Amanda

Film 2022 | Commedia, 94 min.

Regia di Carolina Cavalli. Un film con Benedetta Porcaroli, Galatéa Bellugi, Michele Bravi, Monica Nappo, Margherita Maccapani Missoni. Cast completo Genere Commedia, - Italia, 2022, durata 94 minuti. Uscita cinema giovedì 13 ottobre 2022 distribuito da I Wonder Pictures. - MYmonetro 2,59 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Amanda tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 19 settembre 2022

Da che si ricorda Amanda, 24 anni, non ha mai avuto amici. É la cosa che desidera di più. Quando scopre che da neonate lei e Rebecca passavano un sacco di tempo insieme, Amanda sceglie la sua nuova missione: convincerla che sono ancora migliori amiche.

Consigliato nì!
2,59/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,67
PUBBLICO
CONSIGLIATO NÌ
Un'opera prima imperfetta ma promettente. Buono il finale, convincente la prova di Benedetta Porcaroli.
Recensione di Simone Emiliani
lunedì 5 settembre 2022
Recensione di Simone Emiliani
lunedì 5 settembre 2022

Amanda è una ragazza di 25 anni che non ha amici e forse non li ha mai avuti. Ha una famiglia benestante, ha vissuto a Parigi dove passava le serate al cinema e ogni tanto incontrava qualcuno. Ma non ha mai avuto un legame stabili. I genitori e la sorella non la sostengono e trova solo complicità nella domestica che spesso le ha fatto compagnia. Cerca di conoscere nuove persone in festival tecno e rave abusivi e vorrebbe rendere libero un vecchio cavallo. Un giorno rivede una sua coetanea, Rebecca, figlia di un'amica di sua madre. Quando erano bambine, trascorrevano molto tempo insieme. Ora anche Rebecca è spesso isolata, chiusa nella sua stanza. Riusciranno, insieme, ad essere meno infelici?

Non è solo un film sull'isolamento ma su uno straniamento esistenziale. Amanda, opera prima di Carolina Cavalli che ha scritto anche la sceneggiatura, segue la protagonista nel suo nervoso nomadismo fisico ed esistenziale.

Amanda è alla ricerca di qualcosa che possa dare un senso alla sua vita. Per questo agisce spesso d'impulso, si muove dentro spazi geometrici e inquadrature larghe che accentuano il vuoto che c'è attorno a lei. Attraversa, per esempio, la città con il riso in mano e soprattutto è una figura che, più che camminare, galleggia. L'immagine della piscina con la protagonista bambina è indicativa di uno stato d'animo ricorrente e anticipa traumi del passato.

Sorretto dalla convincente interpretazione di Benedetta Porcaroli che rende il suo personaggio malinconico, disperato, rabbioso ma anche ironico, Amanda mette a fuoco tutti gli altri personaggi quasi esclusivamente attraverso la sua protagonista. Forse è questo uno dei limiti del film, incapace di far respirare in pieno la storia perché troppo concentrato su Amanda.

In più, i ricorrenti piani fissi, per esempio nei dialoghi con la sorella o nelle scene a tavola con la famiglia per accentuare il dialogo con la sorella o gli sguardi in macchina degli spettatori del cinema parigino, sembrano dei quadretti in cui la cineasta cita insistentemente il cinema di Wes Anderson, proprio nel modo in cui viene filmata quell'apparente assenza esistenziale delle sue gallerie umane. Amanda sovrasta fisicamente Rebecca che può controbattere con dialoghi espliciti come "Mia madre mi obbligava a uscire con te perché facevi pena a tutti".

Inoltre, è anche il mondo degli adulti (la famiglia di Amanda e la madre di Rebecca, interpretata da Giovanni Mezzogiorno) che resta, forse intenzionalmente, confinato in un mondo a parte. Ci sono i segni del disagio ma non la follia, anche quella che può essere più positivamente contagiosa. Ed è proprio in scene come quelle della protagonista con la madre nella vasca da bagno, che c'è una ripetitività ricorrente nel contatto di Amanda con gli altri, anche con gli occasionali uomini che incontra.

Però è anche un film che ha anche delle potenzialità di cui si sono visti dei frammenti: il rapporto con il cavallo, i petardi. Restano al momento ancora sottotraccia, ma rendono Amanda a tratti interessante e soprattutto riesce a trovare un finale coinvolgente. Non basta, ma potrebbe essere la strada da cui ripartire.

Sei d'accordo con Simone Emiliani?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 23 settembre 2022
Sarah Mataloni
Close-Up

La solitudine può diventare una prigione o forse la migliore arma per non affrontare le proprie paure e per non guardarsi allo specchio. La mancanza totale di contatto fisico ed emotivo spinge, a volte, alla creazione di realtà alternative e di vite parallele. Proprio come in questo caso. Amanda, in questa opera prima di Carolina Cavalli, è una post adolescente decisamente cresciuta con una grande [...] Vai alla recensione »

martedì 6 settembre 2022
Alice Catucci
Sentieri Selvaggi

È una ragazza ostica Amanda, decisamente respingente. È un personaggio frutto della penna della sceneggiatrice e regista Carolina Cavalli, che lo mette in scena nel suo primo lungometraggio per il grande schermo, presentato a Venezia nella sezione Orizzonti Extra (la regista milanese ha alle spalle solo la miniserie tv Mi hanno sputato nel milkshake, disponibile su RaiPlay).

lunedì 5 settembre 2022
Redazione
La Rivista del Cinematografo

Non è la prima volta che il cinema italiano porta in sala la storia di una ragazza problematica. Da poco Ciro De Caro ci aveva fatto conoscere Giulia, interpretata dalla brava esordiente Rosa Palasciano, una ragazza fragile che vagava alla ricerca di un posto e di un rifugio sicuro nel mondo. Adesso la giovane regista Carolina Cavalli ci racconta nella sua opera prima Amanda, presentata in concorso [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 21 settembre 2022
 

L'opera prima della giovane regista Carolina Cavalli. Con Benedetta Porcaroli. Vai all'articolo »

MOSTRA DI VENEZIA
lunedì 5 settembre 2022
Simone Emiliani

Carolina Cavalli esordisce alla regia con un film sullo straniamento esistenziale. Presentato a Venezia 79 e dal 13 ottobre al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
martedì 30 agosto 2022
 

L'unico film italiano che sarà in Orizzonti Extra a Venezia 79 e al Toronto International Film Festival. Dal 13 ottobre al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati