Midway

Film 2019 | Azione, Drammatico, Storico +13 138 min.

Regia di Roland Emmerich. Un film con Ed Skrein, Patrick Wilson, Woody Harrelson, Luke Evans, Mandy Moore, Luke Kleintank. Cast completo Genere Azione, Drammatico, Storico - USA, 2019, durata 138 minuti. Uscita cinema mercoledì 27 novembre 2019 distribuito da Eagle Pictures. Oggi tra i film al cinema in 98 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,50 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Midway tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storica della battaglia di Midway, raccontata dai leader e dai marinai che la combatterono. Midway è 10° in classifica al Box Office. venerdì 13 dicembre ha incassato € 15.894,00 e registrato 2.334 presenze.

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,41
PUBBLICO 2,60
CONSIGLIATO NÌ
Due ore di raid in picchiata che confermano la passione smodata di Emmerich per il cinema che fa boom boom e colleziona martiri.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 13 novembre 2019
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 13 novembre 2019

Attaccati a sorpresa dagli aerei giapponesi a Pearl Harbor, gli americani sono in ginocchio ma determinati a reagire. A capo di quello che resta della gloriosa flotta navale americana, l'ammiraglio Chester Nimitz prepara una trappola nell'atollo di Midway. A supportarlo l'Intelligence e l'orgoglio dei suoi uomini decisi a vendicare i caduti di Pearl Harbor. Dal versante orientale intanto, armati di potenza tecnologica e di una fiducia incrollabile nella vittoria, i giapponesi avanzano verso la battaglia chiave della guerra nel Pacifico. Gli americani avranno la meglio sui giapponesi nel giugno del 1942 ma la guerra è appena cominciata. Per gli americani si tratterà di combattere fino alla resa incondizionata del nemico, per i giapponesi di non considerare mai la resa un'opzione onorevole.

Ostinato come i giapponesi nel Pacifico, Roland Emmerich non si ferma davanti al rifiuto degli studios di ricostruire la battaglia di Midway e gira 'da solo' il suo film con un budget modesto e una portaerei carica di effetti digitali

In sessantacinque giorni, con il concorso di investitori cinesi a cui dedica, fuori soggetto, il raid del tenente colonnello Doolittle su Tokyo e il suo salvataggio per merito delle truppe cinesi, realizza Midway, limitando gli eccessi di patriottismo e adottando a turno il punto di vista dell'avversario.

Se il film non aggiunge nulla alla storia della Seconda Guerra Mondiale, la dimensione più sorprendente di Midway, e anche la più ambigua, è filmare la guerra come uno sport estremo. Con un realismo da videogioco, Emmerich mostra l'avvicinamento in picchiata alla nave nemica di piloti intrepidi che schivano proiettili e colpiscono in pieno il bersaglio. Poco ispirato dai discorsi strategici dello Stato Maggiore dell'Esercito, l'autore si esprime meglio nelle scene d'azione, quando l'intrigo si concentra nel cockpit.

Il 'collassologo' maggiore di Hollywood apre il suo cinema ai traumi di Pearl Harbor e converge verso una battaglia che monda l'affronto del dicembre 1941. Il risultato sono due ore di raid in picchiata sotto un diluvio di metallo in fusione, che confermano la passione smodata dell'autore per il 'fracasso', il cinema che fa boom boom e colleziona martiri.

L'umanità, ancora una volta incarnata dall'America bianca, fa corpo e si solleva come un sol uomo contro un nemico assoluto. Ieri gli extraterrestri, oggi i giapponesi a cui la flotta dell'ammiraglio Nimitz impedisce di radere al suolo Los Angeles e San Francisco. E aliena doveva realmente apparire ai soldati americani la mistica militare nipponica ("sopportare l'insopportabile") coi suoi bombardieri, gli aerosiluranti e i caccia di scorta. Alieni pure i suoi samurai del cielo lanciati contro le navi della US Navy ormeggiate inermi lungo i moli.

Ma in quanto a coraggio suicida, i soldati di Roland Emmerich non sono da meno, al punto che ogni personaggio è votato a una guerra personale: contro il proprio superiore, contro un'intossicazione polmonare, contro la paura. Ciascuno sopporta il suo martirio per il bene dell'umanità. Regista compreso, che 'raggiunge' i suoi eroi in campo attraverso la figura di John Ford, che sfidò gli aerei giapponesi per girare il suo documentario nel 1942 (La battaglia di Midway). Un martirio condiviso con l'altra sponda del fronte, l'esercito imperiale brilla ugualmente per il suo senso del 'suicidio' per onore, evitando al film di scadere nel patriottismo partigiano.

A guardarlo bene Midway non è propriamente un film di guerra ma è senz'altro un film catastrofico, costruito come tale, con la presentazione dei personaggi, la contestualizzazione e poi ineluttabile la catastrofe. Da convenzione del genere, la piccola storia, quella degli uomini, incontra la grande Storia.

Come per ogni altro film del regista, non bisogna aspettare troppo per i cliché che cadono come le bombe, centrando personaggi, gli americani uniformemente eroici, i giapponesi coraggiosi ma ciechi, e dialoghi, veri e propri adagi nazionalistici dispensati con prodigalità al di qua e al di là della linea nemica. Vendicare Pearl Harbor non è certo lo scopo di Emmerich, attirato dalla distruzione e dal desiderio di fare meglio di Michael Bay (Pearl Harbor), compagno di blockbuster pirotecnici.

Traiettoria impazzita di missili e destini, Midway recluta l'artiglieria pesante di Hollywood (Woody Harrelson, Dennis Quaid, Luke Evans, Aaron Eckart, Ed Skrein, Patrick Wilson) e ribadisce lo charme vintage della superproduzione virile con violini, bandiere, grandi discorsi e vecchio folklore. Lontano per ambizione artistica da Dunkirk di Christopher Nolan e presumibilmente dall'atteso 1917 di Sam Mendes, Midway non sbaglia tutto ma resta un film ipertecnologico vertiginosamente (e curiosamente) desueto.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Il kolossal di Roland Emmerich per un war movie epico.
Overview di Massimiliano Carbonaro
mercoledì 11 settembre 2019

Periodicamente dagli Stati Uniti arriva un nuovo war movie che ci racconta un pezzetto - eroico - della storia americana, questa volta tocca ad una delle più importanti battaglie della Seconda Guerra Mondiale con il film Midway. Il regista Roland Emmerich torna al cinema dopo Independence Day - Rigenerazione del 2016 con uno spettacolare racconto che parte dalla terribile disfatta di Pearl Harbor al trionfo nel Pacifico e lo fa con un cast variegato di stelle: da Dennis Quaid nei panni dell'ammiraglio William "Bull" Halsey a Woody Harrelson in quelle dell'ammiraglio Chester Nimitz affiancati ad attori più giovani nei ruoli di piloti e marinai impegnati nello scontro navale come Patrick Wilson e Luke Evans, fino ad Aaron Eckart e Ed Skrein.

Una delle linee narrative del film riguarda il ruolo dello spionaggio statunitense nella riuscita dello scontro contro i giapponesi. I servizi segreti della marina americana, chiamati in causa per la terribile disfatta di Pearl Harbor, riescono a decrittare in tempo il sistema di comunicazione della marina nipponica chiamato JN-25 e per averne la conferma simulano un'avaria all'impianto idrico delle Midway che venne prontamente ripreso dai giapponesi consentendo di identificare con sicurezza il termine per quell'area e i movimenti della flotta nipponica.

Non è la prima volta che il celebre scontro navale fornisce la materia per un film, infatti La battaglia di Midway è un film del 1976 che allineava alcuni dei più importanti volti del cinema hollywoodiano dell'epoca come Charlton Heston, Henry Fonda, Glenn Ford ma anche Toshiro Mifune. Nel raccontare l'episodio - lo scontro fu combattuto tra il 4 e il 7 giugno del 1942 - però Emmerich si concentra su tre linee narrative. Parte infatti dai mesi successivi alla disfatta a sorpresa di Pearl Harbor per mostrare la vulnerabilità degli Stati Uniti, sottolinea il lavoro dell'intelligence che contribuì in modo rilevante al successo, quindi in maniera spettacolare racconta la battaglia aerea con le manovre spericolate che i piloti americani idearono per aver la meglio dei più esperti - per quanto riguarda le ore di volo - avversari giapponesi e riuscire ad affondare le portaerei nemiche.

Non manca neppure il richiamo alla famiglia visto che di alcuni piloti veniamo a conoscenza dei legami sentimentali. In questo Pearl Harbor del 2001 realizzato da Michael Bay con Ben Affleck, Josh Artnett e Kate Beckinsale ha fatto scuola.

Per rendere il film più realistico il ponte di volo della portaerei della USS Enterprise è stato ricostruito su un palcoscenico di Montreal e alcune scene sono state girate anche a Pearl Harbor. Interessante la scelta della produzione di affrontare il botteghino non in estate - classico appuntamento per ogni blockbuster americano - negli Stati Uniti Midway verrà distribuito l'8 novembre, nel fine settimana del Veteran's Day. Mentre in Italia il film arriva nelle sale il 28 novembre.

Sei d'accordo con Massimiliano Carbonaro?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 2 dicembre 2019
GUSTIBUS

Adoro R.Emmerich il regista di Midway 2019 perche'fa sempre film esagerati da Godzilla a L'alba del giorno dopo(per me il meglio da lui diretto)ed altri..Qui e'un rifacimento del film di Jack Smight del 1976.La tecnica degli aerei che si buttano a pochi metri dalle portaerei giapponesi e'sicuramente dei tempi nostri,ce'il digitale che predomina e a tratti sembra un videogames.

martedì 3 dicembre 2019
Sabri92

Ottima ricostruzione cinematografica di una delle più celebri battaglie della Seconda Guerra Mondiale. Quella delle Isole Midway, combattuta fra il 4 ed il 7 giugno 1942, e naturalmente preceduta dall'attacco giapponese su Pearl Harbour (7 dicembre 1941) e dalla battaglia nel Mar dei Coralli (4-8 maggio 1942). Il film, opportunamente, concede spazio anche a tali avvenimenti.

venerdì 29 novembre 2019
daunt

Non aspettandosi nulla da un film di Emmerich, ci si prepara a vedere una sorta di Pearl Harbor 2.  La prima piacevole scoperta è che Midway è stato girato con l'intento preciso di non sgarrare di mezzo millimetro dal punto di vista storico. Ciò che è narrato è ciò che è accaduto, diversamente dal film omologo del 1976 che riuniva più [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 dicembre 2019
samanta

L'ammiraglio Yamamoto che nel 1941 comandava la Marina Giapponese ed era un moderato (tra l'altro era un devoto cattolico) aveva detto nel Consiglio di guerra che se la guerra fosse durato solo 6 mesi  il Giappone avrebbe vinto, altrimenti avrebbe perso, entrando nel settimo mese nel giugno del 1942 il Giappone era passato di vittoria in vittoria, ma la flotta americana non era stata distrutta, [...] Vai alla recensione »

martedì 26 novembre 2019
Taty23

 Midway - il nuovo film diretto da Roland Emmerich Il film Midway porta in scena la battaglia di Midway, lo scontro tra la flotta americana e la Marina Imperiale Giapponese. Un confronto chiave del conflitto nell’oceano Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale. La pellicola si basa su avvenimenti reali, racconta la storia dei soldati e dei comandanti di entrambi le fazioni, dall’attac [...] Vai alla recensione »

domenica 1 dicembre 2019
rendi

In questo film andavo alla ricerca  di adrenalina ed emozioni e mi sono sentito profondamente soddisfatto. Il film e' stato curato benissimo negli effetti scenici e si e' rivelato subito coinvolgente. Oltretutto ha ricostruito quel momento storico rimanendo fedele a cio' che e' realmente successo.Lo consiglio vivamente

sabato 30 novembre 2019
Giulioqc

Effetti speciali da videogioco, dialoghi ridicoli e scene inverosimili da cartone animato.Ho lasciato la sala nell'intervallo.

giovedì 28 novembre 2019
Flaw54

Siamo nella tradizione dei film americani. Eroismo e sacrificio. Niente di nuovo, ma ben girato. Due ore che passano rapidamente. Spettacolo nel complesso godibile.

FOCUS
FOCUS
mercoledì 27 novembre 2019
Carlo Andriani

Tra lo stile autoriale di Apocalypse Now (guarda la video recensione), il realismo soggettivo di Dunkirk (guarda la video recensione) e il ritmo testosteronico di Pearl Harbor, il cinema storico trascende sul grande schermo gli eventi straordinari che hanno segnato la storia dell'umanità. Se la maggior parte dei film di genere sacrifica la rievocazione dei fatti in virtù dell'eccessiva spettacolarizzazione, Midway fonde la fedele ricostruzione storica con la forza distruttiva del cinema di Roland Emmerich.
 

Quattro decadi dopo il classico di Jack Smight con Charlton Heston, Henry Fonda e James Coburn, Midway racconta le tappe fondamentali della battaglia di Midway con il fascino patinato delle riviste di moda.

Dalle riprese nella base aerea Hickam delle Hawaii alla ricostruzione degli aerei da guerra americani SBD Dauntless e TBD Devastator, Midway è l'anello di congiunzione tra un'opera di stampo documentaristico e lo stile visionario del re dei disaster movie. Un film che ripercorre minuziosamente il leggendario conflitto tra la flotta americana e la Marina Imperiale Giapponese che, tra il 4 e il 7 giugno 1942, ha segnato la svolta decisiva alla guerra nel Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale.

Complici le testimonianze storiche raccolte dallo sceneggiatore Wes Tooke, Roland Emmerich abbandona il caos distruttivo di 2012 e Independence Day - Rigenerazione in nome di un equilibrio tra forma e contenuto raro nel cinema di genere; un kolossal che spettacolarizza la storia senza oscurarla in virtù delle logiche del box office mondiale.

La storicità di Midway si riflette negli alter ego reali di Ed Skrein, Dennis Quaid, Woody Harrelson e Patrick Wilson che interpretano rispettivamente il coraggioso pilota della marina Dick Best, il leader e capo della USS Enterprise William "Bull" Halsey, il tenace Ammiraglio e Comandante in Capo delle Aree dell'Oceano Pacifico Chester W. Nimitz e lo stratega e Tenente della Marina degli Stati Uniti Edwin Layton. Una generazione di eroi di guerra tanto patinata nell'estetica quanto reale nelle gesta epiche che consacra la battaglia di Midway come la rivincita americana alla tragica disfatta di Pearl Harbor. Non a caso il film di Roland Emmerich è tutto quello che sarebbe dovuto essere il caotico action di Michael Bay del 2001 che, tra triangoli d'amore, slow motion e personaggi sopra le righe, strumentalizza l'attacco di Pearl Harbor a discapito del fondamentale contenuto storico.

Trascendendo il confine tra realtà e immaginazione, Roland Emmerich rivoluziona il "cinema giocattolo" rendendo entertainment e storia due facce della stessa medaglia. Midway è allo stesso tempo un film che ricostruisce minuziosamente una delle battaglie cardine della Seconda Guerra Mondiale e un kolossal in cui le bombe, distruggendo navi e portaerei, animano una coreografia di esplosioni. Un war movie che, dalla complessa macchina decisionale del comando tattico americano alla cabina di pilotaggio dei bombardieri, fonde la spettacolarizzazione delle immagini con il valore intramontabile di una delle più grandi pagine della storia americana.

Frasi
Dobbiamo colpire duro perché capiscano che possiamo farcela
Una frase di Chester W. Nimitz (Woody Harrelson)
dal film Midway - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 10 dicembre 2019
Monia Manzo
Close-up

Midway è un'operazione molto delicata e quasi documentaristica della storia americana della seconda guerra mondiale, conflitto che ha esposto gli USA a potenziali attacchi diretti e che li ha trasformati in attore principale. Roland Emmerich ha portato avanti il progetto del film nonostante gli sia stato bocciato in un primo tempo dagli studios, dimostrando una caparbietà paragonabile a quella dei [...] Vai alla recensione »

domenica 8 dicembre 2019
Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

L'uomo giusto al posto giusto. John Ford era lì in prima linea, nel giugno del 1942, a filmare l'epica battaglia delle Midway, destinata a rovesciare l'andamento della Seconda guerra mondiale tra americani e giapponesi. E il kolossal di Emmerich gli rende omaggio, mostrandocelo impavido dietro la sua macchina da presa, mentre i caccia Zero giapponesi scendono a stormi mitragliando in picchiata.

sabato 30 novembre 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Il videogioco della battaglia alle isole Midway, a metà tra gli Stati Uniti e il Giappone. Solo che non siete voi a pilotare gli aerei, o a decidere dove piazzare le portaerei. Lo fa il regista catastrofista Roland Emmerich: suoi erano "Independence Day" e "The Day After Tomorrow", con le strade di Manhattan diventate fiumi. Sognava di girare il film sulle Midway da anni, c'è riuscito solo con 80 milioni [...] Vai alla recensione »

sabato 30 novembre 2019
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Inevitabile che il regista blockbuster di IndependenceDay" (successo top) e Godzilla (planetario flop) scelga l'exploit Midway, la svolta nella guerra Usa/Giappone, memo acrobatico del colossal di Smight (1976). Rifiutato dalle major, ha prodotto in proprio, con i cinesi, picchiate aeree e cannonate navali, eroismo indiscreto, controcampi jap e fiction a palate.

sabato 30 novembre 2019
Marco Contino
Il Mattino di Padova

Alieni o giapponesi per Roland Emmerich non fa differenza: l'importante è sparare, colpire e affondare. Il regista di "Independence day" lascia l'altro mondo per il nostro, sconquassato dalla Seconda Guerra mondiale che per gli americani cominciò con la disfatta di Pearl Harbor nel dicembre 1941. Nel suo nuovo film - "Midway" - Emmerich parte da qui per arrivare all'altro snodo cruciale del conflitto: [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2019
Simona Santoni
Maxim

Roland Emmerich fa il Roland Emmerich. Si va alla "festa della guerra", con effetti visivi poderosi, ardore e azione viscerali, sceneggiatura messa in secondo piano, come solito. Midway, dal 27 novembre al cinema con Eagle Pictures, ci riporta alla battaglia di Midway, lo scontro tra la flotta americana e la Marina imperiale giapponese che segnò una svolta decisiva sul fronte del Pacifico durante la [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2019
Alberto Pesce
Giornale di Brescia

Il tedesco Roland Emmerich è uomo di «spettacolo». Si rifaccia a settecenteschi eroismi a stelle e strisce («Il patriota») o si sbrigli fantascientifico («Indipendence Day» 1996 e sequel 2016), ama campi totali su battaglie cruente, montaggi frenetici, epiche alonature tra cronaca e mito, di rado emotivamente efficace, sempre pomposamente spettacolare.

venerdì 29 novembre 2019
Cath Clarke
The Guardian

Roland Emmerich è il regista che in Independence day ha fatto pilotare un caccia al presidente degli Stati Uniti, e poi in Sotto assedio gli aveva messo in mano un lanciarazzi. Ma con Midway è diventato serio, scolpendo una statua cinematografica al coraggio di tanti giovani uomini che si sono sacrificati in nome della libertà, e garantisce veridicità storica alla sua versione della guerra nel Pacifico. [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 novembre 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

Giugno 1942. Dopo Pearl Harbor, che ha semidistrutto la flotta nemica, la Marina imperiale porta un nuovo attacco alle forze aeronavali americane. Battaglia definita "leggendaria", quella delle isole Midway è trattata come tale da Roland Emmerich, veterano del blockbuster a effetti speciali. Ovvero, l'episodio storico è messo in scena come un kolossal hollywoodiano (questa volta in coproduzione con [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 novembre 2019
Stefano Giani
Il Giornale

Kolossal bellico degno della miglior tradizione storico-militare in declinazione cinematografica, Midway affronta le celebre battaglia del Pacifico nella Seconda guerra mondiale tra giapponesi e americani. Si parte dalla premessa con l'attacco nipponico a Pearl Harbor per passare poi alle conseguenze di quella che fu la prima incursione di un esercito nemico in «territorio» a stelle e strisce.

mercoledì 27 novembre 2019
Gianluca Vignola
Sentieri Selvaggi

In un momento storico come questo, in cui le piattaforme streaming crescono per numero ed imponenza dei rispettivi cataloghi, film come Midway sembrano uscire in sala proprio per ribadire che, mai come oggi, è fondamentale valutare un prodotto audiovisivo anche in virtù dei media su cui verrà distribuito. Quello di Roland Emmerich è infatti un tipo di cinema concepito per fagocitare lo spettatore, [...] Vai alla recensione »

martedì 26 novembre 2019
Emanuele Sacchi
Film TV

Dopo il disastro di Pearl Harbor, una lunga strategia evasiva e la decodifica di messaggi in codice permettono alla marina americana di sferrare un attacco decisivo nei pressi delle isole Midway. Per accettare i molti compromessi che Midway prova a chiedere allo spettatore occorre contestualizzarlo. E conoscere la storia del suo regista, Roland Emmerich, sinonimo di spettacolo cafone ma efficace negli [...] Vai alla recensione »

martedì 26 novembre 2019
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Sin dagli Anni Novanta il regista Roland Emmerich, peraltro "il migliore a distruggere la Terra" da Independence Day a The Day after Tomorrow, accarezzava l'idea di un film sulla battaglia delle Midway, lo scontro aeronavale tra Usa e Giappone che dal 3 al 6 giugno 1942 cambiò le sorti della guerra nel Pacifico. Nato alla Columbia Pictures, il progetto finì su un binario morto, e che lo studio sia [...] Vai alla recensione »

domenica 24 novembre 2019
Daria Pomponio
Quinlan

La storia vera della Battaglia delle isole Midway combattuta nel Pacifico da giapponesi e americani tra il 4 e il 6 giugno 1942, punto di svolta cruciale della Seconda Guerra Mondiale. Celebrazione delle gesta di una schiera assai nutrita di soldati - molti realmente esistiti - Midway di Roland Emmerich intesse numerose vicende militari attorno a due eventi centrali della Seconda Guerra Mondiale: [...] Vai alla recensione »

martedì 26 novembre 2019
Roselina Salemi
Tu Style

Al netto della retorica patriottica, dei facili eroismi e della vocazione al martirio dei piloti, Midway, più che un film di guerra, è un action che talvolta somiglia a un rumoroso videogioco. Due ore di bombe, siluri e schianti, accompagnano la battaglia di Midway che, dopo l'attacco alla base di Pearl Harbour, segna la prima sconfitta dell'esercito giapponese nel giugno del 1942.

NEWS
VIDEO
martedì 19 novembre 2019
 

Incentrato sull'omonimo leggendario conflitto fra la flotta americana e Marina Imperiale Giapponese che segnò la svolta decisiva alla guerra nel Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale, Midway racconta la storia dei comandanti e dei soldati che usarono [...]

TRAILER
martedì 15 ottobre 2019
 

Regia di Roland Emmerich. Un film con Jake Manley, Patrick Wilson, Luke Evans, Ed Skrein, Darren Criss. Da mercoledì 27 novembre al cinema. Guarda il trailer »

OVERVIEW
mercoledì 11 settembre 2019
Massimiliano Carbonaro

Il regista torna alla regia insieme a un cast di stelle. Dal 28 novembre al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
venerdì 19 luglio 2019
 

Regia di Roland Emmerich. Un film con Jake Manley, Patrick Wilson, Luke Evans, Ed Skrein, Darren Criss. Da mercoledì 27 novembre al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
giovedì 6 giugno 2019
 

Una spettacolare rievocazione della leggendaria battaglia che, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, determinò una svolta decisiva per il conflitto bloccando nel Pacifico l'avanzata nipponica, cambiando il corso della guerra.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati