•  
  •  
Apri le opzioni

Geraldine Chaplin

Geraldine Chaplin è un'attrice statunitense, è nata il 31 luglio 1944 a Santa Monica, California (USA). Geraldine Chaplin ha oggi 78 anni ed è del segno zodiacale Leone.

La piccola di casa Chaplin

A cura di Nicoletta Dose

La figlia di Charlie Chaplin ha da sempre fatto i conti con l'eredità del padre. Ha difeso la sua personalità molto bene, iniziando con la danza e finendo per preferire l'arte della recitazione, mantendo salda la sua identità. Spesso investita di ruoli eccentrici e fragili, che ricalcano le orme del padre nei risvolti comici e nella gestualità impacciata ed elegante, non ha mai cercato di imitarlo. Una dote che piano piano ha fatto strada, facendola diventare popolare in tutto il mondo, e facendo dimenticare al pubblico di essere "la figlia di...".

La danza e l'amore per il cinema
Figlia del famoso attore comico Charles Chaplin e di Oona O'Neill, nonché nipote del celebre commediografo premio Nobel Eugene O'Neill, Geraldine cresce in una famiglia dedita all'arte. Frequenta la Royal Ballet Academy di Londra, quando viene notata da David Lean durante un balletto a Parigi: affascinato dalle doti interpretative della ballerina, il regista inglese le offre un ruolo importante nel film Il dottor Zivago (1965), tratto dall'opera omonima di Boris Pasternak. La parte si rivela un ottimo trampolino di lancio per la sua carriera d'attrice; non passerà molto tempo che verrà chiamata a lavorare in altri numerosi film. Negli stessi anni infatti la vediamo nel noir Rapina al sole, nello splendido La contessa di Hong Kong diretto dal padre regista e in Uno sconosciuto in casa di Pierre Rouve, oltre che in altre pellicole minori. Questo debutto la porta a spostarsi molto, a viaggiare e scoprire l'Italia e gli Stati Uniti, luoghi che porterà per sempre nel cuore.

Altman e altri maestri del cinema internazionale
Gli anni Settanta sono inaugurati da Il re delle isole di Tom Gries, film d'avventura in cui duetta con Charlton Heston, seguito da ruoli da protagonista nella spy story Sole rosso sul Bosforo (1972), nello sci-fi Un mondo maledetto fatto di bambole (1972) e nella commedia Anna e i lupi (1972), film girato in Spagna, nazione che diverrà la sua terra d'adozione. Raggiunge una popolarità maggiore con la commedia francese Aggrappato a un albero, in bilico su un precipizio, a strapiombo sul mare... (1973) e con il drammatico Cria cuervos (1975). Nello stesso anno sbarca oltreoceano dove incontra Robert Altman che la vuole per Nashville, per Buffalo Bill e gli indiani (1976) e nella commedia Un matrimonio (1978). Collabora anche con altri maestri del cinema: è in Milady - I quattro moschettieri (1975) di Richard Lester e in Roseland (1977) di James Ivory ma è soprattutto il regista spagnolo Carlos Saura a segnarla profondamente. Con lui vivrà una lunghissima storia d'amore, una relazione affettiva che sfocierà in un sodalizio artistico solido e produttivo (Elisa, vida mia, Occhi bendati, Mamà compie 100 anni nella seconda metà degli anni Settanta).

La musa del cinema francese
Nel 1981 si sposta in Francia a girare Bolero diretta da Claude Lelouch, poi prosegue la collaborazione con i registi della Nouvelle Vague con L'amore in pezzi (1983) di Jacques Rivette e con La vita è un romanzo (1983) di Alain Resnais (con il quale lavorerà anche in Voglio tornare a casa! qualche anno più tardi). Trascorre un lungo periodo in Gran Bretagna dove partecipa a Misfatto bianco (1987), all'avventuroso Duello d'amore (1988) e a Children - Ragazzi (1990).

Il biopic di Charlot
Da sempre paragonata al padre, sia per le doti artistiche che per le effettive somiglianze del fisico e della gestualità, nel 1992 decide di prendere parte alla biografia cinematografica Charlot diretta da Richard Attenborough, dove veste i panni della madre di Charlie Chaplin, interpretato da Robert Downey Jr. Un film intenso che dà il via ad un decennio ricchissimo di esperienze cinematografiche: nel 1993 è ne L'età dell'innocenza di Martin Scorsese, poi la vediamo in A casa per le vacanze (1995) di Jodie Foster, in Jane Eyre (1995) di Franco Zeffirelli e ne La cugina Bette (1998) di Des McAnuff.

Il cinema italiano e il debutto nell'horror
Con il nuovo millennio approda anche in Italia con Melissa P. (2005) di Luca Guadagnino, seguito da Imago Mortis (2008) di Stefano Bessoni e da Parlami d'amore (2008) di Silvio Muccino. Nel frattempo, finita la relazione con Carlos Saura con il quale ha avuto anche un figlio, conosce Patricio Castilla che sposa nel 2006. L'anno dopo è nel drammatico Parc e soprattutto in The Orphanage, horror prodotto da Guillermo del Toro dove Geraldine compare in una veste tutta nuova, alle prese con i meccanismi della paura. Lavora molto in Spagna ma trova anche il tempo di ritagliarsi un ruolo importante in The Wolf Man (2009) con Benicio Del Toro ed Anthony Hopkins. Nel 2012 partecipa alla commedia di Stephan Robelin E se vivessimo tutti insieme? e al thriller con Naomi Watts e Ewan McGregor The Impossible. Sarà poi tra gli interpreti del film di Valérie Donzelli Marguerite e Julien - La leggenda degli amanti impossibili.

Il cinema fantastico
Nel 2016 interpreta la Preside nel nuovo film di Juan Antonio Bayona, Sette minuti dopo la mezzanotte che narra la storia di una ragazzino che, per affrontare la malattia terminale della madre, si rifugia in un mondo fantasico. Nel 2017 interpreta la donna della Torre in The Broken Key in cui, a causa di una legge senza compromessi sull'ecosostenibilità, stampare diventa un reato perchè la carta è diventata un bene raro, un possesso di lusso controllato dalla "Big Z".

Ultimi film

Focus

INCONTRI
martedì 13 gennaio 2009
Tirza Bonifazi Tognazzi

Un film per tentare di rilanciare l'horror made in Italy Dopo i successi spagnoli ed europei era lecito domandarsi se in Italia si potesse tornare a produrre film di genere di qualità. Secondo Geraldine Chaplin, che nell'esordio in lungo di Stefano Bessoni interpreta la direttrice della scuola di cinema Murnau (nomen omen), in Spagna gli horror funzionano perché il paese da tempo ha abbandonato la religione sottintendendo che questo tipo di film si recepisce meglio se si hanno le vedute larghe

News

L'opera di Louis Nero vuole far vivere al pubblico, come al protagonista, un percorso di purificazione spirituale dai...
Domani debutterà online l'atteso trailer del film interpretato da Benicio Del Toro.
Un horror in cui l'ossessione per il cinema si mescola all'ossessione per la morte.
L'opera prima di Juan Antonio Bayona segna un nuovo successo nel cinema di genere in lingua spagnola.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati