•  
  •  
Apri le opzioni

Emmanuelle Seigner

Emmanuelle Seigner è un'attrice francese, è nata il 22 giugno 1966 a Parigi (Francia). Emmanuelle Seigner ha oggi 56 anni ed è del segno zodiacale Cancro.

La sfinge del cinema francese

A cura di Fabio Secchi Frau

Sulla carta aveva tutti gli assi della manica per diventare la nuova Marianne, volto simbolico della Francia, forse un po' più trasgressivo del dovuto. Una diva di primo piano, insomma. Invece, lei ha preferito mettere da parte l'ultrainflazionata carriera di prima donna del cinema francese per il suo primo grande amore, quello che l'ha illuminata e poi, in ogni film, l'ha straziata: il regista Roman Polanski. Non sa offrire sguardi sdolcinati Emmanuelle Seigner; dall'alto della sua bellezza misteriosa e peccaminosa ti guarda invece da testa a piedi, come se stesse per farti una domanda alla quale non saprai mai rispondere. Come una Sfinge vestita di pelle nera che guarda negli occhi un Edipo che non vuole altro che giacere con lei.

Nipote d'arte
Nipote del grande attore Louis Seigner, presidente della Comédie Française, figlia di un famoso fotografo e di una giornalista, sorella delle attrici Mathilde e Marie-Ameélie Seigner, Emmanuelle nasce e cresce in Francia, studiando presso un collegio gestito da suore.
All'età di quattordici anni diventa una modella e la sua misteriosa bellezza esplode internazionalmente quando, nel 1984, partecipa al film di Christopher Frank La medusa, accanto a Valérie Kaprisky, ma soprattutto dopo che Jean-Luc Godard le offre il ruolo di Principessa delle Bahamas in Détective (1985).

La modella si fa strada nel cinema
Dopo aver recitato per Pierre Granier-Deferre in Non guardatemi (1986), conosce il regista Roman Polanski che la inserisce, nel 1988, nel cast di Frantic, nel ruolo di una donna fatale. E fatale lo sarà realmente dato che lo stesso Polanski capitolerà fra le sue braccia sposandola il 30 agosto 1989 e rendendola madre di due figli: Morgane ed Elvis. La sua carriera proseguirà e si arricchirà di altre due pellicole dirette da suo marito: il sessuale Luna di fiele (1992) e il satanico La nona porta (1999), dove la Seigner ha il ruolo di una diavolessa eroticamente conturbante.

Non solo Polanski
Ma non solo Polanski nella sua carriera, eccola infatti in Italia, diretta da Mario Monicelli nel drammatico Il male oscuro (1990), accanto a Stefania Sandrelli e Giancarlo Giannini. E dopo Il sorriso (1994) di Claude Miller, torna in Italia per girare il film di fantascienza Nirvana (1997) di Gabriele Salvatores.

La Francia premia Emmanuelle
Place Vendôme (1998) di Nicole Garcia, le offre uno dei ruoli più amati dal pubblico francese, quello accanto a una Catherine Deneuve alcolizzata e gioielliera, che le farà avere la sua prima nomination ai César come miglior attrice non protagonista.

Progetti nazionali e internazionali
La caduta verso il basso però la sfiora quando Giovanni Veronesi le farà indossare i panni di una strega nel flop Streghe verso Nord (2001); fortunatamente si salverà, lavorando fra Spagna e patria in Os imortais (2003) di António-Pedro Vasconcelos e Ils se marièrent et eurent beaucoup d'enfants (2004), assieme alla coppia Yvan Attal (regista e attore del film) e Charlotte Gainsbourg. Un ruolo di secondo piano anche nella biografia di Edith Piaf La Vie En Rose (2007) di Olivier Dahan, seguito dal film di Julian Schnabel Lo scafandro e la farfalla (2007). Nel 2011 torna a recitare per Dario Argento nel thriller Giallo/Argento, accanto a Adrien Brody. Perché, diciamocelo, preferisce evitare ogni stereotipo da femme in carriera, per interpretare la parte più sentimentale e sensuale che le sia mai stata offerta: quella di madre dei suoi due figli. Nel 2009 compare anche nella commedia corale Change of Plans, mentre l'anno successivo figura nel cast del thriller Essential Killing. Sempre nel 2010 Yasmina Reza dirige la Seigner nel suo esordio alla regia, Chicas, tratto da una propria pièce. Nel 2012 affianca Vincent Lindon nel drammone familiare Quelques Heures de Printemps, diretto da Stéphane Brizé. Nel 2012 è accanto a Gérard Depardieu nell'adattamento di Victor Hugo, The Man Who Laughs. Arricchisce nel 2013 l'ottimo cast del nuovo film di François Ozon, Nella casa. Nello stesso anno è diretta nuovamente dal marito Roman Polanski, il quale adatta una pièce teatrale di David Ives: Venus in Fur. Nel 2016 recita nel film di Katell Quillevere Riparare i viventi, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, e nel 2017 la troviamo nel nuovo film di Roman Polanski Quello che non so di lei e in quello di Fanny Ardant Le divan de Staline.

Ultimi film

Drammatico, (Francia - 2016), 104 min.
Drammatico, (Francia - 2012), 105 min.

News

Sale intanto l'attesa per l'arrivo di Joaquin Phoenix, il nuovo Joker nel film di Todd Phillips.
Oggi chiude la kermesse Zulu con Orlando Bloom e Forest Whitaker.
Da Jerzy Skolimowski, un thriller sulla riscoperta della natura dell'uomo.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati