Dizionari del cinema
Periodici (1)
Miscellanea (5)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 22 luglio 2017

Brigitte Bardot

«B.B.», la ragazza del peccato

82 anni, 28 Settembre 1934 (Bilancia), Parigi (Francia)
Brigitte Bardot
David di Donatello 1961
Premio miglior attrice straniera per il film La verità di Henri-Georges Clouzot

David di Donatello 1961
Nomination miglior attrice straniera per il film La verità di Henri-Georges Clouzot



ONDA&FUORIONDA di Pino Farinotti.

Brigitte: leggenda di ottant'anni

sabato 13 settembre 2014 - Pino Farinotti cinemanews

Brigitte: leggenda di ottant'anni La Francia si prepara al giubileo di Brigitte Bardot, la "francese" per eccellenza. Il 28 settembre compirà ottant'anni. Brigitte è tutto. Ne ha avuto il tempo, il corpo, le occasioni, l'intelligenza. È e ha fatto tutto. Tanto che non è possibile, in questa sede offrire un'istantanea generale. Occorrono delle scelte. "Tutto" significa modello, simbolo, mito, Paese. Amata da tanti, in tutti i sensi. Riconosciuta da tutti, di tutti i target. Ispirazione di artisti e scrittori di vertice. Chiacchierata per scelte politicamente poco corrette e per ogni tipo di scandalo. Ma lei ha sorpassato tutto. E senza neppure trattenere la sua bellezza frequentando questo o quel chirurgo. Brigitte adesso è una bellissima vecchia. È un'ottantenne. Per contro-analogia mi viene in mente una sua coetanea Sophia (alla quale MYmovies.it dedica una rassegna in streaming dei suoi film indimenticabili su MYMOVIESLIVE!), che diventerà ottuagenaria otto giorni prima di Brigitte. Ebbene la Loren continua a tenere le copertine, con ampio decolleté, e davvero tiene schiacciata la sua vera età.

   

Auguri a Brigitte Bardot!

E Dio… creò B.B.

lunedì 28 settembre 2009 - Michelangelo Salvioni cinemanews

E Dio… creò B.B. Esistono persone eccezionali che grazie a particolari condizioni storiche e sociali si trasformano in personaggi pronti a vivere di vita propria nell’immaginario di milioni di persone. Brigitte Bardot compie settantacinque anni: il mito di B.B. non ha età.
B.B. ha rinunciato a calcare le scene quando era ancora giovane, come Greta Garbo, ma se l’attrice svedese era definita “La divina”, Brigitte ha incarnato un altro modello femminile, specchio e al tempo stesso modello per l’Europa degli anni cinquanta e sessanta.
La Bardot era sensualità terrena, semplice, diretta e senza fronzoli. Il corpo minuto e il viso dalle labbra imbronciate incorniciato da una chioma bionda e ribelle suggerivano l’idea di una ragazza libera dai condizionamenti dettati dalle sovrastrutture sociali. Una giovane donna un po’ selvaggia che agiva secondo il proprio istinto senza curarsi del giudizio del prossimo. L’apparente ingenuità della Bardot, forse anche più della sua bellezza, fu la ragione del suo successo. Una ragazza che cammina a piedi nudi saltando dalle storie di celluloide ai sogni degli uomini. Una carica erotica inconsapevole e libera, quanto di più distante dalle bellezze artefatte e maliziosamente seducenti. A differenza di altri grandi miti (Monroe, Loren, Lollobrigida) la Bardot possedeva una fresca impertinenza da monella costretta in un corpo piccolo e sinuoso. Una donna-bambina che con la sua aria da adolescente aumentava la distanza tra sé e gli uomini, accrescendone proporzionalmente il desiderio. Lolita, frutto acerbo, bramosia inconfessata e inconfessabile…
Dopo alcune prime esperienze nel mondo del cinema il marito attore e regista Roger Vadim crea il personaggio che diventerà mito con Et Dieu… créa la femme del 1956, film che consacrò l’immagine dell’attrice come tutti ora la ricordano. Poco importa indagare quanto Brigitte Bardot fosse genuina e quanto fosse “raccontata” dai film e dai produttori. Il cinema trasfigura e concentra rendendo inscindibili realtà e finzione. Erano anni in cui l’immaginario popolare si alimentava soprattutto con il cinematografo e le riviste.
Seguiranno varie produzioni, tra melodrammi e commedie creati su misura per alimentare il mito B.B., in linea con i film di Vadim. Nel 1960 gira La verità di Henri-Georges Clouzot, dramma ben costruito che vincerà l’oscar come miglior film straniero. Partecipa anche a film di registi di nome: Vita privata di Louis Malle del 1961, Il disprezzo di Godard del 1963, Il maschio e la femmina (1966) sempre di Godard e Tre passi nel delirio (1968) nell’episodio di Malle.

Il disprezzo

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,69)
Un film di Jean-Luc Godard. Con Brigitte Bardot, Michel Piccoli, Jack Palance, Fritz Lang, Giorgia Moll.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 1963. Uscita 06/02/2017.

Tre passi nel delirio

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di Roger Vadim, Louis Malle, Federico Fellini. Con Brigitte Bardot, Jane Fonda, Alain Delon, Peter Fonda, Terence Stamp.
continua»

Genere Horror, - Italia, Francia 1967.

Il riposo del guerriero

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,50)
Un film di Roger Vadim. Con Brigitte Bardot, Robert Hossein, Macha Méril, Jacqueline Porel, James Robertson Justice.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 1962.

Il maschio e la femmina

* * * - -
(mymonetro: 3,17)
Un film di Jean-Luc Godard. Con Brigitte Bardot, Françoise Hardy, Jean-Pierre Léaud, Chantal Goya, Eva Britt, Antoine Bourseiller.
continua»

Genere Drammatico, - Francia, Svezia 1966.

Elena di Troia

* * - - -
(mymonetro: 2,25)
Un film di Robert Wise. Con Rossana Podestà, Jacques Sernas, Cedric Hardwicke, Stanley Baker, Niall MacGinnis.
continua»

Genere Avventura, - USA, Italia 1955.
Filmografia di Brigitte Bardot »
Il disprezzo (1963) Tre passi nel delirio (1967)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità