The Party

Film 2017 | Commedia +13 71 min.

Titolo originaleThe Party
Anno2017
GenereCommedia
ProduzioneGran Bretagna
Durata71 minuti
Al cinema29 sale cinematografiche
Regia diSally Potter
AttoriKristin Scott Thomas, Timothy Spall, Patricia Clarkson, Bruno Ganz, Cillian Murphy Emily Mortimer, Cherry Jones.
Uscitagiovedì 8 febbraio 2018
TagDa vedere 2017
DistribuzioneAcademy Two
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,33 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Sally Potter. Un film Da vedere 2017 con Kristin Scott Thomas, Timothy Spall, Patricia Clarkson, Bruno Ganz, Cillian Murphy. Cast completo Titolo originale: The Party. Genere Commedia - Gran Bretagna, 2017, durata 71 minuti. Uscita cinema giovedì 8 febbraio 2018 distribuito da Academy Two. Oggi tra i film al cinema in 29 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,33 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
The Party
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un gruppo di persone si trova in una casa per trascorrere del tempo insieme ma alcune rivelazioni metteranno a repentaglio la loro riunione. In Italia al Box Office The Party ha incassato 199 mila euro .

Consigliato sì!
3,33/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,88
PUBBLICO 3,60
CONSIGLIATO SÌ
Una commedia dall'impianto teatrale che vibra di arguzia e cinismo come da miglior manuale di humor britannico.
Recensione di Anna Maria Pasetti
giovedì 16 febbraio 2017
Recensione di Anna Maria Pasetti
giovedì 16 febbraio 2017

Un appartamento, sette persone e mille segreti con altrettante bugie: il tutto nell'arco di una serata. È quanto accade a casa di Janet e Bill, pronti a ricevere gli amici più stretti per un party celebrativo: la donna è stata nominata ministro-ombra della salute per i laburisti. Mentre la moglie sembra pregustare la vittoria maneggiando tra i fornelli, il marito appare preoccupato e distratto. È sufficiente una sua confessione a scatenare fra gli ospiti un dirompente effetto domino.

La ricchezza linguistica di The Party inizia già dal titolo, squisito doppio senso in lingua inglese che l'italiano deve scindere fra "partito" e "festa". Il primo significato è il motivo per l'esistenza del secondo, quale celebrazione di una vittoria ottenuta senza scadere nei compromessi.

Janet, infatti, ci appare subito come un'idealista, un'anima incapace di mentire. Il marito, invece, è un intellettuale, un equilibrista della parola, ma per la carriera di lei ha rinunciato alla propria. La conquista di una carica ministeriale merita la condivisione con l'intima amica April, una cinica americana, e col di lei compagno Gottfried, un naturopata tedesco. Ma anche con la coppia lesbica formata dalla vet-femminista Martha e la sua giovane compagna incinta Jinny, per finire con manager finanziario Tom e sua moglie Marianne, che tuttavia si annuncia in ritardo.

Sally Potter, generosa a specchiare l'alter ego in ciascuno dei propri personaggi, non fa eccezione per questa nuova fatica cinematografica, setacciando fra i "magnifici 7" pregi e virtù di una personalità profondamente complessa. A differenza di parecchi suoi film, The Party è una commedia, che vibra di arguzia e cinismo come da miglior manuale di humor britannico.

Costruita su unità spazio-temporale e in tempo reale, si avvicina con evidenza ai canoni teatrali basandosi su un uso magistrale della parola. Non lontano da stile e tematiche di Harold Pinter, in realtà porta sullo schermo un testo completamente frutto del talento della Potter, che ha intessuto una raffinatissima sceneggiatura dove ogni elemento è "segno" funzionale al tutto, dunque essenziale ed indispensabile.

Esplosiva e seducente, la materia riflette criticamente sulla stringente attualità socio-politico-culturale del Regno Unito ampliando tuttavia gli orizzonti a una denuncia valoriale generalizzata dell'Occidente tutto. A tale scopo servono i contrasti attivati fra alcuni personaggi opposti come il "guru" Gottfried di aspirazioni orientali contro il materialista Tom di ovvia adesione al dio denaro. Illuminati da una fotografia in b/n che strizza l'occhio al vintage-evergreen, i personaggi beneficano di interpreti eccellenti, capaci di alternare tensioni ed esplosioni nella spasmodica attesa di colei (Marianne) che si attesterà come la causa del Caos, il Godot secondo Sally Potter. Per quanto notevole nella sua organizzazione complessiva, The Party non offre originalità linguistica né stilistica, rimandando ab origine a un certo tipo di teatro (come si diceva) ma anche ad opere cinematografiche costruite su territori similari, fra tutti "il" Carnage firmato da Roman Polanski.

Sei d'accordo con Anna Maria Pasetti?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 18 febbraio 2018
Maramaldo

... qualora, per caso, ne trovaste - negativi, amari, impietosi - fate finta di niente, come se non ce l'avessero con voi. Godetevi senza pensieri questo pezzo di "bravura" non così frequente. The Party, una volta tanto, azzecca il connubio tra teatro e cinema: recitazioni esemplari ed un'efficace espressività drammatica, il tutto cadenzato da secche staffilate di sarcasmo, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 febbraio 2018
vanessa zarastro

  0 0 1 440 2514 DIPSA 20 5 2949 14.0 Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 febbraio 2018
tmpsvita

 Per la regia della pluripremiata Sally Potter una dramedy corale, con un cast eccezionale, talvolta surreale e deliziosamente grottesca nei risvolti e nelle reazioni, nonché nelle situazioni inverosimili ma spassose; tutto il film è poi farcito da un cinico British humor per la maggior parte delle volte riuscito.  Devo, però, ammettere che è molto facile farmi [...] Vai alla recensione »

domenica 11 febbraio 2018
antonio bianchi

Cos'ha da dire il regista con questo film? Niente, apparentemente. Tutto ciò che accade nella scena è teatrale, nell'accezione di eccessivo, sopra le righe, inutile. Stereotipe e insopportabili le caratterizzazioni dei personaggi. La coppia lesbica, l'una professoressa di un improbabilissimo corso universitario, l'altra ridicolmente infantile.

lunedì 12 febbraio 2018
Flyanto

 "The Party", la nuova commedia della regista Sally Potter, in questi giorni nelle sale cinematografiche italiane, ruota tutta intorno, appunto, alla festa organizzata da un'esponente del partito laburista in seguito alla propria nomina al Governo. Vi partecipano, ovviamente, i suoi amici più stretti che durante il festino, si congratulano con lei.

domenica 11 febbraio 2018
cardclau

Attrici stepitose nella recetazione, con attori favolosi in controcanto. Un pezzo teatrale divertentissimo, gustosissimo, e fino alla fine sempre sorprendente, pieno di humor mai volgare o banale, scritto benissimo e diretto magistralmente.  Argomento? Le interrelazioni umane nella classe borghese. Siamo di fronte a un film di alto, ed altro, livello.

mercoledì 21 febbraio 2018
gerol_a

Finalmente una commedia brillante, ricca d’intensita e colpi di scena dall’inizio alla fine del film. Peccato sia troppo breve. Andrebbe visto due volte! Forse a far da sfondo alla protagonista sono stati scelti personaggi troppo estremi a dimostrare le problematiche che ha la nostra società “ così evoluta”. Favoloso humor britannico. W la verità!

domenica 18 febbraio 2018
annabeppe

una piece teatrale, una compagnia di amici a casa di uno di loro ( visto, trito e ritrito ) dialoghi serrati, ma in modo artefatto, inverosimili , i personaggi sono degli stereotipi "la cinica" "l'intellettuale" "l'omosessuale" "il giovane rampante" . con lo stucchevole proposito del sempre , ormai perenne, "politically correct" l, un film per vecchi borghesi ipocriti di sinistra che non capiscono [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
sabato 28 ottobre 2017
Paola Casella

È la regista e sceneggiatrice di Orlando e Lezioni di tango, e il suo cinema è considerato uno dei più sperimentali e coraggiosi del panorama britannico. The Party, presentato a Berlino e ora alla Festa di Roma, è la sua prima commedia tout court, ma il senso dello humour ha colorato tutta la sua produzione.

The Party è una commedia dall'impianto teatrale che vibra di arguzia e cinismo come da miglior manuale di humor britannico

The Party, girato in digitale in un bianco e nero nitido e spietato, si mantiene in equilibrio fra farsa e tragedia, e ha un cast stellare fra cui spiccano Kristin Scott Thomas, Timothy Spall, Patricia Clarkson e Bruno Ganz.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 8 febbraio 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

La britannica Sally Potter si è affermata sulla scena internazionale con film che, da Orlando a Rage passando per Lezioni di tango, ne hanno di volta in volta confermato la vocazione sperimentale e la vena femminista. Discostandosi da questa rigorosa linea poetica, The Party rappresenta l'inaspettato rientro in una più consolidata tradizione teatrale: è una piccola farsa da camera girata in due sole [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 febbraio 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

Un gruppo di amici intellettuali e di sinistra si vede a cena, e poco a poco emergono segreti inconfessabili, legati per lo più alla loro vita privata. La padrona di casa (Kristin Scott Thomas) è appena stata nominata ministro ombra della sanità, suo marito (Timothy Spall) è atono sul divano, l'amica (Patricia Clarkson) porta con sé un marito tedesco (Bruno Ganz) che ripete banalità, una coppia di [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 febbraio 2018
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Casa Janet & Bill, intellettuali laboristi. Al brindisi per l'elezione di Janet (Scott Thomas) a ministro ombra Bill (Spall) annuncia la sua malattia e un tradimento coniugale insopportabile. Dal Vaso di Pandora escono menzogne e omissioni stressate in un linguaggio ironico, apocalittico, che non risparmia gli invitati, una coppia lesbica, un giovane broker con pistola e marito e moglie arenati nell'età. [...] Vai alla recensione »

domenica 11 febbraio 2018
Fabio Ferzetti
L'Espresso

Sette attori - sette ottimi attori - e un film che si svolge tutto in una casa. Un titolo double face - "The Party" è la Festa ma anche il Partito - per una sarabanda di sottintesi, omissis, ponderate ambiguità, innegabili menzogne, che non escludono insulti e ganci alla mascella camuffati da bons mots. Il tutto per scartavetrare in allegria quel che resta di tre o quattro totem usurati.

sabato 10 febbraio 2018
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Che delizia i film che cominciano con una pistola puntata contro lo spettatore. In realtà, contro l'ultimo ospite, che arriva con colpevole ritardo - il film svela perché - alla festa organizzata da Kristin Scott Thomas per festeggiare la carica di ministro della Salute nel governo ombra laburista. L'Inghilterra, oggi, ma Brexit c'entra poco e niente.

giovedì 8 febbraio 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Janet è appena stata nominata Ministro del Governo ombra inglese. Organizza una serata, per festeggiare il coronamento di una carriera. Con lei, è anche il marito Bill, stranamente distratto. Il perché lo si capirà poco dopo quando, alla consorte e agli amici più stretti, rivelerà due segreti che manderanno al macero i sentimenti «liberal», tirando fuori il vero «io» di ognuno.

giovedì 8 febbraio 2018
Cristina Piccino
Il Manifesto

Il bianco e nero dichiara l'atmosfera surreale: siamo a una festa per la nomina di Janet a nuovo ministro della salute nel governo ombra laburista. Ci sono pochi amici, quelli di sempre, e un giovane intruso, il marito bello della sua assistente personale che è rimasta a casa, arriverà più tardi spiega laconico lui, forse al dolce o al formaggio chissà.

venerdì 2 febbraio 2018
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

"The Party", ovvero la festa e il partito. A tenerli insieme è la raffinata, idealista e rampante Janet (Kristin Scott Thomas), che è stata appena nominata ministro della Sanità del governo ombra: il coronamento della propria attività politica, che intende celebrare invitando a cena gli amici più intimi nella sua bella casa londinese. Mentre lei si adopera in cucina con i vol-au-vent, peraltro ricevendo [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
lunedì 5 febbraio 2018
 

Un appartamento, sette persone e mille segreti con altrettante bugie: il tutto nell'arco di una serata. È quanto accade a casa di Janet e Bill, pronti a ricevere gli amici più stretti per un party celebrativo: la donna è stata nominata ministro-ombra [...]

GUARDA L'INIZIO
venerdì 2 febbraio 2018
 

Janet è appena stata nominata Ministro del Governo Ombra, il coronamento della sua carriera politica. Lei e suo marito Bill decidono quindi di festeggiare con gli amici più vicini. Gli ospiti arrivano nella loro casa di Londra, ma la festa volge inaspettatamen [...]

TRAILER
venerdì 12 gennaio 2018
 

Janet (Kristin Scott Thomas) è appena stata nominata Ministro del Governo Ombra, il coronamento della sua carriera politica. Lei e suo marito Bill decidono di festeggiare con gli amici più intimi. Gli ospiti arrivano nella loro casa di Londra, ma la [...]

POSTER
mercoledì 3 gennaio 2018
 

Un appartamento, sette persone e mille segreti con altrettante bugie: il tutto nell'arco di una serata. È quanto accade a casa di Janet e Bill, pronti a ricevere gli amici più stretti per un party celebrativo: la donna è stata nominata ministro-ombra [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati