The Party

Acquista su Ibs.it   Dvd The Party   Blu-Ray The Party  
Un film di Sally Potter. Con Kristin Scott Thomas, Timothy Spall, Patricia Clarkson, Bruno Ganz, Cillian Murphy.
continua»
Titolo originale The Party. Commedia, Ratings: Kids+13, b/n durata 71 min. - Gran Bretagna 2017. - Academy Two uscita giovedì 8 febbraio 2018. MYMONETRO The Party * * * - - valutazione media: 3,20 su 23 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
vanessa zarastro giovedì 8 febbraio 2018
non svelate gli altarini… Valutazione 3 stelle su cinque
78%
No
22%

 

Molti sono i film che negli ultimi anni mostrano gli “scheletri negli armadi” delle famiglie borghesi. Per di più esse sono quasi sempre un gruppo di amici o famiglie progressiste, intellettuali e di sinistra. Tradimenti, rapporti etero e omosessuali, ipocrisie, contraddizioni e quant’altro si può disvelare sotto le relazioni apparentemente convenzionali.
Nel film Carnage del 2011 di Roman Polanski, due coppie provano a chiarire “civilmente” un litigio tra i rispettivi figli, girato in un’unica location a Brooklyn per rischiare loro stessi di finire in una rissa. Nel film francese Cena tra amici di Alexandre de La Pantellière e Matthiew Delaporte del 2012, la scelta del nome del futuro figlio diventa un pretesto per scatenare dispute tra tutti i commensali. Con la sua versione italiana Il nome del figlio dell’Archibugi del 2015 il film di Alexandre de La Pantellière condivide la pièce di partenza Le prénom degli stessi registi, già trionfo teatrale a Parigi del 2010. Anche I nostri ragazzi di Ivano De Matteo sembrerebbe “sollevare il coperchio di una pentola a pressione” quando nella vita di due fratelli con modelli di vita molto diversi, felicemente sposati, fanno una terribile scoperta riguardante i rispettivi figli. Invece in Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese del 2016, la collettivizzazione dei cellulari, sempre un gruppo di amici a una cena, apre i segreti più nascosti di ognuno. E questi titoli citati sono solo quelli che ricordo in questo momento.
The Party è in questa linea. Presenta un cast stellare e un finale a sorpresa ed è tutto girato in bianco e nero nella casa di Bill (Timothy Spall) e di sua moglie Janet (Kristin Scott Thomas). Lei è stata appena nominata Ministro della Salute nel governo ombra (presumibilmente Laburista,) lui è un intellettuale che ha rinunciato alla sua carriera (una cattedra a Yale) per sostenere Janet mentre un gruppettino ristretto di amici intimi si ritrova a casa loro per brindare all’evento: Martha (Cherry Jones) una vetero-femminista con Jinny (Emily Mortimer) la sua giovane compagna incinta, April (Patricia Clarkson), l’amica del cuore di Janet con il compagno Goffried Bruno Ganz (un naturopata tedesco), e Tom (Cillian Murphy),  un giovane manager finanziario che veste  Prada e indossa un costoso Audemars Piguet, marito di Marianne ex dottoranda di Bill, che però arriverà in ritardo. 
The Party è sostanzialmente una pièce teatrale di ambiente elegantemente liberal, divertente e ben recitata, anche se Bill/Timoty Spall è un tantino sopra le righe e si fatica un po’ a vederlo nei panni di un seduttore. Bruno Ganz ha perso completamente lo smalto wendersiano ed è mostrato come un simpatico e stravagante vecchietto.
Il film è tutto parlato in modo serrato ed ha il pregio di durare solo 71”, tempo eccezionale in un periodo di film fiume. Ottima la scelta dei brani musicali. 
Geoff Andrew della rivista “Sight & Sound” lo ha definito «una satira dark che espone le debolezze della classe media britannica e dei sistemi politici, con dialoghi acuti e deliziosa ironia». Presentato alla 67ma edizione del Festival di Berlino, The Party si è aggiudicato il Guild Film Prize.


[-]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
maramaldo domenica 18 febbraio 2018
non cercate messaggi... Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

... qualora, per caso, ne trovaste - negativi, amari, impietosi - fate finta di niente, come se non ce l'avessero con voi.
Godetevi senza pensieri questo pezzo di "bravura" non così frequente. The Party, una volta tanto, azzecca il connubio tra teatro e cinema: recitazioni esemplari ed un'efficace espressività drammatica, il tutto cadenzato da secche staffilate di sarcasmo, altro che british humour. Un bianco e nero che non promette allegria, cinquanta sfumature di grigio da obitorio, da incubo. Non voglio scoraggiare dall'usare le vostre capacità di analisi; se volete, chinatevi pensosi sulle ambasce del Labour inglese, chissà ne ricaverete insegnamenti. [+]

[+] lascia un commento a maramaldo »
d'accordo?
tmpsvita lunedì 12 febbraio 2018
discreta commedia corale a ritmo di british humor Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

 Per la regia della pluripremiata Sally Potter una dramedy corale, con un cast eccezionale, talvolta surreale e deliziosamente grottesca nei risvolti e nelle reazioni, nonché nelle situazioni inverosimili ma spassose; tutto il film è poi farcito da un cinico British humor per la maggior parte delle volte riuscito. 

Devo, però, ammettere che è molto facile farmi piacere film di questo tipo, ovvero ambientati in pochi spazi con pochi personaggi con dei segreti da rivelare e vari colpi di scena da essi derivati, semplicemente perché in genere li adoro, splendido ad esempio "Carnage" di Polanski o il sorprendente, e orgogliosamente nostrano, "Perfetti Sconosciuti" dello scorso anno, perciò potrei risultare parziale nel giudicarlo ma cercherò di essere il più obbiettivo possibile. [+]

[+] lascia un commento a tmpsvita »
d'accordo?
fabio giovedì 9 agosto 2018
il dio del massacro al party della potter Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Un po' troppo inverosimili ed eccessivi, caricaturali, i personaggi messi in scena. La teatralità ci sta' tutta ma qui si è andato troppo oltre e ne risente la tensione di questo psicodramma allo humor inglese.
Nel complesso il film parte male per poi riprendersi nel secondo tempo e col finale a sorpresa. L'umorismo c'è ma un po' goffo; comunque ce n'è abbastanza per lasciare lo spettatore soddisfatto.
Di buono c'è che dura poco, 71 minuti si possono spendere ma senza pretese. Azzeccata la scelta musicale e bella la fotografia.
Si può perdere al cinema; magari lo ripeschi alla tv e va' bene lo stesso.

[+] lascia un commento a fabio »
d'accordo?
flyanto lunedì 12 febbraio 2018
un party teso al massacro Valutazione 3 stelle su cinque
33%
No
67%

 "The Party", la nuova commedia della regista Sally Potter, in questi giorni nelle sale cinematografiche italiane, ruota tutta intorno, appunto, alla festa organizzata da un'esponente del partito laburista in seguito alla propria nomina al Governo. Vi partecipano, ovviamente, i suoi amici più stretti che durante il festino, si congratulano con lei. Ma nel corso della serata si verificheranno degli avvenimenti che contribuiranno ad accendere maggiormente l'atmosfera generale, già di per sè abbastanza 'elettrica', ed emergerà, svelandosi piano piano, ciò che ogni invitato nasconde della propria vita. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
antoniobianchi domenica 11 febbraio 2018
niente da dire, e detto in modo imbarazzante Valutazione 0 stelle su cinque
38%
No
63%

Cos'ha da dire il regista con questo film?
Niente, apparentemente.
Tutto ciò che accade nella scena è teatrale, nell'accezione di eccessivo, sopra le righe, inutile.
Stereotipe e insopportabili le caratterizzazioni dei personaggi.
La coppia lesbica, l'una professoressa di un improbabilissimo corso universitario, l'altra ridicolmente infantile.
Il naturopata che parla con frasi da baci perugina. Anche se ha il volto di Bruno Ganz.
L'amica cinica che ha capito tutto della vita, ma si accompagna incomprensibilmente al naturopata di cui sopra. E parla come ci si è abituati a interagire nei cosiddetti social network. [+]

[+] lascia un commento a antoniobianchi »
d'accordo?
cardclau domenica 11 febbraio 2018
qui siamo ad alto livello Valutazione 5 stelle su cinque
33%
No
67%

Attrici stepitose nella recetazione, con attori favolosi in controcanto. Un pezzo teatrale divertentissimo, gustosissimo, e fino alla fine sempre sorprendente, pieno di humor mai volgare o banale, scritto benissimo e diretto magistralmente.  Argomento? Le interrelazioni umane nella classe borghese. Siamo di fronte a un film di alto, ed altro, livello. Mi scuso con i vicini di posto per le mie continue risate, insoffocabili.

[+] lascia un commento a cardclau »
d'accordo?
The Party | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | vanessa zarastro
  2° | maramaldo
  3° | tmpsvita
  4° | fabio
  5° | flyanto
  6° | antoniobianchi
  7° | cardclau
Rassegna stampa
Fabio Ferzetti
Goya (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 8 febbraio 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità