2001: Odissea nello spazio

Acquista su Ibs.it   Soundtrack 2001: Odissea nello spazio   Dvd 2001: Odissea nello spazio   Blu-Ray 2001: Odissea nello spazio  
Un film di Stanley Kubrick. Con Keir Dullea, Gary Lockwood, William Sylvester, Daniel Richter, Leonard Rossiter.
continua»
Titolo originale 2001: A Space Odyssey. Fantascienza, Ratings: Kids+16, durata 140 min. - USA, Gran Bretagna 1968. - Warner Bros Italia uscita lunedì 4 giugno 2018. MYMONETRO 2001: Odissea nello spazio * * * * 1/2 valutazione media: 4,84 su 360 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

E' solo un sogno?

di pacittipaolo


Feedback: 1203 | altri commenti e recensioni di pacittipaolo
lunedì 16 dicembre 2019

Questo è un film che le parole non sono sufficienti a descrivere. Ad esempio quando l'astronauta sopravvissuto disattiva Hal, il suo viaggio va oltre non solo lo spazio ma anche il tempo così come lo consideriamo, e questo si presta a tutta una serie di riflessioni morali, politiche, storiche, filosofiche (ma quale film di Kubrick non si presta a tali?). Il film celebra la civiltà tecnologica, iniziata quando i nostri antichi progenitori scoprirono l'uso dell'osso come arma (che infatti lanciato in aria diventa una navicella spaziale: capolavoro di economia narrativa!) ma l'uomo, che aveva superato lo stato animale grazie alla tecnologia, ha un destino di liberazione dalla tecnologia stessa: qual è questo destino? Cosa rappresenta il feto astrale? Chi è che guida l'evoluzione umana, rappresentato dal monolito che si ripresenta ad ogni momento cruciale? Tanto per non spiegare nulla (o quasi nulla) Kubrick ha anche tagliato parti del film, rinunciando alla idea in un primo momento considerata di rappresentare gli extraterrestri, nonché di mostrare il monolito come uno schermo (una delle possibili interpretazioni dell'oggetto, basta ruotarlo in orizzontale ed è lo schermo del cinema) che insegnava alle scimmie. La genialità del film è di raccontare una fiaba (usando tutti i mezzi tecnologici a disposizione e inventando un modo di illuminare le scene), una meraviglia (alcuni, anche tra i critici, non hanno avuto meglio da definirlo che “come un trip con l'LSD”) nei modi di un documentario, con un distacco ironico (una delle caratteristiche di Kubrick più vere) e un fascino per le macchine (geniale l'uso della musica del valzer di Strauss, che infatti è nostalgia di un bel mondo sull'orlo dell'abisso). La Chiesa ha inserito il film tra i 10 più importanti filosoficamente della storia del cinema, musulmani vi hanno visto il Corano, altri i concetti del filosofo Nietzsche. Per alcuni il monolito è il simbolo di Dio, per altri di extraterrestri (che guidano l'evoluzione umana), per altri comunque dell'autorità in generale, e non mancano interpretazioni del film in chiave satanica (da parte di chi vede nel demonio l'architetto dell'universo). Non bisogna omettere di citare l'importante apporto poetico al film da parte del giovane Douglas Trumbull, inventore di una speciale macchina da presa con la quale è stata girata parte della sequenza del viaggio oltre l'infinito del finale. Quando il film uscì ebbe un fuoco di fila di recensioni negative, non solo dagli arcigni che gli rimasero sempre contro: Kubrick fu accusato di non avere immaginazione, di non reggere il confronto coi classici della fantascienza, di avere la pretesa (oggi considerata da molti una cosa riuscita) impossibile di fare nello stesso tempo un film sperimentale e spettacolarmente popolare. Quanti giovani conoscerebbero Ligeti senza questo film? E dire che il musicista inizialmente scritturato per la colonna sonora, Alex North (quello di Spartacus), continua a pensare che quella alla fine scelta da Kubrick sia inadeguata, a differenza della sua: a dare fiducia a Kubrick fu il boss della MGM di allora, un suo grande estimatore: provate a immaginare 2001 con una colonna sonora tradizionale hollywoodiana! Kubrick ha tenuto conto del pensiero di Arthur Clarke, di cui il racconto “La sentinella” ha ispirato a Kubrick il film: ogni tecnologia avanzata è inseparabile dalla magia. Una magia di fronte alla quale l'uomo si trova come i suoi antichi progenitori: in questo senso l'accompagnamento dei cori ancestrali nelle scene del monolito mette lo spettatore nello stato d'animo confacente alla scena, come nel resto del film. Kubrick: “Coloro che non credono a quello che vedono non potranno apprezzare il film”: un invito all'esperienza visiva in quanto tale (ognuno poi potrà specularci come crede e come vuole), per Kubrick, considerato uno dei veri intellettuali del cinema - non dimentichiamo che era un fotografo ed è sempre stato un cultore dell'immagine - la qualità più importante di un film. Effettivamente a molti spettatori il film può apparire un incubo, anche angoscioso (anche se non in tutte le parti). E il finale (che si collega ad altri film di Kubrick: l'occhio del feto con quello del bambino di Shining , come con quello di Alex di Arancia meccanica) potrebbe suggerire una interpretazione: è solo un sogno? Ma differenti interpretazioni possono coesistere in un capolavoro del genere, e quella più in generale riguarda il cinema: cosa è se non un sogno a ogni aperti?

[+] lascia un commento a pacittipaolo »

Ultimi commenti e recensioni di pacittipaolo:

2001: Odissea nello spazio | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | andrea
  2° | mauro lanari
  3° | giannies
  4° | gordo95
  5° | cinemalife
  6° | kingleo53
  7° | paolopace
  8° | flegiàs tn
  9° | dodo
10° | andrea
11° | antonio barry
12° |
13° | adriano sgarrino
14° | weach
15° | stefano
16° | pacittipaolo
17° | e. hyde
18° | fulvio p.
19° | step99scream
20° | forgy
21° | neopolo marte miniel
22° | paolocorsi
23° | sir gient
24° |
25° | nicola grimolizzi
26° | filippo catani
27° | jayan
28° | chriss
29° | reservoir dogs
30° | ixaxar
31° | gianpaolo
32° | angelo
33° | il cinefilo
34° | luca scial�
35° | giorpost
36° | stefaniapuma
37° | paolo vattelappesca
38° | cress95
39° | igor74
40° | wadirum48
41° | goliadkin
42° | paolopacitti
43° | topo paolino
44° | topo paolino
45° | paolo 67
46° | great steven
47° | simon90
48° | paolino77
49° | evghen950
50° | catullo
51° | ilsettimosamurai
52° | weach
53° | giorgio
54° | franz
55° | albydrummer
56° | weach
57° | chriss
58° | weach
59° | attiliocoppa
60° | angelino67
61° | paolo 67
62° | jetset
63° | enricosls91
64° | jekyll
65° | weach
66° | weach
67° | weach
68° | oscar77
69° | io
70° | brando fioravanti
71° | marvelman
72° | eph
73° | ghik
74° | weach
75° | marco tn
76° | jacopo b98
77° | i'para
78° | chriss
79° | alex41
80° | paolo 67
81° | weach
82° | marco86
83° | paolo 67
84° | paleutta
85° | weach
86° | weach
87° | nick castle
88° | sperminator
89° | weach
90° | chriss
91° | nazareno nicoletti
92° | il cinefilo
93° | mondolariano
94° | alessio
95° | rudy_50
96° | kyle
97° | antonio
98° | paolo 67
99° | weach
100° | vincent vega
101° | chriss
102° | marco 91
103° | weach
104° | paolo bisi
105° | weach
Premio Oscar (8)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Video recensione
la video recensione
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Link esterni
sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità