Gangs of New York

Film 2002 | Drammatico 168 min.

Regia di Martin Scorsese. Un film Da vedere 2002 con Leonardo DiCaprio, Daniel Day-Lewis, Cameron Diaz, Liam Neeson, John C. Reilly. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2002, durata 168 minuti. - MYmonetro 3,21 su 72 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Gangs of New York tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Gangs of New York è stato il film più atteso dell'anno 2015: per le traversie produttive, per il montaggio infinito, per il suo cast stellare. Il film ha ottenuto 7 candidature a Premi Oscar, 5 candidature e vinto 2 Golden Globes. Al Box Office Usa Gangs of New York ha incassato 77,8 milioni di dollari .

Gangs of New York è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,21/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,31
CONSIGLIATO SÌ
Kolossal in grande stile, ricco di citazioni e stilemi.
Recensione di Marco Cavalleri
Recensione di Marco Cavalleri

New York, 1846, quartiere di Five Points.Una cruenta battaglia tra gangs sancisce il trionfo di William Cutting detto Billy the Butcher, capo dei nativi americani e la morte di Padre Vallon, protettore degli emigranti. Sedici anni dopo il figlio di questi, Amsterdam, esce dal riformatorio fermamente deciso a ingraziarsi l'assassino di suo padre per poi fare vendetta. Conosciuto Billy, Amsterdam ne viene in pratica adottato e arriva a salvargli la vita. Una volta scoperto e sfigurato, si risolverà a combattere apertamente contro di lui. Ma sono gli anni della Guerra Civile: l'ultimo scontro tra le gang sarà decisamente superato in violenza e ferocia dall'intervento delle truppe inviate a far rispettare la coscrizione obbligatoria.
Gangs of New York è probabilmente il film più atteso dell'anno: per le traversie produttive, per il montaggio infinito, per il suo cast stellare. Il risultato, pur notevole, è inferiore alle attese. Si direbbe che Scorsese, per la prima volta alle prese con un kolossal, voglia approfittare dell'occasione per chiudere i conti con tutto il suo passato di innamorato del cinema. Ma lo fa nel modo più sbagliato, infilando a raffica citazioni e stilemi (da Griffith a Leone, da Ejzenstejn a Von Sternberg) che non si coagulano in racconto coerente. Resta una somma smisurata di pezzi di bravura intervallata da lunghi tempi morti, con un cast adeguato nei ruoli di contorno ma poco azzeccato per quelli principali (con la gigantesca eccezione di Daniel Day-Lewis) e incredibili movimenti di macchina contraddetti da clamorosi errori di montaggio. Ma se l'ambizione era quella di riproporre una seconda "nascita della nazione" va largamente delusa. Più grande, in tutti i sensi, che realmente bello.

Sei d'accordo con Marco Cavalleri?
GANGS OF NEW YORK
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 8 dicembre 2015
nike22

Siamo nell'800 nel quartiere "five points" di New York, la gang dei "Nativi" capitanati da Bill,meglio noto come il Macellaio, sconfigge "i conigli morti" uccidendo Padre Vallon e lasciando orfanello il figlio Amsterdam. Ben sedici anni dopo Amsterdam torna, dopo anni di esilio in Irlanda,bramoso di vendetta in una New york corrotta e abbruttita dalla gestione tirannica di Bill.

domenica 15 novembre 2015
Portiere Volante

Veramente un bel film questo di Scorsese,non fosse altro per la splendida rappresentazione dei quartieri e costumi da favola. A tratti davvero cruento,sopratutto attraverso il personaggio di Billy il Macellaio che non lesina letteralmente a tagliare la testa a chi si frappone tra lui e l'agognato potere del "Re dei quartieri" Un uomo di rara bestialità e crudeltà [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 ottobre 2012
Ashtray_Bliss

Gangs of New York, e' un film che offrirebbe svariati spunti per raccontare, piu' o meno fedelmente, una storia che e' radicata nella realta dei fatti. Ovvero la nascita di NY quando la citta' era solo in balia delle gang e delle rivalita' tra loro. Ovviamente da questo ne consegue che come NY, l'intera America e' stata costruita e fondata da immigrati diversi i quali [...] Vai alla recensione »

martedì 16 settembre 2014
ClaudioFedele93

Con l’aprirsi del nuovo millennio, con l’entrata in scena degli anni che passeranno alla storia come la decade dai doppi zeri, Martin Scorsese decide (non a caso) di tornare a parlare di New York, la propria città natale, la metropoli che come si suol dire “non dorme mai” e dove, l’11 Settembre del 2001, un attacco terroristico cambiò, proprio [...] Vai alla recensione »

domenica 6 dicembre 2015
Noia1

Un ragazzo cerca di rifarsi una vita dopo anni in riformatorio dopo la morte del padre, malgrado tutto però, dovrà fare i conti col destino. Film enorme, diretto magistralmente soprattutto nella messa in scena. Daniel Day Lewis lotta a suon di bravure contro Leonardo Di Caprio mentre Cameron Diaz fa la sua figura vista e stravista coi suoi occhi grandi e i sorrisi ormai chiaramente di [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 agosto 2014
Antonio Canzoniere

Nella seconda metà dell'800, tra irlandesi in cerca di riscatto e un posto al sole nella East Coast e "Nativi" che sembrano sporchi e lerci diavoli miltoniani, il quartiere newyorchese dei Five Points è sconvolto dalla lotta che il giovane Amsterdam, orfano di Priest Vallon, capo dei "figli di Erin", chiamati Dead Rabbits sul campo di battaglia, ingaggia contro [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 febbraio 2013
Gerardo Monizza

Gerardo Monizza La nascita di un capitale è – spesso – il frutto di una serie di concatenazioni violente, anche non corrette, talvolta al limite della legge. Così sosteneva il vecchio Marx e Martin Scorsese sembra dargli ragione, documentando. In “Gangs of New York” il capitale è quello morale della “capitale” del mondo contemporaneo che [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 ottobre 2010
Siper

Nel fantastico scenario della New York di meta ‘800, ancora alla ricerca di un equilibrio tra le varie etnie che la popolavano e i continui sbarchi di europei in cerca di fortuna, prende vita “Gangs of New York”. Il film di Scorsese si presenta alla grande potendosi avvalere di un Cast Stellare: da Leonardo Di Caprio a Cameron Diaz da Daniel Day-Lewis a Liam Neeson .

lunedì 10 gennaio 2011
andre89LOST

Bella storia, un pò incasinata, con Di Caprio e Day-Lewis davvero bravissimi. Il film in certi tratti è un pò pesante, ma tutto sommato scorre via. Ma non chiamatelo capolavoro!! Spettacolare la scenografia. Curioso il  cameo di Martin Scorsese. voto: 7+

mercoledì 7 settembre 2016
Codrut

 Tra i migliori film di Scorsese, sicuramente uno dei miei preferiti in assoluto. Si entra subito nel vivo, siamo a New York nell'800, quartiere five points. Durante una epica battaglia, i nativi capeggiati da Bill il macellaio (interpretato in modo straordinario da D.D. Lewis) hanno la meglio sui "conigli morti" (gang di immigrati irlandesi) capeggiati da padre Vallon.

martedì 17 giugno 2014
Filippo Catani

1846. Al termine di un feroce duello tra il gruppo dei nativi e quello dei migranti, il capo di questi ultimi viene ucciso. Sedici anni dopo il figlio cercherà di vendicarsi del capo dei nativi il famigerato Macellaio mentre intanto sta infuriando la Guerra Civile. Un film bello e rude e non sarebbe potuto essere altrimenti per rendere al meglio quello che sta alle origini della grande metropoli [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 luglio 2013
Nick Simon

Martin Scorsese dirige con mestiere, ma forse con meno ispirazione che in passato, un ritratto storico-sociale della travagliatissima nascita di New York; lo fa rivisitando parzialmente, e spostando nei secoli addietro, gli ambienti a lui più cari: quello dell'America e di New York per l'appunto, così come quello dei gangsters.

mercoledì 21 agosto 2013
jacopo b98

 Nel 1848 i Nativi, guidati da Bill il Macellaio (Day-Lewis), e i Conigli Morti, guidati dal reverendo Vallon (Neeson), si scontrano per il controllo dei Five Points, un quartiere di New York. Una battaglia sanguinosa sancisce il vincitore: Vallon è sconfitto. Nel 1866 il figlio (DiCaprio) del prete torna ai Five Points dove aveva assistito bambino all’uccisione del padre per avere [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 novembre 2015
MR. F

Una sola parola lo racchiude: epico! Senza romanzare troppo i termini e le analisi, questo film del grande Scorsese racconta, in maniera superba, uno spaccato quasi sconosciuto della società americana del XIX secolo. Un cast decisamente indovinato, ambientazioni perfette, costumi fedelissimi, scenografia davvero ben realizzata. Ci sono tutti gli ingredienti per vederlo e comprarlo in dvd [...] Vai alla recensione »

martedì 23 giugno 2009
Pryscilla

Come un palcoscenico, che pian piano si schiude, lasciando il posto alla scenografia intera,così incomincia il film, lasciando volutamente gli spettatori sconcertati e curiosi. Gradualmente si capisce la storia e ciò su cui si vuole poggiare l'attenzione. Non ci delude DiCaprio, per il quale devo ammettere di avere un'ammirazione spropositata e non ci deludono nemmeno gli attori principali, fra i quali [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 aprile 2012
Spartaco18

film bellissimo!!sottovalutato secondo me..il cast é veramente ottimo!daniel day-lewis fá sognare!!con questo film dicaprio ha finalmente abbandonato quell'aria da bambino(e di attore)viziato e ha finalmente iniziato a recitare da oscar senza fermarsi!!grande prova di attori,di registi,di montaggio,di musiche e chi piú ne ha piú ne metta!!veramente un ottimo film

martedì 27 dicembre 2011
Marco Ed 93

Capolavoro assoluto!! tanti si aspettavano un film alla via col vento e invece per fortuna non sono stati accontentati. Regia magistrale, scenografie e costumi da vero kolossal, belle musiche e un cast molto ricco dove spicca la performance strepitosa e assoluta di Daniel day Lewis nei panni del fantomatico bill il macellaio. Film da 5 stelle!! il migliore del 2000.

venerdì 16 settembre 2011
Lenny/Demi

giovedì 28 aprile 2011
il cinefilo

Il film inizia con una frase:"il sangue resta sulla lama"pronunciata dal reverendo Vallon per suo figlio Amsterdam(da adulto interpretato da Leonardo Di Caprio)e il cui significato riecheggierà per il resto della vicenda anche o soprattutto per le violenze perpetrate da Bill"il macellaio"(interpretato da un monumentale Daniel Day Lewis.

domenica 18 aprile 2010
joker91

se questo film lo avesse fatto un regista normale e giovane al quale hollywood aveva dato fiducia si sarebbe urlato al grande film ma quando un film cosi lo fa scorsese si pensa sempre al capolavoro già prima di entrare in sala. un film da vedere perchè non è da buttare,di caprio è fantastco ed ancora più di lui lo è day lewys che rimane un attore incredibile [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 dicembre 2014
jhon whisky

film del 2002 diretto da m.scorsese sceneggiato da steven zaillian , in questo film c'è la prima collaborazione tra scorsese e di caprio che continuerà arrivando a 5 film ,ultimo t.w.o.w.s nel cast troviamo nei panni dell'antagonista daniel day lewis. questo progetto era nella mente del regista già dagli anni '80 ma per problemi di budget nessuna casa di produzione ha [...] Vai alla recensione »

martedì 14 maggio 2013
CinePazzo

Troppo spesso come in questo caso, un film viene considerato solo dalla quantita di sangue; Questo film, a mio parere merita di essere visto, anche piu di una volta. Mi rimane poco da dire, le cose importanti sono state gia dette, non mi rimane che consigliarvelo ancora e ancora

lunedì 23 aprile 2012
Spartaco18

film bellissimo!!sottovalutato secondo me..il cast é veramente ottimo!daniel day-lewis fá sognare!!con questo film dicaprio ha finalmente abbandonato quell'aria da bambino(e di attore)viziato e ha finalmente iniziato a recitare da oscar senza fermarsi!!grande prova di attori,di registi,di montaggio,di musiche e chi piú ne ha piú ne metta!!veramente un ottimo film

sabato 11 febbraio 2012
richardthethird

un film che entrerà nella storia dell' america così come l'immenso daniel day lewis attore di una prova a dir poco sbalorditiva. eccezionale nonostante la sua durata il scorre velocemente senza mai anniare. un altro grande capolavoro di scorsese

martedì 16 febbraio 2010
Pierluigi Persano

venerdì 23 ottobre 2009
lions

si salva solo daniel day lewis

lunedì 12 febbraio 2018
knodala

Leopardi si lanciava in spericolati versi interrogando la Luna e i suoi misteri esistenziali; Martin Scorsese, con la medesima accoratezza e disincanto, interroga New York; il suo cuore che pulsa e sanguina dà il la ad intensi interrogativi su quale sia l'origine e il senso comune dell'America. Da dove nasce l'impetuoso sentimento a stelle e strisce? In che modo la carne marcescente, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 giugno 2016
Franco Pupeschi

Non m'intendo molto di cinema ... ! Ho appena cominciato ed ho solamente ... 1.200 film in collezione, molti dei quali ancora da vedere ....! Sicuramente tutti voi avrete più esperienza di me ...! Comunque, per quel poco che ho visto, mi sembra un ottimo film ! (4 stelle) Mi riservo di dare un giudizio migliore o peggiore, non appena avrò osservato e valutato tutti i dettagli . Vai alla recensione »

domenica 24 aprile 2016
JollyRoger27488

il film mi è piaciuto abbastanza, ma due ore e mezzo sono eccessive, le senti tutte e non è una lunghezza che  scorre su una trama ben precisa.. è una lunghezza fatta di aneddoti, senza un fine vero e proprio per la trama se non quello di ribadire concetti  e so che esprimere critiche a un film che non sia palesemente obbrobrioso su mymovies equivale ricevere una [...] Vai alla recensione »

martedì 25 gennaio 2011
TheMichTemp

domenica 2 gennaio 2011
Alex_23

Convinto che fosse un polpettone noiosissimo che avrei diluito in più e più visioni, un paio di mesi fa registrai Gangs of New York. E ne fui colpito. Il fascino dell'800, la sconfinata bravura di Lewis (immenso nella sua interpretazione), l'ammirazione che ripongo per Di Caprio-Scorsese mi hanno sorpreso. Certo il film ha dei momenti morti ma è riuscito ad emozionarmi [...] Vai alla recensione »

martedì 7 dicembre 2010
the man of steel

Tutto fumo e niente arrosto. Io non ho visto tutti i film di Martin Scorsese ma finora credo che questo sia il peggiore. Un ritmo pessimo pieno di scene tagliate a metà e sconnesse tra loro. Una regia al di sotto della media che non riesce a riscattare il film da un montaggio passivo e inesistente. L'unico attore buono è Day-Lewis che senza strafare regala un'interpretazione [...] Vai alla recensione »

domenica 26 ottobre 2014
yurigami

Questo film è perfetto, inizia con azione allo stato puro, procede come un film drammatico (con una trama fantastica) anche un po' thriller e finisce con azione allo stato puro. Io l'ho visto in inglese, perciò non so com'è il doppiaggio, ma comunque i personaggi sono fatti benissimo, il macellaio è uno dei cattivi meglio fatti in un film di questo genere, Dicaprio [...] Vai alla recensione »

domenica 26 ottobre 2014
yurigami

Questo film è perfetto, inizia con azione allo stato puro, procede come un film drammatico (con una trama fantastica) anche un po' thriller e finisce con azione allo stato puro. Io l'ho visto in inglese, perciò non so com'è il doppiaggio, ma comunque i personaggi sono fatti benissimo, il macellaio è uno dei cattivi meglio fatti in un film di questo genere, Dicaprio [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 marzo 2011
Dado1987

Martin Scorsese è un fantastico regista, quanto stravagante e sfigato come la morte, la maggior parte dei suoi lavori è stata ingiustamente snobbata, ed in questo caso specifico, seppur non sia un capolavoro, delle 10-11 nominations, non s'è visto neanche un Oscar, nemmeno per i costumi o la scenografia, che ho trovato molto buoni.

sabato 25 luglio 2009
Joe DiCaprio

Non ci siamo Martin, pecche ovunque, il film non riesce ad essere MAI verosimile, fattezze da pagliacciata teatrale (con tutto il rispetto per il teatro). Neppure il sempre grande Leo riesce a salvare un flop di dimensioni titaniche. Forse il peggior Scorsese di sempre, un insulto ai suoi grandi capolavori del passato, da Mean Street a Raging Bull, ecc. Un autentico spreco di soldi.

sabato 12 novembre 2011
Fabolando

Un film noiosissmo che fa pesare tutti i minuti che compongono la sua lunghezza... un insieme di situazioni banali e stereotipi imbarazzante! Sicuramente il peggior Scorsese di sempre. Le caratterizzazioni dei personaggi e delle gangs sembrano uscite da un fumetto di "Topolino"

sabato 21 novembre 2009
dian71cinema

UN FILM ANNUNCIATO COME UNO DEI MIGLIORI FILM DELL'ULTIMO DECENNIO E DEL NUOVO SECOLO, UN CAST CON GRANDI NOMI DEL MONDO CINEMATOGRAFICO, UN REGISTA CHE SOLO A SENTIRNE IL NOME, CREA SUCCESSI COME MICHAEL JACKSON NELLA MUSICA.. INSOMMA UN FILM CHE DURA QUASI 3 ORE E CHE, PERFETTAMENTE DACCORDO CON LA RECENSIONE, OFFRE SCENE DI INCANTEVOLE PREGIO (E, OCCORRE AGGIUNGERLO UNA BELLISSIMA AMBIENTAZIONE [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 aprile 2009
serpico

POTEVA ESSERE UN CAPOLAVORO PECCA NELLA SCENEGGIATURA DANIEL DEY-LEWIS D'ANTOLOGIA DA OSCAR SENZA LA SUA PRESENZA QUESTO FILM ERA MEDIOCRE DI CAPRIO CAMBIA LAVORO IL CINEMA NON E PER TE PESSIMA FIGURA CON LEWIS TROPPO SUPERIORE SOPRA LE RIGHE............ SCORSESE REGIA DA OSCAR E SEMPRE UN GRANDE

Frasi
Ricorda la prima legge della politica: le schede non fanno il risultato. Gli scrutatori fanno il risultato!
Una frase di William 'Boss' Tweed (Jim Broadbent)
dal film Gangs of New York
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

No, Gangs of New York non è il capolavoro annunciato; o meglio, lo è solo in parte. Capolavoro a metà è un concetto che non regge? Sia pure: resta il fatto che il film, dopo aver mescolato per due terzi cose belle (la nervosa sequenza iniziale) con altre meno riuscite, nell'ultima parte decolla vertiginosamente offrendo allo spettatore un'ora di cinema memorabile.

Emanuela Martini
Film TV

«Chi si sarebbe mai sognato che la guerra potesse arrivare a New York?». E invece, nel 1863, la guerra infuria nelle strade di Manhattan: due anni prima il presidente Lincoln ha deciso di abolire la schiavitù e undici stati del Sud si sono distaccati dall’Unione. La guerra di Secessione è lontana, ma gli uomini che vanno a combatterla, i proscritti, i volontari forzati, i pochi che sembrano crederci, [...] Vai alla recensione »

Paolo Boschi
Scanner

“L'America è nata nelle strade”: mai slogan di lancio fu più azzeccato (e diffuso). Ma, indipendentemente dall'accorta strategia promozionale dell'ultimo film di Martin Scorsese, è anche vero che pochi titoli sono stati attesi come Gangs of New York, sia per la garanzia dell'autore, sia per l'indubbio blasone del cast, sia per la travagliatissima produzione che per la decisione di posticiparne l'uscita [...] Vai alla recensione »

Alessandra Venezia
Panorama

Scorsese e New York: la passione di un grande regista per la storia e le pulsioni, la crudeltà e la meraviglia della città che ama. Gangs of New York è soprattutto questo: l’omaggio superbo di Martin Scorsese alla Grande Mela. Ambientato nel 1860 a Five Points, quartiere malfamato di Lower Manhattan dove si trova ora l’opulenta Soho, il film racconta la guerra fra bande rivali per il dominio della [...] Vai alla recensione »

Valerio Guslandi
Ciak

C'è qualcosa che disturba all'inizio di questo film. Una nota stonata che non si riesce subito a focalizzare. Dopo un intenso prologo in bianco e nero nella Roma del 1943 (che sarà chiarito durante lo svolgimento della pellicola) ci ritroviamo nella Roma di oggi, nella mattinata qualsiasi di una coppia qualsiasi. […] Poi questa giornata qualsiasi diventa una giornata particolare: un uomo, un anziano [...] Vai alla recensione »

winner
miglior regia
Golden Globes
2003
winner
miglior canzone
Golden Globes
2003
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati