Flightplan - Mistero in volo

Film 2005 | Thriller 98 min.

Regia di Robert Schwentke. Un film con Jodie Foster, Peter Sarsgaard, Sean Bean, Kate Beahan, Michael Irby, Assaf Cohen. Cast completo Titolo originale: Flightplan. Genere Thriller - USA, 2005, durata 98 minuti. Uscita cinema venerdì 4 novembre 2005 - MYmonetro 2,44 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Flightplan - Mistero in volo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 2 febbraio 2010

Madre e figlia prendono un volo; durante il viaggio la bambina sparisce senza lasciare nessuna traccia, e nessuno a bordo, a parte la madre, sembra ricordarsi di lei. Il ritorno al cinema di Jodie Foster in un thriller ad alta quota. In Italia al Box Office Flightplan - Mistero in volo ha incassato 5,2 milioni di euro .

Flightplan - Mistero in volo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compra subito

Powered by  
Consigliato nì!
2,44/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA
PUBBLICO 2,88
CONSIGLIATO NÌ
Un film godibile che poteva diventare, con alcuni semplici accorgimenti, un piccolo classico.
Recensione di Andrea Chirichelli
Recensione di Andrea Chirichelli

Volando da Berlino a New York, Kyle deve affrontare il peggior incubo per una madre, la sparizione di sua figlia nel bel mezzo del viaggio. Già devastata emotivamente dalla morte inaspettata del marito, Kyle si batte disperatamente per convincere piloti e assistenti che sua figlia è effettivamente salita su quell'aereo, benché tutte le prove portino a sospettare di un delirio paranoico della donna.
Il thriller punta tutto, o quasi, sul clima di sfiducia che si crea attorno al personaggio della Foster, la tipica persona che nessuno vorrebbe accanto a sè in una trasvolata oceanica, e ci riesce perfettamente almeno per un'ora. L'equilibro tra la maturazione della protagonista che da madre angosciata e sconcertata diventa donna d'azione e di cervello e quello del plot, via via sempre più complesso e sfuggente, è inizialmente davvero perfetto. Purtroppo però tutta la tensione e la suspance accumulata nella prima ora del film, scende in picchiata nella seconda parte e termina con un atterraggio davvero maldestro. Dopo aver scansato i numerosi clichè del genere ed aver regalato più una scena valida, senza contare il gustoso mettere alla berlina le paure e manie attuali degli americani (arabi, attacchi terroristici, un certa misoginia ed una totale indifferenza nei confronti della sorte del prossimo), Flightplan precipita con un finale davvero scadente sia nella forma che nella sostanza. La soluzione dell'enigma è troppo complessa, il politically correct invade fastidiosamente il campo e l'happy end, peraltro inevitabile, è rappresentato in maniera davvero maldestra e stupidamente pomposa. In definitiva il mix tra elementi postivi e negativi azzera la bilancia e spedisce Flightplan nell'affollato hangar delle occasioni mancate: il film è godibile e merita tutto sommato una visione, ma poteva diventare, con alcuni semplici accorgimenti, davvero un piccolo classico. Peccato.

Sei d'accordo con Andrea Chirichelli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Kyle è in volo con sua figlia Julie di 8 anni, da Berlino a New York. Suo marito si è suicidato e lei deve riportare la salma in patria. Si addormenta subito dopo il decollo e dopo tre ore di volo si sveglia per scoprire, con angoscia e orrore, che non solo Julie è scomparsa, ma che nessuno l'ha mai nemmeno vista. Nonostante tutto e tutti siano contro di lei Kyle, che guarda caso è ingegnere aeronautico, non si arrende e setaccia l'aereo in cerca della bambina. Fino a questo punto il film funziona a meraviglia, grazie alla credibilità e alla bravura della protagonista (una Foster che ripete e rinnova il personaggio di Panic Room ), all'efficace ricostruzione dello scenografo Alexander Hammond (che con l'ottimo direttore della fotografia Florian Ballahns fa dell'aereo una claustrofobica meraviglia) e all'abilità di Schwentke nel creare suspense, mistero, angoscia. Poi si scivola rapidamente nella banalità dell'azione a colpi di scena per arrivare a un finale frettoloso, non credibile e assai poco soddisfacente. Che peccato.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FLIGHTPLAN - MISTERO IN VOLO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€7,25
€7,25
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 26 ottobre 2010
Alex41

Non è un film brutto e scadente. E' un buon thriller che mescola dramma con suspence, e ricorda molto un romanzo di Lovecraft sui fantasmi, ma in chiave moderna. Inanzitutto, è un film originale: un thriller quasi "gotico" su un aereo non sono mai riusciti a farlo bene, a parte le solite robe dei disastri aerei (tipo Passenger 57).

sabato 22 ottobre 2011
dario

La storia appare presto scontata, ma l'attacco è notevole e la regia è sempre sicura, dall'inizio alla fine. Molto valide ambientazione e fotografia e gli attori, seppur al minimo, se la cavano, sono credibili. Dialoghi poveri, qualche clichè di troppo, ma andamento da gran thriller che il finale, banalissimo, non riesce a rovinare. Regista da tenere d'occhio.

mercoledì 18 novembre 2009
packmen

peccato veramente.La prima parte è molto bella,con una Foster bravissima ma nella seconda parte si appiatisce e il finale è fatto malissimo.Menzione per Peter Sarsgaard ke nella parte del cattivo è pessimo

martedì 27 settembre 2011
Maurizio Biondo

Come la maggior parte dei film "blockbuster",è un film del quale si può tranquillamente fare a meno. Peccato perchè l'idea di partenza è valida,ed è ben girato....ma frana tutto su di una irreale-impossibile serie di accadimenti. La sceneggiatura non sta in piedi. Per citare uno solo dei punti deboli....dall'aeroporto,il comandante riceve comunicazione che la bambina non risulta essere imbarcata.....il [...] Vai alla recensione »

sabato 23 gennaio 2016
cianto

L'inizio non è male, seppur un po' poco probabile: una bambina sparisce su un aereo e tutti dicono di non averla mai vista. Ricorda un po' "il mistero della signora scomparsa", ma quello sì che era un bel film! Qui invece, il copione precipita rapidamente con trovate sempre più tirate per i capelli (es. il comande che durante il volo scopre che la bambina sarebbe morta qualche giorno prima), fino al [...] Vai alla recensione »

sabato 21 giugno 2014
paolomiki

Le quattro stelle sono solo per il mostruoso talento della Foster. Tutto il resto poteva essere molto meglio a cominciare dalle hostess con l'aria rimbambita passando dal comandande che sembrava un parrocchiano,per finire al poliziotto che faceva letteralmente cagare!! Io quando ammiro la Foster mi viene in mente che se una delle nostre attricette italiane avesse solo un decimo del suo talento [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 luglio 2011
DarkEnry

Davvero un fantastico thriller-psicologico dove Jodie riesce a dimostrare ancora una volta di essere una grandissima attrice. Con delle ottime inquadrature e una Jodie spaventata e confusa il film riesce a darti quel senso di ansia e di paura che prova la nostra protagonista. Davvero ben fatto.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Mentre sugli schermi c'è ancora Red Eye, un film come Flightplan fa un bizzarro effetto di déjà-vu. Le situazioni sono quasi identiche a quelle del thriller di Craven: a bordo di un aereo, una donna è perseguitata da un compagno di viaggio, che la ricatta minacciando la vita di un suo caro. Le differenze riguardano quasi unicamente le dimensioni del velivolo: un Jumbo E-474 grande come un condominio [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Il Manifesto

Fightplan è un avio-thriller teutonico post undici settembre, con tanto di piano criminoso, soldi in palio, bombe al plastico pronte all'uso...ma dai troppi ingranaggi psicologici strabici e dalla narrativa fuori controllo. A diecimila metri di altezza una mamma americana perde la figlia di sei anni. È svanita nel nulla, sull'aereo intercontinentale che va dall'Europa agli Usa.

Roberta Bottari
Il Messaggero

Gli effetti dell’11 settembre si cominciano a vedere anche nei thriller: mai come in questo periodo arrivano dagli Usa film spaventosi, che si svolgono tutti in aereo. La paura moderna abita in alta quota e, se un tempo al cinema la cosa più pericolosa del mondo era entrare in una doccia con la tendina (dalla quale si usciva accoltellati 9 volte su 10), oggi il vero rischio è prendere un volo di linea. [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Una madre, Kyle Pratt (Jodie Foster), che risvegliandosi da un breve sonno non trova più accanto a sé la sua bambina Julie è già un attacco di storia di quelli che catturano l’attenzione. Ma in Flightplan c’è di più. Intanto la scena si svolge a i i mila metri di altezza, a bordo di un avveniristico Jumbo Jet, dove lo spettatore è (idealmente) salito con qualche inquietudine perché il regista tedesco [...] Vai alla recensione »

Adriano De Carlo
Il Giornale

Flightplan è un eccitante mistery, ricco di autentica suspense e privo di colpi bassi. La vicenda ha una partenza travolgente che coinvolge la mente e il cuore. Kyle Pratt (Jodie Foster) è un ingegnere aeronautico che ha appena perso il marito in un incidente sospetto e si mette in viaggio con la figlia di 6 anni. Sull'aereo viaggia anche la bara con il corpo del coniuge.

Antonio Mustara
Tv Sorrisi e Canzoni

Trama: è un viaggio molto triste quello cui si accinge Kyle Pratt. Il marito è improvvisamente morto, e lei deve trasferirne le spoglie da Berlino, dove abitavano, a New York, la citttà in cui la donna ha deciso di andare a vivere con la figlia, la piccola Julia. Assopitasi durante il volo, Kyle si sveglia sola. La sua bambina non è più seduta vicino a lei.

Enrico Magrelli
Film TV

Un thriller nell’alto dei cieli. Gli aerei sfidano la forza di gravità di una paura ancestrale e della neonevrosi terroristica. Il velivolo su cui si imbarcano Kyle (la brava Jodie Foster, dopo il cameo sensuale di Una lunga domenica di passioni riprende il ruolo di una madre in pericolo con prole di Panic Room) e la figlioletta è un modello d’avanguardia.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Hitchcock aveva un elenco di situazioni che gli sarebbe piaciuto usare. Pensava che prima o poi sarebbero tornate utili. Bastava solo trovare un modo per renderle verosimili. Qualche volta ci riuscì, altre volte no. Voleva girare un intero film a bordo di una scialuppa di salvataggio, e nel 1943 fece Prigionieri nell’oceano, con Tallulah Bankhead (l’ultima tra le attrici di Hollywood che uno si aspetterebbe [...] Vai alla recensione »

Marina Pertile
Film TV

Robert Schwentke, il giovanotto tedesco che ha girato Tattoo e poi ha avuto la fortuna di avere in Flightplan - mistero in volo, suo primo film diretto in Usa, proprio lei, Jodie Foster, nel ruolo di protagonista (una neovedova scossa, ma madre d’acciaio, in grado di tener testa al comandante, al suo staff più 700 passeggeri, e rovesciare come un calzino un Jumbo E-474 pur di riuscire a ritrovare la [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Definizione di “nerd”: adolescente solitario, sgradevole nell’aspetto, perseguitato dai coetanei in quanto perdente. Definizione di Napoleon Dinamite, esordio del regista ventiseienne Jared Hess: una delle pellicole più bizzarre e divertenti sulle disavventure di un “nerd”, figura già raccontata al cinema in Fuga dalla scuola media di Todd Solondz e soprattutto da La rivincita dei Nerds (1984) di Jeff [...] Vai alla recensione »

Antonio Angeli
Il Tempo

Chi avrebbe immaginato che Jodie Foster, l’adolescente dal sorriso irresistibile di Casotto, del ’77, e la baby-lucciola di «Taxi driver» del ’76, sarebbe diventata la più ammirata star di Hollywood, padrona di una recitazione piena e vigorosa, unica erede di star come Jane Russell e in grado di tenere in piedi e rendere gustosi film modesti, come questo «Flightplan»? Jodie ha lasciato perdere lo star-syste [...] Vai alla recensione »

NEWS
CELEBRITIES
martedì 2 febbraio 2010
Stefano Cocci

Coppia d'oro con Maggie Gyllenhaal P eter Sarsgaard ha talento; un talento che lo rende capace di muoversi libero tra le righe di una sceneggiatura e di una interpretazione, e stupire con una sfumatura o un semplice non detto.

NEWS
giovedì 5 marzo 2009
Edoardo Becattini

Fra Vecchio e Nuovo Continente Che sia in guerra, in amore, o indecisa fra studi metafisici e pulsioni omicide, è senza dubbio l'America la grande protagonista di questa domenica. Se la data darebbe ad indicare un trionfo di psicologie femminili, nel [...]

CELEBRITIES
martedì 27 maggio 2008
Stefano Cocci

L'unico e originale Mr. Bean del cinema internazionale C'è un qualcosa di diabolico nel fascino che esercita Sean Bean. Sebbene gli occhi sinceri lo eleggano preferibilmente eroe positivo e disposto al sacrificio, c'è altresì qualcosa nei suoi lineamenti, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati