Escobar

Acquista su Ibs.it   Dvd Escobar   Blu-Ray Escobar  
Un film di Andrea Di Stefano. Con Benicio Del Toro, Josh Hutcherson, Brady Corbet, Claudia Traisac, Carlos Bardem.
continua»
Titolo originale Escobar: Paradise Lost. Thriller, Ratings: Kids+13, durata 120 min. - Francia, Spagna, Belgio 2014. - Good Films uscita giovedý 25 agosto 2016. MYMONETRO Escobar * * * - - valutazione media: 3,23 su 39 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Solido e Coinvolgente Dramma Sulle Orme di Escobar Valutazione 4 stelle su cinque

di ashtray_bliss


Feedback: 28909 | altri commenti e recensioni di ashtray_bliss
domenica 3 gennaio 2016

Una famiglia di canadesi trasferita, la Colombia, la natura maestosa e selvaggia, il surfing, le onde, una bella ragazza locale che fa perdere la testa al più giovane dei fratelli, Nick. Quello che si prospetta per il giovane protagonista della pellicola sembra indubbiamente essere un paradiso ritrovato, fino al momento in cui la neo-fidanzata non decide di presentargli suo zio, Pablo Escobar. Queste le premesse che ci introducono all'opera prima di Andrea Di Stefano, al suo debutto internazionale come regista e sceneggiatore. Un opera indubbiamente riuscita e memorabile che ancora una volta ci consegna una robusta e magnetica interpretazione di un sempre più affermato Benicio Del Toro, qui calatissimo nella parte di Pablo Escobar, di cui riesce perfettamente a far esaltare luci e ombre, debolezze e manie, regalandoci un affresco impeccabile di uno dei più noti e controversi criminali dei nostri tempi, e lasciando come attore ia sua impronta distintiva. Il ruolo di Escobar, infatti, sembra naturalmente pensato per essere indossato da un fenomenale Benicio, che ancora una volta ruba la scena al vero e proprio protagonista, Nico, diventando il centro gravitazionale del film. Inquietante ma affascinante al tempo stesso, la figura di El Patron assume nuove dimensioni, e ci viene presentata in tutte le sue forme più umane e spietate al tempo stesso: Prima un uomo e padre modello, un punto di riferimento per il popolo colombiano, un uomo devoto alla famiglia e alla religione ma anche uno spietato assassino che ordina le stragi persino dei suoi collaboratori più fidati, e un narcotrafficante tra i più pericolosi e ricercato internazionalmente.
La pellicola, dunque, è un abile incrocio di generi, tra il biografico, il dramma, il thriller con momenti esplicitamente action. Malinconico e romantico, nel senso di decadente, dalla prima all'ultima inquadratura il Paradise Lost di Di Stefano affida la narrazione della storia al giovane e innocente Nico, una figura diametricalmente opposta a quella di Escobar, un anti-eroe drammatico e segnato dal destino che perderà progressivamente tutto ciò che ama, conoscendo il dolore, la perdita, il tradimento, la rabbia in un crescendo di violenza inaspettata e ingiustificata. Nico, interpretato da un intenso e straordinariamente impegnato Josh Hutcherson, era la scelta inevitabile per raccontare, attraverso la sua figura, ciò a cui fa riferimento il titolo stesso: la perdita dell'innocenza, il passaggio dal idillio alla più cruda e brutale realtà, lo sgretolarsi di ogni speranza e aspettativa per raggiungere il culmine di tragicità nella perdita di coloro che ama di più: la sua famiglia. Il tutto avendo come sfondo la Colombia dei primi anni novanta, la Colombia piegata e ferita dalla miseria e povertà nella quale si era creato un impero Escobar. L'ingenuità e la semplicità di Nico si scontrano più volte col volto spietato di Escobar, che a sua volta diventa il simbolo di una nazione spezzata, un paradiso corroso e violentato nel nome della droga e dell'arrivismo, fin quando avviene la svolta decisiva e finale e anche lo sbigottito ragazzo perde defintivamente ogni traccia di umanità e innocenza. Il Male che contagia e trasforma il Bene in una furiosa macchina di vendetta.
Ma percepibile è pure il divario intestino della nazione: Da una parte c'è il popolo, le bande che si spartiscono i territori, le famiglie...dall'altra c'è lui, El Patron, che come un Dio onnipresente e onniscenete controlla e comanda tutto, compresa la vita e la morte dei suoi connazionali. Simbolica e suggestiva in tal senso la scena col piccolo Martin, anch'egli vittima dell'ondata di violenza che si innesca per ordine di Escobar nelle poche ore che lo separano dal consegnarsi alle autorità.
Realtà e finzione difatti si intrecciano costantemente in questo prodotto, che parte da un setting e un personaggio realmente esistito, incentrandosi nel periodo tra il 1991 e il 1993, per poi tessere la storia (fittizia) d'amore tra Nico e Maria e seguirne il progressivo disfacimento, la discesa verso l'inferno con l'arrivo dirompente di Pablo Escobar nella vita dei due, e raccontare una storia parallela fatta di sconfitta e dolore.
Paradise Lost è indubiamente un opera completa e riuscita, grazie alla serratissima regia, l'intensa, umana e verosimile interpretazione degli attori principali che riescono sempre a trasmettere allo spettatore le emozioni (anche contrastanti) che provano nelle diverse situazioni. Solida la sceneggiatura e la struttura narrativa, compresa di flashback e salti temporali avanti e indietro che però non disturbano e non confondono lo spettatore nel seguire la storia. Curatissima la fotografia e il contrasto dei colori, molto nitidi e vividi nella prima parte (quella che racconta la goia di vita) per optare successivamente verso tonalità più scure e cupe, seguendo il mutamento della trama e del protagonista. Altra carta vincente per la suddetta pellicola è che racconta la violenza ma senza cadere nella trappola del'autocompiacenza, evitando accuratamente di mostrare (visivamente) la crudeltà di cui narra. Niente scene forti, splatter o sensazionalistiche; qui la violenza è sopratutto percepita e immaginata ma altrettanto abrasiva. Curati e verosimili anche i dialoghi, Escobar ha tutte le carte in regola per essere un grande e memorabile film, che cattura, inquieta, coinvolge e commuove. Anche le prove recitative colpiscono, come puntualizzato prima, Benicio su tutti, ma la vera rivelazione si nasconde proprio nel volto prima statico poi stupito e sofferto di Hutcherson che riveste abilmente i panni del ragazzo qualunque, un po' impacciato che si vede crollare il mondo addosso ma riuscendo pienamente a farci immedesimare nelle sue peripezie e stati emotivi fino all'escalation conclusiva.
Note negative riguardo la suddetta pellicola? Il finale appare un po' troppo precipitoso e veloce, quasi come mancasse una parte che lega le azioni di Nico tra la scena notturna in auto e la successiva in chiesa. E probabilmente sarebbe stato opportuno approffondire maggiormente il personaggio del fratello Dylan. Superati e perdonati questi difetti, il film resta marcatamente memorabile. Assolutamente consigliato da parte mia.
Un piccolo must: 4.5/5

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
Sei d'accordo con la recensione di ashtray_bliss?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
68%
No
32%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di ashtray_bliss:

Vedi tutti i commenti di ashtray_bliss »
Escobar | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1░ |
  2░ | storie di cinema
  3░ | ashtray_bliss
  4░ | tommaso
  5░ | domenico astuti
  6░ | iltrequartista
  7░ | eugenio
  8░ | lucascialo
  9░ | elpiezo
10░ | flyanto
11░ | erre
12░ | enzo70
13░ | giorgio postiglione giorpost
14░ | resio
15░ | filippo catani
16░ | maramaldo
17░ |
18░ | mikirino
19░ | des esseintes
20░ | liuk!
21░ | fabriziog
22░ | jaylee
23░ | flaw54
Rassegna stampa
Claudio Trionfera
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 25 agosto 2016
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledý 25 novembre
High Life
Galveston
martedý 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledý 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedý 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledý 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledý 28 ottobre
La partita
mercoledý 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledý 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrÓ
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità