•  
  •  
Apri le opzioni

Philip Bosco

Philip Bosco (Philip Michael Bosco) è un attore statunitense, è nato il 26 settembre 1930 a Jersey City, New Jersey (USA) e muore il 3 dicembre 2018 all'età di 88 anni a Haworth, New Jersey (USA).

Prendi un italo-americano

A cura di Fabio Secchi Frau

Soprattutto in America, ma anche in Europa, da qualche anno sta spopolando la febbre degli italo-americani. Philip Bosco, proprio per le sue origini, è per questo motivo, uno dei caratteristi più longevi del momento, lanciato dal teatro e acchiappato al volo dal cinema.
Figlio di un conducente di autocarri e di una poliziotta, dopo aver studiato alla Saint Peter's Prep School, comincia a lavorare con il padre, ma interrompe il lavoro, preferendo servire gli Stati Uniti d'America come soldato nella divisione U.S. Army Signal Corps, fra il 1951 e il 1953. Tornato a casa, nel 1957, si iscrive alla Catholic University of America e, terminata anche quella, decide di darsi al teatro emergendo nel 1961 come attore della rappresentazione "The Rape of the Belt" che gli permetterà di ricevere la sua prima nomination ai Tony Award come miglior attore non protagonista. Ma non sarà l'unica candidatura al prestigioso premio teatrale: nel 1984, viene nominato nella rosa dei migliori attori protagonisti per "Heartbreaker House"; nel 1987 per "You Never Call Tell" e nel 1996 per "Moon Over Buffalo", ma è solo nel 1989 che vince il tanto rincorso premio come miglior attore protagonista per "Lend Me a Tenor". Caratterista italo-americano di modesto successo, nel 1957 sposa Nancy Ann Dunkle che gli darà ben sette figli, fra cui l'assistente alla camera John Bosco. Assieme al teatro, Philip comincia a muovere i suoi primi passi anche in televisione con delle apparizioni in telefilm come: Armstrong Circle Theatre (1961) di William Corrigan e John Fitchen, con Leslie Nielsen e Patty Duke, The DuPont Show of the Month (1961), Sunday Showcase (1961) e Hawk (1966) con Burt Reynolds.
Il debutto cinematografico avviene invece nel 1968, con il film di David Lowell Rich Jim l'irresistibile detective con Kirk Douglas, Sylva Koscina ed Eli Wallach, poi, dopo i televisivi N.Y.P.D (1968), il film tv Hogan's Goat (1971) con Faye Dunaway e la soap opera Sentieri (1952), comincerà a farsi conoscere dal grande pubblico, principalmente femminile.
Il ritorno al cinema, dopo un lungo percorso televisivo arriva nel 1983 nel film Una poltrona per due con Eddie Murphy. Poi sarà uno dei caratteristi de: Il papa di Greenwich Village (1984), Catholic Boys - Alleluja! (1985), Casa dolce casa? (1986) con Tom Hanks, Figli di un dio minore (1986) con William Hurt, Suspect - Presunto colpevole (1987) e Tre scapoli e un bebé (1987). Particolarmente amato da Woody Allen, reciterà per lui in Un'altra donna (1988) con Gene Hackman, Ombre e nebbia (1992) con John Malkovich e Harry a pezzi (1997) con Robin Williams. Seguirà la commedia con Harrison Ford, Kevin Spacey e Sigourney Weaver Una donna in carriera (1988) e Quattro pazzi in libertà (1989).
Di quando in quando, si lascerà corteggiare anche dal piccolo schermo principalmente per piccoli ruoli in telefilm (Un giustiziere a New York, 1986-89), ma poi tornerà repentino al grande schermo per affiancare Jamie Lee Curtis in Blue Steel - Bersaglio mortale (1990) o per interpretare ruoli di poliziotto, senatore e padre ne: Scappiamo col malloppo (1990), I corridoi del potere (1991), F/X - Replay di un omicidio (1991), Linea diretta - Un'occasione unica (1992) e Angie - Una donna tutta sola (1994).
Nel 1994, sul set di The Prison, trova colui che sarà uno dei suoi migliori compagni di set Samuel L. Jackson, rincontrerà infatti l'attore anche ne Shaft (2000) e Il colore del crimine (2006). Veramente ricca la sua filmografia, purtroppo non tutta di qualità che alterna pellicole d'amore mediocri come Lezioni di anatomia (1994) a film tv invisibili come La scena del delitto (1994), passando per film d'autore come La vita a modo mio (1994) con Paul Newman e Bruce Willis o Ritrovarsi (1994) con Susan Sarandon, e fiction o film dal sapore italo-americano come Young at Heart (1995) con Frank Sinatra. Entrato anche nelle caratterizzazioni dell'italiano made in Usa sarà Vincenzo ne Un matrimonio a quattro mani (1995) e lo zio Carmine Morelli nel brillante e femminile Il club delle prime mogli (1996) con Goldie Hawn.
Dopo una breve apparizione ne Ultime dal cielo (1997), affianca il trio di attori principali de Il matrimonio del mio migliore amico (1997) composto da Julia Roberts, Rupert Everett e Cameron Diaz. E, in seguito a Se mi amate (1997), intraprenderà una carriera televisiva con apparizioni in: Cosby (1998), Spin City(1998), Law & Order - I due volti della giustizia (1990-1999).
Recentemente, si è visto con Michael Douglas nel sottovalutato Wonder Boys (2000) e con Meg Ryan nel romantico Kate & Leopold (2001), passando per il terribile Abandon - Misteriosi Omicidi e alla serie tv in 7 puntate con Hanks e Kevin Kline Freedom - A History of Us (2003), senza dimenticare Hitch - Lui sì che capisce le donne (2005), La famiglia Savage, con Laura Linney e Philip Seymour Hoffman, e il telefilm Damages (2007) con Glenn Close. Una carriera insomma, lontana da esplosioni, inseguimenti con mitra, lotte e sparatorie tipicamente adatte per i gangster-movie, ma più drammatica e comica, portando avanti il mitico stereotipo del mafiosetto americano di orgogliose etnie italiane.

Ultimi film

Commedia, (USA - 2007), 113 min.
Drammatico, (USA - 2006), 112 min.
Commedia, (USA - 2001), 121 min.
Poliziesco, (USA - 2000), 99 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati