John Wick 3 - Parabellum

Film 2019 | Azione, Thriller 130 min.

Regia di Chad Stahelski. Un film Da vedere 2019 con Keanu Reeves, Halle Berry, Ian McShane, Asia Kate Dillon, Jerome Flynn, Ruby Rose. Cast completo Titolo originale: John Wick: Chapter 3. Genere Azione, Thriller - USA, 2019, durata 130 minuti. Uscita cinema giovedì 16 maggio 2019 distribuito da 01 Distribution. Oggi tra i film al cinema in 17 sale cinematografiche - MYmonetro 3,16 su 33 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi John Wick 3 - Parabellum tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il terzo capitolo della saga dedicata al coraggioso personaggio di John Wick, interpretato da Keanu Reeves. In Italia al Box Office John Wick 3 - Parabellum ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 3,2 milioni di euro e 1,5 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,16/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,98
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Terzo e sanguinoso capitolo di una saga action cresciuta al di là delle aspettative, fino allo status di cult.
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 13 maggio 2019
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 13 maggio 2019

John Wick, killer infallibile ritiratosi dal "mestiere" ma tornato forzatamente a uccidere, è stato scomunicato dall'Alta Tavola, consesso internazionale di assassini. Sulla sua testa pende una taglia da 15 milioni di dollari, che attira l'attenzione di tutti i peggiori individui in circolazione.

Naturalmente è solo un'impressione, quindi non corrispondente alla realtà, ma la saga di John Wick ha sempre dato la sensazione di essere nata quasi per gioco. Una trovata al bar tra amici, nella fattispecie stuntmen e coreografi action sul set di Matrix, che via via si è trasformato in un soggetto.

Talmente perfetto per un comic book - stilizzato, cool, ricco di motivi ricorrenti a cui legarsi in maniera feticista - da non essere tratto da un comic book (ma ne ha ispirato uno, nel 2017). Perché è questo il segreto di John Wick: richiama alla mente molto di quel che abbiamo visto ed esperito, ore e ore di visioni e letture che hanno formato il nostro immaginario, ma riesce a essere abbastanza sfrontato e diretto da crearne uno nuovo di zecca, postmodernissimo e generato dal sincretismo di tutto ciò.

Il primo film della serie era un revenge movie, autoironico ed eccessivo, ma tutto sommato collocabile all'interno di canoni ben definiti. Il secondo capitolo, invece, ha cambiato le regole del gioco. Coreografie mozzafiato, scene action architettate con un gusto per il dettaglio e una volontà di eccedere che guarda dritta all'irraggiungibile cinetica di The Man from Nowhere e The Raid 2, standard moderni del cinema d'azione. Soprattutto una maggiore confidenza con la cosmogonia che ruota attorno a John Wick: gli hotel Continental, le monete che consentono privilegi di vario tipo, le regole del sindacato del crimine e le pene che comporta la loro trasgressione.

C'è voluto qualche anno prima che la sua aura di cult si depositasse, fino a ottenere il plauso pressoché unanime della critica. Come andare oltre con il terzo capitolo, il primo con una reale aspettativa di fronte a sé?

All'insegna del louder, faster, bigger John Wick 3, forse inevitabilmente, non poteva che garantire di più di tutto. Con mirabile dedizione alla causa, Chad Stahelski mette da parte ogni velleità residua di svolte inattese e mutamenti stilistici. Dalla prima sequenza in avanti comincia la caccia a Wick e la risposta di questi non si fa attendere: crani sfondati, proiettili ovunque, coltelli scagliati, addirittura tomi di biblioteca trasformati in armi letali. Con cameo di vecchie glorie di varie epoche - da Anjelica Huston a Halle Berry - come contorno gustoso.

L'incredibile è che, nonostante un body count da record (siamo sicuramente oltre il centinaio di vittime) e alcuni eccessi pretestuosi, non si riesca a voler male al personaggio interpretato da Keanu Reeves. Merito di un attore da sempre sottovalutato (e che a 54 anni sfoggia una forma fisica micidiale) e del lavoro carsico compiuto sull'immaginario collettivo (e costantemente richiamato dalla dominante in nero e da Lawrence Fishburne) da Matrix, rimasto icona di una generazione nonostante i debolissimi sequel.

John Wick non assomiglia affatto a Neo, ma la prima reazione delle nostre sinapsi è quella di associarlo a lui. E di volergli un po' di bene. Sul piano dei contenuti John Wick 3 dà il suo meglio nei duelli tra Reeves e Mark Dacascos, o quando coinvolge il silat di Yayan Ruhian (già in The Raid); o ancora in un museo di armi risalenti al vecchio West, quando Wick diventa sceriffo, bounty killer e beccamorto in una sola persona. Prima di salire su un cavallo e galoppare tra le strade di New York.

Suggestiva, ma non del tutto compiuta, la volontà di richiamare la medievale Setta degli Assassini di Hasan ibn al-Sabbah grazie alla sequenza nel deserto del Sahara. Ma il vero senso della serie, oggi, forse sta nella disperata richiesta di privacy e di normalità di Wick, celata sotto la coltre di polvere da sparo. In fondo non fa che sfuggire al destino ineluttabile di una società invasiva, che gli ha appiccicato un'etichetta e non intende consentirgli di rimuoverla. In fondo tutti noi, quando esasperati, siamo un po' John Wick, no?

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
VIDEO RECENSIONE
Un terzo capitolo ancora più spettacolare.
Overview di Andrea Fornasiero
giovedì 25 maggio 2017

John Wick ha rotto una delle due regole sacre della società degli assassini: ha ucciso nella zona franca dell'hotel Continental. Come si è visto al termine del primo film si tratta di un crimine che viene punito con la morte senza mezzi termini, ma John non è un assassino qualunque e Winston, il manager del Continental di New York, gli ha dato un'ora di vantaggio sui suoi avversari oltre a un sigillo, che obbligherà Winston a concedergli un favore, ossia l'altra regola sacra della società degli assassini. Se Santino nel film precedente aveva messo su John una taglia da 7 milioni di dollari, ora il compenso è raddoppiato a 14, tanto che John sarà costretto a cercare aiuto tra alcune sue vecchie conoscenze.

Ho iniziato ad allenarmi un po' prima questa volta, per cui il mio Judo è un po' migliorato ed è un bene, perché abbiamo un paio di scene a base di Jiu-jitsu in arrivo. È stato divertente riapplicarmi a quest'arte marziale. Come ho già detto in passato io sono un po' come l'asticella. Fin dove arrivo io, può arrivare anche l'azione.
Keanu Reeves

Dopo aver liquidato prima Claudia Gerini e poi Riccardo Scamarcio, John Wick ha chiuso i conti con l'Italia, ma si è fatto un nemico ancora peggiore, il peggiore di tutti, che lo braccherà tra New York, la Russia, la Spagna e il Marocco. Vedremo John incontrare due donne del suo passato: il Direttore, interpretata da Anjelica Houston e con un ruolo importante alla Tavola Alta, e Sofia, un'amica e collega di John con il volto di Halle Berry e due cani.
Inoltre torneranno altri suoi alleati come Winston, ossia il mitico Ian McShane, che a sua volta ha sfidato la Tavola Alta concedendo un vantaggio a John. Senza dimenticare Charon, il concierge del Continental di New York interpretato da Lance Reddick, e il malavitoso detto il Re della Bowery, apparso nel secondo capitolo con le fattezze di Laurence Fishburne.

Considerato quando è micidiale John Wick non stupisce che ci sia un gran ricambio tra i suoi antagonisti, tra cui sembra avrà il ruolo principale l'assassino Zero interpretato da Mark Dacascos (che già era stato super assassino in Crying Freeman), e tra i rivali di John figura anche l'uomo del Tick Tock, ossia Jason Mantzoukas, noto più che altro per i suoi comici.
Inoltre si batteranno con Reeves diverse star delle arti marziali tra cui spiccano gli indonesiani già visti in The Raid Yayan Ruhian e Cecep Arif Rahman.

Hanno poi ruoli ancora misteriosi altri attori asiatici come il carismatico giapponese Hiroyuki Sanda e il cinese Tiger Chen, che per altro era stato protagonista di Man of Tai Chi ossia l'unico film mai diretto da Keanu Reeves.
Giocano una partita ambigua gli altri membri della Tavola Alta, come il Giudice (Asia Kate Dillon ossia il primo personaggio dall'identità sessuale non-binaria della serie Billions) e l'Amministratore (Robin Lord Taylor, il Pinguino della serie Gotham) e ancora più enigmatico è il ruolo del francese Saïd Taghmaoui, che viene identificato semplicemente come l'Anziano.

Il fulcro della saga di John Wick è naturalmente l'azione, arte in cui è un veterano il regista Chad Stahelski, che come stunt man ha lavorato con Reeves già sulla trilogia di Matrix e che in ogni episodio di John Wick cerca di superarsi.
Questa volta ha ideato: un complesso combattimento contro ninja abilissimi a mimetizzarsi in una sorta di ambiente di vetro; una scena dove John Wick si batterà a cavallo in omaggio ai western; una lotta in una piccola libreria contro un avversario più alto del soffitto interpretato da Boban Marjanovic (uno dei più alti giocatori attualmente nell'NBA) e un combattimento in cui parteciperanno anche diversi cani. Tanto che per questa scena Halle Berry ha dovuto diventare addestratrice canina in prima persona, visto che era importante fosse lei sul set a dare gli ordini agli animali, esattamente come gli altri attori sono tenuti a effettuare in prima persona le scene d'azione.

Halle Berry del resto ha contatto Stahelski, per dirgli che voleva partecipare al terzo John Wick, quando ancora non era stata scritta nemmeno la sceneggiatura e non era chiaro se ci sarebbe stato un personaggio femminile. A riprova che John Wick è ormai un personaggio e una serie di culto. Questo film dovrebbe chiudere l'arco narrativo del protagonista, ma non è detto che chiuda il franchise, che anzi secondo Ian McShane potrebbe facilmente continuare per altri dieci anni, del resto avrà presto una espansione in forma di serie Tv, con il titolo The Continental, inoltre ha creato personaggi che aspettano solo di essere ripresi, come l'assassino Cassian interpretato da Common, che non si rivedrà in questo terzo capitolo.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 17 maggio 2019
Vincenzo Ambriola

Tutti danno la caccia a John Wick, ma lui non si fa prendere. Ne ammazza così tanti che alla fine si perde il conto. Ambientato a NewYork (dove piove) e a Casablanca (nella casba) con interni raffinati anche se un po' deco, il tutto accompagnato da una musica accattivante. Un film che si fatica a distinguere da una sessione dei video giochi "sparatutto", tipo Fortnite.

domenica 19 maggio 2019
GUSTIBUS

Questo terzo capitolo di John Witch diretto ancora da Stachelski e' ancora piu'intenso,piu'azione,piu'esagerato insomma piu'di tutto che non annoia.Ormai espropriato dal clan degli assassini numeri uno al mondo per aver infranto la regola principale,nel primo capitolo.Non uccidere nel loro territorio,avendolo fatto,ora tutti quelli del club(non sono angeli!)sparsi nel mondo gli [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 maggio 2019
FrankMoovie

  Iniezione di superadrenalina che mi ha fatto il film "John Wick 3 Parabellum" che al cinema mi aveva talmente caricato che stavo per scoppiare ... Cosa significa? Che questo terzo film della serie ha raggiunto un limite di azioni movimentate, sparatorie, lotte corpo a corpo, che finisce per distruggere lo spettatore. Esagerato in tutto e, credo, che i dialoghi saranno stati per [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 maggio 2019
Inesperto

Tanta violenza, ma tanta tanta. John Wick è praticamente una leggenda tra gli assassini, tanto da ricevere timoroso rispetto persino da chi deve farlo fuori. E' la sua maniera sporca ma micidiale di combattere ed uccidere ad attrarre in particolar modo lo spettatore. Durante questo capitolo si apprende dove imparò i suoi primi colpi, e cioè presso un dominio bielorusso, diretto [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 maggio 2019
Marco M.

Caricate le armi e impugnate i coltelli:la scomunica per il Sig.Wick avverrà tra 3…2…1.Se avete visto i primi due capitoli della saga “John Wick”, non potete non andare al cinema a vedere il terzo capitolo:“Parabellum” è una corsa contro il tempo che vede protagonista uno dei più grandi attori d’azione del 21º secolo.Stavolta Keanu Reeves (John Wick), dovrà vedersela con mezza New York.

sabato 27 aprile 2019
feliceali2

Non vedo l'ora di guardare

lunedì 3 giugno 2019
MAE

Salve, eccoci al terzo capitolo dell'eroe indistruttibile. Azione tanta, storia purtroppo molto poca. C'e' tanto e poco nello stesso tempo, troppi oggetti che passano di mano in mano significanti obblighi, passaggi ecc. E' sicuramente uno spettacolo per gli occhi, per chi ama l'action all'ennesima potenza, ma ricordo ancora il primo John Wick ed era qualcosa in piu' [...] Vai alla recensione »

martedì 28 maggio 2019
paocordi

Il film promette bene ma alla lunga si trasforma in una partita di sparatutto o ammazzatutti. Sceneggiatura e dialoghi latitanti o noiosi con presenza di scene surreali: JW che vaga, in pieno deserto, con giacca e cravatta sempre ben annodata oppure JW che, non si sa come, si ritrova in una scuderia di cavalli in pieno centro a NY o, ancora, assassini che hanno la possibilità di uccidere JW [...] Vai alla recensione »

martedì 21 maggio 2019
Nena

Uno dei film più noiosi mai visti. È tutta una sparatoria e una colluttazione. Sembra un videogame che ripete sempre lo stesso livello. La storia è solo uno sbrodolamento del secondo capitolo che avrebbe fatto più bella figura ad essere anche l’ultimo della saga. Bocciatissimo

domenica 19 maggio 2019
amos5

tristissimo lentissimo scontatissimo noiosissimo. Non è piu' cinema ma la morte del cinema.

domenica 19 maggio 2019
elpiezo

 Scomunicato dall’ “Alta Tavola”, sulla testa di John Wick pende una taglia milionaria che lo porta al confronto con i peggiori criminali della zona. Zeppo di accurate sequenze spettacolari, un terzo capitolo nevrotico e sanguinario che rende il noto e temuto killer un personaggio di culto degno di un ulteriore efferato seguito.

Frasi
Il signor Wick ha infranto le regole...
Una frase di Giudicatrice (Asia Kate Dillon)
dal film John Wick 3 - Parabellum - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 18 maggio 2019
Serena Nannelli
Il Giornale

L'universo criminale di John Wick, pieno di sicari e organizzazioni segrete, torna al cinema con quello che è il capitolo più spietato, divertente e soprattutto estremo della saga. Creato a misura di fan, "John Wick 3 - Parabellum", riparte esattamente da dove si chiudeva il secondo film e vede John (Keanu Reeves) scomunicato per aver infranto le sacre regole dell'hotel Continental di New York, zona [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 maggio 2019
Jamie East
The Sun

Having broken one of the assassins' sacred codes in the second film, there's now a 14million dollar bounty on his head. Classed as ex communicado by the crime-lord organisation, Wick must somehow get out of New York and find a way to stay alive long enough to change their minds. Luckily, he still has a few favours to call in from old friends. This is without a doubt one of the most entertaining franchises [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 maggio 2019
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Tutti contro John Wick. Che da "scomunicado" dalla Società degli Assassini fugge con una pesante taglia sulla testa: la sua morte vale come quella di nessuno mai. Dunque nessuno si stupisca se l'ancora atletico Keanu Reeves corre come un pazzo in ogni angolo del pianeta inseguito da chiunque e ovunque, con ovvi e conseguenti combattimenti in blocchi di sequenze da 20' l'uno: non a caso il film dura [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 maggio 2019
Joshua Rothkopf
Time Out

Chi sa il latino vi spiegherà che il sottotitolo si potrebbe tradurre: "Preparatevi per la guerra". Ma in realtà all'inizio di questo film d'azione gloriosamente stupido ma notevolmente ben fatto, la guerra è già cominciata e andrà avanti per tutto il tempo. Qualcuno forse preferisce Keanu Reeves quando parla, io lo preferisco quando si muove. Il suo cupo assassino in giacca e cravatta forse è diventato [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 maggio 2019
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Nessun pudore, al terzo episodio l'arma letale Wick infila una compilation di combattimenti interminabili, tra una metropoli, un deserto e le sale dark dell'hotel degli assassini, cercando una forma astratta di action auto-reggente, se fosse una bella calza per signora. Invece la sua aspirazione autarchica blindata (così lo facciamo solo noi, evitare paragoni) lambisce la noia da saturazione per eccesso [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 maggio 2019
Chris Hunneysett
Daily Mirror

Keanu Reeves burns the candle at both ends and in the middle in as he returns as the titular hitman this blistering all-action thriller. Fast, ferocious and surprisingly funny, we join the much feared dog-loving assassin exactly where the previous film left him, alone in New York with a $14m bounty on his head and every hitman in the Big Apple gunning for him.

giovedì 16 maggio 2019
Cath Clarke
The Guardian

Parabellum. That's Latin, innit? And like everything about Keanu Reeves and stuntman turned director Chad Stahelski's neck-snappingly violent franchise, starring Reeves as an ex-hitman, the title smacks of delusional grandeur and a faintly ludicrous baroque pulpiness. This is the only action movie you'll see this year featuring the death of a bad guy battered to death with a rare volume of 18th-century [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 maggio 2019
Tim Robey
The Daily Telegraph

John Wick Chapter 3: Parabellum takes its title from the Latin "para bellum" ("prepare for war"), for which thanks are due to an obscure 4th century Roman author called Vegetius, notching up probably his first lip service in bone-crunching action cinema. In contracted form, "Parabellum" also denotes a brand of World War I machine gun; a Luger pistol; a French punk rock group, a Colombian heavy metal [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 maggio 2019
Jeannette Catsoulis
The New York Times

In "John Wick: Chapter 3 - Parabellum," guns have more dialogue than its hero and more capacity than seems technically possible, the spraying of bullets interrupted mainly to showcase another lethal weapon. Even more than its predecessors, this third installment in the reluctant-assassin franchise is, like most modern action movies, perfectly attuned to the needs of the foreign markets where most of [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 maggio 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

Sulla carta John Wick, il killer in ritiro creato dallo sceneggiatore Derek Kolstad, sembrava un personaggio destinato a una sola stagione: gli uccidono il cagnolino, ricordo della moglie defunta, e lui torna in pista assetato di vendetta accumulando decine di cadaveri: niente dinamiche relazionali, dialoghi ridotti all'osso, atmosfera plumbea, fine della storia.

giovedì 16 maggio 2019
Peter Travers
Rolling Stone

Potreste sperare in un'esplosione action più clamorosa e cattiva di John Wick 3 - Parabellum, ma vi state prendendo in giro da soli. Wick 3, con Keanu Reeves nel ruolo che è nato per interpretare, fa venire i brividi al punto che, quando il regista Chad Stahelski dichiara lo stop a 130 minuti, starete già pregando per il quarto capitolo. Parabellum è latino per "prepararsi alla guerra".

giovedì 16 maggio 2019
Pietro Masciullo
Sentieri Selvaggi

Action... si ricomincia. John Wick corre via dal Continental a distanza di un solo uno stacco di montagio dal finale del secondo capitolo - in questa straordinaria istant saga che comprime il tempo della storia in pochissimi giorni -, braccato dall'intera Gran Tavola della malavita mondiale dopo l'assassinio del boss Santino D'Antonio/Riccardo Scamarcio.

mercoledì 15 maggio 2019
Michael O’Sullivan
The Washington Post

"Do what you do best, John." That tidbit of wisdom - delivered late in the film "John Wick: Chapter 3 - Parabellum" to the title character - is good advice for anyone, really, if also not terribly deep. But then again, neither is the film. This third installment in the popular, and ridiculously pleasurable, franchise about a professional assassin (Keanu Reeves) who does little besides kill and try [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 maggio 2019
Geoffrey MacNab
The Independent

John Wick 3 is the most bookish of the action adventures featuring Keanu Reeves as the hitman. Early on, there is even a scene set in a library. In John Wick's hands, though, books aren't for reading. They take on altogether more lethal properties. Reeves plays the assassin in a way that seems self-consciously modelled on Clint Eastwood's man with no name in the Sergio Leone westerns.

mercoledì 15 maggio 2019
Jen Yamato
The Los Angeles Times

The stone-cold killer in a bespoke bulletproof suit is back - and if you thought John Wick was good with a pencil, you should see what he can do with a book of Russian folklore in the stacks of the New York Public Library. The same goes for axes, guns, katanas, a lot of knives and even a few helpful horses as Keanu Reeves racks up the bad guy body count in "John Wick: Chapter 3 - Parabellum.

venerdì 10 maggio 2019
John DeFore
The Hollywood Reporter

Allow a graduate of Texas public schools, where "Latin" meant the kind of music Ricky Ricardo's band played, to do the googling for you: In addition to being the proper name of a firearm or two (how did that not make the curriculum?), "parabellum" is a Latin term meaning "prepare for war." And as hard as it is to believe after two hours of violence - often exhilarating, sometimes semi-comic, occasionally [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 maggio 2019
Andrew Barker
Variety

Like both of its predecessors, "John Wick: Chapter 3 - Parabellum" features quite a lot of people being shot in the head. It would be difficult to estimate the total number of people who are shot in the head in this film - likely somewhere in the range of 30 or 40 - and it's possible that "John Wick: Chapter 2" might have contained just as many. But it certainly feels like more here.

venerdì 10 maggio 2019
Andrea Giovalè
La Rivista del Cinematografo

Continua la saga di John Wick con un terzo capitolo che riprende a stretto giro le vicende del secondo. E non solo, ne porta avanti pure le intenzioni, ovvero quelle di un film estremamente votato all'azione. Ci sarebbe potuto dire "esclusivamente", e l'illusione si mantiene intatta per la prima mezz'ora di film, dove l'azione sembra davvero non avere soluzione di continuità.

giovedì 16 maggio 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Quasi impossibile tenere i conti di quanti morti faccia questo terzo capitolo della saga di John Wick. Noi ci abbiamo provato e, cadavere più cadavere meno, ne abbiamo calcolati ben 164 in 124 minuti di film? ovvero, 1,33 defunti ogni giro di lancetta della pellicola. Ovvio che con un simile conteggio, la trama si trasformi in un pretesto per dare il là a scontri, sparatorie, corpi a corpo.

martedì 14 maggio 2019
Alice Cucchetti
Film TV

Nonostante l'apparente distanza che li separa, un buon action è un buon musical. Il contesto narrativo è il palcoscenico, i numeri sono quello che conta, e che si ricorda: un'escalation spettacolare distillata dall'intreccio di coreografia, luce e suono. Il contesto narrativo di John Wick, espanso di capitolo in capitolo (in questo Parabellum, John è stato "scomunicato": ha una taglia di 14 milioni [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
mercoledì 22 maggio 2019
Andrea Chirichelli

Assegnati oramai con certezza i primi due posti della classifica italiana stagionale (ad Avengers: Endgame (guarda la video recensione) e Bohemian Rhapsody (guarda la video recensione)), resta da chiedersi chi potrebbe insidiare il terzo posto, attualmente [...]

BOX OFFICE
sabato 18 maggio 2019
Andrea Chirichelli

John Wick 3 - Parabellum (guarda la video recensione) si appresta a vincere facilmente il weekend: ieri il film con Keanu Reeves ha incassato altri 250mila euro, mentre al secondo posto c'è Pokémon: Detective Pikachu (guarda la video recensione), [...]

VIDEO RECENSIONE
venerdì 17 maggio 2019
A cura della redazione

John Wick è un killer ritiratosi dal "mestiere", ma una taglia da 15 milioni di dollari sulla sua testa attira l'attenzione di tutti i peggiori individui in circolazione. Wick tornerà a uccidere.Stilizzato, cool, perfetto per un comic book, John Wick [...]

BOX OFFICE
venerdì 17 maggio 2019
Andrea Chirichelli

John Wick 3 - Parabellum vola in testa alla classifica italiana con 231mila euro e 35mila spettatori. Al secondo posto c'è Pokemon: Detective Pikachu (guarda la video recensione), che resta su buone cifre senza soffrire troppo l'arrivo di Keanu Reeves, [...]

POSTER
mercoledì 17 aprile 2019
 

Il superassassino John Wick è in fuga dopo aver ucciso un membro della gilda degli assassini internazionali. Su di lui c'è una taglia di 14 milioni di dollari: tutti cercano di ucciderlo.

TRAILER
lunedì 25 marzo 2019
 

Il superassassino John Wick è in fuga dopo aver ucciso un membro della gilda degli assassini internazionali. Su di lui c'è una taglia di 14 milioni di dollari: tutti cercano di ucciderlo.

TRAILER
giovedì 21 marzo 2019
 

Il superassassino John Wick è in fuga dopo aver ucciso un membro della gilda degli assassini internazionali. Su di lui c'è una taglia di 14 milioni di dollari: tutti cercano di ucciderlo.

TRAILER
venerdì 18 gennaio 2019
 

Il superassassino John Wick è in fuga dopo aver ucciso un membro della gilda degli assassini internazionali. Su di lui c'è una taglia di 14 milioni di dollari: tutti cercano di ucciderlo.

TRAILER
giovedì 17 gennaio 2019
 

Il superassassino John Wick è in fuga dopo aver ucciso un membro della gilda degli assassini internazionali. Su di lui c'è una taglia di 14 milioni di dollari: tutti cercano di ucciderlo.

POSTER
mercoledì 16 gennaio 2019
 

Il superassassino John Wick è in fuga dopo aver ucciso un membro della gilda degli assassini internazionali. Su di lui c'è una taglia di 14 milioni di dollari: tutti cercano di ucciderlo.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati