Dizionari del cinema
Periodici (1)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 28 febbraio 2017

Frank Sinatra

Uno degli artisti più popolari del nostro secolo

Nome: Francis Albert Sinatra
Data nascita: 12 Dicembre 1915 (Sagittario), Hoboken (New Jersey - USA)

Data morte: 14 Maggio 1998 (82 anni), Los Angeles (California - USA)
occhiello
Come va, pidocchio?
dal film Da qui all'eternità (1953) Frank Sinatra è Il soldato Angelo Maggio
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Frank Sinatra
Premio Oscar 1955
Nomination miglior attore per il film L'uomo dal braccio d'oro di Otto Preminger

Premio Oscar 1953
Premio miglior attore non protagonista per il film Da qui all'eternità di Fred Zinnemann

Premio Oscar 1953
Nomination miglior attore non protagonista per il film Da qui all'eternità di Fred Zinnemann



Chi ha incastrato Roger Rabbit

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,88)
Un film di Robert Zemeckis. Con Christopher Lloyd, Joanna Cassidy, Bob Hoskins, Frank Sinatra, Stubby Kaye.
continua»

Genere Fantastico, - USA 1988.

Da qui all'eternità

* * * * -
(mymonetro: 4,48)
Un film di Fred Zinnemann. Con Frank Sinatra, Ernest Borgnine, Deborah Kerr, Montgomery Clift, Burt Lancaster.
continua»

Genere Drammatico, - USA 1953.

Il giro del mondo in 80 giorni

* * * - -
(mymonetro: 3,24)
Un film di Michael Anderson. Con Shirley MacLaine, David Niven, Charles Boyer, Robert Newton, Martine Carol.
continua»

Genere Avventura, - USA 1956.

Colpo grosso

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,75)
Un film di Lewis Milestone. Con Dean Martin, Frank Sinatra, Peter Lawford, Cesar Romero, Angie Dickinson.
continua»

Genere Commedia, - USA 1960.

Bulli e pupe

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,75)
Un film di Joseph L. Mankiewicz. Con Frank Sinatra, Jean Simmons, Vivian Blaine, Robert Keith, Marlon Brando.
continua»

Genere Musicale, - USA 1955.
Filmografia di Frank Sinatra »

lunedì 6 febbraio 2017 - Il film di Damien Chazelle è un film degli Anni Cinquanta. È come se pubblico e critica non vedessero l'ora di respirare un po' d'aria pura. Al cinema.

La La Land, un vero fenomeno

Pino Farinotti cinemanews

La La Land, un vero fenomeno La La land, di cui ho già scritto, si sta rivelando un vero fenomeno. Per cominciare l'accoglienza: tutte le testate e tutte le firme più importanti della critica gli hanno attribuito le cinque stelle, il voto del capolavoro. Anch'io l'ho definito tale. Ragionandoci in prospettiva emerge un dato, non proprio positivo rispetto al cinema contemporaneo. Il film di Damien Chazelle è, di fatto, un film degli Anni Cinquanta. È come se pubblico e critica non vedessero l'ora di... respirare un po' d'aria pura. La mia posizione, in quel senso, credo sia nota, raccontata più volte. "Passatista" è quasi sempre un aggettivo negativo. E, ribadisco, è triste doversi rifare al passato. Ma in questo caso il dato e il sentimento sono condivisi. Quel cinema - parlo di America, ma il concetto può essere allargato - era migliore di questo, e non solo.
Nel mio libro "Storia 'poconormale' del cinema" ho scritto: "I Cinquanta sono un decennio fondamentale del cinema. Evoluzione dei contenuti e della tecnica, "assestamento" dei generi. Hollywood diventa sempre più leader, guida del cinema, per spettacolo, qualità e mercato. Niente di assoluto naturalmente, ci sono altri paesi e altre correnti, ma il cinema americano, figlio del dopoguerra, diventa un fenomeno che propaga nel mondo caratteri ed esempi di sentimento, di estetica e di marketing. Quel decennio è davvero l'età dell'oro del cinema."
La La land, qualche momento: lei vuole fare l'attrice, lui suonare il piano secondo la propria cultura. Hanno talento. Provano e riprovano, alla fine ce la fanno. Quante volte i film hanno raccontato questa vicenda? Le loro mani si toccano in un cinema - e dove altrimenti - al buio. Poi si baciano. E tutto si ferma lì. Niente nudo e niente letto. Lei è con amici banali, a una cena, ma ecco il raptus, scappa e va da lui. Certo cliché, ma belli. Le citazioni le lascio ai cinefili, il ballo: Astaire-Rogers e Gene Kelly. Gli scenari da Cantando sotto la pioggia a Un americano a Parigi. Con l'immancabile sequenza sulla Senna. Tutti "Anni Cinquanta" dunque. Chazelle rinuncia persino all'immancabile momento omosessuale obbligatorio e strategico in tutti i film di adesso.

Altre news e collegamenti a Frank Sinatra »
Chi ha incastrato Roger Rabbit (1988) Da qui all'eternità (1953)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità