The Equalizer 2 - Senza Perdono

Film 2018 | Azione, Thriller +13 121 min.

Titolo originaleThe Equalizer 2
Anno2018
GenereAzione, Thriller
ProduzioneUSA
Durata121 minuti
Regia diAntoine Fuqua
AttoriDenzel Washington, Pedro Pascal, Bill Pullman, Melissa Leo, Jonathan Scarfe Ashton Sanders, Mickey Gilmore, Abigail Marlowe, Alexa Giuffre, Kayla Caulfield.
Uscitagiovedì 13 settembre 2018
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,67 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Antoine Fuqua. Un film con Denzel Washington, Pedro Pascal, Bill Pullman, Melissa Leo, Jonathan Scarfe. Cast completo Titolo originale: The Equalizer 2. Genere Azione, Thriller - USA, 2018, durata 121 minuti. Uscita cinema giovedì 13 settembre 2018 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,67 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Equalizer 2 - Senza Perdono tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Robert McCall, ex agente delle CIA ora in pensione, è impegnato a riportare l'ordine e la giustizia in una decadente New York. In Italia al Box Office The Equalizer 2 - Senza Perdono ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 1,5 milioni di euro e 594 mila euro nel primo weekend.

Consigliato nì!
2,67/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,92
PUBBLICO 2,59
CONSIGLIATO NÌ
Tra azione e pause di ordinaria amministrazione, un film a due velocità e dalla morale ambigua.
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 5 agosto 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 5 agosto 2018

Robert McCall, in passato agente segreto, vive ora in un quartiere popolare a Boston, Massachusetts, e si guadagna da vivere facendo l'autista. La sua amica Susan viene incaricata delle indagini su un apparente omicidio-suicidio avvenuto a Bruxelles in coppia con Dave York, un tempo collega di McCall. L'investigatrice viene però attirata in un tranello e a quel punto Robert entra in azione.

Come è noto, la serie degli anni Ottanta Il giustiziere di New York stava alla base del film del 2014 che aveva ottenuto un interessante risultato al box office. Da ciò è nata probabilmente la tentazione in Fuqua e in Washington di tornare sul tema.

Probabilmente in anni di trumpismo l'immagine del bravo cittadino che vorrebbe solo poter continuare a vivere immerso in una usuale quotidianità e che invece viene 'costretto' dagli eventi ad esercitare violenza ha una sua valenza socio-simbolica. Se poi costui ha l'occhio comprensivo e partecipe (vedi i dettagli) di Denzel Washington che è anche afroamericano, come peraltro il regista, il gioco è fatto e l'integrazione magnificata.

Quando si parla di 'tentazione' lo si fa a ragion veduta perché nella sua ormai quarantennale attività di attore Denzel Washington non aveva mai ceduto al richiamo del 'numero 2' anche se alcuni finali dei film a cui aveva partecipato lo avrebbero consentito. Lo fa in questa occasione offrendo la propria professionalità a un ruolo che si allontana di fatto da quelli che aveva incarnato nella sua carriera. Perché può essere comprensibile fare il 'giustiziere' una volta ma perseverare non è il massimo.

Anche perché la sua non è una maschera di pietra alla Charles Bronson ma ha tratti di dolcezza che gli consentono di calarsi perfettamente nei panni dell'altruista sempre pronto ad aiutare chi si trova in difficoltà. Ne nasce quindi una morale ancora più ambigua che si sostanzia in un film a due velocità. Nel prologo Fuqua ci invita a non temere: l'azione non mancherà. Poi ci propone lunghe pause di ordinaria amministrazione che improvvisamente vengono accese da scene decisamente violente per poi tornare a conversazioni davanti ad un murales. Il rischio di scontentare più di un estimatore degli action o degli spy movies c'è anche se Denzel fa del suo meglio per tenere desta l'attenzione.

VIDEO RECENSIONE
Il sequel di The equalizer.
Overview di Francesca Ferri

"Hanno ucciso la mia amica. Quindi ucciderò ognuno di loro. E l'unico dispiacere è che lo posso fare solo una volta". Denzel Washington ritorna in azione nel ruolo di Robert McCall, ex agente della Cia ora in pensione, impegnato a riportare l'ordine e la giustizia in una decadente New York. La sua ricerca di vendetta lo porterà in giro per il mondo fino in Turchia per salvare una giovane ragazza rapita dalla madre americana.

The Equalizer 2 riprende la storia dove si era conclusa nel primo capitolo.

L'ex agente segreto Robert McCall, aveva finto la sua morte per poter trascorre una vita tranquilla a Boston. Quando però decide di aiutare una prostituta, Alina Teri, entra nel mirino della mafia russa, e in particolare di Teddy, che tenta di eliminarlo attraverso agenti corrotti della polizia di Boston. Robert McCall, dunque, ritorna per portare a termine la sua missione.
Il sequel di The Equalizer - Il vendicatore è un avvincente thriller ispirato alla serie tv degli anni '80 Un giustiziere a New York. Scritto da Richard Wenk, il secondo capitolo riporterà Denzel Washington a lavorare per la quarta volta con il regista Antoine Fuqua, dopo Training Day, The Equalizer e I magnifici sette. Affianco al famoso agente della Cia, ci saranno Pedro Pascal (l'ispettore Peña della serie tv Narcos), Ashton Sanders, Bill Pullman e Melissa Leo in un thriller da bollino rosso. The Equalizer 2 sembra, infatti, rispettare appieno i codici del classico film d'azione secondo un'estetica che definiremmo degli anni '90, sull'impronta di Il fuggitivoIl socio. Gli amanti del genere troveranno qualcosa di confortante nel rivedere Denzel Washington spezzare colli e fracassare braccia come ai vecchi tempi.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 18 settembre 2018
samanta

Il film è il sequel di The equalizer il vendicatore. La regia è sempre di Antoine Fuqua che con Denzel Washington costituisce ormai una coppia cinematografica (Denzel vinse l'Oscar nel 2002 come miglior attore protagonista con Training Day e la regia di Fuqua). Il sequel lo ritengo inferiore al primo, nel quale il protagonista Denzel Washington è McCall ex agente CIA dato per [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 settembre 2018
muttley72

Avevo visto il primo Equalizer, film che non regalava nulla di nuovo alla storia del cinema,nè al genere del "vendicatore che aiuta il prossimo vessato" (nel primo episodio la vttima da aiutare era una ragazza costretta alla prostituzione da una banda di russi), tuttavia vuoi per l'abilità del protagonista nell'immedesimarsi in questi ruoli "noir", vuoi per [...] Vai alla recensione »

martedì 18 settembre 2018
Fight_Club

Mi ero abituato a considerare i film con Denzel Washington come una assoluta garanzia di qualità e allo stesso tempo di intrattenimento, purtroppo questo sequel non mantiene le promesse. E' un classico prodotto fatto solo per incassare sfruttando la popolarità del film precedente, una sceneggiatura sciatta e a momenti ridicola, scritta forse in pochi minuti dove ogni dettaglio è [...] Vai alla recensione »

domenica 16 settembre 2018
Flaw54

i sono avvicinato al film con pochissime speranze, ma devo ammettere che, pur non presentando nessuna novità e rifacendosi al visto e rivisto, l'opera è accettabile e meno violenta e schizofrenica di quello che mi aspettavo. Una bella scena finale che si rifà ai duelli dei vecchi western chiude il film in modo accattivante e permette di giudicare il tutto un buon prodotto da [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 settembre 2018
GUSTIBUS

Ecco il secondo capitolo di Equalizer,sempre con il bravo D.Waschington sempre nel ruolo di Mc Call ex agente CIA in pensione.Il film mette in risalto il suo personaggio in chiave vendicatore-elegante-buono.Anche qui cerchera'di aiutare un ragazzo di colore ad uscire dalle bande che vivono di droga.Il "senza perdono"credo sia il nostro sottotitolo aggiunto,ma si arrabbia veramente quando [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 novembre 2018
blualessandro

Nulla a che fare con il primo film. La storia è senza capo né cosa, le situazioni sceneggiate grossolanamente ed il prodotto finale davvero scadente. Sconsigliato.

domenica 7 ottobre 2018
salvatorcik

Decisamente migliore del primo episodio anche se Denzel è un po’ sprecato per film di questo tipo. Bello il finale. Consigliato a quelli che: « Dio perdona io no »

lunedì 17 settembre 2018
Gabriele

Ritmo giusto e non forsennato da filmetto tutto scoppi e risse. Bravi tutti gli attori, belle le musiche e la fotografia. Degno del primo capitolo. Denzel come al solito bravissimo.

lunedì 17 settembre 2018
elpiezo

 Un ex agente segreto vive facendo l’autista a Boston e riempie la solitaria e metodica esistenza compiendo ogni sorta di buona azione verso i più deboli. L’omicidio di un’amica investigatrice scatena in lui il desiderio di una feroce vendetta. Altruista, enigmatico, letale. Denzel Washington riveste i panni di anonimo giustiziere per un sequel che alterna violenza e [...] Vai alla recensione »

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
lunedì 17 settembre 2018
Leonardo Strano, vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Divo dagli attributi imprescindibili, corpo attoriale ormai simbolico e star dal carattere catalizzante; game changer capace di spostare a bordo dello schermo i giudizi di merito e al centro del discorso critico la pelle d'oca di natura cinematografica; "ultimo gentleman del cinema americano" e primo provocatore di passione cinefila. Denzel Washington è fisico, mente, respiro che attrae tutte le possibili perifrasi del cuore, una rara divinità dello schermo in grado di produrre attorno a sé un consenso quasi obbligatorio, un introito emotivo assicurato e un'atmosfera di qualità palpabile. Qualità che negli ultimi quattro anni l'attore afroamericano ha espresso in maniera eterogenea, attraverso un action thriller, un western, un dramma teatrale, un dramma civile e infine un nuovo action thriller a forma di sequel: cinque film indirizzati verso le coordinate miste del cinema di genere e del cinema impegnato; cinque interpretazioni inquadrate da una costanza espressiva sempre tesa verso l'intensità dell'esperienza; cinque personaggi esaltati dalla forza di spinta di un divismo essenziale, consapevole e misurato a seconda delle necessità tematiche e delle direzioni narrative.

The Equalizer 2 - Senza perdono (guarda la video recensione) costituisce l'ultima prova sul campo di un attore che a 64 anni non sembra conoscere né la fatica della vecchiaia né la necessità di dimostrarsi giovane e, a distanza di quattro anni dal primo capitolo, sancisce il ritorno del personaggio di Robert McCall.

L'agente della Cia fintosi morto per vivere una vita tranquilla al margine della società e diventato giustiziere morale nella selvaggia fauna urbana; è il protagonista del franchise nato con la collaborazione del regista Antoine Fuqua e ancora una volta il centro gravitazionale di un'equazione action spaccaossa e vendicativa, ispirata alla serie degli anni 80 Un giustiziere a New York. In questo secondo capitolo però la profondità riflessiva aumenta e parallelamente aumenta lo spazio narrativo dedicato a zone conservative in cui a dare spettacolo non sono tanto le scene d'azione (che invece esplodono in quantità misurata) quanto lo spettro interpretativo di Washington.

La sostanza dello show è tutta racchiusa nella sua prestazione, nel perimetro sconfinato di un volto che cambia come argilla modellata dagli sbalzi del sentimento, nella solitaria parentesi etica in cui l'attore incastra il suo personaggio, nella stanza antipanico dove si nasconde dai ricordi fino a quando questi non puntano la pistola alla tempia.

INCONTRI
lunedì 13 agosto 2018
Claudia Catalli

Squadra che vince non si cambia, così il regista Antoine Fuqua torna ancora una volta a dirigere Denzel Washington. Quella di The Equalizer 2 - Senza perdono è un'occasione speciale: segna il primo sequel in assoluto accettato (e prodotto) dal divo afroamericano.

Incontriamo il regista a Londra, in occasione della premiere internazionale del film, un action-thriller violento quanto spettacolare pronto ad approdare nelle sale italiane a partire dal 13 settembre.

Com'è evoluto negli anni il rapporto con Denzel Washington dopo tante esperienze cinematografiche condivise?
Ormai non dobbiamo neanche più parlarci, ci capiamo al volo. Ci sono anche momenti in cui discutiamo e ci confrontiamo, lui veste anche i panni del produttore, il suo apporto e parere è fondamentale. Siamo soprattutto amici, ci viene facile parlare, ma anteponiamo concentrazione e lavoro a tutto il resto.

La sensazione che si ha guardando il film è che per lei l'azione venga dopo l'aspetto drammatico ed emozionale.
È così: a nessuno importa delle scene d'azione se prima non gli fai stare a cuore i personaggi. Ciò che fanno o non fanno viene dopo. Quando poi hai a disposizione professionisti come Denzel, Pedro o Melissa il gioco è fatto: il dramma è servito. Gli studios a Hollywood sono convinti che tutto debba essere veloce, io non sono d'accordo. Ci vuole tempo per raccontare bene i personaggi e le loro dinamiche relazionali. A volte capita che ti chiedano di tagliare questo e quello, di aggiustare, convinti che il pubblico possa non essere abbastanza preso o paziente. Poi arrivano i test screening e dimostrano l'esatto contrario. Ad esempio, che il pubblico ama i personaggi approfonditi e soffermarsi sulle piccole cose che contano.

Frasi
"Ci sono due tipi di dolore a questo mondo, il dolore che fa male e il dolore che ti cambia."
Una frase di Robert McCall (Denzel Washington)
dal film The Equalizer 2 - Senza Perdono - a cura di Morris
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 14 settembre 2018
Peter Travers
Rolling Stone

Nessuno avrebbe potuto prevedere che Denzel Washington avrebbe recitato nel ruolo di un autista Lyft. Ma in The Equalizer 2, il primo sequel della sua carriera, e? proprio quello che succede. Il suo personaggio, Robert McCall, e? ancora un agente speciale in pensione, un vendicatore che vuole riportare l'equilibrio nella societa? facendo fuori i criminali che incontra sul suo cammino.

giovedì 13 settembre 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Di solito, dei sequel bisogna diffidare, il più delle volte imposti dagli incassi del capostipite piuttosto che da un reale bisogno di vederli sul grande schermo. Ci sono, ovviamente, delle buone eccezioni e, tutto sommato, questo The Equalizer 2 si pone ben al di sopra di quanto partoriscono, in media, le menti di stanza ad Hollywood. Sia chiaro, non stiamo dicendo che questo seguito sia un capolavoro, [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

D'accordo, il numero due è un film d'azione più banale; e gli manca il fattore sorpresa di un protagonista in apparenza tranquillo che, messo a confronto con gravi episodi di ingiustizia, reagisce rivelandosi l'espertissimo, micidiale super agente Cia che un tempo fu. Ma, orchestrato con l'usuale efficacia muscolare da Antoine Fuqua nella cornice di una plumbea Boston suggestivamente fotografata da [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2018
Antonello Catacchio
Il Manifesto

All'origine era una serie tv anni '80 dal titolo originale di Equalizer (Un giustiziere a NewYork su Rai2), con Edward Woodward nei panni di Robert Mccall, il protagonista degli 88 episodi. Nel 2014 Antoine Fuqua, su sceneggiatura di Richard Wrenk, dalla serie realizza il film; The Equalizer - Il vendicatore. Protagonista Denzel Washington, che interpreta l'agente Dia (Defense Intelligence Agency) [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

C'era volta un signore che mangiava sempre da solo in un bar aperto di notte, bello e lucente nella città addormentata come in un quadro di Edward Hopper. Si chiamava Robert McCall. Di giorno lavorava in un ferramenta all'ingrosso, dove i colleghi giovani ogni tanto gli chiedevano che mestiere avesse fatto in precedenza come succedeva ai soldatini incuriositi dall'ufficiale di Tom Hanks in Salvate [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2018
Roberto Nepoti
La Repubblica

L'inizio serve a riconoscere a colpo sicuro il protagonista: a bordo di un treno, Robert McCall stermina un gruppo di energumeni, che proprio se la sono voluta, servendosi di armi "anticonvenzionali" come teiere e carte di credito. Ecco dunque tornare in servizio l'Equalizzatore, moderno giustiziere e buon samaritano nonché ultima risorsa dei più deboli contro le prepotenze dei malvagi.

NEWS
BOX OFFICE
martedì 18 settembre 2018
Andrea Chirichelli

The Equalizer 2 (guarda la video recensione) si prende la vetta della classifica italiana, approfittando del calo contemporaneo sia di Mamma Mia! - Ci risiamo (guarda la video recensione) che di Hotel Transylvania 3, con quest'ultimo che scende addirittura [...]

VIDEO RECENSIONE
venerdì 14 settembre 2018
A cura della redazione

Robert McCall, in passato agente segreto, si guadagna da vivere facendo l'autista. La sua amica Susan viene incaricata delle indagini su un apparente omicidio-suicidio ma verrà attirata in un tranello e a quel punto Robert entra in azione.

CELEBRITIES
lunedì 10 settembre 2018
Marzia Gandolfi

Figlio di un pastore protestante, Denzel Washington è cresciuto ad Harlem e nella fede. Alla maniera di Robert McCall, vecchio agente della CIA che salva le anime perdute e le rimette sulla retta via, l'attore consacra il suo tempo e la sua energia a [...]

BOX OFFICE
lunedì 23 luglio 2018
Andrea Chirichelli

Sorpresa negli USA: il weekend lo vince The Equalizer 2 - Senza perdono che batte al fotofinish Mamma mia - CI risiamo! per 35,8 milioni contro 34,3. Il film con Denzel Washington è partito bene ed è cresciuto tra sabato e domenica, mentre il sequel del [...]

NEWS
martedì 12 giugno 2018
 

L'ex agente segreto Robert McCall aveva finto la sua morte per poter trascorre una vita tranquilla a Boston. Quando però decide di aiutare una prostituta, Alina Teri, entra nel mirino della mafia russa, e in particolare di Teddy, che tenta di eliminarlo [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati