The Beekeeper

Film 2024 | Azione, Thriller, 105 min.

Regia di David Ayer. Un film con Jason Statham, Josh Hutcherson, Jeremy Irons, Emmy Raver-Lampman, Taylor James. Cast completo Genere Azione, Thriller, 2024, durata 105 minuti. Uscita cinema giovedì 11 gennaio 2024 distribuito da 01 Distribution. Oggi tra i film al cinema in 4 sale cinematografiche - MYmonetro 2,65 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Beekeeper tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 11 gennaio 2024

La brutale campagna di vendetta di un uomo assume una valenza nazionale dopo che si scopre che è un ex agente di una potente organizzazione clandestina conosciuta come "Beekeepers". In Italia al Box Office The Beekeeper ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 1,9 milioni di euro e 761 euro nel primo weekend.

Consigliato nì!
2,65/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,11
PUBBLICO 2,83
CONSIGLIATO NÌ
Una sfrenata escalation di violenza con una sana dose di implicita autoironia. Per i fan il divertimento è garantito.
Recensione di Emanuele Sacchi
giovedì 11 gennaio 2024
Recensione di Emanuele Sacchi
giovedì 11 gennaio 2024

Adam Clay è, o almeno sembra, un apicultore. In realtà è un ex Beekeeper, ossia il protettore di un altro genere di "alveare": è un agente dei servizi segreti dalle doti fisiche straordinarie, con il compito di intervenire quando gli equilibri del sistema democratico sono in pericolo. La sua vicina di casa, Eloise, subisce una truffa informatica che la priva in un istante di ogni risparmio e di un fondo di beneficenza da lei gestito. Sopraffatta dalla disperazione per quanto avvenuto, la donna si suicida: Clay decide di vendicare lei e le altre vittime di questa ingiustizia, distruggendo tutto ciò che lo separa dalla cima della piramide criminosa.

Da un film action con Jason Statham e diretto da David Ayer (Suicide Squad) è lecito attendersi una maggiore attenzione dedicata a sparatorie e ad arti marziali anziché ad approfondimenti psicologici dei personaggi.

E così è, molto prevedibilmente, a tutto vantaggio di un pubblico fortemente "targettizzato" e che probabilmente non pretende altro dalla visione di The Beekeeper.

Dimenticando l'analisi da critico intransigente e lasciandosi andare al flow delle gesta di Statham, è innegabile che il film di Ayer intrattenga e diverta fino alla fine. Il merito è di una buona direzione delle scene action e di una sana dose di autoironia, non conclamata e guascona, bensì implicita e sottopelle, figlia del parossismo di alcune scelte stilistiche e narrative. In alcuni casi si lambiscono i confini del cinecomic, come quando conosciamo la nuova Beekeeper, una maniaca delle armi da fuoco vestita con il look di una cantante pop anni '80, inviata per fermare Clay.

La successione di villain di crescente spregevolezza, indifendibili sul piano etico, giustifica l'ultraviolenza quasi catartica di Clay, in perfetto stile John Woo. Dall'inizio rurale fino a un epilogo che sa di immersione godzillesca da kaiju eiga, The Beekeeper si pone come la risposta politicamente scorretta e vagamente boomer allo stato di cose degli odierni Stati Uniti d'America, raffigurati come una democrazia agonizzante, piena di disuguaglianze e costantemente sull'orlo di una guerra civile.

L'identificazione del villain in un giovane debosciato, che utilizza le vulnerabilità di internet per depredare i cittadini, dona alla metafora dell'alveare - spesso usato in letteratura, come riferimento per rappresentare i social network e le loro celle comunicanti ma al contempo isolate - un nuovo senso e al personaggio di Clay un fascino quasi luddista, nella sua strenua opposizione tanto alla generazione Z che a uno spregiudicato progresso tecnologico. Il cast composito include anche un atipico Jeremy Irons, che gigioneggia nei panni dell'ex capo della CIA, senza arrendersi al cinema di serie B come l'ultimo John Malkovich, ma regalando uno straniante effetto caricaturale.

In un travagliato presente, un apicultore dai modi spicci veglia su di noi. Che sia un'ipotesi rassicurante o meno, è faccenda decisamente soggettiva.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 18 gennaio 2024
Fabio Canessa
Il Tirreno

State dalla parte della legge o della giustizia? Nel primo caso rischiate di mandare assolto il corrottissimo figlio della prima presidente donna degli Usa, nel secondo vi schierate con l'erede dei giustizieri della notte e dei cittadini che si ribellano. Tutto comincia con un'anziana suicida per colpa di un call center criminale, che truffandola le prosciuga il conto in banca.

martedì 16 gennaio 2024
Andrea Fornasiero
Film TV

Adam Clay, per dirla alla Clint Eastwood, è quel qualcuno che si incontra ogni tanto e che non va fatto incazzare. Solo, all'ennesima potenza. Lo scopre a sue spese una società di truffe informatiche quando porta al suicidio la donna che ospita Adam: semplice apicoltore, ma in realtà ex agente segreto, l'uomo mette in campo tutto il suo addestramento con il nome in codice di.

martedì 16 gennaio 2024
Davide Di Giorgio
Duels.it

Un certo debole per le figure non allineate a David Ayer non è mai mancato, ancor più se queste flirtano con i meccanismi di un sistema militare o governativo da cui sono di volta in volta escluse: siano i soldati di Fury che si ritrovano isolati nel territorio nemico o i criminali di Suicide Squad usati come carne da macello per missioni mortali, al regista americano sembrano interessare quegli elementi [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2024
Giovanni Guidi Buffarini
Corriere Adriatico

''The Beekeeper": l'apicultore. Ma Jason Statham sa far ben altro che curare le api e ripulire i campi da erbacce e gramigna. E una macchina da guerra (non l'avreste mai detto, eh?). Quando la vicina di casa «l'unica persona che si sia mai presa cura di me» si suicida avendo perso i risparmi d'una vita causa truffa informatica, si scatena. Al netto di dettagli che dovrebbero contare e invece no, la [...] Vai alla recensione »

sabato 13 gennaio 2024
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Adam Clay è un «beekeeper» (apicoltore) di quelli bravi e riservati. Ma poi succede che la padrona di casa, che l'ha accolto come un figlio, si spari perché ingannata da un'azienda specializzata in truffe online. E che il primo livello di cattivoni - stuzzicati da una sua istintiva reazione - gli stermina gli amati insetti. Allora il nostro eroe decide che è tempo di rispolverare l'altro significato [...] Vai alla recensione »

sabato 13 gennaio 2024
Paolo Zelati
La Voce di Mantova

Molti sono gli esempi contemporanei che si potrebbero scomodare come fonte di ispirazione per "The Beekeeper": da "John Wick" a "John Rambo" passando dai vari revenge movie di Denzel Washington e Liam Neeson. Tutto vero, anche se l'ultimo film del dinamico Jason Statham affonda le sue radici nel mitico cinema d'azione degli anni Ottanta, un fumetto insomma, più vicino a "Cobra" e a "Commando" che all'action [...] Vai alla recensione »

sabato 13 gennaio 2024
Emanuele Marazzini
La Gazzetta di Parma

Sconvolta perché dei subdoli hacker le hanno prosciugato il conto, un'anziana signora si toglie la vita. A fare vendetta ci penserà il vicino di casa, Jason Statham in versione apicoltore, con alle calcagna la figlia poliziotta della vittima... Quasi copia del recente «The Killer» di Fincher e debitrice alla saga di John Wick, l'ultima creazione di David Ayer ragiona sul senso di comunità minacciata [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 gennaio 2024
Marco Minniti
Asbury Movies

A solo pochi mesi da I mercenari 4 - Expendables, quarto capitolo di una saga che lo vedeva per la prima volta assurgere al ruolo di protagonista, Jason Statham non cambia registro, consegnando ai suoi spettatori un altro dei suoi statuari personaggi. Se la "cifra" recitativa dell'attore ed ex artista marziale britannico non ha mai escluso un certo grado di ironia - cifra mantenuta anche nel poco riuscito [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2024
Pedro Armocida
Il Giornale

Non disturbate mai un apicoltore, soprattutto se a interpretarlo è Jason Statham, la star di Transporter e I mercenari, dove ogni scusa è buona per menare le mani. In questa baracconata diretta da David Ayer (Suicide Squad) da non prendere mai sul serio, il nostro giustiziere dà la caccia a un villain d'eccezione come Jo-sh Hutcherson, che ruba la pensione alle vecchiette con truffe telefoniche.

giovedì 11 gennaio 2024
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

Questo sull'apicultore è il quinto film di Jason Statham da Operation Fortune di Guy Ritchie, uscito ad aprile 2023 (seguono Fast X, Shark 2 e I mercen4ri): nell'industria dell'action oramai del tutto rifondata in chiave supereroistica, l'ex-Transporter resiste con il suo cinema in cui si menano le mani alla vecchia maniera, il protagonista inarrestabile utilizza qualsiasi oggetto contundente o meno [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2024
Francesco Bonfanti
Close-up

Chi cazzo sei? Winnie Pooh? Questo domandano ad Adam Clay (Jason Statham) quando stende l'ennesimo uomo e in risposta dice di essere un apicoltore. Ma Adam non è un apicoltore come un altro: sì, ha il suo alveare da proteggere in campagna, ma la società stessa è il suo alveare e se qualcosa la minaccia, lui risponde perché Devo prendermi cura dell'alveare! La minaccia in questo caso lo tocca nel [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2024
Francesco Del Grosso
Cineclandestino

La vendetta si sa è un piatto che va servito freddo, ma se a compierla è un "apicoltore" interpretato da Jason Statham può diventare calda e dolce come il miele. Chi vedrà a partire dall'11 gennaio 2024 The Beekeeper, la nuova fatica dietro la macchina da presa di David Ayer con protagonista il granitico attore britannico, coglierà immediatamente il senso della battuta con la quale abbiano aperto la [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 gennaio 2024
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Attori come Jason Statham sembrano essere figli di un altro tempo. Si è sempre ispirato a Bruce Lee, è l'erede di Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone. Come lui ne sono rimasti pochi. Duetta ancora con Vin Diesel e Dwayne Johnson, alcune volte si accosta a Denzel Washington (The Equalizer) e prova a emulare il successo di Keanu Reeves (John Wick).

mercoledì 10 gennaio 2024
Vittorio Renzi
Quinlan

Sono oramai lontani i tempi di Snatch - Lo strappo (Guy Ritchie, 2000) o Crank (Neveldine e Taylor, 2006), nei quali la maschera da duro e le abilità performative di Jason Statham erano messe a buon frutto. Da almeno tre lustri la carriera dell'attore britannico è ripiegata su se stessa, in action al fulmicotone che ripetono sempre gli stessi pattern, spesso facenti parte di franchise più o meno longevi [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 5 ottobre 2023
 

Regia di David Ayer. Un film con Jason Statham, Josh Hutcherson, Jeremy Irons, Emmy Raver-Lampman, Taylor James. Da giovedì 11 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati