendersi, un altro Qualunquemente, film del 2011, con protagonista Albanese, sicuramente, su questo tema, più graffiante e irriverente. L'ultima pellicola, diretta e interpretata, con il solito garbo, dai palermitani Ficarra e Picone è, principalmente una presa in giro della gente comune.

venerdì 20 gennaio 2017
Francesco Alò
Il Messaggero

Che coraggio. È quello dimostrato dai comici siciliani Ficarra & Picone (coadiuvati in sceneggiatura da Guaglianone, De Angelis e Testini) per il quinto da film da protagonisti. Salvo (Ficarra) e Valentino (Picone) sono politicamente divisi: il primo tifa per il sindaco intrallazzatore (Sperandeo super) mentre il secondo per l'alternativa onesta (Amato perfetto nella sua eleganza casual).

venerdì 20 gennaio 2017
Roberto Nepoti
La Repubblica

Nel paesino siciliano di Pietrammare avviene una piccola rivoluzione. Dopo anni di amministrazione di tale Patanè, sindaco maestro nel malaffare, le elezioni danno vincitore Natoli, un professore integerrimo dal programma incentrato sulla trasparenza. Il neo-sindaco ha due cognati: il serio Valentino e Salvo, sorta di discendente del Sordi cinematografico sempre pronto a saltare sul carro del vincitore. [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
giovedì 9 febbraio 2017
Andrea Chirichelli

Cinema2Day molto ricco, quello trascorso ieri, con ben 5 film capaci di stare sopra ai 100mila euro. Ribaltone: in testa finiscono L'Ora Legale e Smetto quando voglio - Masterclass, che si portano a casa rispettivamente 333mila e 297mila euro.

BOX OFFICE
domenica 29 gennaio 2017
Andrea Chirichelli

L'ora legale torna saldamente in testa alla classifica in un ricco sabato, dove tutti i film, a parte uno, incassano in modo soddisfacente. 839mila euro entrano nelle casse del duo Ficarra & Picone, mentre sul podio troviamo La La Land, che ne porta [...]

BOX OFFICE
mercoledì 25 gennaio 2017
Andrea Chirichelli

L'ora legale domina incontrastato il box office italiano, facendo segnare dati notevoli per un giorno feriale: il film con Ficarra e Picone sfiora infatti i 300mila euro. Si fa notare anche Your Name., che ieri ha portato a casa ben 200mila euro e avrà [...]

BOX OFFICE
domenica 22 gennaio 2017
Andrea Chirichelli

L'ora legale vince, anzi stravince il sabato al cinema. Ficarra e Picone si portano a casa 1 milione di euro con la migliore media per sala e staccano nettamente tutta la concorrenza. Gran battaglia invece per il podio, che viene occupato da Allied, con [...]

BOX OFFICE
sabato 21 gennaio 2017
Andrea Chirichelli

L'Ora legale è ancora lontana nella realtà, ma al cinema è già iniziata: il film con Ficarra e Picone allunga sugli altri e con 381mila euro vince nettamente il venerdì. Sul podio salgono Collateral Beauty, che continua la sua marcia verso la top ten [...]

BOX OFFICE
venerdì 20 gennaio 2017
Andrea Chirichelli

Quattro nuove entrate nella top ten italiana: come avevamo largamente previsto L'Ora Legale, con il duo comico Ficarra & Picone, prende la vetta della classifica con 261mila euro e mette una seria ipoteca sulla vittoria nel weekend.

TRAILER
martedì 27 dicembre 2016
 

In un paese della Sicilia, Pietrammare, puntuale come l'ora legale, arriva il momento delle elezioni per la scelta del nuovo sindaco. Da anni imperversa sul paese Gaetano Patanè, lo storico sindaco del piccolo centro siciliano.

winner
miglior commedia
Nastri d'Argento
2017
winner
miglior produzione
Nastri d'Argento
2017
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati