Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Periodici (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 28 maggio 2015

Liam Neeson

L'eroe o suo padre

Nome: William John Neeson
63 anni, 7 Giugno 1952 (Gemelli), Ballymena (Gran Bretagna)
occhiello
Non ti ricordi di me? Abbiamo parlato due giorni fa. Ti avevo detto che ti avrei trovato...
dal film Io vi troverò (2008) Liam Neeson è Bryan
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Liam Neeson
Razzie Awards 2013
Nomination peggior attore non protagonista per il film Battleship di Peter Berg

Golden Globes 2005
Nomination miglior attore in un film drammatico per il film Kinsey di Bill Condon

Golden Globes 1997
Nomination miglior attore per il film Michael Collins di Neil Jordan

Festival di Venezia 1996
Premio coppa volpi migliore interpretazione maschile per il film Michael Collins di Neil Jordan

Golden Globes 1994
Nomination miglior attore per il film Schindler's List di Steven Spielberg

Premio Oscar 1993
Nomination miglior attore per il film Schindler's List di Steven Spielberg



Liam Neeson interpreta l'uomo qualunque in cerca di sé nel thriller psicologico di Collet-Serra.

L'uomo (stra)ordinario

giovedì 24 febbraio 2011 - Marzia Gandolfi cinemanews

L'uomo (stra)ordinario Nordirlandese cresciuto nei ‘disordini’ e ‘canonizzato’ nella Cracovia in bianco e nero di Steven Spielberg (Schindler's List), Liam Neeson è un attore letteralmente all’altezza. 193 centimetri di talento e Irishness che hanno prodotto uno stile introverso e originale. Lato ‘chiaro’ della forza in una galassia lontana lontana, Neeson domina il registro drammatico cucendosi spesso addosso personaggi instabili e sovversivi, che oppongono il gran rifiuto e promuovono il riscatto sociale (Rob Roy, Michael Collins). Mai rassegnato, in lui si dibatte lo scontro culturale tra la tradizione insulare e quella americana e s’infiamma un’inquietudine inquadrata nella storia irlandese di dissenso e anticonformismo. Gli introversi esplosivi appaiono perfetti per la sua personalità impetuosa, esibita questa volta nel thriller psicologico di Jaume Collet-Serra, che lo vuole professore senza identità a Berlino. E proprio il ‘carattere’ della capitale tedesca sarà il primo antagonista del dottor Martin Harris, botanico americano sostituito da un impostore, che vive la sua vita, bacia la sua compagna e interviene al suo convegno di biotecnologia. Straniero e privato della sua identità, fatta a pezzi da un trauma e un volo tragico nel fiume, il protagonista di Unknown è mosso dal desiderio ossessivo di rimettere insieme i pezzi di sé, di trovare una logica al caos in cui lo hanno evidentemente precipitato e di evadere da una città che toglie il respiro e preclude la libertà di movimento. Soffocato dalla claustrofobia urbana, trascurato dalle istituzioni, confinato nella solitudine di un isolamento forzato l’uomo comune di Neeson, sceso dall’aereo e destinato a un piacevole soggiorno berlinese, è costretto ad arrangiarsi trovando nel suo agire impacciato l’uomo d’azione. Ma è a questo punto della storia che il regista reinventa la classica narrazione “a colpo di scena” della letteratura thriller, appagando i piaceri più immediati dello spettatore e gratificandone insieme gli aggiornati compiacimenti culturali. Presi un genere popolare e un soggetto familiare (l’uomo qualunque scambiato questa volta ‘con un altro’ e non ‘per un altro’), Collet-Serra li corregge vanificando l’illusione del pubblico di sapere qualcosa.

L’ombra del sospetto
Accade che in Unknown le persone e le situazioni possano non essere sempre ciò che sembrano. Il regista suggerisce nelle fughe urbane e nei combattimenti ‘corpo a corpo’ del nostro eroe ordinario, assediato caparbiamente da sicari professionisti, una disinvoltura davvero (troppo) straordinaria. Martin Harris è davvero allora chi dice di essere? Il cinema non è nuovo al personaggio che si rivela o potrebbe rivelarsi altro. Ammiccando al Cary Grant hitchcockiano (Intrigo internazionale) o all’Harrison Ford polanskiano (Frantic), il regista spagnolo propone al talento di Liam Neeson un innocuo professore che ‘tanto gentile e onesto (ap)pare’ nella conduzione della storia. Al contrario, nel gran finale, l’ordinarietà del personaggio lascerà il passo a una straordinarietà che non è più generata dagli eventi inaspettati ma è sempre stata lì, sedata soltanto da un brutto incidente che ha colpito duro alla testa e all’anima del protagonista. Martin Harris non esiste, è una falsa identità creata e dopo dimenticata e infine creduta propria ed effettiva da un killer spedito a Berlino per avvicinare e assassinare, sotto mentite spoglie, un celebre professore. La sceneggiatura combina dunque la vertigine narrativa con la vertigine del protagonista, strutturando il film come un viaggio paranoico sull’orlo di un abisso. Grazie all’ambiguità garbata e persino romantica di Neeson a stento lo spettatore indovinerà la verità e l’altro che è in lui: un criminale costretto nell’epilogo a un faccia a faccia con se stesso. Nello specchio di un albergo e negli occhi larghi e chiari di Diane Kruger il sicario vedrà il riflesso dell’anima originale e avvertirà l’insorgere del sentimento più gentile.

   

Run all Night - Una notte per sopravvivere

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Jaume Collet-Serra. Con Liam Neeson, Ed Harris, Joel Kinnaman, Vincent D'Onofrio, Genesis Rodriguez.
continua»

Genere Azione, - USA 2015. Uscita 30/04/2015.

Third Person

* * - - -
(mymonetro: 2,12)
Un film di Paul Haggis. Con Liam Neeson, Olivia Wilde, Adrien Brody, Moran Atias, James Franco.
continua»

Genere Drammatico, - Belgio 2013. Uscita 02/04/2015.

Taken 3 - L'ora della verità

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,58)
Un film di Olivier Megaton. Con Maggie Grace, Liam Neeson, Famke Janssen, Forest Whitaker, Dougray Scott.
continua»

Genere Azione, - Francia 2015. Uscita 11/02/2015.

Un milione di modi per morire nel West

* * - - -
(mymonetro: 2,44)
Un film di Seth MacFarlane. Con Seth MacFarlane, Charlize Theron, Amanda Seyfried, Liam Neeson, Giovanni Ribisi.
continua»

Genere Western, - USA 2014. Uscita 16/10/2014.

La preda perfetta

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,79)
Un film di Scott Frank. Con Liam Neeson, Dan Stevens, David Harbour, Boyd Holbrook, Adam David Thompson.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2014. Uscita 18/09/2014.
Filmografia di Liam Neeson »

lunedì 11 maggio 2015 - Il cinema in movimento di Roy Menarini.

Cake e il trucco nel cinema

Roy Menarini cinemanews

Cake e il trucco nel cinema Tra le questioni meno indagate dai cinefili c'è il trucco. Lo intendiamo nell'accezione di make up o di decorazione del volto e del corpo, non (come una volta) nel significato di effetto speciale. Il trucco, che copre una vasta area tra la cosmetica e la trasformazione con materiali artificiali di un volto naturale, è ancora oggi un elemento imprescindibile del cinema, persino in un periodo di fortissima trasformazione tecnologica, di facile manipolazione della ripresa in sede post-produttiva, e di photoshop utilizzabile da tutti. Il volto umano sembra resistere ancora alle facili scorciatoie dell'infografica. Prova ne sia la difficoltà di invecchiare i protagonisti dei film, con effetti talvolta ridicoli - o, come dicono in America, "cheesy" - come nel caso più discusso degli anni recenti, J. Edgar di Clint Eastwood, dove DiCaprio anziano è apparso di falsità plateale. È più semplice ringiovanire, e persino Liam Neeson, con improbabile capello lungo e spennellature digitali, è credibile nei flashback di Run All Night - Una notte per sopravvivere (solo per limitarci a un film ancora in sala).

   

martedì 28 aprile 2015 - Un regista che ha da sempre riflettuto sull'angoscia dello sradicamento.

La politica degli autori: Jaume Collet-Serra

Mauro Gervasini cinemanews

La politica degli autori: Jaume Collet-Serra Jaume Collet-Serra, classe 1974, catalano di nascita, statunitense d'adozione. Dopo l'università a Los Angeles si dedica alla regia di videoclip, in particolare del connazionale Enrique Iglesias. E agli spot pubblicitari, che puntualmente nota Joel Silver, produttore di Matrix e di un sacco di belle cose anni '90, occhio clinico infallibile per i giovani talenti. L'incipit della carriera è all'insegna dell'horror, con il dignitoso remake di un classico: La maschera di cera (2005). Si prosegue sulla stessa strada con Orphan (2009), ed è qui che si accende la lampadina. La storia è quella di una famiglia americana che adotta una bambina, in verità una consumata assassina passata tra Estonia e Stati Uniti da orfanatrofi e cliniche psichiatriche. Un finale sorprendente, qualche clichè risolto al meglio (la madre in crisi per una figlia nata morta combatte sola contro tutti per salvare quel che resta della famiglia) e un senso di inquietudine pervasivo non generato dalla pur notevole sceneggiatura, ma da scelte di regia spiazzanti (la bimba omicida è sempre dove meno te l'aspetti).

   

Altre news e collegamenti a Liam Neeson »
Ted 2 (2015) Run all Night - Una notte per sopravvivere (2015)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2015 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità