2001: Odissea nello spazio

Acquista su Ibs.it   Soundtrack 2001: Odissea nello spazio   Dvd 2001: Odissea nello spazio  
Un film di Stanley Kubrick. Con Keir Dullea, Gary Lockwood, William Sylvester, Daniel Richter, Leonard Rossiter.
continua»
Titolo originale 2001: A Space Odyssey. Fantascienza, Ratings: Kids+16, durata 140 min. - USA, Gran Bretagna 1968. MYMONETRO 2001: Odissea nello spazio * * * * 1/2 valutazione media: 4,76 su 272 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,76/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * *
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
Alle origini dell'uomo, quando le scimmie erano ancora scimmie, un misterioso monolito compare sulla Terra.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer Cinema
primo piano
Il capolavoro assoluto di Stanley Kubrick. Un'opera grandiosa sul tempo, nel tempo
Giancarlo Zappoli     * * * * *

Alle origini dell'uomo, quando le scimmie erano ancora scimmie, un misterioso monolito compare sulla Terra. La sua presenza attiva l'intelligenza dei primati che comprendono l'uso delle ossa degli animali uccisi quali prolungamenti delle loro braccia. 2001. Sulla Luna, in prossimità del cratere Tyco, è stato trovato un monolito la cui esistenza viene tenuta sotto il massimo segreto. Il monolito improvvisamente lancia un segnale indirizzato verso il pianeta Giove. Diciotto mesi dopo l'astronave Discovery si dirige verso il pianeta. A bordo si trovano due astronauti, Frank e David, tre ricercatori ibernati e il computer della nuova generazione, HAL 9000, in grado di controllare il funzionameto di tutta l'astronave, nonché di dialogare con gli astronauti. L'infallibile computer segnala un guasto in uno degli elementi esterni dell'astronave ma il pezzo, sottoposto a numerosi test, risulta essere in ottime condizioni di funzionamento. I due astronauti debbono arrendersi al fatto che HAL ha sbagliato e decidono di disattivarlo. Hal fa allora in modo che il pezzo venga rimesso al suo posto e trancia il tubo dell'ossigeno di Frank. Quando David, uscito per recuperare il cadavere del compagno, tenta di rientrare il computer glielo impedisce. L'astronauta distrugge la memoria del computer, apprende il vero scopo della missione (raggiungere Giove per scoprire il mistero del monolito) e arriva sul pianeta su cui morirà per rinascere a nuova vita. Capolavoro in assoluto, non della storia del cinema di fantascienza ma di quella del cinema tout court, 2001rappresenta una delle riflessioni più articolate giunte sul grande schermo sul rapporto civiltà/tecnologia nonché sul destino dell'umanità. Kubrick, che ha sempre amato poco l'ipertecnicismo (pur avvalendosene sempre e ai massimi livelli sul piano delle sue produzioni), riesce a sviluppare il suo discorso a partire da un romanzo di Arthur C. Clarke. Ciò che nel testo letterario è precisa descrizione, nel film diventa suggestione. A partire dalla scelta di una colonna sonora che ha fatto epoca, con le note del Danubio blu ad accompagnare il volo delle astronavi. L'abbiamo ritrovata in mille versioni pubblicitarie o di accompagnamento a servizi televisivi, ma qui aveva una precisa funzione: commentare le immagini di un futuro ipertecnologico mediante la musica composta nel periodo in cui la temperie culturale era permeata della convinzione della bontà assoluta della Scienza e delle sorti progressive dell'umanità guidata dalla sua Luce. Il protagonista del film è un non-attore, è HAL 9000 o, meglio, il suo occhio e la sua voce. Gli umani sono a sua disposizione mentre lui sembra al loro servizio. Ma non si tratta della solita macchina "cattiva". L'uomo di Kubrick (come in Il Dottor Stranamore e, successivamente, in Arancia meccanica) si prepara da solo la propria distruzione. HAL non impazzisce, HAL, molto più drammaticamente, va in crisi perché il suo sistema binario SÌ-NO, viene stravolto dalla presenza di un segreto da conservare, di una menzogna da dire. Lo scopo della missione non va rivelato e il computer non può resistere a questa intrusione dell'umana doppiezza nei suoi delicati apparati. Quando David lo disattiva progressivamente, HAL (che ha ucciso quattro uomini) ritorna allo stadio infantile, preludio al percorso che l'astronauta dovrà fare procedendo fino alla propria morte per poi risorgere come feto delle stelle, in gestazione per una nuova umanità. Riascoltare il respiro profondo dell'astronave a contrasto con il silenzio del nero dello spazio, in cui la morte muta, trova una sua ancor più tragica contestualizzazione; riaffrontare quell'occhio che scava (come quello della macchina da presa) all'interno di milioni di anni di storia, consente di comprendere come questo film come molti altri (ma più di molti altri) fosse un'opera completa in se stessa e non necessitasse di un proseguimento. Che invece c'è stato. Si intitola 2010. L'anno del contatto ed è da evitare con la massima cura.

Premi e nomination 2001: Odissea nello spazio MYmovies
Fantafilm cento anni di cinema di fantascienza
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
91%
No
9%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination 2001: Odissea nello spazio

premi
nomination
Premio Oscar
1
6
David di Donatello
1
0
* * * * *

Una spiegazione del film

giovedì 19 luglio 2007 di Andrea

L’approccio con questo film non deve essere come quello con un qualsiasi altro film di fantascienza. Per questo motivo, chi lo guarda aspettandosi una struttura narrativa e un racconto abituali, lineari, e chiari, lo trova terribilmente noioso. “2001” è da guardare non come una storia raccontata, ma come una parabola che occupa millenni interrogandosi sulle ragioni dell’esistenza. Questo film rivoluziona l'utilizzo dell'inquadratura, che qui non è più un semplice strumento per narrare, ma assume continua »

* * * * *

Il viaggio più grande è quello all'interno di noi

martedì 10 agosto 2010 di weach

Fiumi di parole sono state scritte su questo capolavoro assoluto.Per non ripeterci cercheremo qui di evidenzare "gli ingredienti "che a nostro modo di vedere hanno  aiutato l' immenso Stanley kubrik. In primis l'associazione dell'immagine a musiche universali;una grande attenzione scenografica ,quasi maniacale ;un progetto studiato nei minimi particolari con acquisizione di tutte le fonti autorevoli;l'utilizzo di tecniche di ripresa sapienti  continua »

* * * * *

Uno slancio emotivo

domenica 14 novembre 2010 di weach

Capolavoro indiscusso di Stanley Kubrick è in  contempo una profonda introspezione  e ricerca del "se profondo " ma anche  promozione del progetto spaziale americano poco prima del "grande volo sulla luna ". Il regista ha cercato di immaginare ,con la collabrazione di scenziati valenti, della Nasa stessa ,il futuro dell 'uomo nello spazio. E' stato film anche di propaganda commercile e per tante aziende che avrebbero poi partecipato continua »

* * * * *

Un ebreo deluso ed un totem di input esoterici

lunedì 10 ottobre 2011 di weach

un Ebreo ed un totem di input esoterici E' avvincente interagire con un opera dell'intelletto totalizzante come 2001 odissea nello spazio, assorbirne gli intensi movimenti energetici, cercare di entrare attivamente in questo flusso potente cercando di non disperdersi in questo turbinio di sollecitazioni. La prima domanda che ti viene legittima  e forse banale: riuscirò ad assorbire tanta energia visionaria  senza venirne sopraffatto? 2001 odissea nello spazio di Stanley continua »

L'agonia del computer Hai 9000, disattivato dall'astronauta Dave ( Keir Dullea)
Ho paura… Ho paura, David… David, la mia mente se ne va … Lo sento… Lo sento… La mia mente svanisce… Non c'è alcun dubbio… Lo sento… Lo sento… Lo sento… Ho paura… Buongiorno, signori… Io sono un elaboratore Hai 9000. Entrai in funzione nelle officine Hai di Verbana nell'Illinois il 22 gennaio 1992… Il mio istruttore mi insegnò anche a cantare una vecchia filastrocca. Se volete sentirla, posso cantarvela.
Sì, vorrei sentirla, Hal: cantala per me.
Si chiama Giro girotondo... Giro girotondo, io giro intorno al mondo…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Dave ( Keir Dullea)
Apri la saracinesca esterna, HAL.
(Open the pod bay doors, HAL.)
Frase scelta da 1500 addetti ai lavori dell'American Film Institute come la numero 78 tra le 100 migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi tratte da film di produzione USA
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Anche i calcolatori mentono, parola di Hal: il computer Hal 9000 a un giornalista televisivo
Nessun calcolatore della serie 9000 ha mai commesso un errore o alterato un'informazione. Noi siamo, senza possibili eccezioni di sorta, a prova di errore e incapaci di sbagliare.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | 2001: Odissea nello spazio

Uscita in DVD

Disponibile on line da venerdì 9 novembre 2007

Cover Dvd 2001: Odissea nello spazio A partire da venerdì 9 novembre 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick con Keir Dullea, Gary Lockwood, William Sylvester, Daniel Richter. Distribuito da Warner Home Video. Su internet 2001: odissea nello Spazio è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 12,99 €
Aquista on line il dvd del film 2001: Odissea nello spazio

SOUNDTRACK | 2001: Odissea nello spazio

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 26 febbraio 2010

Cover CD 2001: Odissea nello spazio A partire da venerdì 26 febbraio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film 2001: Odissea nello spazio del regista. Stanley Kubrick Distribuita da Sony Classical. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

2001 - Odissea nello spazio di Stanley Kubrick (1968), che tra pochi giorni, nell'anniversario della morte del grande regista, torna nei cinema nella versione restaurata, è il film unico che ha segnato per sempre il cinema di fantascienza, condensandone e fissandone gli universi col suo stile imitato e inimitabile: il candore e la freddezza, la danza degli astri, la posizione del veicolo spaziale nell'oscurità sconfinata del sistema stellare,il modo di muoversi e la vita quotidiana degli astronauti, le porte autochiudentesi, i corridoi rotondi come l'anima di un enorme tubo bianco. »

2001 è un'esperienza non verbale - 1° parte

di Alberto Crespi L'Unità

«Non mi piace parlare di 2001 perché è essenzialmente un'esperienza non verbale. Per più della metà, il film non ha dialoghi. È un tentativo di comunicare con il subcosciente e con le sensazioni, piuttosto che con l'intelletto». Parola di Stanley Kubrick, e potremmo fermarci qui. 2001 è un'esperienza «ineffabile», dove per ineffabile si intende, appunto, ciò che non può essere espresso a parole. Per cui, guardatelo, e buon pro vi faccia. Sembra che Kubrick preferisca tagliar corto in questo modo. »

di Walter Veltroni

È un grande film, uno dei capolavori della storia del cinema. La struttura dell’opera di Kubrick consente più piani di lettura. 2001 è un film che si può anche solo guardare, perdendosi nella immane bellezza delle immagini, nel grande buio dell’universo, nei colori della sequenza finale che sono rimasti nella memoria come una esperienza della mente. Potrei vederlo mille volte e mille volte proverei la stessa grande emozione che mi afferrò quando, alla fine degli anni Sessanta, quel film mi rapì, nella magia del cinerama, per farmi innamorare definitivamente di una delle cose più belle del mondo, il cinema. »

E il meglio di Kubrick diventò «roba di terza categoria»

di Irene Bignardi La Repubblica

Dovrebbero consolarsi, i registi che non piacciono ai critici e che vengono maltrattati nelle loro recensioni. A riprova di come possa clamorosamente sbagliare la categoria di cui anch'io ho orgogliosamente fatto parte (facendo la mia parte di scivoloni), basta leggere quello che ha scritto su Harper's Bazaar a proposito di 2001: Odissea nello spazio un monumento della critica come la defunta Pauline Kael: «Un film assolutamente privo di immaginazione», «roba di terza categoria», «il più grosso film amatoriale di ogni tempo». »

2001: Odissea nello spazio | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | andrea
  2° | mauro lanari
  3° | weach
  4° | sir gient
  5° | paolocorsi
  6° | cinemalife
  7° | step99scream
  8° | reservoir dogs
  9° | giorpost
10° | adriano sgarrino
11° | antonio barry
12° | flegiàs tn
13° | andrea
14° | dodo
15° | ixaxar
16° | gianpaolo
17° | jayan
18° | chriss
19° | nicola grimolizzi
20° | il cinefilo
21° | fulvio p.
22° | attiliocoppa
23° | jekyll
24° | neopolo marte miniel
25° | forgy
26° | filippo catani
27° | topo paolino
28° | luca scial�
29° | topo paolino
30° | paolopacitti
31° | goliadkin
32° | wadirum48
33° | cress95
34° | great steven
35° | stefaniapuma
36° | angelo
37° | giorgio
38° | weach
39° | catullo
40° | evghen950
41° | simon90
42° | paolo 67
43° | paolo 67
44° | jetset
45° | weach
46° | weach
47° | chriss
48° | franz
49° | albydrummer
50° | weach
51° | enricosls91
52° | weach
53° | weach
54° | brando fioravanti
55° | marvelman
56° | eph
57° | ghik
58° | marco tn
59° | weach
60° | jacopo b98
61° | i'para
62° | alex41
63° | chriss
64° | paolo 67
65° | weach
66° | paolo 67
67° | marco86
68° | paleutta
69° | weach
70° | nick castle
71° | weach
72° | sperminator
73° | weach
74° | chriss
75° | nazareno nicoletti
76° | il cinefilo
77° | mondolariano
78° | alessio
79° | rudy_50
80° | kyle
81° | antonio
82° | paolo 67
83° | weach
84° | vincent vega
85° | chriss
86° | marco 91
87° | weach
88° | paolo bisi
89° | weach
Premio Oscar (7)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità