Le fate ignoranti

Film 2001 | Drammatico 105 min.

Regia di Ferzan Ozpetek. Un film Da vedere 2001 con Margherita Buy, Stefano Accorsi, Andrea Renzi, Gabriel Garko, Filippo Nigro. Cast completo Genere Drammatico - Italia, Francia, 2001, durata 105 minuti. - MYmonetro 3,33 su 77 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le fate ignoranti tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Antonia e Massimo sono sposati da quindici anni. Il loro è un matrimonio felice fino a quando Massimo muore in un incidente stradale. Ha vinto 3 Nastri d'Argento.

Le fate ignoranti è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,33/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,99
CONSIGLIATO SÌ
Ferzan Ozpetek torna ai temi prediletti e disegna caduta e ascesa di una donna borghese.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Antonia e Massimo sono sposati da quindici anni. Il loro è un matrimonio felice fino a quando Massimo muore in un incidente stradale. Antonia si chiude nel proprio dolore, accudita dalla madre e dalla cameriera filippina. Un giorno però, grazie a una dedica sul retro di un quadro, scopre che il marito aveva un'amante da sette anni. Questo la obbliga a uscire di casa e a iniziare una serie di ricerche. Raggiunge così lo stabile e l'interno da cui era stato inviato il regalo. L'appartamento è intestato al nominativo Mariani e per lei è ovvio cercare la signorina Mariani. Dopo diversi tentativi di depistaggio da parte della colorita comunità di gay e travestiti che affolla l'appartamento scoprirà la verità: l'amante di suo marito era un uomo, Michele. La prima reazione è di profondo disgusto ma progressivamente il contatto con il gruppo le farà scoprire una realtà diversa. Sarà un'esperienza capace di farla tornare a vivere pienamente. Ferzan Ozpetek, dopo il patinato ma piuttosto sterile Harem Suare, torna ai temi prediletti già presentati con originalità ne Il bagno turco. Eliminate le tentazioni esotiche (anche se non possono mancare due attori e la musica turchi), disegna caduta e ascesa di una donna borghese le cui sicurezze si sgretolano dinanzi alla progressiva scoperta della realtà. Margherita Buy è bravissima nel sottolineare i progressivi slittamenti del cuore del suo personaggio, così come Accorsi lo è nel costruire un Michele gay convinto che vede minare dal di dentro le sue certezze in materia sessuale.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
LE FATE IGNORANTI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 27 settembre 2011
Gianni Lucini

Un quadro intitolato “La fata ignorante” esiste davvero. L’ha dipinto René Magritte, il pittore belga considerato uno dei principali esponenti del surrealismo. Il quadro che si vede nel film e che dà inizio alle peregrinazioni di Antonia viene attribuito dalla sceneggiatura a Joseph Lanti, un autore inesistente inventato dalla fervida fantasia di Gianni Romoli.

domenica 3 gennaio 2016
Portiere Volante

Ho visto quasi tutti i film di Ozpetek e questo è sicuramente uno dei migliori,personalmente quello che ho apprezzato di più. Il regista sforna uno prodotto di grande eleganza e raffinatezza. È vero che Ferzan in ogni sua pellicola ci "piazza" la tragedia di fondo (in questo caso un incidente stradale con doppio rimbalzo della vittima) e omosessuali (qui in abbondanza) [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 ottobre 2017
Great Steven

LE FATE IGNORANTI (IT, 2001) diretto da FERZAN OZPETEK. Interpretato da MARGHERITA BUY, STEFANO ACCORSI, GABRIEL GARKO, ERIKA BLANC, ANDREA RENZI, SERRA YILMAZ, FILIPPO NIGRO Antonia e Massimo sono sposati da quindici anni e si possono definire con assolutezza una coppia felice della borghesia romana. Ma un giorno accade l’irreparabile: Massimo rimane vittima di un incidente stradale mentre [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 agosto 2016
Emanuele R.

Una donna sposata perde il marito, investito da un'auto, così cade in depressione. Dopo il ritrovamento di un dipinto che gli apparteneva, comincia a sospettare che egli avesse un'amante segreta, ma quando va all'indirizzo scritto, non vede ciò che si aspettava, così farà amicizia con chi non si sarebbe mai aspettata di incontrare. Davvero un ottimo film, con grandi emozioni e che tratta diverse tematiche, [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 luglio 2016
giuliana li vigni

Ferzan Ozpetek non si smentisce e non delude mai, neppure quello minore (sempreché esista). Dietro l'incontro fra le due persone acomunate dall'amore per lo stesso uomo dalla doppia personalità, Antonia etero e Michele omosessuale, si nascode un microcosmo di disperazione e sofferenza fisica e morale, a cui Antonia si avvicina titubante ma in realtà molto, ma molto più forte di tutti loro.

lunedì 30 aprile 2012
hèy luciz

Le fate ignoranti..titolo stupendo per un film attrettanto stupendo.Sì credo che questo sia uno dei più bèi film del cinema italiano..Il regista è il mio preferito ho visto tutti i sui film e sono tutti bellissimi..Ma LE FATE IGNORANTI è assolutamente il mio preferito,anche per gli attori,Stefano Accorsi è veramente un grade attore e anche bello!Credo che abbia [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 settembre 2011
tiamaster

u film rifessivo,profondo,che ragiona su temi importanti,un film serio e attuale,che però fa anche in certi momenti fa anche sorridere,forse l'opera piu compiuta di ozpetek,piu profonda,piu perfetta,piu umana,un film da non perdere se si vuole vedere un ottimo film attuale e giusto.ozpetek in piena forma in un film indimenticabilee che non si scorderà facilmente,un cult.

venerdì 11 aprile 2014
Deniseee

La conferma più grande che ho avuto da Le fate ignoranti,è che non bisogna credere che qualcosa non ci piaccia pur non conoscendolo! Sono contenta di averlo visto adesso che sono grande,e non hai tempi... Credo proprio che non avrei saputo cogliere la delicatezza di questo film,la positività nell'accettazione del diverso da noi e di tutti i colori e le sfumature che la vita [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 aprile 2014
Deniseee

La conferma più grande che ho avuto da Le fate ignoranti è che non possiamo dire che qualcosa non ci piace,se non lo conosciamo neanche!  Sono molto contenta di averlo visto adesso che sono grande,e non ai tempi... Credo che non avrei capito fino in fondo la delicatezza di questo film,tutti gli aspetti positivi dell'apertura al mondo,dell'accettazione di tutti i colori e [...] Vai alla recensione »

domenica 5 febbraio 2012
ralphscott

L'Almodovar di casa nostra centra con successo un film corale,ricco di umanità,colori,dove i sentimenti ed il destino la fanno da padroni. Il piacere della comunità trascina lo spettatore ad assaporare ogni gesto del variegato mondo nella casa di Michele. Bravissima la Buy,all'ennesima notevole prova. Accorsi e lo stesso regista arrivano con questa [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 dicembre 2016
Aquilareale4891

Alcuni legami vivono dentro di noi con la rassegnazione di chi non ha né il coraggio né la voglia di darsi un’occasione di vita diversa e probabilmente migliore, eppure sono forti come la pietra, caldi come le vampe d’un alto incendio. Dare loro un’apparenza significherebbe esporsi al giudizio di chi non può comprendere le fragilità dell’uomo, reo [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 aprile 2016
Barolo

Confesso che prima di questo film non conoscevo il regista ed è stata una bella scoperta.Ozpetek è dichiaratamente omosessuale e questo tema ricorre quasi sempre nei suoi lavori.In questo film scandaglia proprio questo aspetto dell'animo umano,attraverso la scoperta accidentale di una vedova,che volendo conoscere l'amante del suo defunto marito, scopre che costui è [...] Vai alla recensione »

Frasi
Che stupidi che siamo, quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. Tante volte la vita ci passa accanto e noi non ce ne accorgiamo nemmeno.
Una frase di Michele (Stefano Accorsi)
dal film Le fate ignoranti - a cura di Fabiana
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Perduto il marito in un banale incidente (è investito da un'auto mentre attraversa la strada parlando al telefonino), Antonia ha una sorpresa che, da quella brava borghese che è, le cade sulla testa come il fulmine: lui aveva l'amante da sette anni, e per di più di sesso maschile. Attraverso il quadro La fata ignorante di Magritte, la donna trova l'inaspettato rivale, che si chiama Michele e vive in [...] Vai alla recensione »

Stefano Lusardi
Ciak

Doppio film con doppia anima, anche a livello ideale. Come se Ozpetek fosse scisso fra il film-da-fare, per parlare di cose sacrosante come l'infrangere barriere sociali e sessuali o scoprire nuove condivisioni per sconfiggere egoismi e solitudini, e il film-da-sentire, composto invece di sentimenti più sfumati, vaghe malinconie, inafferrabili rimpianti, frammenti di storie.

Emanuela Martini
Film TV

Una storia come tante. Una coppia giovane, evidentemente agiata, forse felice, ma di un affiatamento un po' appiattito nel bon ton (come appare nella prima sequenza del finto abbordaggio, un po' forzata e stridente, non si sa bene se per scelta narrativa o per la maldestra recitazione dell'attore che interpreta il marito). Lui muore all'improvviso, e Antonia si isola in un silenzio affranto, finché [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Le fate ignoranti si apre con una scena da un matrimonio che appare dei più sereni, invece la tragedia è dietro l'angolo. Lui muore investito da un'auto e la moglie Margherita Buy affranta, si chiude nel suo dolore rifiutando ogni conforto. Almeno fino a quando una dedica amorosa sul retro di un quadro, misteriosamente firmata "la fata ignorante", non le rivela che il marito la tradiva.

Silvio Danese
Quotidiano.net

Dopo la morte del figlio (Nanni Morettì) quella del marito. Nella peripezia di una moglie che, improvvisamente vedova, scopre l'amore omosessuale del coniuge, Ferzan Ozpetek sfoglia un album dei sentimenti, nella tonalità tenue della consorte (Margherita Buy, artigiana del togliere) e nella tonalità calda dell'amante gay (Stefano Accorsi, più abile del solito): il dolore immobilizzante della vedovanza; [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Una giovane donna medico rimane vedova per un incidente d'auto che uccide suo marito. Scopre che il marito da sette anni aveva un altro amore e che l'amante era un uomo, commerciante ai romani Mercati Generali. Incontra l'amante. Attraverso di lui tenta di capire il marito che credeva di conoscere e che non conosceva affatto, tenta di capire l'ambiente gay disordinato e vitale in cui il marito si sentiva [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

È un regista Ferzan (pronuncia: Ferzàn) Ozpetek gay dichiarato e orgoglioso, nonché regista dotato, anche se scambia il suo mestiere con la liberazione omosessuale di sé e dei suoi amici. Al Festivi di Berlino ha infatti partecipato con il suo terzo film di genere, Le fate ignoranti, dove dimostra questi pregi e difetti. Comunque è un film, non solo un pretesto per rappresentare sodomie assortite. Vai alla recensione »

winner
miglior attore
Nastri d'Argento
2001
winner
miglior attrice
Nastri d'Argento
2001
winner
miglior produzione
Nastri d'Argento
2001
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati