Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoled 21 febbraio 2018

Gianmarco Tognazzi

Il destino nel nome

Altri nomi: Gian Marco Tognazzi
50 anni, 11 Ottobre 1967 (Bilancia), Roma (Italia)
Gianmarco Tognazzi

Intrattenimento e attualit nella nuova pellicola di Claudio Fragasso.

Le ultime 56 ore: Verit all'uranio

gioved 29 aprile 2010 - Edoardo Becattini cinemanews

Le ultime 56 ore: Verit all'uranio Dopo aver affrontato il viaggio di ritorno dal nord al sud Italia della scorta capitanata da Raoul Bova, Claudio Fragasso resta in Sicilia e si dedica ad un altro capitolo del suo cinema di genere innamorato dell'attualit. Partendo da un soggetto fortemente voluto dalla compagna di vita e di idee Rossella Drudi, Fragasso realizza un film ritmato dall'azione e improntato al problema delle varie sindromi che hanno colpito vari militari in seguito alle loro missioni. Sindromi che lo stesso governo ha poi riconosciuto essere malattie e mutazioni cancerogene contratte dal contatto con l'uranio impoverito. Le ultime 56 ore presenta cos due personaggi e i loro personali percorsi di ribellione: da una parte il vicequestore Manfredi (Luca Lionello), negoziatore esperto quanto poco incline alle regole e ai protocolli, dall'altra il colonnello Moresco (Gianmarco Tognazzi), militare pluridecorato coinvolto in una personale battaglia per far emergere la verit sui miasmi respirati nelle operazioni belliche.
L'argomento controverso e gi non manca di suscitare polemiche e contrasti riguardo le verit sull'uso delle armi da parte dell'esercito nelle missioni degli ultimi dieci anni. Quel che certo che questo connubio di cinema di genere civile ha ricevuto l'approvazione sia del Ministero dei Beni Culturali che di quello della Difesa.

Dalla penna del grande romanziere un personaggio da non confondere con l'omonimo illusionista.

David Copperfield, la letteratura di Dickens approda su Rai Uno

venerd 24 aprile 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

David Copperfield, la letteratura di Dickens approda su Rai Uno Da uno dei romanzi pi popolari, ma anche pi letti, da generazioni di adolescenti, David Copperfield, un film di Ambrogio Lo Giudice, co-prodotto da Rai Fiction e Rizzoli Audiovisivi, in onda, in prima serata su Rai Uno, domenica 26 e luned 27 aprile. Ad interpretare il noto personaggio il bravo Giorgio Pasotti, a fianco a lui, un'altra eccellente protagonista, Maya Sansa, ma anche Gianmarco Tognazzi, nel personaggio del "cattivo" Uriah Heep, Stefano Dionisi, che interpreta Edward Murdstone, Chiara Conti, nel ruolo della madre di Copperfield e Larissa Volpentesta, nei panni di Emily. Un racconto, in realt, non cos letto, ma bens tramandato oralmente, sostiene il responsabile Rai Fiction Max Gusberti, ma di certo un grande romanzo, anche un successo per la televisione nel 1965 (il celebre sceneggiato, interpretato da Giancarlo Giannini, divenne un cult), che crea una certa continuit, "televisivamente parlando", con la tradizione di riadattare alcune storie famose, come accaduto con Rebecca-La prima moglie, che dovrebbe essere il "gusto" di Rai Uno.

Il nuovo film di Fausto Brizzi invader le sale il 6 febbraio.

Ex: e vissero felici e contenti?

venerd 30 gennaio 2009 - Marianna Cappi cinemanews

Ex: e vissero felici e contenti? Seicento copie sono pronte nei magazzini di mamma Rai per invadere le sale italiane, il giorno 6 febbraio. Sono le pellicole di Ex, il nuovo film di Fausto Brizzi, scritto dal regista con i fedelissimi Marco Martani e Massimiliano Bruno e prodotto da Fulvio e Federica Lucisano. Il cast una lunga passerella di volti noti e capaci del cinema, della televisione e del teatro italiano, con l'aggiunta dei "cugini" Ccile Cassel e Malik Zidi. La conferenza stampa l'occasione per incontrarli quasi al completo e per assistere ad un piccolo battibecco tra "ex" amici, Alessandro Gassman e Gianmarco Tognazzi, non si sa quanto serio e quanto scherzoso. Ma San Valentino alle porte e l'amore trionfer. Almeno sullo schermo.

Da luned 12 gennaio in prima serata su Raiuno la serie che indaga sul confine tra il bene e il male.

Il bene e il male: una fiction per cambiare il linguaggio della tv

venerd 9 gennaio 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Il bene e il male: una fiction per cambiare il linguaggio della tv Chi si indigna pi, oggi, per piccole scelte sbagliate in una societ diventata compiacente con le sue stesse debolezze? A chiederselo Alessandro Jacchia, co-produttore insieme a Maurizio Momi (per l'Albatross Entertainment) e alla Rai Fiction di Il bene e il male, la serie che si pone come obiettivo di cambiare il linguaggio televisivo. "Il tema dell'etica ci porta a riflettere sul fatto che sebbene ognuno di noi sappia cosa sia il bene e cosa il male, spesso ci troviamo di fronte a delle scelte che portano inevitabilmente a delle conseguenze" ha dichiarato Jacchia alla presentazione della fiction che andr in onda in prima serata su Raiuno ogni luned a partire dal 12 gennaio. "Inizialmente Il bene e il male era una serie assegnata a Raidue" ha spiegato il direttore di Raiuno ad interim con Rai Fiction, Fabrizio Del Noce. "Tuttavia quando ho potuto constatare la tipologia del prodotto ho pensato che fosse una fiction su cui puntare per ringiovanire l'immagine di Raiuno". Protagonisti della nuova scommessa della Rai (scritta da Simone De Rita e Marta Storti, co-sceneggiatori insieme a Duccio Camerini e Vinicio Canton, e diretta da Giorgio Serafini) sono Gianmarco Tognazzi nel ruolo del commissario Claudio Anastasi, la giovane agente Grazia Micheli di Bianca Guaccero, il Pm Mariella Forti di Antonia Liskova e Marco Falaguasta nei panni dell'ambiguo criminale Piero Marconi.

A casa tutti bene

* * - - -
(mymonetro: 2,30)
Un film di Gabriele Muccino. Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2018. Uscita 14/02/2018.

Non c' campo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Federico Moccia. Con Vanessa Incontrada, Gianmarco Tognazzi, Corrado Fortuna, Claudia Potenza, Neva Leoni.
continua»

Genere Commedia sentimentale, - Italia 2017. Uscita 01/11/2017.

Poveri ma ricchi

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,64)
Un film di Fausto Brizzi. Con Christian De Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Lodovica Comello, Anna Mazzamauro.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2016. Uscita 15/12/2016.

Il ministro

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Giorgio Amato. Con Gianmarco Tognazzi, Alessia Barela, Fortunato Cerlino, Edoardo Pesce, Jun Ichikawa.
continua»

Genere Commedia nera, - Italia 2015. Uscita 05/05/2016.

Bolgia totale

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,83)
Un film di Matteo Scifoni. Con Giorgio Colangeli, Domenico Diele, Xhilda Lapardhaja, Gianmarco Tognazzi, Ivan Franek.
continua»

Genere Thriller, - Italia 2015. Uscita 03/09/2015.
Filmografia di Gianmarco Tognazzi »

venerd 9 febbraio 2018 - Ansimante e nevrotica, sorridente intorno a un pianoforte ma perennemente accigliata tra le mura domestiche. Dal 14 febbraio al cinema.

A casa tutti bene, la famiglia (nevrotica e altoborghese) di Muccino

Claudia Catalli cinemanews

A casa tutti bene, la famiglia (nevrotica e altoborghese) di Muccino Colorata, allargata, caciarona, ma anche disgregata, nevrotica, costantemente sospesa sull'orlo dell'implosione. Ha queste caratteristiche la famiglia descritta da Gabriele Muccino nel suo ultimo film, che pi corale non si pu, dal titolo amaramente ironico A casa tutti bene. Non una casa qualsiasi, anzi tutto, ma una villa maestosa ad Ischia, dove si rifugeranno causa mal tempo tutti i protagonisti, accorsi a festeggiare le nozze d'oro dei genitori. Una famiglia alto borghese di ristoratori, guidata dalla saggia dolcezza di Stefania Sandrelli e dalla praticit del pater familias interpretato da Ivano Marescotti. Il ruolo della pecora nera - il personaggio pi interessante di tutti - spetta a Gianmarco Tognazzi, unico nipote in difficolt economica e con una fidanzata incinta (Giulia Michelini). Facile, fin troppo, l'equazione romantico/sociale: in sostanza, vero amore uguale pochi soldi (alla Semo gente de borgata dei Vianella), l dove l'agiatezza economica permette il lusso del tempo libero e della scelta, fa incombere tradimenti multipli, sotterfugi, separazioni e gelosie a non finire. ansimante e nevrotica, questa grande famiglia allargata. Sorridente solo intorno a un pianoforte, ma perennemente accigliata tra le mura domestiche, logorata da insoddisfazioni e frustrazioni a due. C' la coppia Favino-Crescentini rosa dalla possessivit e dall'incapacit di confessarsi a vicenda l'inadeguatezza del proprio matrimonio, Morelli-Impacciatore capaci di seppellire sotto un abbraccio al tramonto un polverone di multiple menzogne, Cucci-Accorsi che finiscono per fare i "forever young" alla Ultimo Bacio, Ghini-Gerini destinati ad un drammatico capolinea a causa di una brutta malattia. Il tutto tra le continue esplosioni di urla e grandi passioni a cui la filmografia di Muccino ci ha abituati negli anni, individuando puntualmente nei pi inconfessabili segreti familiari la fonte di ogni male. Dispiace constatare che, per povert non tanto di regia o di interpretazioni, quanto di sceneggiatura (la firma lo stesso Muccino con Paolo Costella), la famiglia risulti alla fine un insieme di macchiettistiche marionette incapaci di badare a se stesse, di prendere decisioni adulte, di assumersi responsabilit, di crescere figli secondo i valori pi alti, o anche solo dirsi la verit evitando scene madri (nel film a ripetizione). come se Muccino si fosse, in altre parole, limitato a oliare un meccanismo di narrazione collaudato, che gli ha s portato fortuna negli anni, ma che in mancanza di un adeguato tagliando rischia di non funzionare pi e non far muovere il suo cinema neanche mezzo passo pi avanti (come invece avevano tentato altri film, da La ricerca della felicit a Padri e figlie). Le relazioni familiari risultano cos bozze irrisolte di rapporti pieni di tensione ma senza spessore, poveri di approfondimento e introspezione autentici, ricchi di banalit ma mancanti di magia.

   

marted 9 gennaio 2018 - La storia perversamente ironica di una famiglia estesa, che si cela dietro una grande maschera di ipocrisia finch non 'scoppia' la vita. Dal 14 febbraio al cinema.

A casa tutti bene, il poster

a cura della redazione cinemanews

A casa tutti bene, il poster A casa tutti bene la storia di una grande famiglia che si ritrova a festeggiare le Nozze d'Oro dei nonni sull'isola dove questi si sono trasferiti a vivere. Un'improvvisa mareggiata blocca l'arrivo dei traghetti e fa saltare il rientro previsto in serata costringendo tutti a restare bloccati sull'isola e a fare i conti con loro stessi, con il proprio passato, con gelosie mai sopite, inquietudini, tradimenti, paure e anche improvvisi e inaspettati colpi di fulmine. "Racconto la storia perversamente ironica di una famiglia estesa, che si cela dietro una grande maschera di ipocrisia finch non 'scoppia' la vita. Il film esplora pi generazioni, compresa l'adolescenza, e pi classi sociali. Gli altri film erano pezzetti di un affresco da diverse angolazioni anche generazionali. Qui il ritratto completo". Gabriele Muccino, regista Diretto da Gabriele Muccino, A casa tutti bene - di cui presentiamo in anteprima il poster ufficiale - pu contare su un grande cast corale composto da Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore, Gianfelice Imparato, Ivano Marescotti, Giulia Michelini, Sandra Milo, Giampaolo Morelli, Stefania Sandrelli, Valeria Solarino e Gianmarco Tognazzi.

Il film sar al cinema da mercoled 14 febbraio, distribuito da 01 Distribution.

   

Altre news e collegamenti a Gianmarco Tognazzi »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità