Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 17 gennaio 2019

Gianmarco Tognazzi

Il destino nel nome

Altri nomi: Gian Marco Tognazzi
51 anni, 11 Ottobre 1967 (Bilancia), Roma (Italia)
Gianmarco Tognazzi

Intrattenimento e attualità nella nuova pellicola di Claudio Fragasso.

Le ultime 56 ore: Verità all'uranio

giovedì 29 aprile 2010 - Edoardo Becattini cinemanews

Le ultime 56 ore: Verità all'uranio Dopo aver affrontato il viaggio di ritorno dal nord al sud Italia della scorta capitanata da Raoul Bova, Claudio Fragasso resta in Sicilia e si dedica ad un altro capitolo del suo cinema di genere innamorato dell'attualità. Partendo da un soggetto fortemente voluto dalla compagna di vita e di idee Rossella Drudi, Fragasso realizza un film ritmato dall'azione e improntato al problema delle varie “sindromi” che hanno colpito vari militari in seguito alle loro missioni. Sindromi che lo stesso governo ha poi riconosciuto essere malattie e mutazioni cancerogene contratte dal contatto con l'uranio impoverito. Le ultime 56 ore presenta così due personaggi e i loro personali percorsi di ribellione: da una parte il vicequestore Manfredi (Luca Lionello), negoziatore esperto quanto poco incline alle regole e ai protocolli, dall'altra il colonnello Moresco (Gianmarco Tognazzi), militare pluridecorato coinvolto in una personale battaglia per far emergere la verità sui miasmi respirati nelle operazioni belliche.
L'argomento è controverso e già non manca di suscitare polemiche e contrasti riguardo le verità sull'uso delle armi da parte dell'esercito nelle missioni degli ultimi dieci anni. Quel che è certo è che questo connubio di “cinema di genere civile” ha ricevuto l'approvazione sia del Ministero dei Beni Culturali che di quello della Difesa.

Dalla penna del grande romanziere un personaggio da non confondere con l'omonimo illusionista.

David Copperfield, la letteratura di Dickens approda su Rai Uno

venerdì 24 aprile 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

David Copperfield, la letteratura di Dickens approda su Rai Uno Da uno dei romanzi più popolari, ma anche più letti, da generazioni di adolescenti, David Copperfield, un film di Ambrogio Lo Giudice, co-prodotto da Rai Fiction e Rizzoli Audiovisivi, in onda, in prima serata su Rai Uno, domenica 26 e lunedì 27 aprile. Ad interpretare il noto personaggio è il bravo Giorgio Pasotti, a fianco a lui, un'altra eccellente protagonista, Maya Sansa, ma anche Gianmarco Tognazzi, nel personaggio del "cattivo" Uriah Heep, Stefano Dionisi, che interpreta Edward Murdstone, Chiara Conti, nel ruolo della madre di Copperfield e Larissa Volpentesta, nei panni di Emily. Un racconto, in realtà, non così letto, ma bensì tramandato oralmente, sostiene il responsabile Rai Fiction Max Gusberti, ma di certo un grande romanzo, anche un successo per la televisione nel 1965 (il celebre sceneggiato, interpretato da Giancarlo Giannini, divenne un cult), che crea una certa continuità, "televisivamente parlando", con la tradizione di riadattare alcune storie famose, come è accaduto con Rebecca-La prima moglie, che dovrebbe essere il "gusto" di Rai Uno.

Il nuovo film di Fausto Brizzi invaderà le sale il 6 febbraio.

Ex: e vissero felici e contenti?

venerdì 30 gennaio 2009 - Marianna Cappi cinemanews

Ex: e vissero felici e contenti? Seicento copie sono pronte nei magazzini di mamma Rai per invadere le sale italiane, il giorno 6 febbraio. Sono le pellicole di Ex, il nuovo film di Fausto Brizzi, scritto dal regista con i fedelissimi Marco Martani e Massimiliano Bruno e prodotto da Fulvio e Federica Lucisano. Il cast è una lunga passerella di volti noti e capaci del cinema, della televisione e del teatro italiano, con l'aggiunta dei "cugini" Cécile Cassel e Malik Zidi. La conferenza stampa è l'occasione per incontrarli quasi al completo e per assistere ad un piccolo battibecco tra "ex" amici, Alessandro Gassman e Gianmarco Tognazzi, non si sa quanto serio e quanto scherzoso. Ma San Valentino è alle porte e l'amore trionferà. Almeno sullo schermo.

Da lunedì 12 gennaio in prima serata su Raiuno la serie che indaga sul confine tra il bene e il male.

Il bene e il male: una fiction per cambiare il linguaggio della tv

venerdì 9 gennaio 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Il bene e il male: una fiction per cambiare il linguaggio della tv Chi si indigna più, oggi, per piccole scelte sbagliate in una società diventata compiacente con le sue stesse debolezze? A chiederselo è Alessandro Jacchia, co-produttore insieme a Maurizio Momi (per l'Albatross Entertainment) e alla Rai Fiction di Il bene e il male, la serie che si pone come obiettivo di cambiare il linguaggio televisivo. "Il tema dell'etica ci porta a riflettere sul fatto che sebbene ognuno di noi sappia cosa sia il bene e cosa il male, spesso ci troviamo di fronte a delle scelte che portano inevitabilmente a delle conseguenze" ha dichiarato Jacchia alla presentazione della fiction che andrà in onda in prima serata su Raiuno ogni lunedì a partire dal 12 gennaio. "Inizialmente Il bene e il male era una serie assegnata a Raidue" ha spiegato il direttore di Raiuno ad interim con Rai Fiction, Fabrizio Del Noce. "Tuttavia quando ho potuto constatare la tipologia del prodotto ho pensato che fosse una fiction su cui puntare per ringiovanire l'immagine di Raiuno". Protagonisti della nuova scommessa della Rai (scritta da Simone De Rita e Marta Storti, co-sceneggiatori insieme a Duccio Camerini e Vinicio Canton, e diretta da Giorgio Serafini) sono Gianmarco Tognazzi nel ruolo del commissario Claudio Anastasi, la giovane agente Grazia Micheli di Bianca Guaccero, il Pm Mariella Forti di Antonia Liskova e Marco Falaguasta nei panni dell'ambiguo criminale Piero Marconi.

Non ci resta che il crimine

* * - - -
(mymonetro: 2,30)
Un film di Massimiliano Bruno. Con Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Edoardo Leo, Gianmarco Tognazzi, Ilenia Pastorelli.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 10/01/2019.

A casa tutti bene

* * - - -
(mymonetro: 2,24)
Un film di Gabriele Muccino. Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2018. Uscita 14/02/2018.

Non c'è campo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,81)
Un film di Federico Moccia. Con Vanessa Incontrada, Gianmarco Tognazzi, Corrado Fortuna, Claudia Potenza, Neva Leoni.
continua»

Genere Commedia sentimentale, - Italia 2017. Uscita 01/11/2017.

Poveri ma ricchi

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,65)
Un film di Fausto Brizzi. Con Christian De Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Lodovica Comello, Anna Mazzamauro.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2016. Uscita 15/12/2016.

Il ministro

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Giorgio Amato. Con Gianmarco Tognazzi, Alessia Barela, Fortunato Cerlino, Edoardo Pesce, Jun Ichikawa.
continua»

Genere Commedia nera, - Italia 2015. Uscita 05/05/2016.
Filmografia di Gianmarco Tognazzi »

lunedì 31 dicembre 2018 - Ospiti della puntata Giovanni Veronesi, Giulia Bevilacqua, Gianmarco Tognazzi e Diana Del Bufalo.

Splendor 14, il cinema attraverso la commedia, il western e il noir

a cura della redazione cinemanews

Splendor 14, il cinema attraverso la commedia, il western e il noir Commedia, western e noir sono gli argomenti della nuova puntata di SPLENDOR - SUONI E VISIONI. Giovanni Veronesi, Giulia Bevilacqua, Gianmarco Tognazzi e Diana Del Bufalo racconteranno a Mario Sesti i nuovi progetti che li vedranno protagonisti sul grande schermo proprio in questi giorni festivi. L'ospite musicale è Scrima. Gianmarco Tognazzi è tra i protagonisti di Non ci resta che il crimine, film diretto da Massimiliano Bruno (a gennaio al cinema) e a suo dire "un grande omaggio al cinema americano della fine degli anni '70 e inizio '80": "Ero adolescente - ha raccontato - e ce l'ho ben presente quel periodo, sia nella musica che nel cinema". Il film si chiede cosa succederebbe se quattro persone che per vivere portano i turisti nei luoghi in cui hanno "operato" quelli della banda della Magliana si trovassero sul serio in quegli anni lì: "Insomma senza rendercene conto siamo nel 1982, l'anno dei Mondiali", dettaglio non casuale visto che il personaggio che interpreta Tognazzi ricorda perfettamente tutti i risultati di tutte la partite di tutti i campionati incluso quello del 1982". Non ci resta che il crimine è anche un film sul nostro passato: "La cosa incredibile è tornare a vivere quel periodo in età adulta, essere di nuovo in quel tempo, quando il nostro paese vive il sogno americano e attende l'edonismo reaganiano. Chi ha vissuto quel tempo da adolescente, come me, farà un tuffo nel passato molto bello".

Diana Del Bufalo vale per quattro: è un influencer, una cantante, un'attrice e scrive. Tra poco la ritroveremo in sala in due film che cercano di rinnovare il genere della commedia con schemi non convenzionali: Attenti al gorilla di Luca Miniero e L'agenzia dei bugiardi di Volfango De Biasi. Se nel primo è un avvocato che per vincere una causa inizia a vivere in casa con un Gorilla doppiato da Claudio Bisio, nel secondo fa parte di un'agenzia specializzata nel creare alibi: "Qualcosa di cui avremmo tutti bisogno. Nel film si parla ovviamente molto di tradimento, coppie sposate, divorziate ma pure di ragazze che desiderano fare vita notturna". A lei il mondo dello spettacolo piace tutto: "E non mi dispiaccio nemmeno troppo quando mi rivedo, solo quando il personaggio è lontano da me non mi piaccio, perché non sono una vera attrice posso solo interpretare qualcuno che mi somiglia. La recitazione è una questione di talento, chi ce l'ha e chi non ce l'ha, e se non ce l'hai, come me, almeno bisogna saper fare quel che ti viene chiesto".
Giovanni Veronesi e Giulia Bevilacqua sono regista e interprete di Moschettieri del re, un film di cappa e spada italiano al cinema in questi giorni; una storia tra Totò e Riccardo Freda che non si vedeva da più di 40 anni: "C'è un connubio fantastico tra grottesco e iperrealismo, tutto è studiato alla perfezione e anche le interpretazioni non sono sopra le righe" ha spiegato la Bevilacqua. "Fare un film di genere è una questione tecnica di battaglie e duelli, roba che non siamo abituati a fare. Del resto questo film ha anche richiesto più soldi del solito, più tempo e attori molto bravi". Come nella musica un film di genere trasmette l'idea che chi l'ha fatto lo ami: "Beh io ho una passione per i cavalli - ha detto il regista - vado sempre in maremma con i butteri e sogno di fare un film sull'incursione che Buffalo Bill fece proprio lì nel 1904. Volevo far ridere, certo, ma è stato anche un grande gioco in cui mi sono preso la libertà di dire qualcosa sottotraccia. Ho scelto il '600 perché è un secolo di guerra di religione, grande violenza, gente che scappa dall'Europa con le barche...è un messaggio per chi vuole comprenderlo". "Questo - ha voluto infine precisare Veronesi - è un film fatto per il cinema con i campi larghi apposta, con pochi primi piani, da gustare in sala, e chi lo vedrà capirà che c'è una grande differenza tra questo e quelli che vengono fatti adesso, che pensano subito alla televisione. A me piace la sala cinematografica, accetterò tutte le altre piattaforme perché vado dove c'è il denaro come una prostituta ma il mio scopo rimane però il grande schermo".

L'ospite musicale di questa nuova puntata è Scrima, giovane cantautore romano che ha iniziato a fare musica molto presto: "ho cominciato con il percorso classico, studiando chitarra al Conservatorio di Santa Cecilia e da subito ho cominciato a scrivere e a cantare l'amore. Nell'armonia dei brani gli studi classici mi hanno aiutato molto nello scrivere le canzoni pop. I testi sono miei, storie quotidiane, personali".

Altre news e collegamenti a Gianmarco Tognazzi »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità