Benedetta follia

Film 2018 | Commedia +13 109 min.

Regia di Carlo Verdone. Un film con Carlo Verdone, Ilenia Pastorelli, Maria Pia Calzone, Lucrezia Lante Della Rovere, Paola Minaccioni. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2018, durata 109 minuti. Uscita cinema giovedì 11 gennaio 2018 distribuito da Filmauro. Oggi tra i film al cinema in 491 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,94 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Benedetta follia
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un uomo dedito alla religione e fedelissimo marito si ritrova improvvisamente single. Una nuova commessa del suo negozio gli stravolgerà la vita. Benedetta follia è 1° in classifica al Box Office, ieri ha incassato € 170.669,00 e registrato 30.161 presenze.

Consigliato sì!
2,94/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,93
PUBBLICO 3,39
CONSIGLIATO SÌ
La presenza "malincomica" di Verdone espone paure e fantasmi che appartengono alla nostra storia di italiani medi.
Recensione di Paola Casella
sabato 6 gennaio 2018
Recensione di Paola Casella
sabato 6 gennaio 2018

Guglielmo Pantalei, proprietario di un negozio di articoli religiosi, non si rassegna all'abbandono da parte della moglie dopo 25 anni di matrimonio apparentemente felice. Ma nella sua depressione quotidiana irrompe Luna, giovane "borgatara" romana, che si candida per il ruolo di commessa nel negozio di Guglielmo nonostante il suo aspetto e i suoi modi facciano più pensare alla lap dance che alle navate di una chiesa. Questa benedetta follia strapperà il sessantenne al declino annunciato verso una senilità rinunciataria e mortifera, aiutandolo ad aprire nuove porte al futuro.

"Io ci sono", afferma ad un certo punto della storia Carlo Verdone, e i pregi principali del suo 26esimo film da regista, attore e sceneggiatore sono proprio la sua presenza "malincomica" e il suo esporre pubblicamente paure e fantasmi che appartengono alla nostra storia di italiani medi.

In Benedetta follia Verdone riversa infatti tutto l'immaginario costruito intorno alla sua persona, condensato nella scena in cui Guglielmo si confronta allo specchio con il proprio sé giovanile, quel sé coatto e tracotante che gli spettatori ricordano benissimo da alcuni precedenti verdoniani: solo Nanni Moretti è altrettanto efficace nel coinvolgerci nella sua autobiografia e nel fare di sé un'icona cinematografica nostrana.

Ci sono momenti di autentica poesia, soprattutto nella prima parte, in Benedetta follia: ad esempio la narrazione delicata e struggente della solitudine di un uomo al terzo tempo della sua vita, accompagnata dalle note de "La stagione dell'amore" di Franco Battiato che contiene in sé la nostalgia non solo per quel tempo che "non tornerà, non ritornerà più", ma nello specifico per quegli anni Ottanta in cui Verdone e molti altri sono stati giovani e/o convinti di avere il mondo in mano. L'altro pregio di Benedetta follia è l'interazione comica fra Verdone e Ilenia Pastorelli che contrasta piacevolmente l'imbarazzo esistenziale, da sempre cifra espressiva dell'autore, con l'inarginabilità popolana della "ragazza di Tor Tre Teste", alla sua seconda prova di attrice dopo il David di Donatello per Lo chiamavano Jeeg Robot.

Il difetto del film è invece la concessione ad un certo tipo di commedia di cassetta che vuole il lieto fine a tutti i costi, che forza le sceneggiature passando sopra a buchi di senso e di stile, che confonde la superficialità con la leggerezza. Limiti che emergono soprattutto negli ultimi venti minuti del racconto, sostituendo un retrogusto acido alla dolcezza che ci aveva cullati durante tutto il racconto precedente. Persino l'ottimo montaggio (di Pietro Morana) che fino a quel momento era ritmato ma fluido, nelle ultime scene diventa impacciato, anche perché il "passo" della storia ha dovuto interrompersi per fare posto ad un'inutile sequenza di ballo simboleggiante un trip lisergico, inserita dai cosceneggiatori Nicola Guaglianone e Menotti (già autori di Jeeg Robot) e coreografata da Luca Tomassini.
Peccato, perché fino a lì persino le scene più volgarotte (in primis quella del cellulare al ristorante) avevano funzionato a effetto comico, contrastando quella "mestizia" che fa parte del personaggio Verdone.

Sei d'accordo con Paola Casella?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 13 gennaio 2018
cinemarptvstaff.eu

Benedetta Follia è il nuovo film di Carlo Verdone nel quale il sig. Guglielmo Pantalei, proprietario di un negozio di articoli religiosi, rimane spiazzato dalla confessione della moglie che, dopo 25 anni di matrimonio, lo informa di avere una relazione con una donna, la commessa del negozio.   Guglielmo così entra in in una sorta di depressione ma per fortuna nella sua malinconia, [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2018
Boyracer

Finalmente Verdone è tornato! Finalmente si ride, di nuovo, in Italia! Non era facile, per l'ultimo baluardo della comicità italiana, l'impresa di ritornare ai livelli, alti, che gli sono più consoni, dopo una serie di film meno brillanti e l’inspiegabile passo falso del precedente lavoro con Antonio Albanese. Invece l'impresa c'è stata.

lunedì 15 gennaio 2018
Roby 82

Benedetta follia, il nuovo lavoro di Carlo Verdone. Un film che sa di idee già avute. Si perché l'anima del film gira intorno a Guglielmo (Verdone) che viene praticamente investito dal ciclone Luna (una bravissima Ilenia Pastorelli) che gli stravolgerà la sua vita quotidiana. Il tutto sa praticante di A lupo a lupo quando un Sergio Rubini molto riservato e serio, capisce che [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
Nino Pellino

Carlo Verdone dirige "Benedetta follia", un film divertente e ricco di simpatici spunti e di diverse trovate comiche caratterizzate da buone idee, frutto della grande esperienza cinematografica ormai ultra trentennale del regista. Ci sono elementi tipici della comicità verdoniana che il regista con intelligenza  recupera dalle sue pellicole precedenti per amalgamarli e renderli [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 gennaio 2018
Flyanto

 "Benedetta Follia" l'ultimo film di Carlo Verdone, ora nelle sale cinematografiche italiane, è un'esilarante commedia in cui il regista/attore interpreta un uomo medio a cui viene sconvolta improvvisamente la vita in seguito all'arrivo di una ragazza parecchio esuberante. Titolare da decenni e per tradizione familiare di un negozio a Roma che vende oggetti religiosi [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
Domy74

Sono andato a vedere questo nuovo film di Verdone con buone aspettative dopo aver letto qua e là commenti positivi. Niente di tutto ciò, il film l' ho trovato noioso e scontato, i momenti comici pochi e poco ispirati, sanno di già visto. La prova di Verdone mi è parsa sottotono , svogliata , senza mordente con la solita espressione durante tutta la durata del film.

domenica 14 gennaio 2018
lucano11

uno spaccato dei sentimenti nel mondo di oggi visti da un uomo maturo con un accompagnamento di una storia che riesce a far sorridere sul serio,Verdone è sempre un grande attore che ti coinvolge  nella storia rammentandoti con leggerezza la parte seria e quella che fa sorridere.Qualche scena  un pò allungata,ma si sa,la pellicola elettronica ha costi bassi.

domenica 14 gennaio 2018
Flaw54

Il solito Verdone con un po' più di verve e brillantezza del solito. La Pastorelli ( che a me non piace né fisicamente né come attrice ) riesce in questo caso a dare brillantezza al film e anche La Calzone, pur nella brevità della sua parte lascia il segno. Inutile e poco sfruttata Lucrezia Lante della Rovere. Verdone poi è sempre il solito con tratti di malinconia [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 gennaio 2018
Albatros

Molto divertente, tipica commedia italiana con Verdone e il cast femminile che meritano un 8. Consigliato. Unica cosa che avrei eliminato e' la scena dell'incontro col padre di Luna, troppo scontata.

lunedì 15 gennaio 2018
Gaetano Graziano

Anche se c'è una Ilenia che avrà un futuro come capacità di attrice, il film di Verdone non lascia neppure il piacere di un buon ricordo: resta qualcosa di già visto come battute abusate e volgarità stiracchiate fino all'estremo senza giustificazione es. orgasmo col cell. Mi aspettavo di meglio da chi come Verdone si è costruito un "personaggio [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 gennaio 2018
folgore94

Sicuramente uno dei migliori film degli ultimi anni.Con una sceneggiatura molto attuale e degli attori convincenti,trascina il pubblico sin dall' inizio. Si nota come ci sia un concentrato delle migliori situazioni tragicomiche dei suoi film. Quindi lo spettatore viene coinvolto piacevolmente fino al termine del film con applauso finale in sala

domenica 14 gennaio 2018
Domy74

Sono andato a vedere questo film con delle buone aspettative dopo aver letto recensioni e pareri positivi, niente di più fuorviante. Il film l' ho trovato noioso e i momenti comici pochi e scontati. Sono rimasto deluso anche dalla prova di Verdone che mi è sembrato svogliato e soprattutto dalla Pastorelli , la sua " romanità " sa di forzato e troppo sopra le righe, [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
Mary

Finalmente un bel film divertente, dopo l'accoppiata con il depresso Albanese pensavo che Verdone ormai era fuori di testa. Qui si torna a ridere (quasi) come ai vecchi tempi, insomma esci dalla sala contento di avere speso i tuoi soldi. La Pastorelli è più brava della Gerini, ma non ho capito se recita o è proprio così... Insomma film da consigliare ++++

lunedì 15 gennaio 2018
francesca50

Un film garbato e intelligente che pone l'accento su i tanti difetti della società moderna: disfacimento della famiglia, sessualità "confusa", droga, sbandamento della gioventù, per non parlare del potere della Chiesa cattolica, tutto tranne che istituzione sociale. Si cerca di recuperare però con il frequente sorriso il " bene" che in questo disastro [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
giale84

Bentornato Carlo!! Film molto carino, attori bravissimi, il film scorre bene e le risate si sprecano. Carlo ti aspettiamo per il prossimo film! Assolutamente da vedere.

lunedì 8 gennaio 2018
Feffe1992

Decisamente uno dei film migliori mai fatti da Verdone: comico, commovente, realistico, spassoso, ben recitato e con un alchimia favolosa tra Verdone e la meravigliosa vincitrice 2016 del David di Donatello per lo spettacolare "Lo chiamavano Jeeg Robot" dove se già li meritava almeno l'oscar, qui lo merita ulteriormente confermando il suo enorme talento 

Frasi
Io voglio vivere. Mi sono stufato. Devo recuperare quello che ho perso.
Una frase di Guglielmo (Carlo Verdone)
dal film Benedetta follia - a cura di MYmovies.it
Tua madre c'ha una relazione con la mia commessa ed è una cosa normale?
Una frase di Guglielmo (Carlo Verdone)
dal film Benedetta follia - a cura di MYmovies.it
È da un anno che io mi vedo con un'altra persona…
Lidia (Lucrezia Lante Della Rovere)
dal film Benedetta follia - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 11 gennaio 2018
Marco Giusti
Il Manifesto

Quando Carlo Verdone di oggi si confronta allo specchio con un se stesso dei tempi di Troppo forte, cioè truccato con bandana e occhiali neri, il pubblico che lo ha davvero seguito e amato in tutte le sue avventure cinematografiche, si rende conto dello sforzo che ogni anno l'attore fa nei suoi film non tanto per avvicinarsi a quell'immagine, ormai iconica, degli anni '80, ma soprattutto per non deludere [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2018
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Ci si può scommettere. La scena del telefonino al ristorante indubbiamente spassosissima, farà volare il nuovo film d Carlo Verdone, Benedetta follia, in cima agli incassi. Grazie soprattutto al passaparola. Con una doverosa precisazione. Se è facile raccontarla a voce a un amico, con eventuali ammiccamenti, diventa un po' più complicato spiegarla al Lettore.

sabato 13 gennaio 2018
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Ne vogliamo parlare seriamente? Le signore pensanti e scriventi mettono all'indice Louis C. K., un genio che la satira la rivolge contro se stesso, al più contro gli altri maschi cinquantenni (perfino Joyce Carol Oates nel momento della disgrazia ha sentito il bisogno di un tweet per ribadire che una simile comicità da bullo non l'ha mai fatta ridere).

giovedì 11 gennaio 2018
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

La strana coppia. Ma la parodia erotica è un ricordo, qui è un "famolo strano" dell'amicizia: 60enne depressino (Verdone), titolare di boutique d'arte sacra, abbandonato da moglie lesbica (Lante della Rovere), incontra ballerina di lap dance (Pastorelli) che lo introduce alle app dei single online. Se si vola sulla malinconia, amica fedele e verace del marchio Verdone, si perdona il "modello standard" [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

Pur avvalendosi degli sceneggiatori (Nicola Guaglianone e Menotti) e della protagonista (Ilenia Pastorelli) di Jeeg Robot, Verdone imbastisce una commedia che ne rispecchia in pieno la personalità di autore/attore. Una specie di riflessione sul proprio cinema, rivisitato con l'occhio saggio di un'età che suggerisce di lasciar da parte il piacere di infilarsi in buffi caratteri ritagliati dal vero; [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 gennaio 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

Verdone torna da Oscar. Nel senso di Pettinari, protagonista della sua sesta pellicola Troppo forte (1986) dolcemente rievocata in Benedetta follia, fatica numero ventisei da parte del mattatore romano in doppia veste di regista e star. Il suo nuovo alter ego Guglielmo gestisce un negozio di articoli religiosi a due passi dal Vaticano. Dopo essere in stato In viaggio con papà (1982) ai tempi del sodalizio [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 gennaio 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

Il personaggio interpretato da Carlo Verdone nei suoi film è spesso quello di un mite disadattato, alle prese con una realtà deprimente o volgare. Nei suoi film più recenti i momenti migliori sono quelli in cui il mondo intorno a lui è ritratto con cattiveria, in cui il protagonista perplesso si trova circondato da un'Italia mostruosa: la famiglia di Io, loro e Lara, il Giallini di Posti in piedi in [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
martedì 16 gennaio 2018
Andrea Chirichelli

Benedetta follia (guarda la video recensione) è l'unico film a ottenere più di 100mila euro in un classico lunedì di metà gennaio. Il film di Verdone è pimpante e vede avvicinarsi il traguardo dei 4 milioni.

BOX OFFICE
domenica 14 gennaio 2018
Andrea Chirichelli

Gran sabato per Benedetta Follia (guarda la video recensione), che porta a casa ben 1,2 milioni di euro e raggiunge i 2 milioni complessivi. Per Carlo Verdone è una delle migliori partenze degli ultimi anni.

BOX OFFICE
sabato 13 gennaio 2018
Andrea Chirichelli

Benedetta follia (guarda la video recensione) allunga e mantiene il primo posto della classifica con 427mila euro e quasi 700mila euro in due giorni, per il film di e con Carlo Verdone il weekend dovrebbe chiudersi con un incasso di circa 2 milioni di [...]

BOX OFFICE
venerdì 12 gennaio 2018
Andrea Chirichelli

Esordio al primo posto per Carlo Verdone ed il suo Benedetta follia che ieri ha aperto con 240mila euro e poco meno di 40mila spettatori. Il giovedì si conferma il giorno peggiore della settimana: l'unico altro film capace di stare sopra ai 100mila [...]

VIDEO RECENSIONE
sabato 13 gennaio 2018
 

Guglielmo Pantalei, proprietario di un negozio di articoli religiosi, non si rassegna all'abbandono da parte della moglie dopo 25 anni di matrimonio apparentemente felice. Ma nella sua depressione quotidiana irrompe Luna, giovane "borgatara" romana, che [...]

TRAILER
lunedì 11 dicembre 2017
 

Guglielmo, uomo di specchiata virtù e fedina cristiana immacolata, proprietario di un negozio di articoli religiosi e alta moda per vescovi e cardinali. Uno di quelli che "una moglie è per sempre". Se non fosse che la sua Lidia, devota consorte per [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati