•  
  •  
Apri le opzioni

Queen Latifah

Queen Latifah (Dana Elaine Owens) è un'attrice statunitense, produttrice, produttrice esecutiva, è nata il 18 marzo 1970 a Newark, New Jersey (USA).
Nel 2016 ha ricevuto il premio come miglior attrice miniserie o film tv al SAG Awards per il film Bessie. Dal 2008 al 2016 Queen Latifah ha vinto 3 premi: Golden Globes (2008), SAG Awards (2008, 2016). Queen Latifah ha oggi 52 anni ed è del segno zodiacale Pesci.

Se c'è una Queen non è detto ci debba essere anche il King

A cura di Fabio Secchi Frau

Una curiosa rapper di colore scovata in mezzo alle postazioni più alte delle classifiche musicali che ha occupato per interi anni e che, per finire, sulla soglia dei quaranta, si è rivelata una clamorosa novità nelle commedie. Un esempio piuttosto raro di come cantante e attrice possano perfettamente congiungersi in un'unica personalità. Interessante dal punto di vista professionale, esalta ogni ruolo che ricopre, guadagnandosi illustri premi, senza l'aiuto di essere accompagnata da una figura maschile che le faccia da controparte.

La carriera musicale
Nata come Dana Elaine Owens, il 18 marzo 1970, a Newark, nel New Jersey, figlia di un'insegnante liceale dell'Irvington High School e di un ufficiale di polizia, è costretta a subire il divorzio dei suoi genitori quando aveva ancora 10 anni. Cresciuta nella comunità della chiesa battista, sceglie il suo nome d'arte Latifah già dall'età di 8 anni, quando sua cugina le spiega il significato: delicata. Altissima per la sua età, entra nella squadra di basket del suo liceo, partecipando contemporaneamente al musical scolastico di The Wiz. Dal 1988 al 1989, entra nel gruppo rap Ladies Fresh, lavorando con produttori come Dj Mark the 45 King, ovvero Mark James. Come una delle prime rapper femminili, emerge dalle classifiche con il singolo "Wrath of My Madness", lanciando in seguito l'album "All Hall the Queen" e seguito da "Order in the Court". Dal 2003 al 2007, sceglie invece di esplorare la musica soul, il jazz e l'hip-hop. Arrivano "The Dana Owens Album" e "Trav'lin' Light", all'interno dei quali collabora con Jill Scott, Erykah Badu, Joe Sample, George Duke, Christian McBride e Stevie Wonder, ottenendo candidature ai Grammy. Ancora più noti i suoi guai con la giustizia: possesso di armi da fuoco e di marijuana, aggressioni etc.

Il debutto cinematografico
Sconvolta dalla morte di suo fratello Lance Owens, morto in un incidente motociclistico, vociferata lesbica dalla cronaca rosa statunitense, si dimostra un'ottima attrice quando Spike Lee la sceglie per recitare con Wesley Snipes, Anthony Quinn, Annabella Sciorra, John Turturro e Samuel L. Jackson nel drammatico Jungle Fever (1991). Seguiranno altre notevoli performances in Juice (1992), ancora una volta con Samuel L. Jackson, My Life - Questa mia vita (1993) con Nicole Kidman, Kiss (1998) con Danny DeVito e Sfera (1998) con Dustin Hoffman e Sharon Stone.

L'apice della carriera di attrice: Chicago
Nel 2001, si pensa a lei per il ruolo da protagonista nel film Monster's Ball. Il film avrebbe dovuto essere girato da Sean Penn e si propose Robert De Niro come protagonista maschile. Ma tutto cambiò quando la produzione impose un cast più giovane e scelse Halle Berry e Billy Bob Thornton. Halle Berry si guadagnò così un Oscar come miglior attrice protagonista, mentre lei si consolò con le candidature all'Oscar, al BAFTA, al Golden Globe e all'MTV Movie Awards per il ruolo di Mama Morton nel musical Chicago (2002) di Rob Marshall, con Renée Zellweger, Catherine Zeta-Jones, Richard Gere e Lucy Liu. Nessuna cieca incapacità di stare di fronte alla cinepresa. Queen Latifah non si accontenta di portare la sua grande voce al film, ma regala un'apprezzabile interpretazione al pubblico incantato da questa splendida matrona di colore, a tratti mistica, a tratti magnifica.

Altri film
A seguire si aggiungono Un ciclone in casa (2003) con Steve Martin, I Muppet e il Mago di Oz (2005) con Quentin Tarantino, Vero come la finzione (2006) con Dustin Hoffman, L'ultima vacanza (2006) con Gérard Depardieu, Hairspray - Grasso è bello (2007) con John Travolta, Michelle Pfeiffer e Christopher Walken, Notte brava a Las Vegas (2008) con Cameron Diaz e Rimbalzi d'amore (2010), rischiando però di essere una potenziale vincitrice di Razzie Award per la pessima scelta di soggetti da interpretare. Dopo la commedia di Ron Howard Il dilemma (2011), è ancora nei panni della mammuth Ellie ne L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva.

Il Golden Globe per Life Support
Da sottolineare la sua carriera nel piccolo schermo con le partecipazioni a Willy, il principe di Bel Air (1991), Living Single (1993-1998) del quale è stata protagonista, Spin City (2001) e Life Support (2007) che le ha permesso di vincere un Golden Globe con una delle sue più famose interpretazioni che rimane però preclusa al pubblico italiano. Aspetteremo di toccare il cielo con un dito in un'altra performance, sperando di provare la stessa gioia e lo stesso divertimento trovato in Chicago.

Ultimi film

Commedia, (USA - 2017), 122 min.
SERIE - Musical, (USA - 2016)

News

Una donna single, divorziata, alle prese con i dilemmi adolescenziali della ribelle figlia Delilah.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati