Dizionari del cinema
Periodici (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 21 agosto 2018

Francesca Inaudi

Italiana, brava attrice

40 anni, 8 Dicembre 1977 (Sagittario), Siena (Italia)
occhiello
e il cuore ti dice: siamo arrivati
dal film L'uomo perfetto (2005) Francesca Inaudi Lucia
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Francesca Inaudi

Un cast tutto al femminile alla ricerca del principe azzurro.

Alla ricerca dell'uomo giusto

mercoled 13 luglio 2011 - Giovanni Bogani cinemanews

Alla ricerca dell'uomo giusto Chiss qual luomo giusto, e qual quello sbagliato. Le tre protagoniste del film di Salvatore Allocca e Daniela Cursi Masella sembrano saperlo benissimo. Una colleziona uomini come fossero figurine di un album Panini, peccato che siano tutti sbagliati. Unaltra sta bene attenta a non amarne neppure uno. Gli uomini, pensa, sono come i cavalli: stalloni, oppure brocchi. Lultima decide, in un battibaleno, che occorre un gesto finale, coraggioso. E si sposa. Ma non serve a niente, si ritorna presto alla casella di partenza.

Dal 12 novembre Noi credevamo verr distribuito con solo 30 copie.

polemica per la scarsa distribuzione

mercoled 10 novembre 2010 - Luca Marra cinemanews

 polemica per la scarsa distribuzione M ario Martone legge il giuramento della "Giovine Italia" come Roberto Saviano ha detto l'8 novembre in tv a Vieni via con me, "Queste parole" spiega il regista "Riguardano il nostro tessuto civile dal Risorgimento fino a oggi". Si apre cos la conferenza stampa di presentazione di Noi Credevamo, ultimo film di Mario Martone presente alla casa del cinema di Roma con parte del cast: Luigi Lo Cascio, Francesca Inaudi e Valerio Binasco. La pellicola, passata in concorso all'ultimo festival di Venezia, un corposo spaccato sul Risorgimento italiano, in parte ispirato al romanzo omonimo di Anna Banti.
Martone torna al cinema dopo sei anni con un film complesso e impegnativo: "Faccio storie dolorose da sempre. Non so perch ma non sono infelice" premette il regista che poi si focalizza sul suo ultimo film: "Noi Credevamo fantascienza al contrario, ambientato nel passato ma parla al presente. Non trattiamo del Risorgimento ma di quattro storie legate a questo periodo, quattro luci su ombre che la maggior parte dei cittadini non conosce".
Nel cast, tantissimi attori italiani. Francesca Inaudi che interpreta la liberale principessa Caterina di Belgiojoso racconta : "Mi sono documentata sul personaggio, ma poi la passione ha sovrastato il pur necessario lavoro autobiografico. Volevo restituire l'umanit di Caterina". Ardore nella recitazione anche per Luigi Lo Cascio nei panni di un fervente repubblicano: "Ho cercato di rendere impercettibile lo scarto tra il sentimento e l'azione e mi ha aiutato il sottofondo operistico, colonna sonora del film" dichiara l'attore siciliano, curioso invece l'episodio che ha ispirato il lavoro di Valerio Binasco: "Ho letto molto Dostoevskij, ma un giorno una persona con problemi mentali venuta in camerino, la sua forza d'animo mi ha guidato sul set".
Grandi temi, 6 milioni di euro di budget ma solo 30 copie per il film che uscir venerd prossimo: polemica per la scarsa distribuzione. Per Carlo Degli Esposti, uno dei produttori "In Italia impossibile produrre cose non banali. Noi credevamo non merita poche copie, ci sono tanti geometri della cultura', ma serve un architetto che orienti il gusto in senso pi alto. Scriver alla Rai per avere pi spot in questo week end" proprio dal servizio pubblico televisivo arriva la replica, Paolo Del Brocco, amministratore di Rai Cinema dichiara: "La Rai ha finanziato il film al 50%, crede in quest'opera necessaria e importante ma se le persone vedono pi i cinepanettoni, non dipende dai bravi o scarsi architetti della cultura'", amareggiato Filippo Roviglioni, amministratore di 01 Distribution che distribuisce la pellicola : "Dimentichiamo forse che bisogna fare i conti col mercato, con gli esercenti e non semplice".
In ogni caso, Mario Martone fiducioso: "Spero che gli spettatori apprezzino il film e gli regalino quindi il successo" nonostante l'ottimismo l'autore napoletano non perde la sua appassionata lucidit e conclude: "L'Italia comunque stata fatta ma non dobbiamo nascondere che stata costruita anche col sangue, come i francesi sono consapevoli che la loro patria nata con la rivoluzione. C' un fondo di autoritarismo che ogni tanto riemerge nel nostro Paese e che va combattuto. Dobbiamo assumerci la forza dell'azione legale e non violenta per cambiare. Noi credevamo e crediamo ancora".

Raddoppia l'amata fiction ideata da Ivan Cotroneo.

Tutti pazzi per amore 2: la vita in un videoclip

venerd 19 marzo 2010 - Alessandra Giannelli cinemanews

Tutti pazzi per amore 2: la vita in un videoclip Raddoppia l'amata fiction, ideata da Ivan Cotroneo, per location, cast, musica e interpreti, in onda da domenica 21 marzo (eccezionalmente anche luned 22) per altre puntate (52 episodi per 50 minuti l'uno), in prima serata su Rai Uno. Prodotta da Carlo Bixio la serie innovativa, che stata capace di ringiovanire il pubblico della rete, diretta da Riccardo Milani (per la seconda unit, Laura Muscardin) e che, nella passata stagione ha avuto uno share del 23%, arrivando al 27% nelle ultime puntate. In Tutti pazzi per amore 2, accanto al noto Emilio Solfrizzi (Paolo) non pi Stefania Rocca, ma la bionda Antonia Liskova (Laura). Protagonisti anche la mitica Piera Degli Esposti (Clelia, mamma di Laura), Carlotta Natoli (Monica), Francesca Inaudi (Maya), Sonia Bergamasco (Lea), Irene Ferri (Rosa), Corrado Fortuna (Elio), Pietro Taricone e i giovani Nicole Murgia (Cristina), Marco Brenno (Emanuele) e Laura Calgani (Nina), figli dei rispettivi. Un appello lunghissimo di volti conosciuti e amati, presenti, con la loro verve, alla conferenza stampa, tra cui le zie di Paolo, Aurelia Reggio (zia Sofia) e Pia Velsi (zia Filomena). Tra le new entry: Alessio Boni (assente, come Neri Marcor, alla presentazione), ma anche un'amichevole partecipazione di Dario Argento. Da non dimenticare il divertente ed ironico sipario offerto da Carla Signoris e Giuseppe Battiston ovvero la presentatrice tv e il Dottor Freiss. Seconda edizione di un prodotto percepito da subito come trendy, che ha brillato per la critica, come spiega, orgogliosamente, Fabrizio Del Noce, direttore delle fiction Rai, anche a motivo dell'attesa che c' stata per questa seconda stagione, contraddistinta da spot musicali, tipici della narrativa della serie, grazie ad una regia che il direttore definisce elegante e al di sopra delle aspettative. Un'atmosfera carica e gioiosa che ha visto la proposizione degli stacchetti musicali da parte di un piccolo corpo di ballo; un'incursione piacevole, come accade nella serie per sottolineare i momenti della vita.

Stato di ebbrezza

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,50)
Un film di Luca Biglione. Con Francesca Inaudi, Andrea Roncato, Melania Dalla Costa, Antonia Truppo, Fabio Troiano.
continua»

Genere Biografico, - Italia 2018. Uscita 24/05/2018.

Succede

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,67)
Un film di Francesca Mazzoleni. Con Margherita Morchio, Matilde Passera, Matteo Oscar Giuggioli, Brando Pacitto.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 05/04/2018.

Ninna nanna

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Dario Germani, Enzo Russo. Con Francesca Inaudi, Fabrizio Ferracane, Nino Frassica, Maria Rosaria Omaggio, Guia Jelo.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 29/06/2017.

Solo per il weekend

* * - - -
(mymonetro: 2,35)
Un film di Gianfranco Gaioni. Con Alessandro Roja, Stefano Fresi, Francesca Inaudi, Marina Rocco, Malik Barnhardt.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2015. Uscita 07/07/2016.

L'amore non perdona

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,63)
Un film di Stefano Consiglio. Con Ariane Ascaride, Helmi Dridi, Francesca Inaudi, Carmine Maringola, Stefania Montorsi.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Francia 2014. Uscita 09/04/2015.
Filmografia di Francesca Inaudi »

gioved 2 agosto 2018 - Dal 21 al 26 agosto si terr la manifestazione che, sotto la direzione di Mimmo Calopresti, render omaggio a Monica Vitti.

MantovaFilmFest - Il programma della 11. edizione

a cura della redazione cinemanews

MantovaFilmFest - Il programma della 11. edizione Un direttore artistico d'eccezione come Mimmo Calopresti. Le nuove generazioni ancora pi protagoniste con l'introduzione della Giuria Giovani. E un'icona del cinema italiano come Monica Vitti al centro dell'immancabile retrospettiva. Se il decennale dell'anno scorso era stato celebrato come un nuovo punto di partenza per crescere ancora di pi, l'undicesima edizione del MantovaFilmFest non nasconde la volont di segnare un cambio di passo, forte della sua consolidata struttura e di alcune stimolanti novit. Ancora una volta il programma della kermesse, che si svolger dal 21 al 26 agosto, punta prima di tutto sugli appassionati del nostro cinema, e su coloro che ogni giorno lo vivono da protagonisti: il pubblico, prima di tutto, e con esso registi, attori e produttori emergenti, senza tralasciare gli autori affermati, molti dei quali hanno segnato i primi passi nella cornice del MantovaFilmFest. Muovendosi tra il cinema sotto i riflettori e quello meno visibile ma decisamente vitale, l'associazione Mantova Film Studio riparte dunque rinnovando quella scommessa che dieci anni fa ha dato vita a questa manifestazione. Con l'ingresso e il contributo di Mimmo Calopresti - collaboratore ormai consolidato del festival - a ricoprire questo ruolo, si costruito un programma variegato, volto a far dialogare le due anime del cinema: ricerca artistica e intrattenimento. Ecco allora che, se da un lato trovano spazio opere innovative e sperimentali - come ad esempio i film d'esordio Blue Kids e Il cratere, accolti da applausi all'ultimo Torino Film Festival e allo scorso Festival di Venezia -, dall'altro il pubblico potr incontrare figure pi spiccatamente pop come il regista Gennaro Nunziante, artefice dei successi cinematografici del fenomeno Checco Zalone, o come il musicista Morgan (al secolo Marco Castoldi), che col cinema ha molte pi connessioni di quanto ci si possa aspettare. Il tutto all'insegna di una proposta articolata, con la volont di presentare al pubblico una panoramica in grado di "tastare il polso" al cinema italiano contemporaneo.

Le sezioni:

OPERE PRIME
In primo piano, negli appuntamenti di questa edizione 2018, ancora una volta non pu che esserci il concorso dedicato alle opere prime. Una competizione che da anni ha scelto come cifra distintiva la centralit del pubblico, che come da tradizione sar chiamato a decretare chi vincer il Lauro d'Oro di Virgilio per la miglior opera prima. I titoli selezionati per il concorso sono:

La terra dell'abbastanza (guarda la video recensione)(di Damiano e Fabio D'innocenzo)
Manuel (guarda la video recensione)(di Dario Albertini)
Blue Kids (di Andrea Tagliaferri)
Il vangelo secondo Mattei (di Antonio Andrisani, Pascal Zullino)
Si muore tutti democristiani (guarda la video recensione) (de Il terzo segreto di satira)
I racconti dell'Orso (di Samuele Sestieri, Olmo Amato)
Il cratere (di Silvia Luzi, Luca Bellino)
Favola (guarda la video recensione) (di Sebastiano Mauri)
Hotel Gagarin (guarda la video recensione) (di Simone Spada)
Sconnessi (di Christian Marazziti)

VISIONI DEL REALE
Uno sguardo sul mondo che ci circonda, sulla realt che viviamo, su come ci misuriamo con essa. Ecco gli otto documentari che concorreranno per il premo MYmovies - dalla parte del pubblico:

La convocazione (di Enrico Maisto)
Storie del dormiveglia (di Luca Magi)
L'uomo con la lanterna (di Francesca Lixi)
Lorello e Brunello (di Jacopo Quadri)
Ora e sempre. riprendiamoci la vita (di Silvano Agosti)
Sassi nello stagno (di Luca Gorreri)
Gli ultimi butteri (di Walter Bencini)
Terra bruciata (di Luca Gianfrancesco)

LA DOLCE VITTI
La retrospettiva di quest'anno, a cura di Tatti Sanguineti, vuole omaggiare una vera e propria diva del cinema italiano: Monica Vitti. Una delle attrici pi celebri e amate, capace di passare dai ruoli memorabili dei grandi drammi d'autore ai toni leggeri della commedia all'italiana. Misteriosa e affascinante, ma anche vitale ed entusiasta, diretta da registi del calibro di Antonioni, Monicelli, Scola e Buuel. Il MantovaFilmFest la celebra proponendo sei pellicole storiche non solo per la sua carriera, ma anche per il cinema italiano:

L'avventura
La ragazza con la pistola
Dramma della gelosia
Noi siamo fatte cos
Teresa la ladra
L'anatra all'arancia

MASTERCLASS
Dopo l'esordio nella scorsa edizione, ritorna - rivisitata - la sezione Masterclass, che propone quattro incontri con donne e uomini di cinema (e non solo), per una serie di conversazioni non convenzionali sul mestiere del cinema e sul suo linguaggio:

22 agosto: Mimmo Calopresti incontra Morgan.
23 agosto: Tatti Sanguineti incontra Gennaro Nunziante
25 agosto: Mimmo Calopresti incontra Francesca Inaudi e Enzo Russo (a seguire proiezione del film Ninna Nanna)
26 agosto: Mimmo Calopresti incontra Corrado Nuzzo e Maria Di Biase (a seguire proiezione del film Vengo anch'io)

MAESTRI DI CINEMA
Quattro omaggi a quattro grandi registi da ricordare in questo 2018: il ringraziamento del Mantova Film Fest a figure di riferimento del cinema italiano e internazionale.

Una questione privata (guarda la video recensione)
Torneranno i prati
Bergman 100. La vita, i segreti, il genio (guarda la video recensione)
Ladri di biciclette (guarda la video recensione), in versione digitale restaurata


EVENTI SPECIALI
Ad arricchire il programma del Festival, non mancheranno appuntamenti speciali: l'anteprima assoluta del documentario Torre della Gabbia, un racconto dei restauri del celebre monumento; tre cortometraggi di Charlie Chaplin, recuperati e restaurati integralmente dalla cineteca di Bologna, accompagnati live al pianoforte dal maestro Daniele Furlati; l'anteprima del film Campeones di Javier Fesser, in versione originale con sottotitoli in italiano.
Gli ospiti
Ad oggi, hanno confermato la loro presenza: Dario Albertini, Andrea Tagliaferri, Il terzo segreto di satira, Silvia Luzi e Luca Bellino, Simone Spada, Christian Marazziti e Simona Liskova, Sebastiano Mauri e Filippo Timi; Luca Magi; Morgan, Gennaro Nunziante, Corrado Nuzzo e Maria Di Biase, Francesca Inaudi e Enzo Russo; Andrea Meneghelli, Daniele Furlati.
Per la cerimonia di chiusura sar ospite del festival il regista Marco Ponti che incontrer il pubblico del MantovaFilmFest assieme al cast del suo ultimo film Una vita spericolata.

   

Altre news e collegamenti a Francesca Inaudi »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità