•  
  •  
Apri le opzioni

George Clooney

George Clooney (George Timothy Clooney ) è un attore statunitense, regista, produttore, produttore esecutivo, sceneggiatore, è nato il 6 maggio 1961 a Lexington, Kentucky (USA). Al cinema il 6 ottobre 2022 con il film Ticket To Paradise.
Nel 2012 ha ricevuto il premio come miglior attore al Critics Choice Award per il film Paradiso amaro. Dal 2001 al 2012 George Clooney ha vinto 6 premi: Critics Choice Award (2012), Festival di Venezia (2005), Golden Globes (2001, 2006, 2012), Premio Oscar (2006). George Clooney ha oggi 61 anni ed è del segno zodiacale Toro.

No Clooney, no party

A cura di Fabio Secchi Frau

Io sono un ibrido. Riesco a vivere in entrambe le dimensioni». Nessuno si aspetterebbe questa definizione da un uomo tutto d'un pezzo come George Clooney. Ma se si parla della dimensione dell'attore e del regista che lui riesce, con successo e fortuna, a equilibrare magnificamente, allora è ammissibile! Clooney, da qualche anno a questa parte, è volto e voce di quelle lezioni di politica che non andrebbero mai dimenticate.
Non gli interessa sollazzare il pubblico e portarlo dentro le sale per offrirgli del puro e semplice intrattenimento, è un artista più votato verso l'impronta informativa del cinema, in particolar modo nei riguardi dei giovani, che devono sapere cosa c'è stato dietro di loro per costruire un futuro migliore. Come autore di pellicole, conserva la stessa grazia e la stessa eleganza che lo fanno un attore glamour. Nei suoi film, non si urla la verità con quanto fiato si ha in gola accanendosi contro i feroci nemici, ma ci si limita a parlare cordialmente con loro, magari con una sigaretta accesa in mano e guardandoli dritti negli occhi. Anti-bush, non sempre politicamente corretto, è balzato sorprendentemente al primo posto delle classifiche dell'uomo più sexy del mondo, dopo aver recitato il ruolo del pediatra, cavaliere moderno e strapazzato dalle donne, del serial E.R.. Le quali quando si menziona il suo nome, urlano in maniera entusiastica, mentre gli uomini apprezzano il suo comportamento e le sue idee che, seppur discutibili, hanno fatto dimenticare i suoi poco brillanti film d'esordio... per non parlare della pubblicità del Martini di cui è stato testimonial! No Martini, no Clooney!

L'arrivo a Los Angeles e l'esordio in TV
Nato nel Kentucky, figlio del presentatore televisivo Nick Clooney, cugino e nipote rispettivamente di Miguel e José Ferrer, nonché nipote delle attrici e cantanti Rosemary e Betty Clooney, George frequenta la Augusta High School e la Northern Kentucky University, con la ferma intenzione di seguire le orme paterne e di lavorare come giornalista e attore in televisione (il suo esordio davanti a un obiettivo avviene nella serie tv Centennial, del 1978, accanto a Richard Chamberlain), ma poi cambia idea. Prova la strada dello sport, essendo particolarmente dotato come giocatore di baseball ma, durante un provino per i Cincinnati Reds, si infortuna.
A ventuno anni, quando il cugino Mel si ferma nella sua città e Clooney lo aiuta a imparare una piccola parte per un film, si convince del fatto che la sua vocazione è solo quella di recitare. Così, nel 1983, si trasferisce a Los Angeles per studiare alla Beverly Hills Playhouse. In quegli anni, divide l'appartamento con l'attore Thom Mathews e il letto con le attrici Dedee Pfeiffer (sorella di Michelle Pfeiffer), Kelly Preston, (che gli regalerà forse il compagno più longevo della sua vita, il maiale Max, morto nel 2006), e Talia Balsam (che sposerà nel 1989 e dalla quale divorzierà nel 1990). Comincia dalla televisione la sua vera e lunga marcia verso la popolarità.
Appare in telefilm come Ripide (1984) e Il falco della strada (1985), muovendo i primi passi nel grande schermo in pessimi b-movie horror come: Predator - The Concert (1987) con Laura Dern e Charlie Sheen, La scuola degli orrori (1987) e Il ritorno dei pomodori assassini (1987). E mentre continua la sua lunga gavetta sul piccolo schermo, partecipando a un'immensità di serial (L'albero delle mele, Hunter, La signora in giallo, Cuori senza età, Pappa e ciccia, Sisters), fa provini per il cinema, per esempio per il ruolo di J.D. in Thelma & Louise (1991) di Ridley Scott e per il Mr. Blonde di Le iene (1992) di Tarantino, ruoli per i quali viene scartato.

E.R. e la notorietà
Migliore amico degli attori Richard Kind e Tommy Hinkley, viene poi scelto per il ruolo del Dottor Ross nella serie tv E.R. - Medici in prima linea (1994), prodotta da Steven Spielberg e scritta da Michael Crichton. Il ruolo del pediatra dongiovanni gli calza così a pennello che attira da subito l'attenzione del pubblico femminile e la critica che urla al nuovo Cary Grant.
Plurinominato ai Golden Globe e agli Emmy, con il timore di rimanere confinato a vita dentro il piccolo schermo, sfrutta questo momento di popolarità mondiale (viene addirittura additato dalle riviste come l'uomo più sexy del mondo) per ottenere più ruoli possibili da Hollywood che risponde immediatamente alla sua richiesta, così eccolo accanto a Michelle Pfeiffer nella commedia romantica Un giorno, per caso (1996) o nell'horror (questa volta di serie A) di Robert Rodriguez Dal tramonto all'alba (1996) con Harvey Keitel. Scartato per il ruolo da protagonista in Jack Frost (1998), viene scelto per vestirsi dal fumettistico uomo pipistrello nel pessimo Batman & Robin (1997) di Joel Schumacher, dove dovrà vedersela con una verde Uma Thurman (Poison Ivy) e un gelido Arnold Schwarzenegger (Mr. Freeze). Da buon fan del cartone animato South Park chiede personalmente a Trey Parker, il creatore della serie, di poter doppiare almeno uno dei personaggi e Parker lo accontenta, dandogli il ruolo di Sparky, il cane gay di uno dei protagonisti.

Soderbergh e i Coen
Passa da un fidanzamento all'altro (dalle attrici Denise Crosby, Kimberly Russell, Karen Duffy e Brooke Langton alla modella Celin Balitran), con la stessa facilità con cui passa da un set all'altro: il thriller The Peacemaker (1997) con Nicole Kidman, il poliziesco Out of Sight (1998) di Steven Soderbergh (con il quale stringerà una profondissima amicizia, nonché una collaborazione in affari), il bellico La sottile linea rossa (1998) di Terrence Malick e Three Kings (1999) con il suo migliore amico Mark Wahlberg. Continuano, incessanti, le conquiste di questo farfallone dai capelli brizzolati: Lisa Snowden, Traylor Howard, Julia Roberts, Renée Zellweger, Mariella Frostruo, Jennifer Siebel e Krista Allen. Ma le donne, si sa, fanno rima con gli affari, ed eccolo dunque a capo della compagnia di produzione televisiva e cinematografica Maysville Pictures, nonché della Section Eight (della quale è stato socio fino al 2006 assieme a Soderbergh) e della Smoke House assieme all'attore Grant Heslov.
Dopo il film tv A prova di errore (2000) di Stephen Frears, lasciati per sempre i panni del Dottor Ross, recita nel drammatico La tempesta perfetta (2000) di Wolfgang Petersen, passando a film più impegnati quando i fratelli Coen lo vorranno come protagonista dai baffetti alla Clark Gable di Fratello, dove sei? (2000) per il cui ruolo di un Odisseo moderno vincerà il Golden Globe come miglior attore. Soderbergh, che in lui vede un po' di quel fascino alla Frank Sinatra, gli offre il ruolo di Ocean, criminale con lo smoking che organizza il colpo della sua vita (rubare soldi e amante al proprietario di un casinò di Las Vegas) nel remake di Colpo grosso, Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco (2001). Il film andrà così bene che si presterà anche per i due sequel del film. E dato che Clooney è un tipo d'uomo che dà molto peso alle amicizie, eccolo in un piccolo ruolo nella trilogia Spy Kids (2001) di Robert Rodriguez, nonché nel remake dall'omonimo titolo Solaris (2002), ancora per Soderbergh, dove si presta per la sua prima scena di nudo.

L'incontro con la regia
Desideroso di esplorare nuove dimensioni, eccolo anche regista di Confessioni di una mente pericolosa (2003), pellicola con Sam Rockwell nei panni di un conduttore televisivo-spia e killer del governo. Tornerà attore per i Coen nel 2003, quando reciterà Prima ti sposo poi ti rovino (2003), e si vedrà rifiutato per il ruolo di Jack in Sideways (2004) perché... troppo famoso!!!
Torna dietro la macchina da presa per firmare il politico Good night, and good luck (2005), all'interno del quale rivede le vicende della caccia alle streghe comuniste guidate dal senatore McCarthy con gli occhi del giornalista Ed Murrow. Viene nominato all'Oscar e ai Golden Globe per la miglior regia e la migliore sceneggiatura, anche se quell'anno, vincerà entrambe le ambite competizioni solo come miglior attore non protagonista, per un altro film: Syriana (2006) di Stephen Gaghan, che lo vedrà, ingrassato, nei panni di un agente della CIA. Nonostante sia uno degli attori viventi più famosi sulla terra, non soffre di megalomanie e vizi compulsivi da star (si è allontanato da Hollywood, scegliendo la calma della sua villa sul lago di Como, a Laglio) e preferisce ritagliarsi, nella cinematografia moderna, uno spazio personalissimo e inconfondibile, sia come autore che come interprete, sottintendendo, nel primo caso, un evidente messaggio politico: senza il rispetto per la libertà altrui, qualunque dittatura, anche la più ricca e potente, è condannata alla scomparsa. E ovviamente questo tipo di discorso è chiaramente contro Bush che scatena guerre senza chiare motivazioni e usa la paura per soggiogare il popolo. Opinione che gli è valsa un posto fra i primi nomi della lista nera del presidente americano.

La Smoke House e i film recenti
Potentemente antimilitarista, rifiuta il ruolo di John McLoughlin in World Trade Center (2006), scegliendo ancora Soderbergh per il thriller Intrigo a Berlino (2006).
Nel 2007 il film candidato all'Oscar Michael Clayton è valso a Clooney un Golden Globe e la candidatura all'Oscar come Migliore Attore. Nel 2008, ha interpretato In amore niente regole, una commedia romantica da lui diretta per la Universal e primo film prodotto dalla Smoke House, la società di produzione di Clooney e Grant Heslov. Tra i film recenti ricordiamo Burn After Reading-A prova di spia dei fratelli Coen, con i quali è tornato a lavorare per la terza volta dopo Fratello, dove sei? (che è valso a Clooney un Golden Globe come Migliore Attore) e Prima ti sposo, poi ti rovino, con Catherine Zeta Jones. Tra i progetti di Clooney ricordiamo anche Tra le nuvole, per la regia di Jason Reitman (ancora una volta nominato agli Oscar come Miglior Attore) e il film di animazione Fantastic Mr. Fox, nel quale presta la voce al protagonista. Nel 2009 è chiamato a recitare insieme a Kevin Spacey, Ewan McGregor e Jeff Bridges nell'intelligente commedia di guerra L'uomo che fissa le capre diretta dall'amico Grant Heslov, un'altra importante produzione della Smoke House. E dopo il drammatico The American, presenta alla Mostra di Venezia 2011 l'intenso Le idi di marzo, che ha scritto, diretto e interpretato. Il 2012 inizia, per l'attore, con una commedia dal sapore agrodolce, tanto commovente quanto profonda. Diretto dal regista premio Oscar per Sideways Alexander Payne, interpreta un marito e un padre in crisi in Paradiso amaro. Per il suo ruolo si è già portato a casa il premio come migliore attore in un film drammatico e una nomination per l'ambita statuetta.
All'inizio del 2014 uscirà il suo nuovo film da regista, The Monuments Men, mentre a fine 2013 è protagonista insieme a Sandra Bullock del film fantascientifico di Cuarón Gravity. Tornerà al servizio dei Coen per il film Ave, Cesare! e sarà protagonista del film diretto da Jodie Foster Money Monster. Inoltre partecipa nei panni di se stesso nel film natalizio diretto da Sofia Coppola A Very Murray Christmas.
Nel 2020 è dietro la macchina da presa di The Midnight Sky, in cui recita anche al fianco di Felicity Jones.

Prossimi film

Ultimi film

SERIE - Azione, (USA - 2022)
Drammatico, (USA - 2021), 104 min.
Drammatico, (USA - 2020), 122 min.

Focus

APPROFONDIMENTI
domenica 16 febbraio 2014
Roy Menarini

Quando oggi parliamo di recupero del patrimonio culturale, intendiamo riferirci ad azioni decisamente meno pericolose di quelle affrontate dai "monuments men" del film di George Clooney. E lo stesso lessico ministeriale (i cui amministrativi passano alcune ore fuori ufficio in "missione") fa sorridere rispetto alle missioni belliche cui alludiamo con questa terminologia. Eppure, sempre di conservazione e trasmissione dell'eredità artistica stiamo parlando

NEWS
giovedì 20 ottobre 2011
Nicoletta Dose

Dopo l'annuncio della nuova fidanzata Stacey Keibler, George Clooney è arrivato a Londra per la premiere britannica de Le idi di marzo, di cui è regista e attore protagonista. Accompagnato da Evan Rachel Wood e Philip Seymour Hoffman, il divo americano ha firmato molti autografi ai numerosi fan presenti sul red carpet del London Film Festival. Come al solito disponibile a sorridere e ad accogliere con entusiasmo la presenza dei suoi fan, Clooney ha poi partecipato all'anteprima britannica del suo film, rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa e sviando le malizie riguardo alla sua nuova relazione sentimentale

INCONTRI
mercoledì 31 agosto 2011
Ilaria Ravarino

Verrebbe da dire che è nata una stella. Perché nonostante tutto, nonostante la fama da sciupafemmine e la presenza costante sulle pagine dei tabloid, nonostante la recente fine di una chiacchierata relazione (con Elisabetta Canalis) e il chiacchierato inizio di un altrettanto nebuloso flirt (con l'attrice Stacey Keibler), nonostante da vent'anni la sua vita privata faccia ombra e rumore intorno al suo talento, George Clooney questa volta è venuto a Venezia da vero, e apprezzato, Autore

TELEVISIONE
martedì 27 ottobre 2009
Lisa Meacci

Vai George! Torniamo a parlare di George Clooney, il bell'attore holliwoodiano ultimamente sulle copertine di tutti i rotocalchi. Stavolta però, torna sui giornali non per fatti di cronaca rosa ma per (meno male) questioni di lavoro: si dice che Clooney sarebbe intenzionato a produrre una nuova serie per Tnt, intitolata Delta Blues. La plot, in fase di lavorazione da più di un anno, racconta di un poliziotto di Memphis che vive con la madre, perennemente impegnato a risolvere i propri problemi economici

INCONTRI
sabato 17 ottobre 2009
Marianna Cappi

Libero di volare Ryan Bingham ha un bagaglio leggero. Non può fare altrimenti, deve ottimizzare i tempi d'imbarco e di movimento, non può portarsi dietro niente e nessuno. Deve essere libero, per volare da una parte all'altra degli Stati Uniti, a licenziare gente piena di figli e di problemi. A trainare con charme il trolley di Ryan è George Clooney, a pilotare l'aereo di Up in the air che lo ha portato al festival di Roma è Jason Reitman, che conosce la strada perché se l'è già spalancata due anni fa con Juno

I film più famosi

Thriller, (USA - 2007), 122 min.
Commedia, (USA - 2008), 114 min.
Commedia, (USA - 2009), 109 min.
Drammatico, (USA - 2007), 125 min.
Commedia, (USA - 2017), 105 min.
Guerra, (USA - 1998), 170 min.
Azione, (USA - 2004), 125 min.

News

Regia di George Clooney. Un film con George Clooney, Felicity Jones, Kyle Chandler, David Oyelowo, Tiffany Boone. Dal 23...
Regia di George Clooney. Un film con George Clooney, Felicity Jones, Kyle Chandler, David Oyelowo, Tiffany Boone. Dal 23...
È molto probabile che in queste ore l'attore e regista stia pensando di partecipare alle primarie dei democratici in...
In occasione dell'uscita di Ocean's 8, i film sulla celebre banda di ladri sono ora disponibili in una nuova edizione.
Il regista/attore americano presenta Suburbicon, scritto dai fratelli Coen. Presentati anche i primi due episodi di...
Il film dei fratelli Coen è una critica ironica allo star system che non nasconde l'amore per il cinema del passato. Da...
Tra i film presentati ieri Money Monster di Jodie Foster e Fai bei sogni di Marco Bellocchio. Oggi in concorso Ken Loach...
Intelligenti, colti, ironici, pochi al mondo conoscono tutte le parabole dei film come i Coen. Di Pino Farinotti.
Hollywood è sull'orlo del precipizio. I fratelli Coen con Ave Cesare girano una commedia con venature farsesche per dire...
Individui pericolosi, pazzi, scemi, poveri uomini su cui si accanisce il fato: un viaggio tra il grottesco e il nonsense.
Dai fratelli Coen (Ave, Cesare!) a Gianfranco Rosi (Fuocoammare), da Thomas Vinterberg (The Commune) a Spike Lee...
Monuments Men: la grande bellezza, quella vera.
Ieri sul red carpet George Clooney e i suoi Monuments Men.
Clooney, Bigelow e Cumberbatch tra i premiati.
In serata Leone alla carriera a William Friedkin.
Da quest'anno MYmovies.it e Orizzonti insieme per la sala web.
Il film di Alfonso Cuarón a Venezia il 28 agosto.
Paradiso amaro tra dolore e generosità.
Le foto del 'dramma tropicale' con George Clooney.
Martin Scorsese miglior regista, premio alla carriera a Morgan Freeman.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati