•  
  •  
Apri le opzioni

James Earl Jones

James Earl Jones. Data di nascita 17 gennaio 1931 ad Arkabutla, Mississippi (USA).
Nel 2012 ha ricevuto il premio alla carriera al Premio Oscar. Dal 2009 al 2012 James Earl Jones ha vinto 2 premi: Premio Oscar (2012), SAG Awards (2009). James Earl Jones ha oggi 91 anni ed è del segno zodiacale Capricorno.

La voce di Darth Vader e Mufasa

A cura di Fabio Secchi Frau

Uno degli attori americani più conosciuti e versatili di Hollywood, conosciuto per la sua voce imponente e bassa, ha lavorato nel piccolo come nel grande schermo, debuttando a Broadway nel lontano 1957. Cinque decadi dedicate alla recitazione premiata con un Oscar alla Carriera conferitogli nel 2011.

Gli inizi: teatro, televisione e l'Oscar alla carriera
James Earl Jones nasce a Arkabutla, un paesino sulle rive del Mississippi. Suo padre è l'attore, pugile, maggiordomo e autista Robert Earl Jones (1910-2006) che lasciò la sua famiglia subito dopo la nascita di James Earl (che si riconcilierà con lui solo molti anni dopo). Sua madre è invece Ruth Connolly, un'insegnante e una cameriera che, non potendo occuparsi direttamente di suo figlio, lo lascia quotidianamente nelle mani dei suoi genitori John Henry e Maggie Connolly. Sono i nonni a crescerlo e, quando decideranno di trasferirsi a Jackson, in Michigan, lo porteranno via con loro. James Earl ha solo 5 anni quando viene separato dalla madre e l'evento è così traumatico che prima si rifiuterà di parlare e poi quando lo farà svilupperà una forte balbuzie. Ma a Jackson i nonni rimangono poco, così decidono di lasciare la città e andare a vivere in un paesino più piccolo, Brethren, sempre in Michigan. Lì, James Earl conosce un'insegnante che lo aiuta a controllare la sua balbuzie e lo spinge ad accantonare il suo mutismo prima di entrare al liceo, dove un altro insegnante, Donald Crouch, lo fa appassionare alla poesia. James Earl ama così tanto questo genere letterario che comincerà a scrivere lui stesso delle liriche che reciterà alla classe ogni giorno. È la prima scintilla di recitazione. Dopo aver frequentato la Browning School for Boys e dopo essersi diplomato alla Brethren High School, si iscrive alla University of Michigan, dove si laurea. Entrato nella riserva militare, rimane nell'esercito per svariati anni, durante i quali, coltiva segretamente il sogno di diventare un dottore. Non ci riuscirà. La Guerra di Corea lo chiama al fronte, è costretto a lasciare gli studi accademici senza laurearsi. Con l'intensificarsi del conflitto, James Earl passa il tempo a chiedersi che sarà del suo futuro. Se non può essere un dottore, può sempre fare il poeta e decantare le sue poesie. Diventa sergente e, nel tempo libero, dà una mano alla compagnia teatrale del Ramsdell Theatre di Manisteee, in Michigan, dove ogni tanto recita. La carriera militare prosegue, viene trasferito a Fort Benning, dove si diploma alla Basic Infantry Officers School, poi alla Ranger School e a Fort Leonard Wood, dove aggiunge altri titoli di studio e quindi anche altri gradi. Ma dopo il trasferimento a Camp Hale, vicino a Leadville, in Colorado, così lontano da casa, capisce che non vuole andare oltre. Non gli interessa essere primo sergente. La sua passione è quella per la recitazione. Ritornato civile, con i soldi che ha messo da parte, si trasferisce a New York, dove studia arte drammatica all'American Theatre Wing. Dopo gli studi, rientra a far parte della compagnia del Ramsdell Theatre di Manistee come carpentiere e solo fra il 1955 e il 1957 è promosso ad attore e stage manager. Il suo primo vero ruolo da protagonista è l'Otello di Shakespeare nel 1955. Lentamente si profila una fortunata carriera di interprete. Vince un Tony Awards nel 1969 per "The Great White Hope" e lo stesso accade nel 1987 per "Fences". È ottimo nei ruoli shakesperiani: Otello, Re Lear, Oberon in "Sogno di una notte di mezza estate", Claudio in "Amleto". Nel 2002, gli viene conferito il Kennedy Center Honors e nel 2005 è ancora a lavoro accanto a Leslie Uggams nella versione afro-americana di "On Golden Pond" diretti da Leonard Foglia. Nel 2008, è Big Daddy in "La gatta sul tetto che scotta", accanto a Sanaa Lathan, Phylicia Rashad e Adrian Lester e nel 2010 divide il set di "A spasso con Daisy" con Vanessa Redgrave. È in quell'occasione, di fronte a un pubblico stipato nel Wyndham's Theatre che la Redgrave, più emozionata di lui, gli presenta Ben Kingsley che gli offre l'Oscar alla Carriera. Quanto alla sua carriera televisiva, James Earl comincia a lavorare nel piccolo schermo a partire dal 1963, spesso accanto a George C. Scott e diretto da Tom Gries. Appare in Monitor (1962), Look Up and Live (1963) e East Side/West Side (1963). Plurinominato ai Golden Globe (Pros and Cons, La legge di Bird) e gli Emmy (East Side/West Side, Codice Trinity - Attacco all'alba, La famiglia Brock, Under One Roof, Frasier, Everwood) vince quest'ultimo premio solo due volte, ma entrambe nel 1990 per La legge di Bird e Heat Wave - Onda di fuoco. James Earl Jones reciterà spesso in televisione, diventando fra soap operas e serial (Dottor Kildare, La parola alla difesa, Così gira il mondo, Sentieri, New York Police Department, Tarzan, Gesù di Nazareth, Radici, La tragedia della Guyana, Paris, Freedom to Speak, The Atlanta Child Murders, Destini a Las Vegas, Autostop per il cielo, Avvocati a Los Angeles, L'ultima Africa, Law & Order - I due volti della giustizia, Lois & Clark - Le nuove avventure di Superman, La seconda guerra civile americana, Il tocco di un angelo, Innamorati pazzi, Homicide - Life on the Street, Merlino, An American Moment, La vita secondo Jim, Due uomini e mezzo, Dr. House - Medical Division) uno degli attori più graditi al pubblico americano.

Il debutto con Il Dottor Stranamore
Importantissimo il suo debutto cinematografico. Non avviene con un film qualsiasi, né con un regista qualsiasi. James Earl Jones è il tenente Lothar Zogg, bombardiere in quel capolavoro che è Il Dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba (1964) di Stanley Kubrick con Peter Sellers, Sterling Hayden e George C. Scott.

Golden Globe come migliore promessa
Lanciato sul grande schermo da questo film, nel 1967, è accanto a due mostri sacri del cinema che facevano coppia anche nella vita privata, Elizabeth Taylor e Richard Burton in I commedianti. Già nel 1971, viene candidato all'Oscar e al Golden Globe come miglior attore protagonista in Per salire più in basso (1970), che gli farà ottenere comunque un Golden come migliore promessa maschile. Suo è il ruolo del pugile Jack Jefferson che aveva già portato a Broadway con estremo successo ed era basato sulla vita del boxeur Jack Johnson.

Claudine
Nel 1974, arriva Claudine con una nuova nomination ai Golden Globe per il ruolo di Rupert, un uomo che aiuterà la protagonista, madre di sei figli, rimasta sola dopo due matrimoni falliti, a tirare avanti. Non vince, ma viene notato dai produttori che gli fanno vestire i panni di Malcolm X in Io sono il più grande (1977) con Ernest Borgnine.

La voce di Darth Vader
Lo stesso anno, recita ancora con Burton nell'horror L'esorcista II - L'eretico, ma forse la storia del cinema si ricorderà di lui per la voce, così bassa e tetra. Perfetta per una maschera di morte come quella di Darth Vader. È infatti sua la voce dell'oscuro cavaliere jedi in Guerre Stellari (1977) e Il ritorno dello Jedi (1983), mentre David Prowse ne indossava le vesti.

Altri film e Mufasa
James Earl Jones lavora anche con Sidney Poitier in A Piece of the Action (1977), con Toshiro Mifune in Bushido - La spada del sole (1981) ed è il crudele Thulsa Doom, nemico di Arnold Schwarzenegger, nel bellissimo film di John Milius Conan il barbaro (1982) con Max von Sydow. Due i film con Sharon Stone (non molto memorabili): Fino all'ultimo dollaro e Gli avventurieri della città perduta. Accantonati questi pasticci, nel 1987, ritorna nelle vesti militari per Giardini di pietra di Francis Ford Coppola. L'anno successivo, è il re africano padre di Eddie Murphy in Il principe cerca moglie (1988). Seguiranno: In fuga per tre (1989) con Nick Nolte (che ritroverà nel film con Gwyneth Paltrow Jefferson in Paris di James Ivory); L'uomo dei sogni (1989) con Burt Lancaster e Kevin Costner; Caccia a Ottobre Rosso (1990) con Sean Connery; Forzati (1991) e A Family Thing (1996) con Robert Duvall; Amori di fuoco (1991) con Faye Dunaway; I signori della truffa (1992) con Robert Redford; Giochi di potere (1992) e Sotto il segno del pericolo (1994) con Harrison Ford; Sommersby (1993) con Jodie Foster e Richard Gere. Nel 1994, è di nuovo il doppiaggio a renderlo celebre. Il saggio sovrano della savana, il leone Mufasa in Il Re Leone della Disney, lo aspetta e, nonostante l'età, ruggisce ancora, con l'autorità di un grintoso signore della recitazione.
In tempi più recenti si dedica ancora al doppiaggio (Rogue One: A Star Wars Story, Il re Leone), fino al ritorno nel 2021 con Il principe cerca figlio, accanto a Eddie Murphy.
Vita privata
James Earl Jones è sposato con l'attrice Cecilia Hart dal 1982. Da lei ha avuto un bambino Flynn Earl Jones. Ma è stato precedentemente sposato con l'attrice e cantante Julienne Marie.

Ultimi film

Avventura, Drammatico - (USA - 2019), 118 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati