•  
  •  
Apri le opzioni

Jeremy Irons

Jeremy Irons (Jeremy John Irons) è un attore inglese, è nato il 19 settembre 1948 ad Isola di Wight (Gran Bretagna).
Nel 2007 ha ricevuto il premio come miglior attore miniserie o film tv al SAG Awards per il film Elizabeth I. Dal 1991 al 2007 Jeremy Irons ha vinto 6 premi: David di Donatello (1991), Emmy Awards (2006), Golden Globes (1991, 2007), Premio Oscar (1991), SAG Awards (2007). Jeremy Irons ha oggi 73 anni ed è del segno zodiacale Vergine.

Ferro fra le stelle

A cura di Fabio Secchi Frau

Gli esordi
Attore speciale di Cronenberg che gli ha cucito addosso (leggenda narra) alcuni dei «ruoli più belli del mondo», come li definì la critica mondiale. Se fosse un essere mitologico sicuramente sarebbe una sirena in ferro (tanto per fare un delizioso omaggio al suo cognome) così simile all'Olivier ben più famoso che, come lui, con la sua voce ipnotizzò e incantò le platee del teatro inglese.
Figlio di un contabile, dopo essersi diplomato alla Sherbone School nel Dorset, nel 1965 tenta la carriera di batterista entrando nella band Four Pillars of Widsom, ma senza successo, così si iscrive alla Old Vic Theatre School di Bristol e nel 1968 entra a far parte della compagnia della scuola, con la quale recita per circa due anni in diverse produzioni (Shakespeare e Williams), sbarcando il lunario con altre professioni (assistente scenografo, giardiniere e cameriere). Con l'arrivo degli anni Settanta, si trasferisce a Londra dove partecipa al musical "Godspell", mettendosi in evidenza nel ruolo di Giovanni Battista, cui seguono diverse apparizioni sui palcoscenici del West End e una serie di ruoli televisivi, fra cui il suo primo debutto nel telefilm The Rivals of Sherlock Holmes e il programma per bambini "Playaway".
Annullato il suo matrimonio con l'attrice Julie Hallam, si sposa con l'attrice Sinéad Cusack (sua compagna anche in alcune pellicole) dalla quale avrà due figli: l'attore Samuel Irons e Maximilian Irons, poi sbarcherà al cinema nel 1980 con la pellicola Nijinsky di Herbert Ross accanto ad Alan Bates e, nientemeno, alla nostra Carla Fracci, seguito da La donna del tenente francese (1981) di Karel Reisz con Meryl Streep. Da quel momento in poi continuerà la sua carriera alternandosi fra rivisitazioni di classici inglesi per la BBC (all'interno dei quali gli viene offerta sempre la parte dell'eroe romantico) e la recitazione in teatro arrivando a collaborare, nel 1984, con la Royal Shakespeare Company e debuttando a Broadway come interprete, assieme a Glenn Close, della commedia "The Real Thing" di Tom Stoppard che gli farà aggiudicare il Tony Award come miglior attore.
Dopo essere stato diretto da Roland Joffé in Mission (1986), per il quale viene nominato ai Golden Globe, si sdoppia nel provocante e psicotico film di David Cronenberg Inseparabili (1988), anche se il vero successo, l'Oscar come miglior attore protagonista e il David di Donatello come miglior attore straniero, gli arrivano grazie alla pellicola Il mistero Von Bulow (1990) di Barbet Schroeder, accanto alla sua ex compagna di palcoscenico, Glenn Close.

Gli anni Novanta
Nei primi anni Novanta si lascia corteggiare dai primi registi indipendenti, che nel nuovo millennio raggiungeranno lo status di autori di serie A: Stephen Gyllenhaal lo fa recitare accanto alla moglie in Waterland - Memorie d'amore, Steven Soderbergh gli offrirà il ruolo di Franz Kafka nel surreale Delitti e segreti (1992). Nel frattempo, autori di fama più robusta gli offriranno alcuni dei ruoli che ne hanno aumentato ancora di più la celebrità. Nessuno può dimenticare il ruolo del suocero fedifrago in Il danno (1992) di Louis Malle, così come quello del maschilista e prepotente Esteban nella saga familiare de La casa degli spiriti (1993) di Bille August, per non parlare dell'eterosessuale innamorato di un uomo in M. Butterfly (1993) di Cronenberg.
Bernardo Bertolucci e Franco Zeffirelli sono i registi di casa nostra con i quali questo attore inglese ha lavorato. Il primo lo ha inserito in Io ballo da sola (1996), mentre il secondo lo ha spinto fra le braccia di Fanny Ardant/Maria Callas in Callas forever (2002). Quasi incestuoso in Lolita (1997) di Adrian Lyne, sospettosamente omosessuale in Il mercante di Venezia (2004), Jeremy Irons ha prestato il suo volto e la sua voce possente (che ricordiamo ha doppiato e ispirato il personaggio di Scar nella pellicola d'animazione Il Re Leone) anche per il Casanova (2005) di Hallstrom e per Le Crociate (2005) di Ridley Scott.

I duemila
Più adatto a ruoli legati al medioevo e al surreale - lo conferma nel fantasy Eragon (2006) e nella pellicola di David Lynch Inland Empire (2006) ha una recitazione che suscita gli elementi base delle nostre spinte emotive.
Lo ritroviamo nel film di Ed Harris con Viggo Mortensen Appaloosa, e poi nel biopic Georgia O'Keeffe; mentre dopo la partecipazione al thriller finanziario Margin Call, e al drammatico The Words, partecipa a Beautiful Creatures di Richard LaGravenese accanto a Viola Davis ed Emma Thompson, e sarà poi nel film di Tornatore La corrispondenza e nel blockbuster Batman V Superman: Dawn of Justice.
Nello stesso anno, il 2016, è nelle sale anche con L'uomo che vide l'infinito impreziosendo la pellicola con una delle sue solite ottime performance ed è nel cast di Race - il colore della vittoria e Assassin's Creed di Justin Kurzel. L'anno dopo reciterà in The Batman di Ben Affleck. Generoso e trionfale ha nella sua voce profondissima quel qualcosa di emozionante e meraviglioso che ti lascia tramortito come un bacio travolgente.

Ultimi film

Drammatico, (USA - 2021), 158 min.
Spionaggio, Thriller - (USA - 2018), 139 min.

Focus

INCONTRI
venerdì 5 agosto 2011
Francesca Pellegrini

Il suo nome è da sempre sinonimo di classe, ambiguità, magnetismo; peculiarità che gli ha permesso di affascinare le platee, espiando i peccati di un mercenario redento in Mission, sdoppiandosi per David Cronenberg ne Inseparabili, scagionandosi dall'accusa di uxoricidio ne Il mistero Von Bulow e lasciandosi corrompere dal peccato nella miniserie The Borgias. Ieri sera, durante la sesta giornata della nona edizione del Festival del Sole, Jeremy Irons ha arricchito il suo complesso ventaglio di personaggi incarando il leggendario compositore, Frédéric Chopin, sul prestigioso palco del Teatro Signorelli di Cortona (Ar), per la prima mondiale di "Nocturne: Seduction, Smoke and Music – The love story of Chopin and George Sand" scritto da James Melo

News

Nel film il premio Oscar Jeremy Irons racconta il rapporto del generale francese con il mondo artistico. L'8, 9,...
Regia di Dennis Dugan. Un film con Diane Keaton, Jeremy Irons, Maggie Grace, Andrew Bachelor, Diego Boneta.
L'attore presiederà la giuria della 70.ma edizione del festival al via il prossimo 20 febbraio.
Un viaggio di incredulità e speranza tra i rifiuti. In cerca di un mondo migliore. Stasera alle 21:30 in streaming.
Un viaggio di incredulità e speranza tra i rifiuti. In streaming fino al 21 luglio.
Dark Blood sarà presentato a vent'anni dalla morte dell'attore.
Le foto del thriller ambientato nel mondo dell'alta finanza.
La star britannica ospite della IX edizione del Tuscan Sun Festival.
Un cast d'eccezione per raccontare la crisi che ha sconvolto l'economia mondiale.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati