The Disaster Artist

Film 2017 | Commedia +13 104 min.

Titolo originaleThe Disaster Artist
Anno2017
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata104 minuti
Regia diJames Franco
AttoriJames Franco, Dave Franco, Seth Rogen, Alison Brie, Ari Graynor, Jacki Weaver Josh Hutcherson, Zac Efron, Bryan Cranston, Sharon Stone, Melanie Griffith, Kate Upton, Hannibal Buress, Andrew Santino, Sugar Lyn Beard, Zoey Deutch, Dylan Minnette, Tommy Wiseau, Lizzy Caplan, Kristen Bell.
Uscitagiovedì 22 febbraio 2018
TagDa vedere 2017
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,19 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di James Franco. Un film Da vedere 2017 con James Franco, Dave Franco, Seth Rogen, Alison Brie, Ari Graynor, Jacki Weaver. Cast completo Titolo originale: The Disaster Artist. Genere Commedia - USA, 2017, durata 104 minuti. Uscita cinema giovedì 22 febbraio 2018 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,19 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Disaster Artist tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il film, diretto, prodotto e interpretato da James Franco, è basato sul libro "The Disaster Artist: My Life Inside The Room". Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 2 candidature e vinto un premio ai Golden Globes. In Italia al Box Office The Disaster Artist ha incassato 76,3 mila euro .

Consigliato sì!
3,19/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,50
PUBBLICO 3,06
CONSIGLIATO SÌ
Franco è Tommy Wiseau, regista e interprete del film più brutto mai realizzato. Divertente e ben scritto, un racconto sul folle mondo del cinema.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 27 novembre 2017
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 27 novembre 2017

Greg è un aspirante attore, ancora incapace di lasciarsi andare, che rimane affascinato, durante una lezione, dalla libertà d'espressione e dalla carica emotiva di uno strano tizio di nome Tommy Wiseau. Greg diventa così il primo amico che Tommy abbia mai avuto e i due partono per cercare fortuna verso Los Angeles. Ma la fortuna è merce rara, e il sogno di fare cinema brucia dentro di loro, al punto che i due partoriscono l'idea folle di The Room: un film scritto diretto interpretato e prodotto da Tommy, passato alla cronaca come il film più brutto della storia del cinema.

Mentre The Room è ancora tra i film più visti, nelle sale e sul web, in giro per il mondo, James Franco porta sullo schermo The Disaster artist.

Il film è il racconto di come è nato, si è svolto ed è stato accolto quel film, pensato come un romanzo sentimental-drammatico e finito ad assommare soft-porn e inarrivabile comicità, interpretando con mimesi filologica e con insolito sentimento il mistero umano Wiseau, un uomo di cui tuttora non si conosce la provenienza né la data di nascita né la ragione di un patrimonio finanziario pressoché senza fondo.

Il film di Franco ha un andamento simile a quello del film che contiene, nel senso che si fa via via più comico man mano che diventa evidente che Wiseau non ha la più pallida idea di come si giri un lungometraggio e alterna ambizioni dittatoriali e crisi di autostima, finendo per apparire effettivamente il padrone di un pianeta (come afferma di essere) di cui è l'unico abitante ed esemplare: un personaggio incredibile nella vita e impensabile al cinema. Però il film non è una farsa, o non solo: impossibile non godere del lavoro di James Franco attore sul calco del vero Wiseau (come testimoniato dagli split screen di coda), o dell'affresco sul mondo del cinema, la sua città simbolo, i suoi compromessi umani.

Per di più, The Disaster Artist s'inserisce perfettamente nelle filmografia in rapido accrescimento di Franco regista, non solo per la presenza di sodali quali Seth Rogen, ma piuttosto per il ritorno di temi e figure quali James Dean e il patto sacro e diabolico dell'amicizia maschile, qui al centro del racconto nel rapporto tra Tommy e Greg, alias James e Dave Franco.
Divertente e ben scritto, The Disaster Artist non suona cioè come una presa in giro e null'altro di The Room e del suo creatore, ma quasi come un riconoscimento della follia buona dell'impresa, e c'è da credere che ne rilancerà il culto una volta di più.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
VIDEO RECENSIONE
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 26 febbraio 2018
udiego

 James Franco, regista e produttore dell’opera, con “The Disaster Artist” porta al cinema la storia della realizzazione di “The Room” considerato il film più brutto del mondo, ma ancora oggi uno dei più visti di sempre. Tutta la vicenda ruota attorno al personaggio di Tommy Wiseau, di lui ancora oggi non si conoscono luogo di nascita, età e provenienza [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 marzo 2018
cate_rina

E' un film nel film. Questo è chiaro.  Non lascia sicuramente sbalorditi durante la visione e nemmeno fornisce spunti di riflessione. E' semplicemente un film, a tratti divertente. Indubbiamente molto bravo James Franco nel ruolo che si è autoassegnato , proprio come fece all'epoca il regista del film più brutto della storia del cinema.

giovedì 1 marzo 2018
LucaVon95

"The disaster Artist" è sicuramente un buon film, ben confezionato, ben interpretato e anche ben realizzato, peccato che abbia poco da dire e quello che dice ricorda troppo "Ed Wood" di Tim Burton che era riuscito a fare sicuramente di meglio. Il problema di questo film è che segue un plot già collaudato e ormai abusatissimo, ovvero, due persone sconosciute [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 febbraio 2018
cardclau

Non credevo che per fare la storia di un brutto film occorresse tanta mediocrità. Una noia estrema, dall'inizio alla fine. Molto americano nella recitazione-. Dell'americano medio, gregge dei media. Se il protagonista del film non fosse stato uno pieno di soldi, il che ne stempera le reazioni avverse e di rigetto, uno penserebbe a un paranoico schizofrenico, affetto da mania di persecuzione. [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 febbraio 2018
Soleil

Molto molto molto carino. Un bel film Lo consiglio

lunedì 26 febbraio 2018
Cobain

A me è piaciuto tantissimo! James Franco fenomenale, bravissimo, il premo al golden globe STRAMERITATO.  Da vedere, ma dopo aver visto The Room! :D 

martedì 3 aprile 2018
amarolucano

il film l'ho trovato divertente, per una commedia penso che questo sia già più che sufficiente. Leggendo il giudizio di altri utenti non capisco che spunti di riflessione ci dovrebbe dare un film del genere. E' una commedia, basata su una storia vera, leggera e piacevole, ottimamente interpretata. 

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 22 febbraio 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

La tredicesima regia del divo James Franco racconta il primo, e per fortuna unico, lungometraggio diretto da Tommy Wiseau nel 2003: il drammone orribile The Room. Quella di Franco è invece un'ottima commedia, nominata all'Oscar per la migliore sceneggiatura adattata, su un "freak" della settima arte al cui confronto l'Ed Wood di Tim Burton era Federico Fellini.

giovedì 22 febbraio 2018
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

In una filmografia che spazia tra supereroi (gli Spiderman), commedie demenziali (Strafumati, Facciamola finita), arthouse canonico (127 ore) o sovversivo (Spring Breakers - Una vacanza da sballo) , mainstream per famiglie (Il grande e potente Oz) e microbudget ispirati dalla letteratura di Faulkner, Cormac McCarthy e Hart Crane, James Franco ha spesso lasciato intravedere la sua fascinazione per l'underbel [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 febbraio 2018
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Cinema sul cinema, l'imbarazzante mancanza di ragione&talento, ficcata dentro l'ostinazione di riuscire, un massacro di tempo, energie, denaro e coinvolgimento di innocenti, nella biografia "weird" di Tommy Wiseau. Con 5 misteriosi milioni gli riuscì di produrre e distribuire "The room", detto "il peggior film della storia del cinema", ovviamente diventato cult.

giovedì 22 febbraio 2018
Alice Sforza
Il Giornale

La storia vera del dietro le quinte della lavorazione di «The Room», definito «il Quarto Potere dei brutti Film». Colpa di Toiruny Wiseau, attore senza scritture che decise di sceneggiare, produrre e dirigere e recitare (da cani), una sua storia. Il risultato? Un'autentica schifezza. Eppure, «The Room» è diventato un classico dei film proiettati a mezzanotte, assurgendo a titolo di culto.

giovedì 22 febbraio 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

The Room" (2003) è considerato uno dei più brutti film della storia del cinema, un involontario capolavoro trash. Lo ha scritto, diretto e interpretato nel 2003, con esiti atroci, tal Tommy Wiseau, esordiente di misteriose origini e misteriosa ricchezza, che ci ha investito milioni di dollari. La storia della lavorazione è stata raccontata dall'attore Greg Sestero in un libro, a cui si è ispirato James [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
giovedì 15 febbraio 2018
 

Greg è un aspirante attore che rimane affascinato, durante una lezione, dalla libertà d'espressione e dalla carica emotiva di uno strano tizio di nome Tommy Wiseau. Greg diventa così il primo amico che Tommy abbia mai avuto e i due partono per cercare [...]

BOX OFFICE
domenica 10 dicembre 2017
Andrea Chirichelli

Assassinio sull'Orient Express (guarda la video recensione) travolge il box office italiano e si porta a casa un sabato quasi milionario: i 955mila euro incassati ieri alzano il totale del film a 6,8 milioni di euro, cifra che gli permette di superare [...]

winner
miglior attore in un film brillante
Golden Globes
2018
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati