Il partigiano Johnny

Film 2000 | Drammatico +16 135 min.

Regia di Guido Chiesa. Un film con Andrea Prodan, Stefano Dionisi, Claudio Amendola, Alberto Gimignani, Fabrizio Gifuni. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2000, durata 135 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 2,64 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il partigiano Johnny tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 13 giugno 2016

La Resistenza partigiana, argomento scivoloso. Sempre di guerra si tratta. E guerra vuol dire - sempre, solo e comunque - dolore, sofferenza, morte. In Italia al Box Office Il partigiano Johnny ha incassato nelle prime 7 settimane di programmazione 547 mila euro e 547 mila euro nel primo weekend.

Il partigiano Johnny è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compra subito

Powered by  
Consigliato nì!
2,64/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA
PUBBLICO 3,27
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer

La Resistenza partigiana, argomento scivoloso. Sempre di guerra si tratta. E guerra vuol dire - sempre, solo e comunque - dolore, sofferenza, morte, fango, fame, solitudine, dubbio, abisso. Il regista raggiunge pienamente questo obiettivo: ritrae infatti la Resistenza partigiana come una (brutta) guerra qualunque. Con eroi ed antieroi, con luci ed ombre, con male e bene insieme. Con il "dramma" al di sopra delle parti, tutte. Chiesa, che evita accuratamente anche il romanzo di Fenoglio, ha lavorato seriamente, con passione, con competenza. Ma con il "braccino corto", cioè con la paura di sbagliare. Perchè la Resistenza aveva già "sgambettato" Daniele Lucchetti, che tre anni fa con I piccoli maestri aveva scelto il tono sbagliato: carino, superficiale, leccato. Ed allora? Forse le guerre dovrebbero esistere solo a livello d'immaginario cinematografico. Raccontare quelle vere, dolorose, complesse mette sempre a disagio. Talvolta in maniera irrimediabile.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Rientrato in divisa nella natia Alba (CN) dopo l'8 settembre l'universitario Johnny va nelle Langhe e si unisce prima a una banda di comunisti, poi a una formazione di monarchici. Disilluso da entrambi, si ritrova a passare da solo il duro inverno del '44, ma scopre la vera ragione d'essere partigiano, rimanendo sé stesso. Dal romanzo (1968) postumo e incompiuto di Beppe Fenoglio, sceneggiato con Antonio Leotti, G. Chiesa - studioso dello scrittore albese cui ha dedicato 2 documentari - ha tratto un film asciutto e severo che ne rispetta profondamente lo spirito, ma di cui è rimasto un po' prigioniero per eccesso di amore fedele. Nel mettere lo sguardo di Johnny al centro della narrazione, ne ha fatto un film molto fisico, sul faticoso e doloroso mestiere di sopravvivere sui monti con il carico di pioggia, neve, fango, agguati, fughe, sangue, paura, rappresaglie, solitudine. È forse il 1° film che racconta con efficacia che cosa fosse un rastrellamento e che della guerra per bande espone la casualità. Non tutto convince (gli interni borghesi, il personaggio di Nord), ma funzionano S. Dionisi (con la sua somiglianza fisica al giovane Fenoglio) e il suo sguardo; funziona la fotografia scabra e denaturata di Gherardo Gossi. Insolita la partitura per archi di Alexandre Balanescu, da molti giudicata invadente.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
IL PARTIGIANO JOHNNY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€12,99
€12,99
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 23 marzo 2016
mtom83

Raccontare la Resistenza nel 2000 significa rivisitare una delle pagine più complicate e discusse della recente storia nazionale. Il film di Chiesa a mio giudizio riesce nel suo tentativo; evitando di  sacralizzare le vicende della lotta partigiana ma al tempo stesso rivendicando il contenuto morale ed etico di quella scelta. L'adesione alla Resistenza non ha nulla di meditato o politico, [...] Vai alla recensione »

martedì 4 dicembre 2012
vjarkiv

Di questo film rimane: la fatica che i partigiani, di qualsiasi colore, dovettero affrontare, specie in condizioni meteorologiche proibitive; la disorganizzazione congenita di bande male addestrate ma piene di entusiasmo; la critica più o meno velata nei confronti dei "capi" non sempre all'altezza del compito. Per il resto il film, specie nella recitazione, non si discosta dalla [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Il film che Guido Chiesa ha tratto dalle pagine bellissime di Beppe Fenoglio ha alcuni caratteri molto particolari. Racconta la guerra partigiana sulle colline e tra i monti piemontesi in uno stile molto vicino allo stile letterario dello scrittore, asciutto, laconico, esigente, elegante: una ricerca di identificazione e similitudine molto raffinata.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Era parecchio tempo che Guido Chiesa progettava di portare sullo schermo il romanzo semiautobiografico di Beppe Fenoglio, pubblicato postumo nel 1978. Quando la possibilità si è concretizzata, il quarantenne regista/sceneggiatore ha dovuto porsi una domanda difficile: come raccontare la Resistenza oggi, in un clima culturale in cui le idee, la Storia, la moralità paiono diventati oggetti d'antiquariato? [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano.net

Per la prima volta la Resistenza al cinema come esperienza umana globale, quotidiana, perdurante, nello sbando e nel dubbio, nel rischio e nelle scelte terribili. Dal romanzo di Fenoglio, Guido Chiesa ha cercato di allineare la parola all'occhio della cinepresa, cosa difficile per un libro in cui il racconto è il linguaggio. Stefano Dionisi è il tenace, inesperto, partigiano Johnny, studente di letteratura [...] Vai alla recensione »

Enrico Magrelli
Film TV

Un film coraggioso e importante, nonostante i difetti e alcune cadute. Il romanzo incompiuto, il brogliaccio di Beppe Fenoglio appare come un testo che si nega, con il suo tessuto frastagliato, all'esplorazione cinematografica che tende inevitabilmente alle semplificazioni e alle tipizzazioni. L'inquietudine del protagonista, l'impasto linguistico, il viaggio dentro i dubbi, le utopie, le tensioni [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati