•  
  •  
Apri le opzioni

Terence Stamp

Terence Stamp è un attore inglese, è nato il 22 luglio 1939 a Londra (Gran Bretagna).
Nel 1965 ha ricevuto il premio come miglior attore al Festival di Cannes per il film Il collezionista [1]. Terence Stamp ha oggi 82 anni ed è del segno zodiacale Cancro.

Il più grande attore inglese degli anni Settanta

A cura di Fabio Secchi Frau

Indimenticabile e coloratissimo, diabolico e meraviglioso, Terence Stamp è un'anima persa del cinema, nonché uno dei grandi ribelli cinematografici degli anni Settanta. Protagonista entusiasta anche di molte pellicole d'autore italiane, rappresenta una generazione cinematografica intera.

Sotto la stella di James Dean
Figlio di un marinaio che lavorava sui mercantili per lunghi periodi di tempo, fratello maggiore di cinque figli, fra cui il produttore e impresario Christopher Stamp - che aiutò gli Who nella scalata del successo -, Stamp nasce nel 1939 a Stepney, ma vive però a Canal Road, con la madre, la nonna e le zie. Da bambino bazzica soprattutto nell'East End di Londra, ma passa la maggior parte della sua infanzia a Plaistow, nell'Essex. Divenutuo adolescente, il suo passatempo maggiore è andare al cinema, hobby che gli permetterà di avere come idoli attori come Gary Cooper e James Dean. Una volta lasciata la scuola, cerca di arrangiarsi facendo i lavori più disparati. Comincia in questo periodo a pensare di poter diventare un attore, cosa che accadrà solo dopo due anni dal servizio militare. Iscrittosi alla Webber Douglas Academy of Dramatic Arts di Londra, diventa famosissimo nel circuito teatrale del Regno Unito... ma non avrà la minima idea che il futuro che gli si prospetta davanti è quella di una vera e propria icona degli anni Settanta, nonché un playboy che si accompagnerà ad attrici del calibro di Julie Christie e Brigitte Bardot.

Debutto con Golden Globe
Nel 1962, debutta per la prima volta in una pellicola cinematografica. Si tratta di un film di Peter Glenville: L'anno crudele, accanto a Simone Signoret, Laurence Olivier e Sarah Miles. E lo stesso anno viene nominato all'Oscar e ai BAFTA come miglior attore non protagonista per Billy Budd (1962), vincendo però solo il Golden Globe come migliore promessa maschile del 1963.

Da Fellini a Pasolini
Due anni più tardi, è scelto da grande William Wyler come protagonista della pellicola Il collezionista (1965), grazie al quale vincerà la Palma d'Oro a Cannes come miglior attore. Amatissimo in Europa e in particolar modo in Inghilterra, viene diretto da Joseph Losey in Modesty Blaise, la bellissima che uccide (1966) con Monica Vitti e Dirk Bogarde, seguito poi da Via dalla pazza folla (1967) con Peter Finch e Julie Christie e da Federico Fellini nell'episodio Toby Dammit della pellicola collettiva - firmata da Louis Malle e da Roger Vadim - Tre passi nel delirio (1967), grazie alla quale riuscirà a conoscere oltre all'amata Bardot, anche Jane Fonda. È un'interpretazione magnifica e sulfurea, quella che ci regala per Fellini, decadente e crepuscolare, ossessionante e ossessionata: non lo dimenticheremo mai, così come non dimenticheremo mai il ruolo di quel ragazzo maledetto che getta scompiglio nella famiglia di Teorema (1968) di Pier Paolo Pasolini, con Silvana Mangano.

Il cinema di fantascienza
Nel 1970 è uno degli attori di Il cervello di Mr. Soames, poi cinque anni più tardi è con Jeanne Moreau in Hu-man, pellicola di fantascienza che spingerà Hollywood a fare di Terence Stamp un cattivo d'eccezione da sfruttare soprattutto per le sue pellicole fantasy. Così dopo Divina creatura (1975) con Marcello Mastroianni, si impiega come crudele abitante del pianeta Krypton in Superman (1978) e Superman II (1980) con Gene Hackman, Glenn Ford e Marlon Brando, cui seguiranno altri film fantasy come Mystery on monster island (1981) con Peter Cushing.

I film americani più impegnati
Nel 1986 recita con Robert Redford in Pericolosamente insieme, mentre non accetta il ruolo di John Ryder in The Hitcher (1986); ben accoglie, invece, il ruolo che Michael Cimino gli offre in Il siciliano (1987) e quello di Oliver Stone in Wall Street (1987) con Michael Douglas.

Viaggi in India e autobiografie
Disgraziatamente, la relazione con la modella Jean Shrimpton finisce, motivo questo che spinge Stamp a concedersi un lungo periodo di riposo dal cinema, sfociato poi in una lunga permanenza in India, dove diventerà vegetariano e scoprirà i piaceri del giardinaggio. È qui che inizia anche la sua carriera di scrittore; infatti, pubblica proprio nel 1987 la sua autobiografia in tre parti: "Stamp Album" (1987), "Cimino Attraction" (1988) e "Double Feature" (1989). Mentre è nel 1993 che dà alle stampe il suo primo romanzo "The Night".

Terence Stamp è Priscilla
Nel 1995 ecco il grande ritorno con Priscilla, la regina del deserto (1994), grazie al quale viene nominato ai BAFTA e ai Golden Globe. La sua malvagia faccia e la sua fisicità da cattivo vengono immediatamente cancellati da ondate di trucco e mascara e, in men che non si dica, eccolo trasformarsi in una drag queen da cult movie. Ma poi tornerà ai soliti vecchi ruoli. Due con Eddie Murphy, Bowfinger (1999), anche con Steve Martin) e La casa dei fantasmi (2003), e la parte del Supremo Cancelliere Valorum in Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma (1999) con Liam Neeson, Ewan McGregor, Natalie Portman, Frank Oz. Nel frattempo, trova persino l'amore con il matrimonio, la notte di Capodanno del 2002, con Elizabeth O Rourke. Anche se, purtroppo, si concluderà con un divorzio il 29 aprile 2008. Dopo aver recitato con Julia Roberts in Full Frontal (2002) e con Brad Pitt in Mr. & Mrs. Smith (2005, in una scena che però sarà tagliata in fase di montaggio), trova il ruolo di Jor-El in Smallville. La sua carriera continua con la pellicola drammatica incentrata su un tragico massacro nello Utah avvenuto nel 1857 September Dawn (2006) con Jon Voight e con il film Yes Man (2008) con Jim Carrey, nonché accanto a Tom Cruise in Operazione Valkiria (2009). Due anni dopo torna con Matt Damon in I guardiani del destino.
Il suo volto scavato e impassibile arcinoto al free cinema inglese degli anni Sessanta, oggigiorno, come un bagliore fra le nuvole, torna di quando in quanto a trafiggerci il cuore con il suo sguardo di ghiaccio. Aspettiamo una ritrovata giovinezza, aspettiamo quel suo inquietante sguardo fisso che il cinema ha saputo dipingergli, aspettiamo quel cinema che non c'è più e nel quale lui era simbolo. Anticonvenzionale, immobile, misurato e mai sopra le righe, un terrorista dell'anima schivo e solitario. Quasi impossibile non sentire per lui una forte e irrimediabile attrazione.

Ultimi film

Drammatico, (Canada - 2017), 103 min.

News

In I guardiani del destino il fato non agisce per vie oscure ma secondo un protocollo.
La nuova commedia interpretata da Jim Carrey.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati