Marcel!

Film 2022 | Drammatico, 93 min.

Regia di Jasmine Trinca. Un film Da vedere 2022 con Alba Rohrwacher, Maayane Conti, Giovanna Ralli, Umberto Orsini, Dario Cantarelli. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2022, durata 93 minuti. Uscita cinema mercoledì 1 giugno 2022 distribuito da Vision Distribution. - MYmonetro 3,13 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Marcel! tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento domenica 22 maggio 2022

Una bambina ama sua madre, ma sua madre ama Marcel, il suo cane. Un evento imprevedibile le porterà in viaggio, avvicinandole e svelando loro, oltre ogni dolore, le vie grandi e segrete dell'amore.

Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,75
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Al suo esordio Jasmine Trinca firma un film tra favola e realtà, in grado di trasformare il dolore in ricercata raffinatezza.
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 22 maggio 2022
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 22 maggio 2022

Una madre e una figlia e un cane. La madre è un'artista di strada che mette in scena con successo il suo stretto  rapporto con l'animale fatto di timore di perdita unito a grande sensibilità reciproca. La figlia osserva sentendosi non altrettanto considerata. Vive con i nonni anziani e, suonando il sax, cerca di ottenere la tanto agognata approvazione materna.

Alla sua opera prima Jasmine Trinca affronta con la consapevolezza di chi conosce la storia del cinema un tema molto personale in equilibrio tra favola e realtà.

Quando un autore si trova ad affrontare il suo primo lungometraggio, se lo è nell'intimo non lavora su commissione e non accetta compromessi. Jasmine Trinca si rivela tale realizzando un film che non strizza l'occhio al box office trasfigurando un reale rapporto Jasmine/genitrice offrendogli un contesto di dolorosa astrazione. 

Tutto grazie alla straordinaria interpretazione della giovanissima Maayane Conti, che ha nello sguardo un sofferente e divorante bisogno di riconoscimento, e ad un'Alba Rohrwacher che riesce a dare alla madre tutte le sfumature di un'artista per cui la vita deve tutto all'arte, riuscendo ad essere quasi inconsapevolmente anaffettiva se non nei confronti di Marcel, un cane che siede a tavola e di cui invece si preoccupa non tanto come partner degli spettacoli di strada ma proprio come un figlio. Jasmine Trinca elabora così il proprio vissuto mostrando però quanto ami e conosca il mezzo con cui decide di narrare. 

Passata dall'altra parte della camera non solo omaggia le opere  di maestri come Fellini e Chaplin ma ci ricorda l'enorme patrimonio di attori che il cinema italiano ha avuto e ha (anche se spesso se lo dimentica salvo recuperarlo nei 'coccodrilli').

Ecco allora due colonne come Giovanna Ralli e Umberto Orsini a cui viene chiesto di interpretare gli affettuosi nonni della bambina e che realizzano, con la leggerezza che solo i grandi attori possiedono, la scena della scuola di ballo. Se l'una vive nel ricordo di qualcuno che non c'è più l'altro si rifugia in solitari con le carte. A loro si aggiunge, ad offrire un elemento di surreale presenza, Dario Cantarelli che, già presente in molti film di Nanni Moretti, era nel cast de La stanza del figlio che fece conoscere (ed apprezzare sin dal suo esordio) Jasmine al grande pubblico. 

È come se l'attrice nel momento in cui dirige la sua 'opera prima' (dopo aver dato buona prova di sé nel cortometraggio Being my Mom) avesse bisogno di avere vicino sia chi esordisce, Maayane, sia chi invece le offre la solidità di una carriera riconosciuta e riconoscibile. Con in più un cameo role tutto da scoprire.

In questo film di presenze/assenze, in cui quella della madre risulta dominante, il loro esserci permette a Jasmine Trinca di muovere le sue dita di regista all'esordio con la stessa partecipe perizia di quella della sua giovane protagonista sui tasti del sassofono che utilizza come strumento di comunicazione. Il sax di Jasmine è un film che saprà parlare agli spettatori che amano un cinema che sa trasformare il dolore in ricercata raffinatezza.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 23 maggio 2022
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

La Garbatella, più Fellini che Chaplin, Marcel Marceau, una figlia che ama la mamma, la mamma che ama un cane, il Marcel del titolo. Poi c'è anche una nonna, che trasforma il triangolo in un quadrato imperfetto e che parla a un figlio che non c'è più. Non sempre si dimostra azzeccata la scelta di fare il salto da attore/rice a regista. Si direbbe che lo è anche questa.

lunedì 23 maggio 2022
Aldo Spiniello
Sentieri Selvaggi

Chi è Marcel? È l'unico personaggio ad avere un nome e si tratta di un cane. Per il resto, gli altri si identificano solo con il ruolo che gli è stato assegnato. La Figlia, la Madre, la Nonna e così via... In questo modo, sembrano condannati a rimanere bloccati nella posizione, come maschere e funzioni di una rappresentazione da ripetere all'infinito.

domenica 22 maggio 2022
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Ci ho messo del tempo e c'è voluto coraggio. Ventuno anni fa esordivo sulla Croisette con La stanza del figlio, ora dopo tanti incontri ed esempi ho ribaltato lo sguardo". Da attrice a regista: Jasmine Trinca porta a Cannes 75 la sua opera prima, Marcel!, dal 1° giugno nelle nostre sale. La sinossi intriga: "Una bambina ama sua madre, ma sua madre ama Marcel, il cane".

sabato 21 maggio 2022
Federico Pontiggia
La Rivista del Cinematografo

La sinossi è efficace, intriga: "Una bambina ama sua madre, ma sua madre ama Marcel, il suo cane". Magari c'è un eccesso di "sua/o", ma è una spia: l'esordio al lungometraggio di Jasmine Trinca, dopo il corto BMM - Being My Mom del 2020, è eminentemente, coraggiosamente e dolorosamente autobiografico. Sì, è suo, Marcel!, di Jasmine. Capiamoci, non è chiuso né solipsistico, dialoga con il sentire, e [...] Vai alla recensione »

NEWS
CANNES FILM FESTIVAL
domenica 22 maggio 2022
Giancarlo Zappoli

Jasmine Trinca alla sua prima volta da regista trasforma il dolore in ricerca raffinatezza. Fuori Concorso. Vai all'articolo »

TRAILER
venerdì 13 maggio 2022
 

Regia di Jasmine Trinca. Un film con Alba Rohrwacher, Maayane Conti, Giovanna Ralli, Umberto Orsini, Dario Cantarelli. Da mercoledì 1 giugno al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
lunedì 9 maggio 2022
 

Una rielaborazione fiabesca o meglio favolistica del vissuto. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati