Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 10 aprile 2021

Jasmine Trinca

Attrice per caso

39 anni, 24 Aprile 1981 (Toro), Roma (Italia)
occhiello
"Quando la felicita' arriva capisci che il tempo non ha senso"
dal film Nessuno si salva da solo (2015) Jasmine Trinca  Delia
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jasmine Trinca
David di Donatello 2020
Nomination miglior attrice per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek

David di Donatello 2020
Premio miglior attrice per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek

Nastri d'Argento 2020
Nomination miglior attrice per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek

Nastri d'Argento 2020
Premio miglior attrice per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek

David di Donatello 2019
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Sulla mia pelle di Alessio Cremonini

David di Donatello 2018
Nomination miglior attrice per il film Fortunata di Sergio Castellitto

David di Donatello 2018
Premio miglior attrice per il film Fortunata di Sergio Castellitto

Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attrice per il film Fortunata di Sergio Castellitto

Nastri d'Argento 2017
Premio miglior attrice per il film Fortunata di Sergio Castellitto

David di Donatello 2015
Nomination miglior attrice per il film Nessuno si salva da solo di Sergio Castellitto

David di Donatello 2014
Nomination miglior attrice per il film Miele di Valeria Golino

David di Donatello 2013
Nomination miglior attrice per il film Un giorno devi andare di Giorgio Diritti

Nastri d'Argento 2013
Nomination miglior attrice per il film Miele di Valeria Golino

Nastri d'Argento 2013
Premio miglior attrice per il film Miele di Valeria Golino

Festival di Venezia 2009
Premio premio marcello mastroianni per il film Il grande sogno di Michele Placido

David di Donatello 2006
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Il caimano di Nanni Moretti

David di Donatello 2004
Nomination miglior attrice non protagonista per il film La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana

Nastri d'Argento 2004
Premio miglior attrice per il film La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana

Nastri d'Argento 2004
Nomination miglior attrice per il film La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana



Presentato a Venezia, il film sulla vicenda Cucchi sarà dal 12 settembre al cinema e su Netflix.

Alessandro Borghi: «Sulla mia pelle è un film necessario, lo prova la reazione del pubblico»

giovedì 30 agosto 2018 - Giancarlo Zappoli cinemanews

Alessandro Borghi: «Sulla mia pelle è un film necessario, lo prova la reazione del pubblico» Quando incontri Alessio Cremonini, Jasmine Trinca e Alessandro Borghi ti accorgi subito dal clima che si respira che tra loro c'è una forte consonanza che è quella poi che costituisce la forza del film che offre, come recita l'ipersintetica sinossi del pressbook: 'l'emozionante racconto degli ultimi giorni di via di Stefano Cucchi e della settimana che ha cambiato la vita della sua famiglia". È Alessandro Borghi il primo a dire che si tratta di un film necessario perché lui cerca di partecipare a lavori come quello che lo ha fatto conoscere (Non essere cattivo) e la risposta del pubblico in sala a Venezia ne è stata una conferma. Jasmine Trinca ha 'sentito' in modo netto la partecipazione di chi aveva assistito ai dettagli di una storia che conosceva probabilmente solo in parte e ne avvertiva la misura dell'approccio. Il lavoro di mimesi è proprio dell'attore ma qui era necessario restituire una dimensione privata della sorella di Stefano a cui l'attrice si è accostata con poche informazioni ma con un profondo rispetto. È il cinema che entrambi gli attori prediligono: prendere parte a storie che restituiscano al pubblico uno sguardo capace di stare un passo indietro ma proprio per questo carico di onestà.

Fa poi piacere sentire affermare da Alessio Cremonini che per una sceneggiatura di circa 50 pagine su un tema non facile ha trovato subito una porta che si è aperta senza difficoltà o remore. Olivia Musini l'ha letta e nel giro di una settimana c'era l'ok a cui seguiva l'appassionata adesione di Netflix con l'uscita anche nelle sale con Lucky Red.

Quello che stupisce è l'uso della voce, oltre che del corpo, da parte di Borghi con un'adesione che non ha voluto essere un tentativo di imitazione e che lo spettatore avrà modo di confrontare alla fine di un film in cui non si sono fatte prove preventive ai ciak ma semmai aggiustamenti solo quando si rivelava necessario. Favorendo così quel senso di verità che dallo schermo si trasferisce a chi guarda e che non può lasciare tranquilli. Con un'annotazione importante: al termine dell'incontro uscendo ho incontrato un folto gruppo di colleghi della stampa internazionale che attendevano di entrare: un ottimo segnale.

   

Kim Rossi Stuart interpreta il grandissimo pianista jazz nel nuovo film di Riccardo Milani.

Piano, solo: alla scoperta di Luca Flores

martedì 18 settembre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Piano, solo: alla scoperta di Luca Flores Ci sono degli artisti che, agevolati o condannati da una latente patologia psichica, riescono a toccare l'essenza stessa della musica al punto da finire per perdersi in essa, venirne letteralmente risucchiati. Gli esempi sono molteplici. Si potrebbe parlare di Nick Drake, scomparso a neanche ventisette anni dopo aver dato alla luce tre album preziosi quanto illuminanti. O del già a lungo compianto Kurt Cobain che si è spento sin troppo giovane dopo essere stato investito, suo malgrado, del ruolo di portavoce di una generazione come leader dei Nirvana. O di Luca Flores, jazzista di formidabile talento e toccante sensibilità, pressoché sconosciuto dal grande pubblico che oggi viene sottratto all'oblio grazie al regista Riccardo Milani e a Kim Rossi Stuart che in Piano, solo ne assume la postura e lo sguardo. Tratto dal libro "Il disco del mondo - Vita breve di Luca Flores, musicista" di Walter Veltroni, Piano, solo racconta l'ascesa al successo dell'artista e la caduta negli inferi della mente dell'uomo. Abbiamo incontrato il regista e il cast del film atteso venerdì in 130 sale italiane.

Guida romantica a posti perduti

Guida romantica a posti perduti

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,86)
Un film di Giorgia Farina. Con Clive Owen, Jasmine Trinca, Irène Jacob, Andrea Carpenzano, Teco Celio.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2020. Uscita 24/09/2020.
Alla mia piccola Sama

Alla mia piccola Sama

* * * * -
(mymonetro: 4,02)
Un film di Waad Al-Khateab, Edward Watts. Con Jasmine Trinca
Genere Documentario, - Gran Bretagna 2019. Uscita 13/02/2020.
La Dea Fortuna

La Dea Fortuna

* * * - -
(mymonetro: 3,31)
Un film di Ferzan Ozpetek. Con Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca, Sara Ciocca, Edoardo Brandi, Barbara Alberti, Serra Yilmaz.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 19/12/2019.
Croce e Delizia

Croce e Delizia

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,87)
Un film di Simone Godano. Con Alessandro Gassmann, Jasmine Trinca, Fabrizio Bentivoglio, Filippo Scicchitano, Lunetta Savino.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 28/02/2019.
Euforia

Euforia

* * * - -
(mymonetro: 3,28)
Un film di Valeria Golino. Con Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari, Valentina Cervi, Andrea Germani.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2018. Uscita 25/10/2018.
Filmografia di Jasmine Trinca »

lunedì 15 marzo 2021 - Una selezione di lunghi e corti interamente online e del tutto gratuita. In streaming su MYmovies dal 18 al 28 marzo. PRENOTA ORA IL TUO POSTO »

L'isola del Cinema, un'edizione speciale che guarda ai giovani, all'ambiente, alla sostenibilità

Paola Casella cinemanews

L'isola del Cinema, un'edizione speciale che guarda ai giovani, all'ambiente, alla sostenibilità L’Isola del Cinema si prepara ad aprire l’Edizione Speciale online “Riprendiamoci il futuro”’, su MYmovies dal 18 al 28 marzo, incentrata sui temi dell’ambiente, dei giovani e della sostenibilità, ma anche, come ricorda la Direttrice Artistica Joana De Freitas Ginori, “la lotta per l'uguaglianza e per i diritti, l'identità, le riflessioni durante il primo lockdown, la messa in discussione del modello educativo, la costruzione di un futuro migliore, la trasformazione che sta subendo il cinema e il potere dell'arte”.

Oltre una trentina di titoli fra lungometraggi e corti di finzione, documentari e muti d’autore, più incontri e masterclass, tutti disponibili gratuitamente e accompagnati da incontri con registi, interpreti e produttori moderati da critici e giornalisti di cinema.

PRENOTA ORA IL TUO POSTO »
In apertura il 18 marzo ci sarà l’anteprima internazionale di Sustainable Nation del regista israeliano Micah Smith, che racconta i progetti di tre scienziati per risolvere i problemi idrici globali. Alla cerimonia di apertura interverranno, oltre al regista del film e la direttrice artistica, il Presidente de L’Isola del Cinema Giorgio Ginori, l’Assessora alla Cultura del Comune di Roma Lorenza Frucie l’Addetto Culturale dell’Ambasciata di Israele in Italia Maya Katzir.

“Nella selezione dei titoli per questa edizione speciale online abbiamo scelto di dare spazio innanzitutto al cinema nazionale di autori emergenti”, afferma Joana Ginori. “Ci sembrava la cosa più giusta da fare dopo un anno di gravi ripercussioni per l'industria nazionale, quella di ridare vita e lustro alle Opere Prime e Seconde di giovani autrici e autori, con film che ci hanno emozionato e che hanno fatto viaggiare il nostro cinema all'estero con grande orgoglio”.

Dunque ecco i pluripremiati Sole di Carlo Sironi, presentato dal regista con l’attore protagonista Claudio Segaluscio, e Non odiare di Mauro Mancini, anch’esso presentato dal regista e dal giovane interprete Luka Zunic; due promettenti esordi al femminile - Nevia di Nunzia de Stefano e Il corpo della sposa di Michela Occhipinti – nonché il pluripremiato Bangla di Pahim Bhuiyan, Semina il vento di Danilo Caputo, e lo stralunato Paradise di Davide Del Degan, che verrà presentato anche dal protagonista Vincenzo Nemolato, coprotagonista di Carosello Carosone.
“Il criterio dedicato alla scelta dei documentari di Fuoco sul Reale e ai Cortometraggi segue lo stesso principio di priorità ai registi e alle registe italiani - con delle eccezioni selezionate”, continua Ginori. Nella selezione Fuoco sul Reale troviamo Tutti insieme di Marco Simon Puccioni, Molecole di Andrea Segre, Nessun nome nei titoli di coda di Simone Amendola, Letizia Battaglia - Shooting the Mafia di Kim Longinotto, iSola di Elisa Fuksas, A Rifle and a Bag di Arya Rothe, Isabella Rinaldi e Cristina Hanes e The Childhood Experience di Valentina Olivato.

Fra i cortometraggi molte firme femminili come Alice Rohrwacher (Omelia contadina), che presenterà il suo lavoro insieme al coautore, l’artista francese JR, e Jasmine Trinca, che introdurrà il suo esordio alla regia Being my mom, Angelica Gallo (La Quarta Parca) e Ludovica Anzaldi (Human Range), entrambe intervistate per L’Isola. Completano la selezione Il Vento sotto i piedi di Kassim Yassin Saleh e My Dolly di Fabio Schifino. La sezione Extrainfine propone Assandira di Salvatore Mereu, un noir presentato dal regista e ambientato nella sua Sardegna, e il drone short Outloud di Valerio Ciampicacigli, “un volo sopra una Roma inedita, svuotata dalla pandemia”.
Gli Omaggi sono dedicati a Cecilia Mangini, “che con il suo film Essere Donne ci aiuta a capire il cammino che è stato fatto e che resta ancora da fare”, Charlie Chaplin, attraverso otto comiche restaurate prodotte per la Keystone, Vittorio de Seta con i suoi documentari dal 1954 al 1959 girati nel sud Italia e Silvano Agosti, “che abbiamo intervistato in concomitanza della chiusura della storica sala Azzurro Scipioni, un lutto per tutti i romani e gli amanti del cinema”, ricorda Ginori. Come parte dell’omaggio ad Agosti verrà proiettato ancheil documentario da lui prodotto, Il pianeta azzurro di Franco Piavoli, incentrato sul rapporto uomo-natura. Il film è anticipato da un dibattito con Piavoli insieme ad Emanuele Genovese, in rappresentanza del movimento studentesco di Fridays for Future.

“La sezione Isola Mondo con il patrocinio delle Ambasciate di riferimento, ospiterà il Brasile con due film, Glauber, Claro, sul periodo in esilio a Roma del grande cineasta Glauber Rocha, e Êxtase, un'opera prima di grande innovazione espressiva, sui disagi ancora inesplorati dell'anoressia”, continua Ginori. “Il Giappone tornerà con Zombie contro Zombie, una horror comedy low budget che ha portato il suo regista emergente nei primi posti delle classifiche box office”. A presentarlo il regista Shuichiro Ueda, così come a introdurre Êxtase sarà la regista Moara Passoni, mentre il critico e storico del cinema Adriano Aprà discetterà con Cesar Meneghetti della carriera di Glauber Rocha.

Completano l’offerta le Masterclass e gli Incontri sui tema della sostenibilità e delle trasformazioni del cinema: Mario Tozzi su Virus e sapiens; Rosalba Giugni su Madre Mare; Marco Spagnoli su La memoria del futuro/Il futuro della memoria. Numerose anche le presentazioni nella sezione Cinema e libri, con titoli su Stanley Kubrick, Alejandro Gonzalez Inarritu e Raffaello.  

   

Altre news e collegamenti a Jasmine Trinca »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
domenica 21 febbraio
The Night Manager
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità