Escobar

Film 2014 | Thriller, Sentimentale +13 120 min.

Titolo originaleEscobar: Paradise Lost
Anno2014
GenereThriller, Sentimentale
ProduzioneFrancia, Spagna, Belgio
Durata120 minuti
Regia diAndrea Di Stefano
AttoriBenicio Del Toro, Josh Hutcherson, Brady Corbet, Claudia Traisac, Carlos Bardem Ana Girardot, Laura Londoño, Lauren Ziemski, Henry Bravo, Aaron Zebede, Micke Moreno, Elmis Castillo, Tenoch Huerta, Frank Spano.
Uscitagiovedì 25 agosto 2016
TagDa vedere 2014
DistribuzioneGood Films
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,23 su 40 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Andrea Di Stefano. Un film Da vedere 2014 con Benicio Del Toro, Josh Hutcherson, Brady Corbet, Claudia Traisac, Carlos Bardem. Cast completo Titolo originale: Escobar: Paradise Lost. Genere Thriller, Sentimentale - Francia, Spagna, Belgio, 2014, durata 120 minuti. Uscita cinema giovedì 25 agosto 2016 distribuito da Good Films. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,23 su 40 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Escobar tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Nick è un surfista americano che crede di aver trovato il paradiso in terra su una spiaggia della Colombia. Quando incontra la bella Maria e si fidanza con lei, ne è ancora più sicuro. Poi un giorno conosce lo zio di Maria, Pablo Escobar. In Italia al Box Office Escobar ha incassato 1,2 milioni di euro .

Escobar è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,23/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,00
PUBBLICO 3,18
CONSIGLIATO SÌ
Dopo Che Guevara, Del Toro indossa un'altra icona latinoamericana di segno diametralmente opposto.
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 23 ottobre 2014
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 23 ottobre 2014

Nick segue il fratello nel sogno di vivere in Colombia, sulla spiaggia, in un vero e proprio paradiso terrestre. Lì conosce Maria, di cui s'innamora perdutamente. Ci sono però alcuni problemi con due fratelli del posto, che non amano l'idea che dei canadesi vivano nel loro bosco. Nick ne parla una sera con l'amatissimo zio di Maria, un uomo dal carisma insuperabile, che riesce nella magia di occuparsi generosamente del suo paese come della sua famiglia. Il giorno dopo, i focali fratelli piantagrane vengono trovati appesi a testa in giù, carbonizzati. Perché lo zio di Maria è Pablo Escobar, e nessuno sfugge a Pablo Escobar. Per Nick, il sogno d'amore e libertà cede progressivamente il posto al peggiore degli incubi.
È sempre bello assistere alla nascita di qualcosa. Con Escobar: Paradise lost nasce un regista. Andre Di Stefano, attore italiano dalla carriera internazionale, dimostra con il primo film di possedere tutte le qualità del buon regista, compresa l'ambizione, quando è ben riposta come in questo caso. Si confronta con una materia complessa, potentemente schizofrenica, e con un altro regista, uno dei più grandi e dei più folli. Escobar, dio della povera gente e demonio incarnato, si curava moltissimo dell'immagine di sé che voleva restituire, sapeva confondere, illudere, e non sono poche le sequenze in cui Di Stefano lo mette dietro un obiettivo fotografico, a dirigere un matrimonio o una folla ("porta via Maria da qui" arriverà ad ordinare ad un certo punto a un suo scagnozzo, in un attimo di delirio, in un campo di calcio gremito di gente accalcata).
Benicio Del Toro, già Che Guevara, indossa un'altra icona latinoamericana, di segno diametralmente opposto. La forza della sua interpretazione è la stessa del suo personaggio e ha a che vedere con le sfumature profonde e insondabili dell'autoinganno. Quell'uomo che parlava con Dio prima di ordinare i più atroci massacri, che cantava struggenti canzoni d'amore alla moglie, leggeva le fiabe ai figli, ma non si fidava nemmeno dei collaboratori più stretti, s'ingannava lui stesso rispetto alle proprie azioni ("tutto quello che facciamo lo facciamo per la nostra famiglia") o covava un'anima più nera del nero? Senza che in alcun modo questo dubbio passi mai per una sfumatura di giustificazione, Del Toro ne fa la pasta della propria performance, ipnotizzante. Non regge il confronto, specie nei primi piani, Josh Hutcherson nei panni di Nick, ma tutto sommato non è un difetto che offende, tale è l'abisso tra i due personaggi prima ancora che tra gli attori.
La tragedia, che si fa strada per spire avvolgenti, sempre più soffocanti, ha i connotati concitati del thriller ma anche la vena ancestrale del rapporto di complicità e tradimento tra padre e figlio, perché Nick non è certo senza colpa, e la sua scusa, è la stessa del mostro: l'amore, la famiglia.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
ESCOBAR
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 12 settembre 2016
ANDREA GIOSTRA

 Il Film "Escobar" (2014), diretto e sceneggiato da Andrea Di Stefano, è uscito nelle Sale Cinematografiche Italiane a due anni di distanza dalla sua produzione, ossia il 25 agosto 2016! Il Film ha qualcosa di geniale, e a seguire scriverò perché! Il Cast di attori è straordinario e bravissimo: Benicio Del Toro, Josh [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 febbraio 2015
Storie di Cinema

 Non è frequente che un attore-regista italiano possa debuttare dietro la macchina da presa con un budget di 25 milioni di dollari. È il caso di Andrea Di Stefano, nato in Italia e cresciuto artisticamente a New York, che riesce col suo script ad accendere in Benicio del Toro la voglia di prender parte al progetto e quella di farsi aiutare perfino nella raccolta dei fondi necessari. N [...] Vai alla recensione »

domenica 3 gennaio 2016
Ashtray_Bliss

Una famiglia di canadesi trasferita, la Colombia, la natura maestosa e selvaggia, il surfing, le onde, una bella ragazza locale che fa perdere la testa al più giovane dei fratelli, Nick. Quello che si prospetta per il giovane protagonista della pellicola sembra indubbiamente essere un paradiso ritrovato, fino al momento in cui la neo-fidanzata non decide di presentargli suo zio, Pablo Escobar. [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 maggio 2017
Portiere Volante

Sinceramente mi aspettavo molto di più ed è un peccato visto che Del Toro è stato strepitoso ed il personaggio di Escobar credo sia stato rappresentato in maniera più che soddisfacente. Purtroppo la sceneggiatura non è curata a dovere e i tanti elogi a Di Stefano mi sembrano esagerati. Di fatto il film ha due protagonisti e già questo la dice lunga sulle [...] Vai alla recensione »

martedì 11 ottobre 2016
Domenico Astuti

Negli Anni Ottanta, due fratelli canadesi Nick ( Josh Hutcherson ) e Dylan ( Brady Corbet ) vengono in Colombia per raggiungere un sogno, vivere sulla spiaggia in un vero paradiso. Lavorano il legno, vivono in tenda, vogliono aprire una scuola di surf ma hanno qualche problema con due fratelli del posto piuttosto minacciosi. Nick conosce Maria e i due si innamorano immediatamente e lei gli presenta [...] Vai alla recensione »

sabato 3 settembre 2016
tommaso

Pablo Escobar è sicuramente un personaggio fortemente contraddittorio: narcotrafficante e filantropo (anche se sui generis), spietato capo e parente affettuoso. Di Stefano cerca di districare questa personalità così enigmatica attraverso gli occhi di uno straniero. L’idea è ottima, soprattutto perché sarebbe stato riduttivo rappresentare Escobar solamente in un’ottica di cieca e spietata violenza. Vai alla recensione »

lunedì 5 settembre 2016
Eugenio

Potente e visionario che strizza l’occhio a molti film americani, l’opera prima di Andrea di Stefano, giunge in Italia dopo un paio d’anni di vagabondaggio oltralpe. Escobarcon l’ìmportante sottotitolo “Paradiso perduto” è insieme resurrezione e rinascita di un personaggio, Pablo Escobar, che ha saputo negli anni ottanta creare intorno a sè [...] Vai alla recensione »

martedì 30 agosto 2016
elpiezo

Il cupo ed enigmatico Benicio Del Toro è l'interprete perfetto di Pablo Escobar, il celebre narcotrafficante colombiano, il cui esordiente regista italiano Andrea Di Stefano, ne narra le gesta con una giudiziosa visione storico cinematografica. Un film drammatico e violento le cui sequenze si diramano tra le soleggiate strade di una Colombia povera e spietata; il cinico ritratto di un personaggio [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2016
enzo70

E così Benicio del Toro passa dall’interpretazione del mito positivo per eccellenza, il Che, a quello negativo per definizione, Pablo Escobar. E bisogna anche segnalare un esordio alla regia, quello dell’italiano Andrea Di Stefano, che si trova subito con un film importante ed un cast di primo piano. Non è il romanzo della vita di Escobar, né del narcotraffico, anzi [...] Vai alla recensione »

sabato 18 maggio 2019
Giorgio Postiglione Giorpost

Nick e Dylan sono due fratelli canadesi in cerca di una svolta nelle proprie vite. La trovano su una spiaggia della lontana Colombia, dove (sfruttando l'apparente stato d'abbandono e selvaggio del luogo) decidono di mettere le basi aprendo un chiosco ed una scuola di surf. Nell'andirivieni tra il bosco e la vicina cittadina Nick conosce una ragazza del luogo: è amore a prima vista. Lei [...] Vai alla recensione »

sabato 28 luglio 2018
resio

Una nota di merito per l'interpretazioe di Benicio Del Toro, secondo me unica nota positiva di questo film, per il resto mediocre. A parte per il lato recitativo, Escobar sembra una caricatura di Don Corleone, ma la cosa buffa è che non è il protagonista del film.. no, il protagonista del film è un improbabile bravo ragazzo canadese che, guarda un pò, tra tutte le belle [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 luglio 2017
Luca Scialo

Dopo una invidiabile gavetta e il trasferimento a New York, l'italiano Andrea Di Stefano firma il suo primo lungometraggio. Una biografia su un personaggio complesso come Pablo Escobar, narcotrafficante dal doppio volto: spietato boss miliardario da un lato e benefattore dei poveri connazionali dall'altro. Di Stefano dipinge egregiamente entrambe le sfaccettature del personaggio, servendosi [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 agosto 2016
erre

Nick e Dylan sono due giovani fratelli canadesi in cerca di avventura, libertà e un po' di onde per il surf. Tutto questo sembrano trovarlo su una bellissima spiaggia di una piccola città della selvaggia Colombia. Nick, nel nuovo paese, trova anche l' amore di nome Maria, una bellissima ragazza impegnata nel sociale. Ben presto si scopre, però, che Maria è la nipote di, un ancor semisconosciuto alle [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 agosto 2016
Flyanto

Personaggi criminali e comunque spietati nelle loro azioni sono stati rappresentati molteplici volte al cinema ed è così che ora esce nelle sale di proiezioni la terribile figura di Pablo Escobar interpretata da Benicio Del Toro. Siamo in Colombia negli anni '90 dove su una spiaggia da sogno giungono dal Canada due fratelli con l'intento di stabilirvisi per parecchio tempo, uno aprendo un chiosco [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 settembre 2016
Maramaldo

I malviventi devoti non sono rari neanche da noi. Secondo  me, dipende da una dimesttichezza con la morte degli altri che , però, non allontana l'idea dall'ineluttabilità della propria: solo questione di tempo, tanto vale tenersi buono il Cielo. Il fenomeno è più frequente, diciamo,  al sud di un qualche nord.

domenica 4 settembre 2016
Filippo Catani

Un giovane surfista canadese si innamora della nipote del pericolossissimo narcotrafficante Escobar. Il giovane verrà quindi reclutato per una missione che lo sconvolgerà mettendone a repentaglio la vita. Un film inconsistente che paga dazio ad una sceneggiatura che si scioglie come neve al sole man mano che ci avviciniamo alla fine. E dire che volendo ci sarebbero state tante cose da [...] Vai alla recensione »

sabato 3 settembre 2016
buio in sala

di Buio in sala Salire sul filo della tensione è di norma un esercizio semplice, basta raccontare un paio di situazioni verosimili. Il difficile è tenerla per due ore quella tensione, arrotolarci attorno una trama senza mai lasciarla cadere, condirla con interpretazioni e dialoghi che da verosimili diventano credibili, fino a prendere per mano lo spettatore e condurlo, dall’inizio [...] Vai alla recensione »

mercoledì 31 agosto 2016
Mikirino

L'unico elemento positivo del film è l'interessante interpretazione di Benicio Del Toro, per il resto il film si riduce ad alcune descrizioni d'ambiente, lunghe e noiose, alternate a scene d'azione prive di originalità. Non c'è la storia di Escobar. Non c'è la storia dei personaggi collaterali, di cui non ci viene raccontato nulla.

lunedì 25 luglio 2016
Des Esseintes

La pruderie postmoderna impone un rigidissimo giudizio morale a senso unico il cui scopo è quello di dissuadere lo spettatore dal farsi venire in mente idee strane tipo: "Ma vuoi vedere che non vivo nel migliore di mondi possibili?". E allora è ovvio che devono rappresentare Escobar come un assurdo demonio descrivendo l'amore che gli portava il popolo come frutto di un bieco inganno (e manco a dirlo [...] Vai alla recensione »

domenica 23 aprile 2017
Liuk

La strada scelta per descrivere Escobar, è in questa pellicola, molto particolare. Il boss della droga non è il personaggio principale, se pur la sua presenza sia preponderante, ma fa cornice alla storia di un ragazzo canadese che vuole vivere sulle spiaggie della Colombia ma ha la sfortuna di innamorarsi di Maria, nipote per l'appunto di Escobar, ritrovandosi presto integrato all'inte [...] Vai alla recensione »

martedì 30 agosto 2016
fabriziog

“Escobar” è il bel film di Andrea di Stefano che consiglio di vedere a quasi tutti (ad esclusione dei più sensibili). La pellicola ripercorre le ignominie poste in essere dal uno dei più famosi e potenti trafficanti di cocaina, il colombiano patron dei cartelli di Medellin Pablo Emilio Escobar Gaviria (1949-1993). Benicio del Toro non solo interpreta magistralmente il ruolo di Escobar, ma accosta [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 agosto 2016
jaylee

Opera Prima dell’italiano Andrea Di Stefano, fino ad ora attore, Escobar racconta del picco e del declino del più grande magnate della cocaina di tutti i tempi, ovvero Pablo Escobar, colombiano, dagli anni ’80 fino al 1991, anno del suo arresto (o meglio in in un esilio dorato, evidentemente tutto il mondo è paese. Ci viene raccontato attraverso gli occhi di Nick, fidanzato canadese della nipote di [...] Vai alla recensione »

martedì 30 agosto 2016
Flaw54

Dopo un primo tempo che mi ha lasciato piuttosto perplesso il film migliora e diventa godibile per la tensione che riesce a creare nello spettatore. Debole l' interpretaxione di " Peeta" che non si accorge di niente e sembra non sapere niente di Escobar. Ottimo come sempre Benicio del toro che mescola con abilità dolcezza negli affetti familiari e violenza spietata.

lunedì 29 agosto 2016
pier delmonte

Il film e’ fatto anche bene ma la storia di Escobar versione family non mi ha convinto, tale biopic (si dice cosi’?) l’avrei preferito sugli intrecci politica-popolo-polizia-mafia e non su uno sbarbatello canadese che si innamora della donna sbagliata! Morale della favola la storia non mi ha preso e su Benicio Del Toro non mi pronuncio in quanto il personaggio da lui interpretato non presenta un grado [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2016
LOMAX

L'interpretazione di un grande Benicio Del Toro nobilita un film appena discreto, ma con qualche pausa di troppo e soprattutto penalizzato dall'interpretazione del protagonista Hutcherson assolutamente inadeguato e non all'altezza del ruolo. Le vicende e la parabola del narcotrafficante Escobar fanno da contorno e fagocitano le vicende del giovane protagonista sbarcato in Colombia insieme al fratello [...] Vai alla recensione »

domenica 29 gennaio 2017
vicviper

 Il personaggio di escobar visto da un'ottica laterale: quella di un imbecille.  Il film non è tutto da buttare ma si serve di una insulsa storia d amore per immergere soltanto nel finale il protagonista (il suddetto imbecille) in un maldestro scampolo di azione. 

venerdì 9 settembre 2016
Maurito91

giovedì 1 settembre 2016
il conte

Non è facile fare film, ma fare un film del genere come opera prima è davvero straordinario: qui c'è il talento di un regista che riesce sempre a tenere lo spettatore in tensione, incollato allo schermo con un linguaggio spettacolare ma mai banale, anche grazie ad una storia scritta molto bene e concepita nel più classico meccanismo di suspence usato ad hollywood.

lunedì 29 agosto 2016
GUSTIBUS

Se non fosse stato per Benicio .. IL FILM MERITA 1STELLA!...SEMBRA INCOMPLETO... MA E'UNA MIA IMPRESSIONE...NEGLI USA 106MILA DOLLARI!!! NEL 2015...NO UN FILM PER..LA TV!...SI SALVA UN PO'LA NIPOTE...MA LUI IL FIDANZATO???UN ESPRESSIONE FISSA DA ANGURIA...VABBE'SUCCEDE DI SBAGLIARE.

venerdì 27 ottobre 2017
paskus

Ma qualcuno ha notato che la scena iniziale del film quella in cui nel bosco telefona alla madre informandola che il giorno seguente si consegnerà alle autorità rimanda moltissimo alla scena iniziale di La passione di Cristo?

domenica 4 settembre 2016
Forsedomani

Difficile andare a vedere un film su Escobar. Due serie di Netflix digerite puntata dopo puntata rendono arduo dire qualcosa di nuovo. e invece di Stefano ci riesce, entrando dentro l'anima di Escobar, della sua famiglia, usando lo sguardo di un canadese capitato per caso in Colombia. Del Toro straordinario (da Oscar), si scava in profondità e si capisce molto della popolarità di [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 settembre 2016
ANDREA GIOSTRA

  Il Film "Escobar" (2014), diretto e sceneggiato da Andrea Di Stefano, è uscito nelle Sale Cinematografiche Italiane a due anni di distanza dalla sua produzione, ossia il 25 agosto 2016! Il Film ha qualcosa di geniale, e a seguire scriverò perché! Il Cast di attori è straordinario e bravissimo: Benicio Del Toro, [...] Vai alla recensione »

giovedì 25 agosto 2016
Marta73

Se vi è piaciuto Carlos, se vi è piaciuto Narcos... Non perdete questo capolavoro con uno strepitoso Benicio del toro

sabato 7 febbraio 2015
Mfmatrix

Film davvero ben girato e il ruolo di Escobar sembra cucito alla perfezione su Benicio del Toro. In una spirale dove i valori della famiglia e dell'amore vengono spazzati via dall'anima nera e crudele del più famoso dei narcos sud americani forse il solo il povero Nick ( Johs Hutherson ) rimane preda di un epilogo quanto mai crudo che sino all'ultimo ha provato ad evitare.

Frasi
Nick: "Pablo, l'uomo che ha risposto al telefono ha commesso un errore. Come poteva sapere che non stavo chiamando dal ristorante? Chi c'è là ad attendermi? Rispondi!"
Pablo: "Nick, quando eri ragazzo hai letto "Il libro della giungla?""
Nick: "Piantala con queste stronzate, e rispondimi!"
Pablo: "Ti sto rispondendo, Nick. Ascolta. Ti ricordi il finale? Quando lascia i suoi amici nella giungla per andare al villaggio, dove ci sono gli uomini? Bene: io oggi sono Mowgli. Sfortunatamente tu sei uno di quegli amici che devo lasciarmi alle spalle."
Dialogo tra Nick (Josh Hutcherson) - Pablo Escobar (Benicio Del Toro)
dal film Escobar - a cura di Valeria K. (fonte: http://www.springfieldspringfield.co.uk/movie_script.php?movie=escobar-paradise-lost)
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Il supercriminale colombiano Pablo Escobar(1949-1993) ha ispirato l'ex attore e ora regista italiano Andrea Di Stefano che nel realizzare questo Paradise Lost (titolo originale) ha cercato di modellare il suo personaggio sul Padrino e il suo interprete Benicio Del Toro sul Marlon Brando più monumentale (del Padrino e di Apocalypse Now). Accostandogli un deuteragonista di fantasia nel proposito, drammaturgi [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

No, non c'è solo Narcos, la serie targata Netflix con Wagner Moura nei panni di Carlos Escobar, il re della cocaina morto a Medellin il 2 dicembre 1993. Anche il cinema rivendica la sua parte nel raccontare il signore della droga colombiano, e lo fa con un attore italiano, Andrea di Stefano, esordiente alla regia: Escobar: Paradise Lost, già premiato al Festival di Roma 20l4 e ora, finalmente, nelle [...] Vai alla recensione »

Claudio Trionfera
Panorama

Benicio Del Toro è monumentale nella parte di Pablo Emilio Escobar, il trafficante colombiano di cocaina più ricco e feroce della storia che morì nel '93 dopo aver donato molti suoi guadagni ai poveri e diventando, per questo, una specie di eroe nazionale. Attorno a lui tanta morte e un po' d'amore vero, quello tra sua nipote Maria (Claudia Traisac, d'una bellezza radiante) e il giovane surfista canadese [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Nick (Josh Hutcherson), un canadese arrivato in Colombia, si innamora della giovane Maria (Claudia Traisac), senza sapere che la donna è una delle nipoti del boss del narcotraffico Pablo Escobar (Benicio dell'oro, autentico mattatore). Dapprima accolto nella «grande famiglia», il giovane diventerà bersaglio da eliminare. Un biopic su Escobar che unisce sapientemente anche azione e thriller, senza cali. [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 30 giugno 2016
 

Sarà al cinema dal prossimo 25 agosto, due anni dopo la presentazione al Festival di Roma, Escobar, opera prima di Andrea Di Stefano, attore italiano dalla carriera internazionale, che dimostra di possedere tutte le qualità del buon regista, compresa [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati