•  
  •  
Apri le opzioni

John Malkovich

John Malkovich (John Gavin Malkovich ) è un attore statunitense, regista, produttore, è nato il 9 dicembre 1953 a Christopher, Illinois (USA). John Malkovich ha oggi 68 anni ed è del segno zodiacale Sagittario.

Essere (colpiti al cuore da) John Malkovich

A cura di Fabio Secchi Frau

È stato il più grande regalo dell'America all'Europa. Non certo ricordato per i suoi ruoli da "bravo ragazzo" (difficili trovarli nella sua lunga filmografia), John Malkovich è l'indimenticabile maestro di quella recitazione che è incastrata in un gioco di specchi, fra bene e male, che si riflettono in un unico corpo. Caldo e polveroso per Bertolucci, gelido per Frears, è una combinazione di personaggi ricchi di incomprensioni, senza identità, senza integrazione, che talvolta prendono a spallate il politicamente corretto. Non si esce dai labirinti della mente di John Malkovich, ma come ci ha insegnato Spike Jonze ci si può entrare. Un volto che nasconde una tensione palpabile, che regala forza e verità, sdegno e passione, confusione e magnetismo.

Origini, formazione
Figlio di due editori di origini croate, studente ateo alla Benton Consolidated High School (compagno di classe dell'attrice Joan Allen), poi alla Eastern Illinois University e alla Illinois State University, John Malkovich non ha mai partecipato agli spettacoli teatrali scolastici o universitari, preferendo lo sport (per entrare nella squadra di football della scuola fece una ferrea dieta per eliminare i chili in soprappeso) e la musica (è un eccezionale suonatore di tuba).
Con l'idea di seguire le orme del padre, esperto di problemi ambientali, vuole laurearsi in Scienze dell'Ambiente, idea che però presto abbandona per frequentare corsi di recitazione. Nel 1976 lascia definitivamente l'università e si trasferisce a Highland Park (Chicago) dove, con il suo amico, l'attore Gary Sinise, mette su un teatro nei sotterranei di una chiesa: la Steppenwolf Theater, con tanto di compagnia teatrale che ottiene col tempo un certo successo e della quale è anche regista.
Nei sei anni successivi, è attivissimo in ben cinquanta spettacoli, fino a quando, trasferitosi a New York, recita con grande successo a Broadway, nel dramma di Sam Shepard "True West".

Il debutto sul grande e sul piccolo schermo
La sua prima esperienza cinematografica è nel 1978, in una scena (tagliata) di Un matrimonio di Robert Altman, mentre il debutto sul piccolo schermo è tutto per il film televisivo World of Honor di Mel Damski con Karl Malden. Nel frattempo, sempre negli anni Ottanta, sposa l'attrice Glenne Headly e partecipa alla pellicola con Sally Field Le stagioni del cuore (1984) di Robert Benton, dove interpreta la parte di un cieco in una maniera così perfetta che l'Academy decide di premiarlo con una nomination come Miglior Attore non protagonista.

Successi e grandi nomi
La sua carriera prosegue apparendo al fianco di Dustin Hoffman in Morte di un commesso viaggiatore per la regia di Volker Schlöndorff, poi in Urla del silenzio di Roland Joffé, mentre l'attore Paul Newman lo vuole fra i protagonisti del suo film da regista Lo zoo di vetro (1987) e il re di Hollywood Steven Spielberg gli affida una parte in L'impero del sole (1987).
Ancora fortemente legato all'amico Sinise, sarà l'interprete di alcuni dei suoi film da regista: Gli irriducibili (1988), pellicola drammatica con Richard Gere, e Uomini e topi (1992).

Gli amori nati sul set
Ma galeotti saranno i set cinematografici nella sua vita: nel 1988, mentre girava Le relazioni pericolose (mai titolo fu più adatto) di Stephen Frears, allaccia un flirt con l'attrice Michelle Pfeiffer, per la quale divorzierà dalla moglie.
Mentre sul set de Il tè nel deserto (1990) di Bernardo Bertolucci si invaghisce e si innamora (e poi sposa) dell'italiana Nicoletta Peyran, aiutoregista di Bertolucci, dalla quale avrà due figli: Amatine e Lorwy.

I ruoli importanti e i registi celebri
Woody Allen lo inserirà nel megacast di Ombre e nebbia (1991), ma sarà il ruolo dello psicopatico assassino politico di Nel centro del mirino (1993) di Wolfgang Petersen che gli farà avere una seconda candidatura all'Oscar come miglior attore non protagonista.
Vestirà poi i panni di Kurts nella trasposizione televisiva del romanzo Cuore di tenebra (1993) e dopo essere stato diretto da Manoel De Oliveira in Il convento (1995), ne diverrà attore feticcio, spesso presente in altre pellicole dell'autore come: I misteri del convento (1996), Ritorno a casa (2001) e Un film parlato (2003).
Antonioni, Campion, ancora Frears, Wallace, ma soprattutto Raoul Ruiz ne confermano la maestria nella recitazione di ruoli ambigui, suadenti e contraddittori, spesso venati da sottile perfidia, mentre sempre incatenato al teatro dirigerà la piecé inglese "Hysteria" nel 1999.

Essere John Malkovich
Spike Jonze gli dedica la strana trama del film Essere John Malkovich, ambigua storia di un uomo che scopre una porta dalla quale si può accedere per diventare l'attore e, da sempre appassionato di storie anomali, lo si ritrova in uno dei suoi ruoli più belli dopo quelli del visconte libertino, sbruffone e cinico Valmont de Le relazioni pericolose: quelle del regista in L'ombra del vampiro (2000) di E. Elias Merhige, nonché nel film diretto da Mike Figgis Hotel (2001). Passa anche alla regia cinematografica dirigendo il grande Javier Bardem e la nostra Laura Morante in Danza di sangue (2002), mentre si farà dirigere dalla nostra Liliana Cavani per Il gioco di Ripley (2002).

Fantasy e avventura
Continua ad alternare teatro e cinema, senza lasciarsi sfuggire qualche piccola e simpatica digressione come il corto prodotto dalla Pirelli The Call (2006) diretto da Antoine Fuqua, dove interpreta un esorcista contro il demone Naomi Campbell. Molto attratto dal fantasy, soprattutto in ruoli malvagi, lo si ritrova nel cast di Eragon (2006) e del Beowulf (2007) diretto da Robert Zemeckis.
Dopo aver recitato accanto all'affascinante Angelina Jolie in Changeling, diretto da Clint Eastwood, è nel cast di Transformers 3, in Red, accanto a Bruce Willis e Morgan Freeman e nel drammatico Un anno da ricordare, con Diane Lane. Nel 2013 è nel cast dello zombie movie di Jonathan Levine Warm Bodies e in quello di Educazione siberiana di Gabriele Salvatores. Dopo l'esperienza come doppiatore in I pinguini di Madagascar, lo rivedremo nel film d'azione Deepwater Horizon di Peter Berg e in Codice Unlocked - Londra sotto attacco di Michael Apted.

Un talento eccezionale
Talmente naturale nella sua recitazione da sembrare violento (forse perché porta un po' della sua esperienza personale nei suoi personaggi), John Malkovich è un attore che sa bene cosa sia il processo di trasformazione che investe un interprete nel momento in cui passa da un ruolo all'altro e lo mette in scena con impressionante verità, sia nel volto che nel corpo. Sceglie la settima arte come linfa vitale e con il suo sguardo che vaga obliquo tra vissuto e immaginario e fra drammi umani, costruisce qualcosa di stravagante, irriverente, imprevedibile, tragico che si inserisce nella pelle dei suoi ruoli abbandonati, traditi e respinti. Ecco come si rimane colpiti al cuore da John Malkovich.

Ultimi film

Thriller, (USA - 2020), 96 min.
SERIE - Commedia, (USA - 2020)

Focus

CELEBRITIES
venerdì 21 maggio 2021
Marzia Gandolfi
NEWS
lunedì 11 gennaio 2010
Marlen Vazzoler

Malkovich entra nel cast di Red Ieri pomeriggio John Malkovich era in collegamento da Firenze con Simona Ventura durante la trasmissione di Quelli che il Calcio per presentare una linea di abbigliamento disegnata da lui stesso per Pitti Uomo. Durante l'intervista la Ventura ha chiesto a Malkovich del suo coinvolgimento in Spider-man 4, al momento sospeso dallo studio fino a data da destinarsi. L'attore non solo non ha negato la sua partecipazione alla pellicola nei panni di Avvoltoio, ma ha confermato di essere in attesa che gli venga spedita la sceneggiatura finale una volta completata

CELEBRITIES
martedì 11 novembre 2008
Stefano Cocci

Un attore preparato che non ama prendersi troppo sul serio Bello, bravo, preparato: John Malkovich rappresenta l'aristocrazia intellettuale di Hollywood con i suoi studi raffinati, la sua passione per il teatro e anche l'attitudine anticonformista nei confronti della politica. Infatti, contrariamente a molti suoi colleghi, è un acceso sostenitore della pena di morte, tanto da organizzare uno champagne – party per l'esecuzione di John Wayne Gacy e spesso ha scosso l'opinione pubblica con i suoi giudizi sul Medio Oriente

News

Eclettico e teatrale, perfettamente a suo agio al cinema come su un palco, Malkovich torna in sala ‘regnando’...
Per la regia di Lech Majewski. Un film su tre personaggi: l'uomo più ricco della terra, un giovane scrittore...
La nuova serie tv di Paolo Sorrentino ambientata nei corridoi del Vaticano.
Il regista racconta a MYmovies intenzioni e ispirazioni che hanno dato vita alla serie sequel di The Young Pope. Dal 10...
Regia di Paolo Sorrentino. Una serie con Jude Law, Stefano Accorsi, Javier Cámara, Mark Ivanir, John Malkovich. Dal 10...
I cast dei film in concorso scatenano i fotografi mentre si aspetta Martin Eden.
Ora su TIMVISION la spy-story con Noomi Rapace nei panni di un'agente della CIA specializzata nella conduzione di...
Le foto ufficiali della commedia d'azione di Robert Schwentke.
Il trio Iñárritu, Cuarón e del Toro apre la strada a una nuova generazione di produttori.
Angelina Jolie, una madre combattiva.
Nel nuovo film di Clint Eastwood interpreta la parte del Reverendo Gustav Briegleb.
I fratelli Coen assumono di nuovo il punto di vista di un idiota (anzi tre) per spiare l'America "spiona".
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati