Il danno

Film 1992 | Drammatico 112 min.

Regia di Louis Malle. Un film Da vedere 1992 con Jeremy Irons, Juliette Binoche, Miranda Richardson, Rupert Graves, Ian Banner. Cast completo Titolo originale: Damage. Genere Drammatico - Francia, Gran Bretagna, 1992, durata 112 minuti. - MYmonetro 3,75 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il danno tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tratto dal romanzo di Josephine Hart. Un esercizio di stile ben eseguito, un melodramma secco e incisivo che vede Louis Malle tornare al tema di Les amants e Pretty Baby: il sesso come disperato attaccamento alla vita. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 1 candidatura a Golden Globes, Al Box Office Usa Il danno ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 4 milioni di dollari e 102 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato assolutamente sì!
3,75/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,50
CONSIGLIATO SÌ
Affascinante ritratto di una donna segnata dalla tragedia.

Tratto dal romanzo di Josephine Hart. Un esercizio di stile ben eseguito, un melodramma secco e incisivo che vede Louis Malle tornare al tema di Les amants, Pretty Baby e Soffio al cuore: il sesso come disperato attaccamento alla vita. Affascinante ritratto di una donna la cui vita è segnata dalla tragedia del suicidio del fratello, innamorato di lei e non corrisposto. Sta per sposare il rampollo di un influente uomo politico inglese, con il quale però inizia una relazione. Ricrea così inconsciamente lo stesso schema di eventi che aveva portato al suicidio del fratello, finché il cerchio si chiude con la morte del promesso sposo. La presa di coscienza finale la riconduce alla vita, placa la tensione metafisica, rendendola così "... una donna come tutte le altre".

Recensione di Stefano Lo Verme

La vita di Stephen Fleming, politico di successo e padre di famiglia modello, cambia improvvisamente quando l'uomo viene travolto dall'irrefrenabile attrazione per Anna Barton, la giovane e conturbante fidanzata di suo figlio Martyn; schiavo del proprio desiderio ed incurante delle conseguenze che questo può avere sulla sua famiglia, Stephen intraprende con Anna una torrida relazione... finirà in tragedia.
Tratto dall'omonimo romanzo di Josephine Hart, sapientemente adattato per il grande schermo dallo sceneggiatore David Hare, Il danno è il penultimo film del celebre regista francese Louis Malle, che con questa pellicola torna a trattare il tema dell'irrazionalità delle pulsioni erotiche, come già aveva fatto all'inizio della sua carriera con Les amants, nel 1958. Anche questa volta al centro della storia c'è un amore illecito, quello tra un ministro conservatore del governo britannico, Stephen Fleming (Jeremy Irons), la cui condotta pubblica e privata è sempre stata ritenuta un esempio di irreprensibilità e di rigore, e l'affascinante Anna Barton (Juliette Binoche), donna dal passato tormentato che da adolescente è stata vittima di un incesto, e da allora continua a portare dentro di sé i segni di quel "danno".
Lo sguardo del regista si sofferma proprio sull'analisi lucida ed impietosa dei meccanismi che regolano le relazioni tra i vari personaggi, rappresentandone prima l'apparente idillio per poi smascherarne, in un secondo momento, le tensioni sotterranee e mai svelate, come l'edipica rivalità che intercorre tra padre e figlio, o l'evidente difficoltà nel manifestare i rispettivi sentimenti di affetto. All'ordinata tranquillità della vita familiare all'interno delle pareti della casa dei Fleming si contrappone, in evidente contrasto, il carattere selvaggio e incontrollato della passione tra Anna e Stephen, una passione consumata di nascosto, nel corso di impetuosi convegni sessuali; un contrasto i cui effetti, com'è prevedibile, non potranno che essere drammatici, fino a provocare un danno irreparabile a tutte le persone coinvolte. Eros e Thanathos, rispettabilità borghese ed incapacità di dominare l'istinto amoroso, sono gli elementi di questo splendido dramma venato di tragedia, che si regge sulla sapiente regia di Louis Malle, su una sceneggiatura coinvolgente e mai banale, e soprattutto su un cast di ottimo livello, in cui emergono l'eccellente Jeremy Irons e l'intensa e sofferta interpretazione della bravissima Miranda Richardson nella parte di Ingrid, elegante ed inappuntabile moglie di Stephen, fin troppo fiduciosa nella solidità del loro ménage per accorgersi del tradimento del marito, e che dovrà attendere il finale del film prima di lasciarsi andare, finalmente, ad un'incontenibile esplosione di rabbia e di risentimento.

Sei d'accordo con Stefano Lo Verme?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Uscito in Francia col titolo Fatale , è tratto dal romanzo di Josephine Hart, sceneggiato da David Hare. Politico inglese, leader del partito conservatore, incontra casualmente Anna, la ragazza di suo figlio, e sale sul treno rapido della passione che porta alla distruzione di una famiglia. Film sulla forza del desiderio, sulla caduta, sull'uccisione del figlio, sulla ricca società borghese, è l'opera più loseyana di Malle (1932-95). Grazie al copione sapientemente ellittico di Hare, ha armato l'eleganza fluida del suo linguaggio di un puntiglio intransigente che dà la stessa importanza agli oggetti e all'arredo come ai personaggi e che carica le sequenze erotiche di una furibonda necessità. In inglese e in italiano il titolo allude al trauma incestuoso subito in gioventù da Anna che la Binoche, orchidea nera, impersona con imperscrutabile intensità. Quello francese sottolinea, invece, la sua natura di strumento del destino. Musica di Zbigniew Preisner, assiduo collaboratore di Kieslowski.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

IL DANNO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 26 luglio 2017
francesca romana cerri

Un film coinvolgente sulla passione dilaniante e sulla dipendenza affettiva che fa perdere i confini e abbatte completamente la ragione  e ogni buon senso. Inquietante ma credibile grazie agli interpreti che mostrano come il dolore si trasforma in ricerca del piacere, come il dolore è curato quasi dal piacere sfrenato, ma tale piacere contro tutte le regole sociali anche contro quelle non [...] Vai alla recensione »

martedì 20 marzo 2012
Erostrato

Storia di una programmata e ingiustificata distruzione familiare. Il difetto peggiore di questo film è la poca credibilità dei personaggi, specialmente quello della Binoche: imperscrutabile, inspiegabile, per niente affascinante. Il desiderio viene assunto come unico motore logico delle azioni e descritto con acrobatici amplessi che in certi momenti suscitano ilarità più [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 dicembre 2018
Paolo Di Mario

Lui, lei, l'altro. Racconto di un triangolo amoroso che non è tuttavia l'argomento protagonista della storia.  Il rapporto dei due amanti sarebbe meno tormentato se solo lei lasciasse il fidanzato.Lo spettatore viene, così, distratto da una serie di situazioni enigmatiche che si svelano durante il film. Geniale la sceneggiatura che, con un ritmo volutamente lento ma avvincente, [...] Vai alla recensione »

Frasi
Ricordatelo: chi ha subito un danno è pericoloso, sa di poter sopravvivere.
Una frase di Anna Barton (Juliette Binoche)
dal film Il danno
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati