Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 20 agosto 2017

Alessandro Borghi

30 anni, 19 Settembre 1986 (Vergine), Roma (Italia)
occhiello
"Viola non si tocca!... È roba mia!"
dal film Suburra (2015) Alessandro Borghi è Numero 8
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alessandro Borghi
Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore non protagonista per il film Fortunata di Sergio Castellitto

Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore non protagonista per il film Il più grande sogno di Michele Vannucci

Nastri d'Argento 2017
Premio miglior attore non protagonista per il film Fortunata di Sergio Castellitto

David di Donatello 2016
Nomination miglior attore per il film Non essere cattivo di Claudio Caligari

David di Donatello 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Suburra di Stefano Sollima



Dominedò e il cast presentano il loro progetto 'romanocentrico'.

5 (Cinque), fumetto criminale

giovedì 23 giugno 2011 - Ilaria Ravarino cinemanews

5 (Cinque), fumetto criminale Nel panorama del cinema indipendente italiano, più ampio di quel che sembri, sopravvivono almeno due categorie di prodotti. Ci sono i film di testa, faticosamente girati per iniziativa di registi-autori innamorati di un pensiero, di un’immagine o di una storia, e i film di pancia, altrettanto faticosamente realizzati da registi imbarcati nel progetto esclusivamente per il piacere di girare. Cinque, regia dell’attore Francesco Maria Dominedò, è un film di cuore e di pancia: girato da un gruppo di amici, realizzato con pochi soldi e con il contributo di tutti (mamme incluse), è un piccolo progetto molto romanocentrico, molto semplice e molto poco cerebrale, «un fumettone» secondo il regista, distribuito dal 24 giugno in appena 7 sale. «Volevamo raccontare una storia e divertirci», dice il regista, grande fan di Romanzo Criminale e dei poliziotteschi anni ’70, e c’è da scommettere che ci siano riusciti. Per il film hanno usato un piccolo ufficio in periferia come centrale operativa, hanno allestito i set tra case di amici e quartieri popolari, hanno rimediato agli imprevisti con tanta improvvisazione, hanno reclutato attori fra i conoscenti e adescato volti noti con le buone e le cattive maniere: «Volete sapere come ho fatto a convincere Matteo Branciamore a partecipare al film? – racconta il regista – ho pagato il portiere del suo palazzo perché gli desse la mia sceneggiatura. Ha funzionato»

   

Fortunata

* * - - -
(mymonetro: 2,27)
Un film di Sergio Castellitto. Con Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi, Edoardo Pesce, Hanna Schygulla.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 20/05/2017.

Il più grande sogno

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di Michele Vannucci. Con Mirko Frezza, Alessandro Borghi, Vittorio Viviani, Milena Mancini, Ivana Lotito.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2016. Uscita 24/11/2016.

Suburra

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,52)
Un film di Stefano Sollima. Con Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola, Alessandro Borghi, Greta Scarano.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2015. Uscita 14/10/2015.

Non essere cattivo

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,69)
Un film di Claudio Caligari. Con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Silvia D'Amico, Roberta Mattei, Alessandro Bernardini.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2015. Uscita 08/09/2015.

Roma Criminale

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,50)
Un film di Gianluca Petrazzi. Con Luca Lionello, Alessandro Borghi, Corrado Solari, Massimo Vanni, Simone Corrente.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2013. Uscita 06/12/2013.
Filmografia di Alessandro Borghi »

venerdì 18 agosto 2017 - Tra i titoli più attesi Suburra - la serie, prima produzione italiana della piattaforma streaming. Disponibile dal 6 ottobre.

Venezia 74, i film targati Netflix

Letizia Rogolino cinemanews

Venezia 74, i film targati Netflix "Le nuove piattaforme devono accettare le regole attuali del gioco. Credo fermamente che almeno la prima volta che qualcuno vede un film sia necessario che lo schermo non sia più piccolo della propria poltrona. Sono convinto che noi spettatori dobbiamo essere più piccoli per entrare nell'immagine e nella storia" ha dichiarato Pedro Almodovar alla scorsa edizione del festival di Cannes, avviando una polemica su Netflix, la piattaforma streaming che ha conquistato milioni di utenti in tutto il mondo. Il famoso evento cinematografico francese ha infatti incluso nel programma film come Okja di Bong Joon-ho e The Meyerowitz Stories di Noah Baumbach, prodotti e distribuiti dal colosso streaming, senza passare per il grande schermo.
Tuttavia, Will Smith, membro della giuria internazionale del festival presieduta dal regista spagnolo, ha tenuto a precisare che nella sua famiglia "l'arrivo di Netflix non ha avuto nessun effetto: sono due tipi di fruizione diverse. Netflix non ha fatto altro che ingrandire l'offerta; ha permesso ai miei figli di vedere film che altrimenti non avrebbero mai visto e li ha messi in contatto con questo mondo underground di storie a 8000 chilometri da loro". Al centro della discussione l'idea che sia sbagliato destinare un film di qualità con un cast e una regia di alto livello al piccolo schermo, senza fissare una distribuzione tradizionale nei cinema. Il Direttore Artistico della Mostra Internazionale del Festival di Venezia, Alberto Barbera, ha deciso di seguire l'esempio dei colleghi francesi, includendo film e serie tv Netflix nel programma della 74° edizione della kermesse italiana.
Giocando in casa sarà presentata in anteprima a Venezia 74 la serie tv Suburra, ispirata all'omonimo film di Stefano Sollima e diretta da Andrea Molaioli, Giuseppe Capotondi e Michele Placido. Ambientata nel 2008, quattro anni prima del film, Suburra è la prima serie tv italiana ad essere prodotta e distribuita da Netflix in collaborazione con la Rai, e racconta l'incrocio tra potere politico, criminale ed ecclesiastico nella città di Roma. Prevista in onda a partire dal 6 Ottobre, comprende nel cast Alessandro Borghi, Adamo Dionisi, Giacomo Ferrara, Claudia Gerini e Filippo Nigro, per una storia che presenta al pubblico la parte più corrotta ed oscura della Capitale, come descritta nel romanzo originale di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini.

giovedì 13 luglio 2017 - Stato, Chiesa, famiglia. Non c'è più niente di sacro. Diretta da Michele Placido, Suburra è la prima serie originale Netflix italiana.

Suburra, la serie sarà su Netflix dal 6 ottobre 2017

a cura della redazione cinemanews

Suburra, la serie sarà su Netflix dal 6 ottobre 2017 Suburra, la prima serie originale Netflix italiana, debutterà venerdì 6 ottobre 2017 e raggiungerà 100 milioni di abbonati nei 190 Paesi in cui il servizio è attivo, rendendo la produzione originale Netflix disponibile per un pubblico globale.   Diretto da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi, Suburra - La serie, è un crime thriller ambientato a Roma, che descrive come la Chiesa, lo Stato e la criminalità organizzata si scontrano, confondendo i limiti della legalità e dell'illecito nella loro feroce ricerca del potere.   Al centro della storia troviamo tre giovani uomini: Numero 8 (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) e Lele (Eduardo Valdarnini), diversi per origine, ambizioni e passioni, che saranno chiamati a fare alleanze per realizzare i loro più profondi desideri.

Tratta dall'omonimo romanzo ma ambientato molti anni prima, Suburra è una serie TV densa di azione, dramma e crimine, che racconta 20 giorni di disordini in 10 incredibili episodi.

   

Altre news e collegamenti a Alessandro Borghi »
Fortunata (2017) Il più grande sogno (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità