Cado dalle nubi

Film 2009 | Commedia

Regia di Gennaro Nunziante. Un film con Checco Zalone, Dino Abbrescia, Giulia Michelini, Fabio Troiano, Raul Cremona. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2009, Uscita cinema venerdì 27 novembre 2009 distribuito da Medusa. - MYmonetro 2,36 su 126 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Cado dalle nubi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Checco è un giovane cantante pugliese che sogna il successo. Lasciato dalla ragazza, si trasferisce a Milano a casa del cugino Afredo. Qui conosce Marika e tenta una serie di provini. Il film ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d'Argento e 1 candidatura a David di Donatello. In Italia al Box Office Cado dalle nubi ha incassato 14,1 milioni di euro .

Cado dalle nubi è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,36/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 2,29
PUBBLICO 3,37
CONSIGLIATO NÌ
Il bagaglio comico di Checco Zalone regge il volo dal piccolo al grande schermo.
Recensione di Marianna Cappi
venerdì 27 novembre 2009
Recensione di Marianna Cappi
venerdì 27 novembre 2009

Checco vive in Puglia e coltiva il sogno di fare il musicista neomelodico ma la sua ragazza, Angela, non lo prende sul serio e, stanca del suo disimpegno, lo abbandona. Addolorato, Checco lascia Polignano a mare e va dal cugino a Milano. Qui conosce la bella Marika, figlia di un leghista convinto, alla quale sembra non interessare che come amico, buffone di corte. Affranto, Checco decide allora di tentare il provino per il programma "I want you", che seleziona talenti musicali per la tv.
Luca Medici, alias Checco Zalone, come tanti suoi colleghi s'imbarca sul volo che dal piccolo schermo, dal palcoscenico dei comici televisivi, porta al cinema, dentro un film. Con sé non ha una valigia di cartone ma un bagaglio più solido, che resiste al tragitto: un copione estremamente lineare, talora sbrigativo, ma mai volgare, e un gruppo di attori di contorno - su cui svetta Dino Abbrescia - che non si accontentano di offrire una spalla ma creano un piccolo mondo in una stanza.
Finisce alla pari, dunque, il confronto tra Checco Zalone e lo spettatore accorto. A svantaggio dell'attore, il fatto che, nonostante non si tratti di una sequela di gag ma di un film in tutto autosufficiente, non per questo Cado dalle nubi si potrà vedere con lo stesso piacere più di una volta: è un umorismo one shot, occorre accontentarsi; a suo merito, che la risata è certa, incontenibile.
Si riconfermano i punti forti dell'interprete: l'abilità nella scrittura della canzonetta demenziale nel contenuto e credibile nell'esecuzione e l'uso di un italiano storpiato dall'ignoranza, vergognosamente vicino a quello di tanta gente, giù dallo schermo. Gaffeur nato, "fenomeno" di stoltezza, il corpo comico di Checco Zalone è quello del modello sacrificale, che mette alla berlina in prima linea se stesso per costringere i suoi interlocutori al riesame di sé, alla fuoriuscita delle contraddizioni.
Scritto da Zalone stesso in coppia fissa con l'autore dei suoi testi Gennaro Nunziante, qui anche regista, Cado dalle nubi non rivede certo la storia della comicità cinematografica, non ne cambia una virgola né aggiunge una mezza frase, ma ha il pregio, nella sua meravigliosa mediocrità (per usare un'espressione che il film dedica al suo protagonista), di andare a stanare la piccola Iltalia che nella cronaca è fatta più di concetti che di immagini - i giovani dell'oratorio, le manifestazioni leghiste di portata locale - e di raccontarla senza ricorrere per forza al grottesco, cosciente che, ahinoi, non ce n'è nemmeno bisogno.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
CADO DALLE NUBI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 29 novembre 2009
Nino Pell.

L'esordio sul grande schermo di Checco Zalone sembrerebbe proprio appagare un'esigenza del Cinema italiano che già da tempo necessita di un tipo di comicità, se non proprio nuova, ma perlomeno fresca, genuina e che non si accartoccia sui soliti e ripetitivi argomenti visti e stravisti. Checco Zalone dimostra, nel corso di questa pellicola, di essere un attore comico dallo stile diretto, schietto, forse [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 dicembre 2009
wynorski guiaz '80s

Il trentenne disoccupato Checco Zalone(Luca Medici all'anagrafe) decide contro sua voglia di lasciare il piccolo paesino Pugliese nel quale vive trasferendosi a Milano dal cugino in cerca di un successo musicale, sua grande passione e di una ragazza. Tra avventure comiche, guai con il cugino rivelatosi omosessuoale e l'incotro con una bella studente(Giulia Michelini), la vita di Checco cambia e si [...] Vai alla recensione »

lunedì 2 agosto 2010
Ilenia D'Amico

Luca Medici, meglio noto come Checco Zalone, il famigerato comico di "Zelig", è il protagonista del film "Cado dalle nubi" di Gennaro Nunziante in cui interpreta se stesso con l'ormai familiare comicità di sempre, nel film infatti ritroviamo il suo solito modo di parlare e di cantare che lo rendono unico tra gli altri comici italiani. Il film racconta il sogno di Checco (la Musica) e tutto ciò che [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 novembre 2015
Portiere Volante

Zalone è un personaggio davvero simpatico che funziona in un" tempo" di comicità che non va oltre la mezz'ora. Dopo trenta minuti comincia a stancare. Lo aiutano buoni attori di contorno,altrimenti la pellicola potrebbe tranquillamente avere durata inferiore. La storia ,con ironia,descrive differenze tra il nord e il sud e un'improbabile storia d'amore. Vai alla recensione »

domenica 21 dicembre 2014
Great Steven

CADO DALLE NUBI (IT, 2009) diretto da GENNARO NUNZIANTE. Interpretato da CHECCO ZALONE, GIULIA MICHELINI, DINO ABBRESCIA, FABIO TROIANO, IVANO MARESCOTTI, RAUL CREMONA, GIGI ANGELILLO, ANNA FERRUZZO, LUDOVICA MODUGNO, CLAUDIA PENONI, STEFANO CHIODAROLI, IVANA LOTITO, FRANCESCA CHILLEMI, PEPPINO MAZZOTTA Questo film nasce da una scommessa: il cantante di musica demenziale Luca Pasquale Medici, in [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 gennaio 2011
Andrea Conti

E già, Luca Medici, in arte Checco Zalone, ha dimostrato con questo film di poter andar fiero di essere un " cozzalone ". E' proprio questa infatti l'origine dello pseudonimo di Luca: la parola cozzalone significa sempliciotto, tamarro, in dialetto pugliese. Perciò il nome Checco Zalone, sta a significare : " che tamarro " Già dall'invenzione di questo nome si può capire la genialità che questo ragazzo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 novembre 2013
Raffo.TDD

Checco Zalone fa ridere. La sua imitazione dello stereotipo italiano meridionale ignorante calza a pennello con i suoi tratti facciali, e dal primo all'ultimo minuto del suo debutto sul grande schermo lascia sui visi degli spettatori un perenne sorriso, adornata da grasse e grosse risate. Il film debutto parla di questo ragazzo con il sogno di diventar un cantante famoso, trova un sbocco nella [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 febbraio 2011
toty bottalla

Il bravo CHECCO si confronta col grande schermo davanti al quale troppi culi si muovono per venirti a vedere, e quando qualcuno paga, di solito pretende ed è facile alla critica. Io ho trovato ZALONE divertente, e la sua commedia mi è sembrata ben sincronizzata col suo personaggio, e poi infondo ci regala una favola moderna e spensierata a lieto fine.

domenica 19 aprile 2015
Renato C.

In mezzo a tanti "cinepanettoni" e "cinecocomeri" dove, scene di nudo o no, il sesso è sempre l'argomento principale, questo almeno è un film che si basa sui buoni sentimenti! Checco, lasciato dalla ragazza di Polignano a Mare, che voleva una famiglia ad ogni costo, al nord si innamora di una ragazza, che anche lei prima sembra cercare l'affinità, la persona importante ed in Checco non vede che un [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 dicembre 2009
Julia

Luca Medici, un laureato in giurisprudenza prossimo al praticantato, un giorno abbandona i codici e sottobraccio mette una chitarra. Sa di avere un gradevole tono di voce alla napoletana, molto romanzato e gorgheggiato, ma ancor di più, scopre di avere un gran talento nello storpiare e bistrattare la lingua italiana, producendo versi di innegabile comicità.

mercoledì 25 novembre 2009
martalari

CADO DALLE NUBI ..."finalmente si ride!! " continuavano a dire i giornalisti oggi dopo aver visto il film .... Come un fulmine a ciel tutt'altro che sereno, anzi pieno di nubi nere che bloccano gli incassi dei film italiani favorendo film evento e blockbuster, arriva il film con Checco Zalone "Cado dalle nubi" e speriamo che cadano anche i soldi dal cielo per questo film che racconta la storia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 luglio 2010
Fulvia

Film stupido, deludente, adatto solo ad un pubblico di bambini piccoli, che possono trovarlo persino divertente. E io che mi aspettavo qualcosa come il Ciclone di Pieraccioni! Per carità...nemmeno la centesima parte!

venerdì 27 novembre 2009
Assianir

A me è piaciuto molto. E' arguto facendo l'ignorantone, fa riflettere quel che basta e nel contempo ti fa fare anche delle sane risate. Fino'ora le risate erano riservate ai panettoni odiosi dei Vanzina, è positivo che si affaccino anche altri concorrenti sul mercato e personalmente ritengo Checco di un livello una spanna più in alto.

sabato 28 novembre 2009
joycresta

Divertente, risate garantite e una storia davvero carina con un buonissimo ritmo.Da non annoiarsi insomma!! Attori a mio avviso, Perfettamente scelti per le parti che interpretano. Sinceramente ero scettico del fatto che Checco Zalone potesse fare un film, personalmente non l'ho mai seguito nelle varie apparizioni televisive, dunque lo consiglio anche a chi non ama proprio il "Checco della TV"

mercoledì 9 dicembre 2009
gioggi

Veramente delizioso e ben fatto. Il "topos" del meridionale che cerca fortuna al nord è più che sfruttato, eppure Checco Zalone, al secolo Luca Medici, riesce ad essere gustoso e non banale, offrendoci una commedia divertente che, tra una risata e l'altra (e sono molte!), mette in ridicolo i pregiudizi e le ipocrisie che si ritrovano su e giù per lo stivale, senza tuttavia scadere nel moralismo spicciolo. [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 novembre 2009
Assianir

A me è piaciuto molto. E' arguto facendo l'ignorantone, fa riflettere quel che basta e nel contempo ti fa fare anche delle sane risate. Fino'ora le risate erano riservate ai panettoni odiosi dei Vanzina, è positivo che si affaccino anche altri concorrenti sul mercato e personalmente ritengo Checco di un livello una spanna più in alto.

giovedì 17 dicembre 2009
batman77

Il film è molto divertente, ricorda un po quei film di Pozzetto come il ragazzo di campagna e sono fotogenico. checco zalone è molto bravo nell'interpretazione del suo personaggio questo si sapeva gia' ma devo dire che anche tutto il resto (la trama, i personaggi) è fatto tutto molto bene! il film non ha scene "morte", scorre molto velocemente dunque è piacevole anche da vedere e rivedere.

martedì 8 dicembre 2009
disco2005

davvero finalmente una bella commedia italiana divertente,molto + intelligente di quanto gran parte della gente penserà... poi se non vi piace checco zalone vabè non è il film per voi,ma mi pare molto difficile

sabato 5 dicembre 2009
bluombra

Zelig è una cosa: e Zalone ha fatto storia. Ma il cionema è tutt'altra cosa. Lo spirito che mi animava era quello di assistere all'ennesimo tentativo di un comico che cavalcando il successo del personaggio tenta miseramente la fortuna sul grande schermo. Il fatto sta che alla fine del film non l'ho potuto non considerare uno dei migliori film comici visti almeno nell'ultimo anno.

lunedì 7 dicembre 2009
misterix

BEL FILM RILASSANTE E DIVERTENTE

venerdì 27 novembre 2009
checcozalone89

esilarante!!

martedì 15 dicembre 2009
maiki

Finalmente un film comico che fa il suo dovere: ridere dall'inizio alla fine! Ma il grande Checco nazionale non risparmia nemmeno i momenti commuoventi con la sua storia! Per chi vuole distogliere la mente dai problemi di tutti i giorni, per chi vuole entrare in contatto con le diversità delle città italiane, per chi vuole solo regalarsi un sorriso, questo film è per voi!

lunedì 14 dicembre 2009
Link 77

Davvero un bel fiml, anzi per quello che passa il convento di questi tempi direi che ci possiamo anche sbilanciare dandogli 4 stelle! Andate tranquilli a vederlo se già aprezzate il simpatico comico barese che da tempo riscuote successi televisivi, di certo non vi deluderà. Lo stesso dicasi per chi non lo conosce ed ha voglia di fare un carico di buon umore, vero, genuino.

venerdì 4 dicembre 2009
brupet

Da anni non ridevo così. Siamo abituati ai vari cinepanettoni dove per l'intera durata del film non si incontrano più di due o tre battute. Con Checco Zalone si ride dall'inzio alla fine e la sala è gremita di buonumore e nonostante ciò traspare la fotografia della nostra italianetta che se, da una parte è chiusa a guscio nel proprio enturage, dall'altra mostra la permeabilità a quelle aperture sociali [...] Vai alla recensione »

sabato 5 giugno 2010
aldamar

Direi che per essere la prima pellicola  di Checco Zalone non mi aspettavo cosi' tanto da un comico di Zelig visto che il passo dal palco al grande schermo non e' sempre felice ,mi devo ricredere direi che questa e' una grande commedia qui' si ride veramente di gusto senza troppi compromessi ,nello stesso tempo oltre alla comicita' del film appare anche una tenera storia [...] Vai alla recensione »

sabato 2 gennaio 2010
salabuia

Un filmetto divertente con alcune battute ben riuscite ma niente di più, distante anni luce da un "Ricomincio da tre di M. Trosi" (1981) con il quale presenta alcune analogie. Questo in italia passa il convento. Piuttosto mi sembra che si voglia trasmettere che la cultura e il sapere non contano niente, che peggio della cultura c'è solo il culturame di certi ambienti snob ed elitari' che i leghisti [...] Vai alla recensione »

domenica 20 dicembre 2009
Conte di Bismantova

oh ma che tristezza vedere quella striscia gialla con la scritta "consigliato: nì"... dai non facciamo i soliti intellettuali di nicchia ed ammettiamo, per una volta, che "Checco Zalone" ci ha fatto ridere con una commedia semplice e classica, ma divertentissima. Non c'è che il classico canovaccio dell'avventura "del giovane di periferia che va in città", ma il testo è di una comicità sana, lampante, [...] Vai alla recensione »

sabato 12 dicembre 2009
mdr88

Non sarà stato sicuramente il film comico dell'anno ma il mio parere è che è stato un film davvero divertente, godibilissimo nella sua semplicità e soprattutto tutt'altro che privo di significato. Oltre all'interpretazione in chiave comica del problema del razzismo e del pregiudizio in generale nei confronti del "diverso", mi piace pensare l'intento del film è quello di ricordare che non necessariamente [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 dicembre 2009
marezia

Molto bello, fa riflettere e ridere contemporaneamente perché, come ho detto nei post precedenti, si ride tutto sommato dei nostri pregiudizi (tutto quello che verte intorno all'omosessualità canzone compresa è esilarante) e dell'orgoglio delle proprie origini (lo slancio patriottico di fronte alle orecchiette finite nell'immondizia per esempio) ma anche della furbizia del piccolo grande sotterfugio [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 dicembre 2009
misterix

film esilarante, lascia senza fiato!!! forse non ti insegnera' nulla ma riderai a crepapelle!!!!!! una mia dedica particolare a chi non ama la gente del sud, questo film e' per voi imparate a vivere con il cuore!!!!!

sabato 5 dicembre 2009
HOMER999

QST SI CHE è UN FILM COMICO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! UN FILM SEMPLICE, BELLO E NN VOLGARE....... COMPLIMENTII!!!! ANDATELO A VEDERE

giovedì 17 dicembre 2009
lilio

CADO DALLE NUBI si differenzia dai classici "film panettone" per il CONTENUTO, oltre che per le brillanti battute! Nel film Checco racchiude tutta la sua genuinità barese, la grande dote di improvvisatore, e la sua vena ironico-satirica! Chi non apprezza questo film probabilemente non sa mettersi in gioco nella vita o si prende troppo sul serio, esattamente il messaggio che lui vuole veicolare! [...] Vai alla recensione »

domenica 13 dicembre 2009
marco_cccp

Un film leggero carino che scivola via piacevolmente. Usa gli strumenti classici della comicità , ma senza cadere nei tristi cliche di molti pseudo film. Un bel film ,consigliato per chi vuole divertirsi, Bravo Checco !!!!

giovedì 3 dicembre 2009
maber

Sono molto d'accordo con nino, per niente con la maggior parte dei giornalisti che hanno bocciato il film. un ottimo film, per almeno due motivi.Primo, si ride, a ritmo di una risata ogni tre-quattro minuti. E per un film comico, per giunta italiano, tutt'altro che poco. Secondo: Zalone non rinuncia al graffio, come scrive per esempio il Corriere. E non è ruffiano come sostiene il suo collega del Messaggero [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 dicembre 2009
DuffySmarty

Buon film per essere la prima volta di Luca Medici sullo schermo, genio della battuta facile, ma non sempre scontata fa ridere! La storia è semplice, niente di nuovo e strabiliante, ma regge bene e questo personaggio ci fa tenerezza perchè la sua ignoranza fa parte di una persona semplice e buona. E poi bel cast di attori nel film...Bravo Checco!

lunedì 7 dicembre 2009
marezia

Come sempre più spesso mi accade ormai devo anche questa volta contestare il suo elaborato perché ha due imprecisioni che non sono solo formali. I passi sono: "Checco Zalone, protagonista di Cado dalle nubi, regista Gennaro Nunziante, nel suo borgo pugliese comincia facendo un'intervista a se stesso, ormai diventato cantante di successo." e "Dare a dei gay dei malati, è notorio, è talmente improprio [...] Vai alla recensione »

domenica 6 dicembre 2009
ilmoralizzatore

Semplicemente uno dei migliori film comici italiani visti negli ultimi anni... E bravo a Zalone!!!

domenica 29 novembre 2009
franz69

in questo film,come in tutta la comicità di Checco Zalone,vedo gli esordi nelle tivù locali pugliesi del grande Emilio Solfrizzi,quando con Genny Nunziante si divertiva a rendere parodia tutto ciò che gli capitava per le mani vedi IL POLPO su telenorba e altre... comunque CHECCO ZALONE è un vero PUGLIESE DOC e da pugliese fa ridere e divertire

sabato 8 gennaio 2011
AlanWake

Risate assicurate all'insegna della "anti-grammatica" da gran comicità, e al grottesco senso del sognare! Non fraintendiamo nemmeno questo film con altre schifezze come il "natale a...", diventato ormai buono solo come mezzo di parodia (per esso). Infatti si parla degli uomini sessuali nella società, si parla del confronto Sud e Nord ecc.

giovedì 6 maggio 2010
marezia

Preparatevi per i Nastro d'Argento come miglior commedia e miglior canzone originale. Ha pure incassato un botto e quindi nessuno potrà dire che non lo avrà meritato perché di nicchia...

martedì 5 gennaio 2010
fabruss

vedo troppo entusiasmo per questi filmetti, ok il film è simpatico, zalone è un buon comico, ma non enfatizziamolo troppo, diciamoci la verità, è una bella cazzata. e non venitemi a dire che non è volgare, per piacere, anche se lo so, si vede di peggio, tipo de sica e c. io l'ho visto in un cinemino di campagna, ho speso 5 euro, fatto 2 risate, ma basta, via.

lunedì 30 novembre 2009
damya81

un mare di risate dove questo film non deve lasciare giudizi negativi xchè se qlc lo ritiene negativo(come ho già letto)vuol dire che soffre di depressione....semplicemente divertente....

martedì 14 luglio 2015
albydrummer

Decisamente pessimo...

martedì 18 gennaio 2011
Fede81

Dopo una partenza un po' faticosa, questa commedia girata con pochi mezzi si rivela gradevole e spassosa, grazie all'intelligenza di Checco Zalone. Consiglio di vederla a chi vuole passare una bella serata ridendo bonariamente dei difetti del Sud. Il personaggio protagonista in fondo è un buono e un ingenuo, una persona semplice che riesce a trovare il lato positivo nella situazioni [...] Vai alla recensione »

giovedì 25 novembre 2010
ilmago99

hd

martedì 24 agosto 2010
ThePaglia

Il passo dal piccolo al grande schermo non è sempre facile. Molti comici di Zelig davvero simpatici hanno tentato di scavalcare questo valico,ma invano;uno fra tanti il bravo Franco Neri,che ci ha sempre divertito e stupito durante i suoi sketch televisivi,ma nel film di qualche anno fa "Sono tornato al Nord" non ha divertito abbastanza il pubblico del grande schermo,e soprattutto [...] Vai alla recensione »

sabato 20 febbraio 2010
ultimoboyscout

Trovo antipatico Zalone e detto tra noi non sa nemmeno recitare. Ma il film è un continuo ridere, tra battute e situazioni grottesche a raffica. Comicità vecchio stile, merita un'occhiata.

lunedì 18 gennaio 2010
Manu^^

Grandissimo Checco, una commedia veramente divertente e non solo^^ Consiglio a tutti di vederlo, specialmente in compagnia!!

lunedì 18 gennaio 2010
Manu^^

Grandissimo Checco, una commedia veramente divertente e non solo^^ Consiglio a tutti di vederlo, specialmente in compagnia!!

martedì 15 dicembre 2009
FELICINO

Ieri sera ho visto il film di Checco ed è stato più che accettabile. Checco con quella parlantina in italiano volutamente storpiato si potrebbe quasi considerare un moderno Abatantuono, con tutto il rispetto per il grande Diego. Accetto eventuali smentite.

FOCUS
FOCUS
lunedì 7 dicembre 2009
Pino Farinotti

Fenomeno Zalone Si chiamava Rupert Pupkin lo showman interpretato da Robert De Niro in Re per una notte, a mezza strada fra la cieca fiducia e la mitomania. In quel film Pupkin/De Niro riusciva a sfondare dopo aver attirato l'attenzione su di sé con uno skoop, il rapimento di Jerry Lewis. Quel film iniziava con Rupert che dà uno spettacolo a una platea che non c'è, semplicemente una gigantografia con un pubblico acclamante.

INCONTRI
martedì 24 novembre 2009
Marianna Cappi

Luca Medici porta il suo Checco Zalone (dal barese “Che cozzalone”, ovvero che “cafone”) in trasferta dal palcoscenico televisivo di “Zelig” alle 480 sale italiane che la Medusa ha predisposto per Cado dalle nubi, vicenda (o “caso umano”) di un giovane cantante di Polignano a Mare che sbarca a Milano in cerca di successo. Terrone fra i leghisti, blasfemo tra i giovani cattolici, sessista fra gli omosessuali, Checco è un “fenomeno” non solo musicale, un gaffeur nato.

Frasi
È inconcepito che non vediate la Puglia!
Una frase di Checcho (Checco Zalone)
dal film Cado dalle nubi - a cura di Davide
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Cabona
Il Giornale

Cado dalle nubi di Gennaro Nunziante, con Checco Zalone, esce mentre in libreria arriva il libro-cd omonimo di Checco Zalone, consigli per l'aspirante cantante. Si sorride con l'uno e con l'altro, perché il suo personaggio di poeta cafone sprizza saggezza, mentre i lombardi trasudano l'ipocrisia e i lumbard non sanno ricondurre, come fa lui, «terùn», gli omosessuali ad anormali e i parroci in borghese [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Il barese Luca Medici in arte Checco Zalone, ultimo prodotto della premiata ditta Zelig, dopo l'exploit con la sigla portafortuna ai Mondiali 2006 «Siamo una squadra fortissimi» e la parodia del cantante neomelodico versione pugliese, si è caricato sulle spalle un film intero guidato dal regista esordiente Gennaro Nunziante, amico e concittadino. Con «Cado dalle nubi», lo scatenato Zalone per non rischiare [...] Vai alla recensione »

Enzo Natta
Famiglia Cristiana

Difficile il passaggio dal cabaret televisivo al cinema. Per lo più, alla prova del grande schermo i comici che vengono dal piccolo dimostrano di non avere le risorse necessarie per un cambio di marcia che garantisca la tenuta di una performance basata su tempi e ritmi diversi Qualità che ha rivelato Checco Zalone, emerso prepotentemente da Zelig con un'esplosiva carica di vitalità che ha fatto presa [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

"Gli uomini sessuali non c'avranno gli assorbenti / ma però c'hanno le ali / per volare via con la fantasia / da questa loro atroce malattia". Parole e musica di Luca Medici, al secolo Checco Zalone, che esordisce al cinema con Cado dalle nubi, diretto dall'amico e co-sceneggiatore Gennaro Nunziante (penna per Alessandro D'Alatri, era il sacerdote affabulatore di Casomai).

Francesco Alò
Il Messaggero

Il cantante pugliese Checco cerca il successo ("Sarei ipocrita se dico il viceversa") ed è mollato dalla donna cui aveva dedicato l'album "Immensemente Angela". Emigra. In una Milano immensamente soleggiata (ma quando mai?), avrà a che fare con il cugino gay, cui dedicherà la canzone "Uomini sessuali", troverà l'amore, farà pipì in un'ampolla pseudoleghista e parteciperà a uno show alla X Factor.

NEWS
NEWS
lunedì 30 novembre 2009
Andrea Chirichelli

Box Office Italia Clamoroso al Cibali, anzi, non solo lì: Checco Zalone batte New Moon! Con 2.6 milioni di euro contro 2.4, Cado dalle nubi supera di un soffio Twilight, che perde oltre il 60% rispetto alla settimana scorsa (dove peraltro aveva fatto [...]

VIDEO
mercoledì 11 novembre 2009
Lisa Meacci

Speciale Checco In esclusiva per MYmovies, è finalmente on line il backstage del nuovo film diretto da Gennaro Nunziante, Cado dalle nubi, in uscita nelle nostre sale a partire dal 27 novembre. In questo dietro le quinte, il simpaticissimo Luca Medici [...]

[LINK] FOTO
mercoledì 4 novembre 2009
Marlen Vazzoler
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati