Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 22 gennaio 2020

Rocco Papaleo

Made in Basilicata

61 anni, 16 Agosto 1958 (Leone), Lauria (Italia)
occhiello
La Basilicata esiste, è un po' come il concetto di Dio, ci credi o non ci credi.
dal film Basilicata Coast To Coast (2010) Rocco Papaleo  Nicola Palmieri
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rocco Papaleo
David di Donatello 2011
Nomination miglior attore non protagonista per il film Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno

Nastri d'Argento 1999
Nomination miglior attore non protagonista per il film Del perduto amore di Michele Placido



Si vive una volta sola

Un film di Carlo Verdone. Con Carlo Verdone, Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Max Tortora, Mariana Falace.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2020. Uscita 27/02/2020.

Regista e protagonisti ci parlano del film, una parabola semplice che racconta il precariato, il sesso e la moralità ai tempi di Internet. Dal 9 novembre al cinema.

Rocco Papaleo: «Che vuoi che sia? Film imperdibile»

lunedì 7 novembre 2016 - a cura della redazione cinemanews

Rocco Papaleo: «Che vuoi che sia? Film imperdibile»

L'artista parla al GFF del suo nuovo progetto, Una piccola impresa meridionale.

Rocco Papaleo, regista alla ricerca di un faro

giovedì 21 luglio 2011 - Giovanni Bogani cinemanews

Rocco Papaleo, regista alla ricerca di un faro No, niente film di Woody Allen per Rocco Papaleo. Deve andare in America con il figlio. “Ero stato già scelto, ma la produzione non sapeva dirmi in quale giorni esattamente avrei dovuto girare. E io, da tempo, avevo già fissato le date di un viaggio negli Stati Uniti con mio figlio. Avevo deciso di portarlo a Los Angeles, agli Universal Studios, a Orlando, a Disneyworld, e alle Hawaii. Alla fine, ho deciso che non potevo tradire la promessa fatta a mio figlio”.

E quindi, niente Woody?
“Esatto. Ho perso l’occasione di stringere la mano al mio mito”.

In compenso, Papaleo si rifarà con due film. Uno suo, da regista, da girare appena avrà trovato un faro. No, non un faro come metafora. Proprio una torre su uno scoglio, con lucerna annessa. E un film da attore, insieme a Luciana Littizzetto. Ma andiamo con ordine. E sbobiniamo l’intervista che ci concede al Giffoni film festival, che lo vede tra gli ospiti della penultima giornata.

Attore, sceneggiatore, regista, ma anche autore di canzoni, complice di Giovanni Veronesi e del cinema toscano, campione di ironia amara, perennemente sbigottito, Papaleo disegna il puzzle del nuovo film.

Come si chiamerà il suo nuovo film da regista?
“Si chiamerà ‘Una piccola impresa meridionale’. Stiamo scrivendo la sceneggiatura insieme a Valter Lupo, che aveva già scritto Basilicata Coast to Coast. Il film racconta la storia di un piccolo gruppo di persone che si mette in testa di restaurare un faro. Ma restaurando il faro, finiscono col restaurare se stessi”.

In “Basilicata” il punto centrale è la sfida di un quarantenne che ritrova entusiasmo per qualcosa. E qui?
“Qui è riciclare la propria vita, ricostruire esistenze che hanno subito dei colpi molto forti, che si ritrovano ai margini del sociale”.

Chi ci sarà nel cast?
“Io, ci sto! Sto io… Mi sono provinato, e mi sono piaciuto!”.

Come attore “puro”, invece, quali film interpreterà?
“C’è un progetto, beh, qualcosa di più, con Luciana Littizzetto. Sarà mia moglie nel film È nata una star? con la regia di Lucio Pellegrini, tratto dal romanzo di Nick Hornby… ho pronunciato bene?”. Il film è la storia di una coppia che scopre di avere un figlio pornodivo.

Quest’anno, lei ha contribuito al successo del film di Checco Zalone Che bella giornata. Come ci si trova a fare da padre – cinematografico – al fenomeno comico del momento?
“Checco è straordinario, perché ha una gradevolissima insicurezza, è sempre pieno di dubbi. E poi, mio figlio che ama una musica tutta diversa dalla mia, ha in comune con me la passione per le sue canzoni. Siamo stati un mese insieme nel camper, io e Checco, e la sua chitarra. E ogni giorno, assistevo a dei veri e propri concerti live solo per me. Quando lo dicevo a mio figlio, acquistavo un sacco di prestigio in più…”.

   

L'opera terza di Stefano Chiantini offre un altro punto di vista sulle storie d'amore.

L'amore non basta: un film diverso per raccontare la condizione sentimentale

venerdì 11 aprile 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

L'amore non basta: un film diverso per raccontare la condizione sentimentale La gestazione dell'opera terza di Stefano Chiantini (autore di Forse si... forse no... e Una piccola storia) è stata lunga. L'amore non basta nasce da sensazioni che il regista abruzzese ha vissuto sulla sua pelle e cercato di mettere da parte finché non hanno avuto il sopravvento e sono finite nella sceneggiatura. "Quando ho conosciuto Rocco Papaleo" ha raccontato Chiantini, "avevo messo da parte lo script per fare un altro film, ma il rapporto di amicizia che era nato nel frattempo mi ha fatto decidere di portare avanti il progetto insieme. Sapevo che era amico di Giovanna Mezzogiorno, ma mai mi sarei permesso di chiedergli di parlarne con lei e sinceramente non pensavo potesse mai accettare di fare questo film. Invece mi sono dovuto ricredere quando ho ricevuto una sua telefonata in cui mi diceva che aveva letto la sceneggiatura e che voleva la parte. Pensavo fosse uno scherzo... Con lei a bordo il progetto ha potuto prendere corpo.

Pinocchio

Pinocchio

* * * - -
(mymonetro: 3,21)
Un film di Matteo Garrone. Con Federico Ielapi, Roberto Benigni, Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini.
continua»

Genere Fantastico, - Italia, Gran Bretagna, Francia 2019. Uscita 19/12/2019.
Il grande spirito

Il grande spirito

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,68)
Un film di Sergio Rubini. Con Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Ivana Lotito, Bianca Guaccero, Geno Diana.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 09/05/2019.
Moschettieri del Re - La penultima missione

Moschettieri del Re - La penultima missione

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,74)
Un film di Giovanni Veronesi. Con Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini, Rocco Papaleo, Margherita Buy.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 27/12/2018.
Tu mi nascondi qualcosa

Tu mi nascondi qualcosa

* * * - -
(mymonetro: 3,46)
Un film di Giuseppe Lo Console. Con Giuseppe Battiston, Stella Egitto, Sarah Felberbaum, Rocio Munoz Morales, Rocco Papaleo.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 25/04/2018.
Bob & Marys - Criminali a domicilio

Bob & Marys - Criminali a domicilio

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,90)
Un film di Francesco Prisco. Con Rocco Papaleo, Laura Morante, Simona Tabasco, Andrea Di Maria, Francesco Di Leva.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 05/04/2018.
Filmografia di Rocco Papaleo »

martedì 17 dicembre 2019 - Guida completa all'offerta cinematografica di un Natale da record.

Film di Natale al cinema. Da Pinocchio a Star Wars, ecco cosa vedere tra Natale e Capodanno

Ilaria Ravarino cinemanews

Film di Natale al cinema. Da Pinocchio a Star Wars, ecco cosa vedere tra Natale e Capodanno Quello del 2019 sarà un Natale cinematografico ricchissimo, capace di portare al cinema famiglie e bambini, amici e amiche, fidanzati e nonni, entusiasti delle feste e persino chi, il Natale, non lo sopporta proprio - e come ogni anno trova rifugio in un “tempio” speciale: la sala cinematografica.

Ognuno, insomma, quest’anno troverà il suo film sotto all’albero. Basta solo un po’ di attenzione per scegliere il “pacchetto” giusto.

NATALE IN FAMIGLIA
I più grandi adoratori del Natale sono, da sempre, i bambini. È dunque scontato che l’offerta natalizia pensi soprattutto a loro e alle famiglie. Oltre all’evento speciale de I Goonies di Richard Donner, che per tre giorni ha riportato al cinema il classico per ragazzi del 1985, le feste celebrano il cinema d’avventura, possibilmente fantasiosa e fantastica, con due grandi titoli che puntano alla vetta del box office: il 18 dicembre Star Wars - L'ascesa di Skywalker di J.J. Abrams, terzo capitolo della nuova trilogia di Star Wars incentrato sullo scontro tra Kylo Ren (Adam Driver) e Rey (Daisy Ridley), e Jumanji: The Next Level di Jake Kasdan, con Dwayne Johnson e Jack Black, di ritorno nella giungla video-ludica per una missione speciale. 

Guardano ai bambini, ma non solo, anche i cartoni animati pronti per la sala in area natalizia. Si parte con Paw Patrol Mighty Pups - Il film dei super cuccioli di Charles E. Bastien, al cinema dal 21 dicembre, con i protagonisti dell'omonima serie tv rielaborati in chiave di supereroi, per arrivare il giorno di Natale allo spionaggio in stile 007 del buddy movie Spie sotto copertura di Nick Bruno e Troy Qua. E celebrare, da capodanno in poi, l’anniversario dei 45 anni di vita dei famosi giocattoli tedeschi con Playmobil: The Movie di Lino DiSalvo.

Puntuali come le strenne, a Natale arrivano anche le commedie per famiglie. Quelle classiche all’italiana, il 12 dicembre con Il primo Natale di Ficarra e Picone, e dal primo giorno dell’anno con il debutto alla regia di Checco Zalone Tolo Tolo, ambientato a Malindi e scritto con Paolo Virzì. E se il disincanto ironico di Fabrice Luchini è dal 19 dicembre il motore del “thriller lieve” Il mistero Henri Pick di Rémi Bezançon – storia di un misterioso autore di best seller su cui indaga un critico letterario – gioca invece sulla nostalgia della commedia alla Bridget Jones il nuovo film dello statunitense Paul Feig, Last Christmas, storia di un (goffo) amore sbocciato a Londra durante le feste.

NATALE D’AUTORE
Sarà un Natale pieno di grazia anche per i cinefili e gli appassionati del cinema dei grandi autori, con l’arrivo sullo schermo il 19 dicembre del Pinocchio di Matteo Garrone, trasposizione fedele della favola di Collodi, con un cast che spazia da Roberto Benigni a Gigi Proietti, da Rocco Papaleo a Massimo Ceccherini, e una storia nata per intrigare anche i più piccini. Altra grande firma del nostro cinema, Ferzan Ozpetek dal 19 dicembre torna al melò romano con La dea fortuna, il racconto di una coppia in crisi (Stefano Accorsi e Edoardo Leo) sconvolta dall’imprevisto arrivo di un bambino. E per iniziare l’anno con il cinema “giusto” ecco Ken Loach, dal 2 gennaio con Sorry We Missed You, con Kris Hitchen e Debbie Honeywood, in un film sulle spietate condizioni di lavoro dei corrieri al tempo della new economy. 

IL NATALE DELLE DONNE
Mai come quest’anno l’offerta natalizia è stata popolata da grandi storie di donne, ritratti femminili intensi, spesso perturbanti, lontani da qualsiasi cliché. Come, dal 12 dicembre, quello della madre apparentemente perfetta di Cate Blanchett in Che fine ha fatto Bernadette? di Richard Linklater, donna amorevole e lavoratrice, che decide all’improvviso di sparire avventurandosi da sola in Antartide. È battagliera e femminista la Petrunya di Dio è donna e si chiama Petrunya di Teona Strugar Mitevska, premio Lux al miglior titolo europeo, in sala dal 12 dicembre con una vicenda, tratta da una storia vera, di emancipazione e cocciuta libertà.

È invece il racconto al femminile di un’amicizia che diventa attrazione, e poi passione, quella del film in costume Ritratto della giovane in fiamme di Céline Sciamma, al cinema dal 19 dopo il premio per la miglior sceneggiatura a Cannes; ruotano infine intorno all’amore familiare due film molto diversi, ma entrambi con grandi protagoniste femminili: il 24 dicembre The Farewell - Una bugia buona di Lulu Wang, con la cantante e attrice Awkwafina nei panni di una giovane americana tornata in Cina per gli ultimi giorni di vita dell’amata nonna, e dal 2 gennaio 18 regali di Francesco Amato, con Benedetta Porcaroli e Vittoria Puccini, storia vera di una malata terminale che, prima di morire, prepara per la sua bambina appena nata diciotto regali – uno per ogni compleanno fino alla maggiore età.

L’ALTRO NATALE
Ma è una potente figura femminile anche la protagonista di Nancy, in sala dal 12 dicembre, uno dei film che abitano la “dark side” del cinema delle feste: un thriller sul concetto di identità e verità con una straordinaria Andrea Riseborough nei panni di una bugiarda seriale, decisa a farsi adottare da una coppia che ha perso, trent’anni prima, l’unica figlia. Per gli amanti delle indagini arriva inoltre il 19 Il terzo omicidio di Hirokazu Kore'eda, dramma legale su un avvocato alle prese con un caso solo apparentemente risolto. 

Ma il Natale più alternativo è, senza dubbio, quello proposto dai documentari, due titoli molto diversi l’uno dall’altro e distribuiti nell’arco del periodo festivo. Santa Subito di Alessandro Piva, al cinema dal 9 dicembre, che ripercorre - aderendo alla brutale realtà dei fatti - la tragica storia dell’assassinio di Santa Scorese, uccisa da uno stalker a 23 anni, e il filosofico Escher - Viaggio nell'infinito di Robin Lutz, al cinema dal 16 dicembre: un tuffo nella vita e nell'arte dell'incisore e grafico olandese Maurits Cornelis Escher indagato nel suo rapporto con il concetto di infinito.

Altre news e collegamenti a Rocco Papaleo »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità