Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 12 maggio 2021

Ewan McGregor

McGregor, re di Scozia

Nome: Ewan Gordon McGregor
50 anni, 31 Marzo 1971 (Ariete), Crieff (Gran Bretagna)
occhiello
Prendete l'orgasmo più bello che avete provato. Moltiplicatelo per mille. Neanche allora ci sarete vicino.
dal film Trainspotting (1996) Ewan McGregor  Renton
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Ewan McGregor
Critics Choice Super 2021
Nomination miglior attore in un film di supereroi per il film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn di Cathy Yan

Critics Choice Super 2021
Premio miglior attore in un film di supereroi per il film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn di Cathy Yan

Golden Globes 2018
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Fargo di Adam Bernstein

Golden Globes 2018
Premio miglior attore miniserie o film tv per il film Fargo di Adam Bernstein

Critics Choice Award 2018
Nomination miglior attore miniserie o film tv per il film Fargo di Adam Bernstein

Critics Choice Award 2018
Premio miglior attore miniserie o film tv per il film Fargo di Adam Bernstein

Golden Globes 2013
Nomination miglior attore in un film brillante per il film Il pescatore di sogni di Lasse Hallström

European Film Awards 2010
Nomination miglior attore europeo per il film L'uomo nell'ombra di Roman Polanski

European Film Awards 2010
Premio miglior attore europeo per il film L'uomo nell'ombra di Roman Polanski

Golden Globes 2002
Nomination miglior attore per il film Moulin Rouge di Baz Luhrmann



Tra le serie più acclamate e premiate degli ultimi anni, Fargo può contare sulla partecipazione di numerose star internazionali. E intanto si prepara la stagione 4 con una forte componente italiana.

Fargo, arrivano su Amazon Prime Video le 3 stagioni della folgorante serie di Noah Hawley

giovedì 10 settembre 2020 - Andrea Fornasiero cinemanews

Fargo, arrivano su Amazon Prime Video le 3 stagioni della folgorante serie di Noah Hawley Nel 2006 un assassino arriva in una piccola cittadina del Minnesota e fa un patto con un assicuratore, precipitandolo in una spirale di inganni e malvagità sempre più irresistibile. Nel 1979 due famiglie criminali, una del Minnesota e una del North Dakota, si fanno la guerra per colpa di una coppia di sposini. Nel 2010 due gemelli in Minnesota vivono una rivalità sempre più accesa, ma il più ricco dei due ha un problema ben peggiore del fratello: il minaccioso Varga, esponente di una compagnia dagli affari loschissimi che prende progressivamente controllo del suo business.


«Per una stagione di Fargo non ho bisogno solo di un'idea, ma di un centinaio di idee e personaggi. Non escludo una nuova stagione, ma è un lento processo».
Noah Hawley
Ha lo stesso titolo del film dei fratelli Coen del 1996, e i due registi sono infatti produttori della serie, ma Fargo è del tutto una creatura di Noah Hawley, sviluppata per la il canale americano FX diretto da John Landgraf, forse l'executive con maggior fiuto e attenzione della scena statunitense. Fidarsi di un autore relativamente alle prime armi - che aveva ideato solo due serie dalla vita breve -  per una produzione così prestigiosa è stata una grande scommessa vincente: Fargo è oggi una delle serie più acclamate, vincitrice di 3 Golden Globes e 6 Emmy Awards oltre che insignita della partecipazioni di grandi star di Hollywood, da Billy Bob Thornton a Kirsten Dunst e Ewan McGregor.

Al film originale dei Coen regala qualche rimando, spesso nascosto come easter egg per gli spettatori più attenti, mentre ne conserva soprattutto lo spirito: ossia storie di persone più o meno ordinarie che commettono un crimine e finiscono per precipitare in un vortice sempre più violento. Un caos dominato da figure diaboliche, come Lorne Malvo interpretato da Billy Bob Thornton e Varga incarnato da David Thewlis, ma dove trova spazio anche la determinazione dei buoni, come le poliziotte cui hanno prestato il volto Allison Tolman e Carrie Coon.

Ai racconti morali delle stagioni uno e tre si affianca la più spregiudicata seconda stagione, ambientata negli anni 70 e dal taglio quasi pulp nei suoi eccessi di violenza e follia. Anche qui però il cuore della vicenda sono persone ordinarie che lasciano i binari di una vita serena per il crimine, finendone travolti e scoprendosi capaci di azioni che nemmeno immaginavano.
Sempre molto curata per fotografia e messa in scena, Fargo vanta una straordinaria compattezza formale nonostante siano molti i registi che si avvicendano dietro la macchina da presa, a ulteriore riprova di come la scrittura e la supervisione dello showrunner Noah Hawley sia riuscita a dare coerenza al progetto. Fargo regala infatti sequenze memorabili che si ricordano anche ad anni di distanza come quelle della prima stagione con Lorne Malvo che fa una strage in un palazzo di uffici, vista dall'esterno attraverso le finestre, o come la sparatoria nella nebbia sempre della prima stagione, ma pure la gran resa dei conti nel parcheggio con l'arrivo di un UFO nella seconda annata resta indimenticabile e, nella terza stagione, l'assalto al bus diretto in carcere e poi Ray Wise al bowling sono passaggi strepitosi. Anche le interpretazioni in Fargo hanno spesso lasciato il segno, oltre ai già citati villain si ricordano: la trasformazione di Martin Freeman da inetto a genio del male, quella dell'indiano Zahn McClarnon che si lascia andare a una violenza liberatoria, la crescente determinazione della piccola ma astuta criminale incarnata da Mary Elizabeth Winstead (per altro più bella che mai), così come la sorprendente diversità dei due gemelli interpretati da Ewan McGregor.

Ogni stagione è autonoma, chiusa e compiuta, ma la saga immaginaria che si finge reale di Fargo non termina qui e il fittizio libro di Noah Hawley sta per arricchirsi di una nuova storia, questa volta ambientata inizialmente a Kansas City negli anni nel 1950 con due boss, uno nero e uno italoamericano, che si scambiano i figli per garantire la pace tra le loro famiglie rivali. Nel cast ci saranno anche diversi attori italiani come Tommaso Ragno, Francesco Acquaroli e Salvatore Esposito, oltre a star italoamericane come Jason Schwartzman, Chris Rock, Timothy Olyphant, Jessie Buckley e Ben Whishaw. Le riprese della stagione di 11 episodi sono state da poco ultimate, con le ultime due puntate girate in contemporanea per limitare le difficoltà imposte dal coronavirus. E ancora una volta Noah Hawley non esclude un ulteriore proseguimento nei prossimi anni: lunga vita a Fargo.
   

Il regista potrebbe scegliere l'estradizione.

Ewan McGregor loda la regia di Polanski

giovedì 22 ottobre 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

Ewan McGregor loda la regia di Polanski A poco più di un mese dalla notizia dell'arresto di Roman Polanski in Svizzera, il LA Times ha intervistato l'attore Ewan McGregor sul suo ruolo in The Ghost e sulla sua esperienza con Polanski.
"Ti spinge molto e ti chiede sempre di cercare di essere vero in scena e ti spinge fino a quando non ci arrivi, fino a quando smetti di recitare e cominci a sentire [il personaggio]. Ha delle maniere abbastanza brusche, quindi devi avere la pelle dura. A parte questo, mi piace moltissimo. È uno dei pochi registi brillanti con cui ho lavorato, non sono in realtà tanti, devo dire che è un peccato. Essere un artista per le competenze che si vedono e per ciò che si prova in ogni scena, una specie di maestro della tecnica e dei tecnicismi della cinematografia, un maestro nel dirigere gli attori, che di solito è quello che manca – ci sono molti che non hanno idea di come parlare o tirare fuori il meglio dagli attori – è molto raro. Roman era tutte queste cose".
McGregor ha aggiunto che non sta seguendo la storia dell'arresto del regista perché "Non mi piace pensare a lui seduto in una prigione. Ma non voglio far alcun commento a riguardo perché è un problema piuttosto complicato". Nel frattempo mercoledì uno degli avvocati di Polanski ha dichiarato che il regista potrebbe scegliere di comparire davanti ad un tribunale americano per evitare di rimanere in carcere per mesi o addirittura anni nelle prigioni svizzere in attesa dell'estradizione. Le autorità americane potranno chiedere l'estradizione fino alla fine di novembre, se Polanski deciderà di contestarla, la situazione potrebbe andare avanti per anni prima che il regista si ritrovi di nuovo di fronte alla giustizia. L'avvocato Georges Kiejman ha detto ad una radio francese "Se la procedura verrà protratta avanti ancora per molto tempo, non è impossibile che Roman Polanski decida di andare a spiegare se stesso negli Stati Uniti, dove ci sono alcuni argomenti a suo favore".
Nel frattempo il regista ha continuato a lavorare a The Ghost dalla sua cella e pensa di riuscire a completarlo prima della fine dell'anno. Polanski aveva già consegnato un taglio grezzo della pellicola prima del suo arresto.

George Clooney torna come produttore a Venezia.

The Men Who Stare at Goats: una commedia nera per Ewan McGregor

mercoledì 9 settembre 2009 - Marlen Vazzoler cinemanews

The Men Who Stare at Goats: una commedia nera per Ewan McGregor Giampaolo Letta: Il film uscirà in Italia il 4 dicembre, il titolo lo dovremmo scegliere ma non è facile come potete immaginare, anzi, se avete delle idee ce le potete anche suggerire. L'autore del libro, Jon Ronson ci ha suggerito 'Capre di guerra', vedremo se funziona.
Ewan, come è successo che un ex cavaliere jedi è finito in un film dove non sa che cosa sono i cavalieri jedi?
Ewan McGregor: Ci sono delle persone che non conoscono Guerre stellari e gli jedi e il mio personaggio nel film è uno di loro.

L'attore a Venezia per il suo nuovo film The men who stare at goats.

Ewan McGregor guarda le capre

mercoledì 9 settembre 2009 - Gabriele Niola cinemanews

Ewan McGregor guarda le capre Di tanti che interpretano The men who stare at goats gli unici due che sono venuti a Venezia sono Ewan McGregor e George Clooney (Jeff Bridges e Kevin Spacey sono rimasti a casa). Uno di questi due poi è inavvicinabile se non avete fatto la velina a Striscia la notizia, quindi a parlare del film c'era praticamente solo l'ex Jedi Obi-Wan Kenobi che in questo nuovo film di Grant Heslov curiosamente si sente di nuovo dire che la forza in lui è grande.
Si tratta di una commedia esilarante basata su un fatto vero, cioè che l'America per decenni ha sperimentato la possibilità di allenare i propri soldati a sviluppare poteri paranormali definendoli Jedi. "Si è tutto vero!" conferma McGregor davanti allo stupore generale "Jon Ronson [lo scrittore del libro da cui è tratto il film] ha anche realizzato un documentario su questa storia percui tutti noi abbiamo potuto vedere le persone che poi abbiamo interpretato".
Un fratello militare, un passato da Obi-Wan e una passione per i viaggi hanno fruttato a McGregor la possibilità di avere il ruolo da protagonista anche se americano mentre lui, com'è noto, viene dalla Scozia. Ma gli accenti per gli attori non sono un problema…

Lo scozzese con la passione per le moto e la spada laser da jedi.

5x1: Ewan McGregor, full frontal

martedì 12 maggio 2009 - Stefano Cocci cinemanews

5x1: Ewan McGregor, full frontal Concede molto di sé Ewan McGregor e forse è per questo motivo che piace così tanto al pubblico femminile. Infatti, il giovane Obiwan Kenobi non disdegna di apparire nei suoi film in quella che gli anglosassoni chiamano "full frontal" ovvero la nudità maschile frontale. È accaduto in Trainspotting, Velvet Goldmine, I racconti del cuscino e Young Adam, insomma, tutti film abbastanza importanti, quelli che hanno segnato la carriera di Ewan come attore di spessore. E hanno determinato il ricordo perpetuo negli occhi e nella mente delle donne di tutto il mondo. Questa "attitudine", però, è rimasta certamente da parte quando Ron Howard lo ha scelto per il ruolo del camerlengo Carlo Ventresca per Angeli e demoni, il secondo capitolo – anche se si tratta in tutto e per tutto di un prequel – delle avventure di Robert Langdon.
È certamente un'altra pietra miliare nella sua carriera: dopo essere entrato di diritto nella mitologia di Guerre stellare, dando il volto e il corpo al cavaliere jedi più amato, per McGregor una nuova partecipazione ad una saga destinata a restare negli annali del cinema. Ma lo scozzese ha fatto parlare molto di sé, anche recentemente, quando ha ammesso i suoi problemi con l'alcol, oppure quando ha tenuto incollati al teleschermo gli spettatori di Sky One e BBC (da noi trasmesso su Nat Geo Adventure) con le sue avventure in moto: Long way Round e Long Way Down hanno narrato i viaggi da Londra e New York e dalla Scozia fino in Sudafrica. Insomma, non solo cinema, non solo spade laser e non solo full frontal.

Il regista pubblicitario Marcel Langenegger debutta al cinema con un thriller ingannevole.

Sex list: erotismo a New York

giovedì 28 agosto 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Sex list: erotismo a New York Nel cuore di New York, dove comanda l'alta finanza, esiste un (fantomatico) club dove il sesso non si paga ma si richiede al telefono. Per far parte del club bisogna versare una quota, ma una volta entrati si ha la possibilità di godere di incontri occasionali con altri soci, scelti secondo una tipologia ben delineata (bell'aspetto, età media, classe sociale elevata e, soprattutto, un'alta rendita annuale, sono tra le caratteristiche richieste), per evitare di perdere tempo in primi appuntamenti, cene romantiche e regali. I soci provengono quasi tutti dal mondo di Wall Street dove il lavoro conta più del privato e dove non esistono orari ma solo mercati. Lo sceneggiatore Mark Bomback (Godsend - Il male è rinato, Die Hard - Vivere o morire), dopo essersi imbattuto in un articolo sul New York Times che parlava dell'esclusivo club, ha dato vita alla storia di Sex List, thriller che vede esordire Marcel Langenegger alla regia cinematografica e Hugh Jackman alla produzione. "Ho trovato la sceneggiatura veramente originale" ha dichiarato l'attore che nel film interpreta l'affascinante Wyatt Bose. "Si tratta di una storia intelligente e sexy che ti porta in un mondo mai visto prima. Molti thriller, per quanto possano essere piacevoli, risultano ridicoli. Al contrario Sex List si muove in un ambiente che esiste veramente e nel quale molti possono riconoscersi. Nonostante i cellulari e i Blackberry la gente continua a sentirsi isolata, proprio come Jonathan (interpretato da Ewan McGregor, NdR). Il percorso che fa nel film è incredibile".

Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,69)
Un film di Cathy Yan. Con Margot Robbie, Mary Elizabeth Winstead, Jurnee Smollett-Bell, Rosie Perez, Chris Messina.
continua»

Genere Azione, - USA 2020. Uscita 06/02/2020.
Doctor Sleep

Doctor Sleep

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,57)
Un film di Mike Flanagan. Con Ewan McGregor, Rebecca Ferguson, Carl Lumbly, Jacob Tremblay, Alex Essoe.
continua»

Genere Horror, - USA 2019. Uscita 31/10/2019.
Ritorno al Bosco dei 100 Acri

Ritorno al Bosco dei 100 Acri

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,63)
Un film di Marc Forster. Con Ewan McGregor, Hayley Atwell, Bronte Carmichael, Mark Gatiss, Oliver Ford Davies.
continua»

Genere Animazione, - USA 2018. Uscita 30/08/2018.
La bella e la bestia

La bella e la bestia

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,96)
Un film di Bill Condon. Con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Josh Gad.
continua»

Genere Fantastico, - USA 2017. Uscita 16/03/2017.
T2 Trainspotting

T2 Trainspotting

* * * - -
(mymonetro: 3,17)
Un film di Danny Boyle. Con Ewan McGregor, Ewen Bremner, Jonny Lee Miller, Robert Carlyle, Simon Weir.
continua»

Genere Drammatico, - Gran Bretagna 2017. Uscita 23/02/2017.
Filmografia di Ewan McGregor »

mercoledì 5 maggio 2021 - Da Star Wars: The Bad Batch a Halston, ecco il calendario delle principali uscite sulle piattaforme Netflix, Prime Video, NOW, Disney+ e Rakuten TV.

Uscite in streaming a maggio, le serie tv e i film più attesi del 2021

a cura della redazione cinemanews

Uscite in streaming a maggio, le serie tv e i film più attesi del 2021 Tantissime prime visioni. Il mese di maggio in streaming - sulle principali piattaforme digitali Netflix, Prime Video, NOW e Disney+ - offre una selezione di titoli inediti che spaziano dalla fantascienza di Star Wars: The Bad Batch e Jupiter's Legacy allo storico Domina che racconta la storia di Livia Drusilla, interpretata da Kasia Smutniak. Ma c'è spazio anche per l'horror dell'attesissimo Army of the Dead ma anche per uno sguardo alla vita dello straordinario stilista Halston nella miniserie omonima, interpretato da Ewan McGregor. Imperdibile è The Underground Railroad creata dal premio Oscar Barry Jenkins. E infine lo sport con Il divin codino dedicato alla vita calcistica di Roberto Baggio, interpretato da Andrea Arcangeli e diretto da Letizia Lamartire.

Ecco il calendario con i titoli più attesi.

1° MAGGIO
I figli del mare (Netflix)
I bambini che inseguono le stelle (Netflix)
Il tocco del male (Netflix)
I segreti di Brokeback Mountain (Prime Video)
Management (Prime Video)
Betty Love (Prime Video)
Lionheart (Prime Video)
Hunger Games: il canto della rivolta (Prime Video)
Barry - Stagione 2 (NOW)

3 MAGGIO
Luis Miguel – La serie - Stagione 1 (Netflix)

4 MAGGIO
Pacific Rim – La rivolta (guarda la video recensione) (Netflix)
E domani il mondo intero – PRIMA VISIONE (Netflix)
Chick fight – PRIMA VISIONE (Prime Video)
Star Wars: The Bad Batch - Stagione 1 - PRIMA VISIONE (Disney+)

6 MAGGIO
Dogtooth (NOW)
Godzilla vs Kong - PRIMA VISIONE (Apple Tv app, Amazon Prime Video, Youtube, Google Play, TIMVISION, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV)

7 MAGGIO
Monster – PRIMA VISIONE (Netflix)
Milestone – PRIMA VISIONE (Netflix)
Jupiter's Legacy (Netflix)
Noi, ragazzi dello Zoo di Berlino – Stagione 1 - PRIMA VISIONE (Prime Video)
The boy from Medellin – PRIMA VISIONE (Prime Video)
28 giorni dopo (Disney+)
28 settimane dopo (Disney+)
Tutto in famiglia – Stagioni 1-5 (Disney+)
Angel – Stagioni 1-5 (Disney+)
Mythic Quest - Stagione 2 (Apple Tv+)

8 MAGGIO
18 regali (guarda la video recensione) (Netflix)
Super me (Netflix)

9 MAGGIO
Vincenzo (Netflix)

11 MAGGIO 
Gemini man (guarda la video recensione) (Netflix)
Oxygèn – PRIMA VISIONE (Netflix)

12 MAGGIO
Il ballo dei 41 - PRIMA VISIONE (Netflix)
Enlightened – La Nuova Me – Stagione 1 (NOW)

13 MAGGIO
Castlevania (Netflix)
Si vive una volta sola – PRIMA VISIONE (Prime Video)

14 MAGGIO
Ferry – PRIMA VISIONE (Netflix)
I Am All Girls (Netflix)
La donna alla finestra – PRIMA VISIONE (Netflix)
Haunted – Stagione 1 (Netflix)
La casa inquietante – PRIMA VISIONE (Netflix)
Halston – Stagione 1 - PRIMA VISIONE (Netflix)
The Underground Railroad – Stagione 1 - PRIMA VISIONE (Prime Video)
Alien Vs. Predator (Disney+)
Hitchcock (Disney+)
New Girl – Stagioni 1-7 (Disney+)
Domina (NOW)

16 MAGGIO
Boyhood (Netflix)
Run the World - Stagione 1 (StarzPlay)

17 MAGGIO
Le streghe (NOW)
Fuga a Parigi (Rakuten TV)

18 MAGGIO
La casa del male – PRIMA VISIONE (Prime Video)

21 MAGGIO
Army of the Dead - PRIMA VISIONE (Netflix)
P!nk: All I know is so far – PRIMA VISIONE (Prime Video)
Lie to me – Stagioni 1-3 (Disney+)
Last man on Earth – Stagioni 1-4 (Disney+)
Marvel’s M.O.D.O.K (Star)
Shorta (Rakuten TV)
Trying - Stagione 2 (Apple TV+)
1971: L'anno in cui la musica ha cambiato tutto - PRIMA VISIONE (Apple TV+)

25 MAGGIO
Veleno – PRIMA VISIONE (Prime Video)

26 MAGGIO
Il divin codino – PRIMA VISIONE (Netflix)
Ghost Lab - Stagione 1 - PRIMA VISIONE (Netflix)

28 MAGGIO
Panic – PRIMA VISIONE (Prime Video)
Crudelia – PRIMA VISIONE con accesso VIP (Disney+)
Io, robot (Disney+)
My name is Earl – Stagioni 1-4 (Disney+)
Il concorso (NOW)

31 MAGGIO
Intergalactic (NOW)

 

   

mercoledì 21 aprile 2021 - La serie prodotta da Netflix racconta l'ascesa e il declino dello stilista Roy Halston Frowick.

Halston, le prime immagini della serie con Ewan McGregor

a cura della redazione cinemanews

Halston, le prime immagini della serie con Ewan McGregor La serie Halston racconta l'ascesa del grande stilista americano, negli anni '70 e '80. Una notorietà resa possibile grazie a Jackie Kennedy, che indosserà una delle sue creazioni durante l'investitura del marito nel 1961. La stilista riuscirà poi a costruire un impero e vestire le più grandi personalità del suo tempo, come Liza Minnelli o Elizabeth Taylor. Divenne amico di Bianca Jagger e Andy Warhol.
Ad un certo punto iniziò a perdere la sua determinazione e a subire una caduta brutale. La serie mostrerà come Halston avrebbe perso il controllo del suo impero negli anni '80 e poi sarebbe morto di AIDS all'età di 57 anni pochi anni dopo.

La mini-serie, di cui vediamo le prime immagini ufficiali, è composta da cinque episodi, è creata da Ryan Murphy e diretta da Daniel Minahan. Nei panni dello stilista c'è l'attore Ewan McGregor.

La serie dovrebbe uscire su Netflix entro la fine del 2021.

Altre news e collegamenti a Ewan McGregor »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 11 maggio
Favolacce
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Lei mi parla ancora
Genesis 2.0
giovedì 1 aprile
Il concorso
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità