Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

Film 2020 | Azione, Avventura, +13 109 min.

Titolo originaleBirds of Prey (And the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn)
Anno2020
GenereAzione, Avventura,
ProduzioneUSA
Durata109 minuti
Al cinema156 sale cinematografiche
Regia diCathy Yan
AttoriMargot Robbie, Mary Elizabeth Winstead, Jurnee Smollett-Bell, Rosie Perez, Chris Messina Ella Jay Basco, Ali Wong, Ewan McGregor, Matthew Willig, Charlene Amoia, Derek Wilson.
Uscitagiovedì 6 febbraio 2020
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,64 su 30 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Cathy Yan. Un film con Margot Robbie, Mary Elizabeth Winstead, Jurnee Smollett-Bell, Rosie Perez, Chris Messina. Cast completo Titolo originale: Birds of Prey (And the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn). Genere Azione, Avventura, - USA, 2020, durata 109 minuti. Uscita cinema giovedì 6 febbraio 2020 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 156 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,64 su 30 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Harley Quinn deve salvare la giovane Cassandra Cain, che si è messa nei guai entrando in possesso di un diamante di proprietà dello spietato boss della malavita Black Mask. Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn è 9° in classifica al Box Office. sabato 22 febbraio ha incassato € 53.230,00 e registrato 7.362 presenze.

Consigliato nì!
2,64/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,42
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Torna più scatenata che mai l'antieroina di Margot Robbie, ma il film non ha la sua stessa brillantezza.
Recensione di Andrea Fornasiero
mercoledì 5 febbraio 2020
Recensione di Andrea Fornasiero
mercoledì 5 febbraio 2020

Harley Quinn viene lasciata dal Joker, ma ha problemi a venire a patti con il suo nuovo status da single, anche perché stare con il clownesco principe del crimine la proteggeva dal feroce mondo criminale di Gotham City. Quando finalmente decide, in modo esplosivo, di rendere pubblica la separazione ecco che si ritrova braccata da vari nemici in cerca di vendetta, su tutti l'egocentrico boss Black Mask affiancato dal sicario Zsasz. Per salvarsi la pelle scende a patti con loro e si mette sulle tracce di un diamante, finito nelle mani della giovane Cassandra Cain, a cui però sono interessati anche altri mercenari e pure la poliziotta Renee Montoya e la cantante Black Canary. Nel mentre una misteriosa assassina armata di balestra elimina gangster in città.

Accompagnato dalla voce over pressoché onnipresente della protagonista, Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn è un continuo salto avanti e a ritroso in una storia pasticciata e sopra le righe, che respira solo nelle scene d'azione.

Il team di stuntmen coordinato da Chad Stahelski ha fatto un ottimo lavoro acrobatico e i combattimenti sono piuttosto spettacolari. Sebbene il tasso di violenza sia più alto del normale (il film ha il visto di censura R come Deadpool nei cinema americani) il tono non vuole essere esplicito e scioccante, ma giocoso come un cartoon dei looney tunes, evocati non a caso quando Harley guarda alla Tv il gatto Silvestro. Stahelski, noto per la saga di John Wick e con una lunghissima carriera negli stunt, era stato chiamato per nuove riprese durante la post-produzione del film, di fatto a sostituzione delle scene d'azione dirette dalla regista del film Cathy Yan.

Yan da parte sua ha dato visivamente gran ritmo al film e infatti le scene di Stahelski si inseriscono in modo naturale nel girato, purtroppo però la sceneggiatura è un profluvio di battute piuttosto piatte (le migliori riguardano il personaggio di Mary Elizabeth Winstead) e soprattutto di continue spiegazioni.

Il film fatica a far entrare in scena le Birds of Prey del titolo, che sono di fatto spalle di Harley ma al tempo stesso hanno le loro articolate origini a fumetti da rispettare. Inoltre si inseriscono in una trama che ci si rifiuta di raccontare in modo lineare, rendendo necessarie ulteriori digressioni visive con spiegazioni della voce over in accompagnamento. Harley è del resto afflitta da una continua parlantina, non diversamente da Deadpool, che è chiaramente il film più vicino a questo Birds of Prey.

Se in Deadpool però si sbertucciava l'eroismo tutto d'un pezzo dei supereroi e si sporcavano i combattimenti con un'iperviolenza splatter, qui al sangue si sostituiscono i glitter e i martelli da clown di Harley, dove il bersaglio satirico sono istituzioni machiste come la polizia e la criminalità. A loro si oppone una squadra di donne che lentamente redime la protagonista, ma le "predatrici" non sono supereroine che cercano di combattere in modo pulito, bensì vigilanti che non si fanno grandi scrupoli a menomare o uccidere.

Insomma la dinamica che si crea in Deadpool tra il protagonista e Colosso è qui assente, così come mancano del tutto i doppi sensi (pan)sessuali. Ne viene quindi un film più addomestico, che comunque stravolge la rappresentazione delle eroine con Harley che fa la matta, malmena bruti a calci nei punti bassi, si prende una iena come cucciolo e si ubriaca nei club fino a vomitare nella borsetta.

Un'antieroina che trova la propria indipendenza (ma solo dopo che il Joker l'ha lasciata), circondata da altre donne toste in un mondo di maschi tronfi dei propri muscoli o del proprio ego, come il vanitoso Black Mask interpretato da Ewan McGregor. I villain incidono poco e non c'è mai alcuna tensione o senso del pericolo, ma è buona la varietà delle location per i combattimenti, in particolare il finale con una scenografia che non avrebbe sfigurato nella serie Tv di Batman del 1966. Così com'è irresistibile il breve cartoon iniziale di Bruce Timm, che ripresenta il personaggio nello stile originale della serie animata di Batman del 1992, dove ha fatto la sua prima apparizione.

Il resto però sembra la versione al femminile dei film di Guy Ritchie tra gangster: uno stile pesante e ormai consunto a cui manca qui la brillantezza di scrittura. Non bastano nemmeno la bellezza e il carisma delle attrici, e la varietà dei loro costumi, a rendere sopportabili le parti più verbose, per fortuna ogni tanto il flusso di parole si ferma per far spazio ai calci e alle balestre.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
Lo spinoff al femminile di Suicide Squad.
Overview di Andrea Fornasiero
mercoledì 8 maggio 2019

Harley Quinn ha lasciato il Joker dopo i fatti di Suicide Squad e da allora anche Batman sembra scomparso da Gotham, dove operano come vigilanti le Birds of Prey, ossia la Cacciatrice, Huntress, figlia del mafioso Franco Bertinelli, e Dinah Lance alias Black Canary, dotata di un formidabile urlo sonico. Harley collabora con loro e con la detective del dipartimento di polizia di Gotham Renee Montoya per salvare la giovane Cassandra Cain, che si è messa nei guai entrando in possesso di un diamante di proprietà dello spietato boss della malavita Black Mask.

«Ho proposto, nel 2015 alla Warner, l'idea di un film R-Rated (non per famiglie) su una gang di ragazze di cui facesse parte anche Harley. Perché, per come la vedo, Harley ha bisogno di amici, ama interagire con gli altri, per cui non dovrebbe mai essere in un film in solitario. E doveva essere una girl gang perché non ne vedevo molte al cinema, in particolare nel genere d'azione. E poi avrebbe dovuto avere una regista donna, con la possibilità di fare una cose da grande budget. Alle registe danno sempre questi piccoli film... ma io amo l'azione e i film d'azione e sono una ragazza. Non dobbiamo essere solo una cosa no? Per cui era molto importante trovare un regista, se possibile. E alla fine - tra uomini e donne - ha vinto il migliore, ossia Cathy.»
Margot Robbie

Diretto da Cathy Yan, Birds of Prey (and the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn) ha un titolo di straordinaria lunghezza che Margot Robbie ha spiegato dicendo: «Non è un film molto serio e abbiamo pensato che il titolo dovesse rifletterlo. Birds of Prey suona molto serio, ma così è come se Harley aggiungesse "Hey, ci sono anch'io!"». Harley, interpretata da Margot Robbie, vanterà nel film un nuovo look, dovuto anche all'avvenuta emancipazione dal Joker, che apparirà in poche scene, per ora girate non da Jared Leto bensì da un suo sostituto. Leto infatti durante le riprese del film era impegnato sul set di Morbius e quindi non ha potuto partecipare, ma forse sarà reintegrato in fasi di girato successive, in post-produzione.

I due principali villain sono Black Mask, uno storico avversario di Batman mai arrivato prima su grande schermo, e lo psicopatico Victor Zsasz, a metà tra sicario e serial killer che ama sadicamente uccidere con il coltello. Sono interpretati rispettivamente da Ewan McGregor, di cui però non sappiamo quanto sarà visibile il volto dietro la maschera nera da teschio, e da Chris Messina, lanciato come sex symbol dalla recente serie Tv Sharp Objects.

Le Birds of Prey sono apparse per la prima volta a fumetti nel 1996, come una partnership tra Black Canary e Barbara Gordon, la figlia del commissario Gordon che allora era paralizzata da una ferita infertale dal Joker e attiva come geniale hacker con il nome di Oracle. Nel team sono entrati con gli anni vari personaggi femminili e la prima tra queste, nel 2003, fu la Cacciatrice, Huntress, che del resto era tra le protagoniste già della serie Tv del 2002 dedicata alle Birds of Prey. Sia lei sia Black Canary sono poi state recentemente viste sul piccolo schermo nella serie Arrow, ma la versione cinematografica di Dinah Lance sarà piuttosto diversa, visto che è interpretata da un'attrice nera: Jurnee Smollett-Bell, dalla carriera più che altro televisiva e recentemente tra i protagonisti di Underground.

Huntress ha invece il volto della magnifica Mary-Elizabeth Winstead che è già passata per un cinecomic di culto come Scott Pilgrim vs. the World e più di recente si è vista nel claustrofobico 10 Cloverfield Lane e nella terza stagione di Fargo. La detective Renee Montoya, che nei fumetti per un certo periodo ha avuto anche l'identità segreta di The Question, è interpretata da Rosie Perez che dopo essere stata lanciata da Spike Lee ai tempi di Fa' la cosa giusta è lentamente passata a una carriera più televisiva, fino a essere tra i protagonisti della serie Rise nel 2018. Infine Cassandra Cain, nei fumetti micidiale combattente, qui sembra avere più che altro il ruolo di una ladra e ne porta le vesti la giovane e quasi esordiente di origine coreana e filippina Elia Jay Basco.

Il team creativo vede alla scrittura Christina Hodson, recentemente fattasi apprezzare con Bumblebee e incaricata dalla Warner di lavorare anche a una sceneggiatura su Batgirl, ossia la già citata Barbara Gordon che però pare non apparirà in Birds of Prey, per lo meno non come protagonista. La cinese Cathy Yan, cresciuta in America e apprezzata al Sundance nel 2018 con la sua opera prima, Dead Pigs, ha avuto la regia del primo film R-Rated DC Comics, cosa che fa di Birds of Prey una sorta di equivalente di Deadpool, da cui aspettarsi un tono folle. Al suo fianco c'è infine un direttore della fotografia d'eccezione: Matthew Libatique, fidatissimo collaboratore di Aronofsky e reduce dal grande successo di A Star Is Born di Bradley Cooper.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?

BIRDS OF PREY E LA FANTASMAGORICA RINASCITA DI HARLEY QUINN disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€16,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 9 febbraio 2020
Inesperto

Certi personaggi e certi interpreti si appartengono per una pura questione di destino; il personaggio, senza quell'attore/attrice ad impersonarlo, arrancherebbe, mentre l'attore/attrice, senza la possibilità di recitare quel tipo di personalità, perderebbe l'occasione di creare qualcosa di magico. E' il caso della splendida Margot Robbie con la sua Harley Quinn, come lo [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2020
Mother Demon

Birds of prey si presenta sia come seguito di Suicide Squad che come film a sé con un ottimo cast 'capitanato' dalla frizzantissima Margot Robbie. Anche se la storia è semplice, la regia si dimostra efficace, capace di coinvolgere chi segue il film. Lo consiglio. 

mercoledì 12 febbraio 2020
Umberto

 Diciamo la verità subito, ero combattuto se andare o no a vedere questo film incentrato sulla psicopatica fidanzata (quì ex) di Joker. Da una parte c'era il rischio di vedere una buffonata che avrebbe rovinato quanto di bello fatto su questo personaggio in Suicide Squad, mentre dall'altra avevo voglia di rivedere Margot Robbie di nuovo nei panni di un personaggio, secondo [...] Vai alla recensione »

sabato 8 febbraio 2020
Umberto

Diciamo la verità subito, ero combattuto se andare o no a vedere questo film incentrato sulla psicopatica fidanzata (quì ex) di Joker. Da una parte c'era il rischio di vedere una buffonata che avrebbe rovinato quanto di bello fatto su questo personaggio in Suicide Squad, mentre dall'altra avevo voglia di rivedere Margot Robbie di nuovo nei panni di un personaggio, secondo me, disegnato su misura per [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 febbraio 2020
Elliot15

Film delizioso. Oltre a dei costumi e delle ambientazioni mozzafiato (soprattutto il set della battaglia finale al luna park), e alla performance frizzante ed estremamente convincente del cast (con una speciale menzione alla brillante Margot Robbie), troverete una serie di personaggi adorabilmente fuori di testa, una trama semplice quanto efficace, scene di combattimento tra l'esilarante e l'esaltan [...] Vai alla recensione »

Frasi
Tutto è cominciato quando Joker e e io ci siamo lasciati... l'abbiamo deciso di comune accordo... e in poco tempo mi sono rimessa in piedi...
Una frase di Harley Quinn (Margot Robbie)
dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 17 febbraio 2020
Anton Giulio Mancino
La Gazzetta del Mezzogiorno

«Lo sapete che Batman è...».Non c'è la scena nascosta al termine di Birds of Prey, ma c'è questa battuta sibillina della protagonista Margot Robbie, l'eccentrica, impunita e spericolata Harley Quinn che la dice lunga sul senso manifesto dell'intero film. Che non è un altro film basato sui personaggi creati dalla DCComics, vantando stavolta come protagonista non il nemico principe di Batman, cioè Joker, [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 febbraio 2020
Roberta Panetta
Nocturno

Psichedelico, adrenalinico, chiassoso e stravagante: Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è dal 6 febbraio nei nostri cinema. La chiave del successo è trovare la propria identità. Parliamo dell'identità cinematografica, quella cifra stilistica che prima di Wonder Woman era mancata al DC Extended Universe, colpevole di aver cercato di eguagliare la concorrenza.

giovedì 13 febbraio 2020
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

Quando un film cambia titolo dopo l'uscita in sala non c'è Rotten Tomatoes che tenga: è veramente nei pasticci. Con un 80% di approvazione critica e 81% di quella del pubblico (secondo il sito RT), Birds of Prey (and the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn) - in Italia Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn - veleggiava apparentemente tranquillo verso il giorno d'apertura [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 febbraio 2020
Simone Soranna
Duels.it

Non è un compito semplice quello che si appresta a eseguire Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn di Cathy Yan (da qui in avanti solo Birds of Prey). Dopo lo stratosferico successo di Joker (2019), infatti, la Warner Bros. dà alla luce un nuovo cinecomic attingendo dal medesimo universo narrativo (non solo le nuvole della DC Comics ma addirittura la stessa città in cui sono ambientate [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 febbraio 2020
Filippo Mazzarella
ViviMilano

Dopo aver chiuso la sua relazione con il re del crimine Joker e non più protetta da lui, la psichiatra folle Harley Quinn diventa bersaglio della malavita di Gotham. E finisce a formare un bizzarro team con una poliziotta, la figlia di un mafioso e la cantante dall'urlo devastante Black Canary per salvare una giovane dallo spietato boss Black Mask (Ewan McGregor).

martedì 11 febbraio 2020
Alice Cucchetti
Film TV

Nonostante esista nello stesso mondo DC Comics di Batman e Superman, l'origine di Harley Quinn non è nelle pagine di un fumetto, ma in una serie animata, la splendida Batman di Bruce Timm e Paul Dini, dove apparve nel 1992. E a un cartone animato assomiglia la versione live action che si è cucita addosso Margot Robbie, unica nota positiva del precedente e disastroso Suicide Squad, e qui protagonista [...] Vai alla recensione »

martedì 11 febbraio 2020
Roselina Salemi
Tu Style

Joker l'ha lasciata. Male. E a Gotham City, ora che non è più protetta dal clownesco fidanzato, c'è chi vuole fargliela pagare. Ma Harley Quinn (Margot Robbie), chiacchierona come non mai, un po' Deadpool (ironica e scorretta) un po' John Wick (violenta), si rialza in piedi, si emancipa e mette assieme le Birds of Prey, donne che più toste non si può.

sabato 8 febbraio 2020
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Dai che potete farcela, a produrre una supereroina per cui fare il tifo. Già la parola fa un po' ridere, viene in mente una damigella che custodisce intatta la sua virtù tra inenarrabili peripezie. "Supereroe femmina" non suona meglio. Questa Harley Quinn, comunque, non va tanto bene. Per cominciare, nasce malissimo - i fan dicono pomposamente "origin story", ma a noi sta bene la vecchia formula (su [...] Vai alla recensione »

sabato 8 febbraio 2020
Antonio Mariotti
Corriere del Ticino

Se dovessimo citare un personaggio emergente nel mondo del cinema e dell'audiovisivo a livello mondiale, sarebbe difficile ignorare Margot Robbie. E non solo per le performance di attrice che l'hanno fatta conoscere al grande pubblico, da The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese (2014) a Tonya (2017) fino ai recenti C'era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino e Bombshell di Jay Roach (ancora [...] Vai alla recensione »

sabato 8 febbraio 2020
Elisa Grando
Il Piccolo

Nei fumetti DC Comics Harley Quinn è la ex psichiatra che, innamoratasi del suo paziente Joker, diventa psicopatica almeno quanto lui e lo segue nelle sue scorribande del crimine. Al cinema, interpretata da Margot Robbie, l'avevamo già incontrata in "Suicide Squad" del 2016 e ora la ritroviamo impegnata ad "emanciparsi" (come recita il titolo originale) dopo la fine della sua relazione con Joker.

sabato 8 febbraio 2020
Andrea Frambrosi
L'Eco di Bergamo

Un film totalmente folle, totalmente fuori controllo eppure, allo stesso tempo, piuttosto strutturato e, al di là della trama che serve solamente come collante narrativo, un caleidoscopico scoppio di immagini. Stiamo esagerando? Mica tanto, vedere per credere questo «Birds of Prey», un film totalmente al femminile (tranne i due cattivi) - dalla regia alla sceneggiatura, alle interpreti - che riporta [...] Vai alla recensione »

sabato 8 febbraio 2020
Paolo Zelati
La Voce di Mantova

Harley Queen, diciamolo subito, è uno dei personaggi femminili più estremi, colorati, sexy e divertenti dell'intero universo DC. E' per questo che quando uscì "Suicide Squad" (forse il peggiore cinecomix mai fatto quanto a divario fra potenziale narrativo e risultato) la delusione dei fan fu così cocente. Ma, nonostante il delirio generale, l'unica cosa che funzionò fu la caratterizzazione di Harley [...] Vai alla recensione »

sabato 8 febbraio 2020
Serena Nannelli
Il Giornale

"Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn", ottavo titolo dell'universo cinematografico DC, nasce da una costola di "Suicide Squad", film del 2016 di cui anche i numerosissimi detrattori salvarono la performance di Margot Robbie nei succinti panni di Harley Quinn. Diretto da una donna, Cathy Yan, scritto da una donna, Christina Hodson, e con cinque donne per protagoniste, il film [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 febbraio 2020
Andrea Giordano
La Provincia di Como

Sedotta e abbandonata da Mr. J., il Joker-Jared Leto, col quale, diciamo, ha tagliato i ponti, Harley Quinn ritorna al cinema da single, in un coloratissimo spin off tutto al femminile, chiamata a rinascere, o meglio, a emanciparsi (il titolo originale è sicuramente più affascinante) da un mondo maschilista e privo di scrupoli. A distanza di quattro anni da "Suicide Squad", l'ex psichiatra dell'Arkham [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 febbraio 2020
Heiner Gumprecht
Kinofans

La dottoressa Harley Quinn (Margot Robbie) ha rotto con il Joker e cerca di godersi la vita. La sua strada s'incrocia con il malvagio e narcisista gangster Roman Sionis (Ewan McGregor) e il suo zelante braccio destro Zsasz (Chris Messina). Quando i due mettono una taglia sulla giovane ladra Cassandra Cain (Ella Jay Basco), l'intera Gotham City si mette sulle sue tracce, comprese Harley, Huntress (Mary [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 febbraio 2020
Maurizio Cabona
Il Messaggero

Una volta c'era a Londra la brutalità dei giovani delinquenti di Arancia meccanica di Stanley Kubrick, film ispirato dal romanzo di Anthony Burgess. Ora a Gotham (ovvero New York City) ci sono le giovani delinquenti di Birds of Prey (Uccelli rapaci) di Cathy Yan, film ispirato a personaggi della Detective Comics. Sottotitolo di questo superfluo seguito di Suicide Squad: La fantasmagorica rinascita [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 febbraio 2020
Arianna Finos
La Repubblica

L'arrivo in sala di Birds of prey - E la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, cinefumetto a trazione femminile, è stato preceduto sui social negli Stati Uniti da commenti negativi verso le protagoniste, "Non siete sexy, non piacerete agli uomini che vanno a vedere questo tipo di film". La risposta è sullo schermo: l'emancipazione dell'Arlecchina Margot Robbie e dei suoi "uccelli rapaci" è anche [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 febbraio 2020
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Abbandonata dal Joker, Harley Quinn (la poco incisiva Margot Robbie) scopre di avere molti nemici desiderosi di farla fuori. A partire da Black Mask (Ewan McGregor, l'unico in palla), derubato da Cassandra Cain di un prezioso oggetto. Harley si offre di ritrovarlo e finisce suo malgrado a far squadra con altre tre donne. Insignificante, mal recitato e soprattutto orrendamente sceneggiato sequel del [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 febbraio 2020
Emanuele Di Porto
Sentieri Selvaggi

La compiaciuta complessità del titolo dice molto sull'umore che Birds of Prey (And the Fantabulous Emancipation Of One Harley Quinn) vuole trasmettere al pubblico. Il personaggio si era fatto notare in mezzo al manipolo di supervillain di Suicide Squad. Il folle e variopinto avanzo di galera aveva rubato la scena al punto da diventare quasi un fenomeno di costume.

mercoledì 5 febbraio 2020
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Donne nell'abisso di una crisi di nervi. Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn è l'altra faccia di Joker, anche a livello produttivo. La Warner Bros delinea le due strade che vuole percorrere: l'autorialità e lo spirito da popcorn movie, l'impegno e l'entertainment. Il clown di Joaquin Phoenix strizzava l'occhio alla New Hollywood, vittima e carnefice di una società che lo rigettava. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 febbraio 2020
Teresa Marchesi
Huffington Post

Il primo manifesto del neo-femminismo a stelle e strisce è un fumetto, un DC comic comico, se mi passate il bisticcio. Al comando di un team all-women c'è la nuova amazzone dello star system hollywoodiano, al secolo Margot Robbie, produttrice, oltreché interprete, di "Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn", capace non solo di intercettare la voglia di rivincita di un universo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 febbraio 2020
Lorenzo Ormando
Donna Moderna

Dopo l'uscita di Suicide Squad, il cine-comic su un gruppo di criminali che accettano di salvare il mondo in cambio di uno sconto di pena, i critici si sono trovati d'accordo su una cosa: Harley Quinn, l'ex psichiatra mentalmente instabile innamorata di Joker e interpretata da Margot Robbie, era la cosa migliore del film. Ora l'antieroina più famosa dell'universo DC è stata promossa a protagonista [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 febbraio 2020
Alberto Rivaroli
Tv Sorrisi e Canzoni

È Harley Quinn, la "ragazzaccia" interpretata da Margot Robbie nel film "Suicide Squad" (2016) che, soprattutto grazie a lei, ha incassato 745 milioni di dollari in tutto il mondo. Harley è tornata e, anche se non fa più coppia con Joker, a Gotham City sono in tanti a volerla morta. La bionda se ne accorge molto presto e, quando scopre di essere nel mirino del supercriminale Black Mask (Ewan McGregor), [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
mercoledì 12 febbraio 2020
A cura della redazione

Dopo essere stata lasciata da Joker, Harley Quinn si ritrova braccata da nemici in cerca di vendetta, su tutti l'egocentrico Black Mask. Per salvarsi la pelle scende a patti con loro e si mette sulle tracce di un diamante, finito nelle mani della giovane [...]

TRAILER
giovedì 9 gennaio 2020
 

Regia di Cathy Yan. Un film con Margot Robbie, Ewan McGregor, Rosie Perez. Da giovedì 6 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
giovedì 9 gennaio 2020
 

Harley Quinn ha lasciato il Joker dopo i fatti di Suicide Squad e da allora anche Batman sembra scomparso da Gotham, dove operano come vigilanti le Birds of Prey, ossia la Cacciatrice, Huntress, figlia del mafioso Franco Bertinelli, e Dinah Lance alias [...]

TRAILER
mercoledì 2 ottobre 2019
 

Regia di Cathy Yan. Un film con Margot Robbie, Mary Elizabeth Winstead, Ewan McGregor. Dal 6 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
mercoledì 18 settembre 2019
 

Harley Quinn ha lasciato il Joker dopo i fatti di Suicide Squad e da allora anche Batman sembra scomparso da Gotham, dove operano come vigilanti le Birds of Prey, ossia la Cacciatrice, Huntress, figlia del mafioso Franco Bertinelli, e Dinah Lance alias [...]

NEWS
lunedì 3 giugno 2019
 

Harley Quinn ha lasciato il Joker dopo i fatti di Suicide Squad e da allora anche Batman sembra scomparso da Gotham, dove operano come vigilanti le Birds of Prey, ossia la Cacciatrice, Huntress, figlia del mafioso Franco Bertinelli, e Dinah Lance alias [...]

TRAILER
martedì 29 gennaio 2019
 

Margot Robbie veste di nuovo i panni di Harley Quinn di Suicide Squad. Al gruppo supereroistico (al femminile) dell'Universo DC, era stata già dedicata una serie televisiva nel 2002, a portarlo ora sul grande schermo è la regista americana di origine [...]

Suicide Squad
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati