Lo scafandro e la farfalla

Acquista su Ibs.it   Dvd Lo scafandro e la farfalla  
Un film di Julian Schnabel. Con Mathieu Amalric, Emmanuelle Seigner, Marie-Josée Croze, Anne Consigny, Patrick Chesnais.
continua»
Titolo originale Le scaphandre et le papillon. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 112 min. - Francia 2007. - Bim uscita venerdì 15 febbraio 2008. MYMONETRO Lo scafandro e la farfalla * * * 1/2 - valutazione media: 3,70 su 81 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,70/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * * -
Trailer Lo scafandro e la farfalla
Il film: Lo scafandro e la farfalla
Uscita: venerdì 15 febbraio 2008
Anno produzione: 2007
   
   
   
Jean-Dominique Bauby, caporedattore di 'Elle' si trova totalmente paralizzato. Unico suo contatto con il mondo il battito di ciglia di un occhio.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una prova di grande umanità in un film di elevato livello artistico
Giancarlo Zappoli     * * * * -

Jean-Dominique Bauby si risveglia dopo un lungo coma in un letto d'ospedale. È il caporedattore di 'Elle' e ha accusato un malore mentre era in auto con uno dei figli. Jean-Do scopre ora un'atroce verità: il suo cervello non ha più alcun collegamento con il sistema nervoso centrale. Il giornalista è totalmente paralizzato e ha perso l'uso della parola oltre a quello dell'occhio destro. Gli resta solo il sinistro per poter lentamente riprendere contatto con il mondo. Dinanzi a domande precise (ivi compresa la scelta delle lettere dell'alfabeto ordinate secondo un'apposita sequenza) potrà dire "sì" battendo una volta le ciglia oppure "no" battendole due volte. Con questo metodo riuscirà a dettare un libro che uscirà in Francia nel 1997 con il titolo che ora ha il film.
Julian Schnabel ha assunto sulle sue spalle un incarico gravoso perché è vero che i film che portano sullo schermo le vicende di portatori di gravi handicap (soprattutto se ispirate a storie realmente accadute) commuovono facilmente la grande platea. È però anche vero che, con una tematica in parte vicina a questa abbiamo avuto nel 2004 Mare dentro di Alejandro Amenábar con l'interpretazione da premio di Javier Bardem e la fatica di Mathieu Amalric poteva risultare improba. Sia l'attore che il regista conseguono il grande risultato di offrirci una prova di grande umanità nel contesto di un film di elevato livello artistico.
L'occhio del protagonista diventa la soglia che permette al pesante e inerte scafandro del suo corpo di liberare (anche se faticosamente) la farfalla del pensiero. La voce interiore imprigionata di Jean-Do ci rivela al contempo l'orrore della condizione e l'indomabile spinta all'espressione di sé. Il giornalista pensa, desidera, soffre, grida dentro di sé. È un grido in cerca di una bocca che possa tradurlo in suoni e parole. Il battito delle ciglia (che ricorda non a caso il battito d'ali di una farfalla) si traduce in lettere e le lettere in parole. Schnabel e Amalric riescono a non fare retorica e al contempo a commuovere profondamente liberandosi dal falso pietismo che spesso accompagna queste storie 'vere'. Raggiungono il risultato grazie a un attento lavoro di flasback che si integra alla perfezione con la descrizione di un corpo che da apertura al mondo si è trasformato in sepolcro. Tutto ciò senza lanciare proclami né a difesa strenua della vita né a favore dell'eutanasia. Il che, di questi tempi, è già un merito di per sé.

Stampa in PDF

Premi e nomination Lo scafandro e la farfalla MYmovies
il MORANDINI
Lo scafandro e la farfalla recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Lo scafandro e la farfalla
Primo Weekend Italia: € 113.000
Incasso Totale* Italia: € 478.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 14 settembre 2008
Incasso Totale* Usa: $ 5.875.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 23 marzo 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
84%
No
16%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Lo scafandro e la farfalla

premi
nomination
Premio Oscar
0
2
Nastri d'Argento
0
1
Golden Globes
2
3
Festival di Cannes
1
0
David di Donatello
0
1
* * * * *

Schnabel il migliore

martedì 19 febbraio 2008 di Mario Scafidi

La vita, nonostante tutto. Jean Dominique Bauby (Mathieu Amalric), capo redattore della rivista “Elle”, viene colpito improvvisamente da sindrome "locked-in". il rarissimo morbo costringe il malato, vigile e psichicamente presente, all’interno di un corpo interamente paralizzato. Solo la palpebra dell’occhio destro di Jean Do si muove, e con quella impara a comunicare. Al capezzale di Bauby accorrono le sue donne (tra queste la musa di Roman Polanski Emanuelle Seigner ), qualche amico, il padre continua »

* * * * -

Il senso della vita

lunedì 25 febbraio 2008 di La contessa scalza

Non ci sono molte parole e molte cose da dire su " Lo scafandro e la farfalla", se non che è un film che tutti dovremmo vedere per capire la vita. Il film è un'esperienza toccante dal primo minuto, un esperienza che come spettatore vivi dal corpo del protagonista, seguendo il suo percorso di solitudine e dolore, un percorso intenso e toccante che ti porta a capire che la nostra esistenza non sono le cose che ci circondano ma che la vita siamo noi stessi con i nostri sentimenti e con i nostri ricordi. La continua »

* * * * *

Un corpo che non c'è piu'ma una mente che viaggia

lunedì 19 maggio 2008 di LEONARDO MASIERI

Jean Dominique Bauby (Mathieu Amalric) è colpito dalla locked in syndrome che dopo un ictus lo costringerà per il resto dei suoi giorni a vivere immobile,su un letto di un ospedale della provincia francese. Bauby riesce in condizioni disastrose ad oltrepassare la mutezza del suo corpo ( lo scafandro appunto ) con l'unica parte del corpo che reagisce al suo cervello, l'occhio; con un battito di ciglia ( la farfalla dell'immaginazione che nasce e spazia in un mondo a se stante)riuscirà, grazie alle continua »

* * * * -

La sofferenza attraverso gli occhi di chi muore

venerdì 9 maggio 2008 di gianfri

Lo scafandro e la farfalla Una storia forte raccontata in questo film; un uomo di successo viene colpito da un ictus e rimane completamente paralizzato anche se il cervello funziona come prima e solo il movimento della palpebra dell’occhio sinistro permette di comunicare con il mondo esterno. Il significato si condensa nella frattura tra ciò che era prima e ciò che non è più. La verità che si svela dopo, del tipo la mancanza dopo la morte di qualcuno a cui non si era riusciti a manifestare tutto continua »

Jean-Dominique Bauby
Ero cieco e sordo, non mi serviva necessariamente la luce dell'infermità per vedere la mia vera natura
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jean-Dominique Bauby (Mathieu Amalric)
Siamo tutti dei bambini. Abbiamo tutti bisogno di riconoscimenti.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
almirante
vivi come se fosse l ultimo giorni pensa come se non dovessi morire mai
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

NEWS | Julian Schnabel porta sullo schermo la drammatica storia di Jean-Dominique Bauby.

Come sfuggire alla morte con un battito di ciglia

martedì 12 febbraio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Lo scafandro e la farfalla: come sfuggire alla morte con un battito di ciglia Prima di affermarsi come regista Julian Schnabel era già celebre come pittore. Le sue opere hanno fatto il giro del mondo passando dal Metropolitan Museum of Art di New York al Centre Georges Pompidou di Parigi. Il passaggio dalla tela al grande schermo avviene nel 1996, quando Schnabel dà alla luce il biopic Basquiat confrontandosi con una scena - quella della Factory di Andy Warhol - che conosce a pennello. "Cerco di raccontare la mia storia sfruttando la mia sensibilità" ha rivelato l'artista che si muove nella stessa maniera tra i colori e dietro la macchina da presa.

BIZ

Vita & malattia con grande sobrietà

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Storia vera di Jean-Dominique Bauby, brillante giornalista parigino, direttore di Elle. Lo scafandro è l'immobilità che paralizza il suo corpo dopo un ictus, la farfalla è il battito delle ciglia dell'occhio sinistro con cui arriva a lasciarsi intendere e a scrivere un libro prima di morire. La vicenda struggente è molto ben raccontata nel film, il migliore che Julian Schnabel abbia sinora diretto dopo esser passato dalla pittura al cinema; Amalric intepreta benissimo, tra grottesco e strazio, il ruolo del protagonista; la malattia viene affrontata con grande sobrietà e massimo rigore, senza alcuna indulgenza sentimentale. »

La vita negli occhi. «Lo scafandro e la farfalla» è l'avventura autobiografica di un uomo che colpito da ictus ridà un senso alla sua esistenza scrivendo un libro a colpi di palpebra

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

«La mer qu'on voit danser le long des golfes clairs a des reflets d'argent»: intenerita dalla nostalgia, la voce di Charles Trenet "riempie" il nero dello schermo. Poi s'accende una luce chiara, percorsa da immagini incerte, e si intuisce che la macchina da presa sta guardando il mondo stando "dentro" Jean-Dominique Bauby (Mathieu Amalric). In platea, infatti, noi vediamo quello che il suo occhio vede. È appunto da un racconto autobiografico di Bauby, caporedattore di «Elle», che Julian Schnabel e lo sceneggiatore Ronald Harwood hanno tratto Lo scafandro e la farfalla ( Le scaphandre et le papillon, Francia e Usa,2007, 112'). »

Nei cinema c'è un inno alla vita

di Toni Viola Avvenire

Premio per la miglior regia a Cannes, quattro nominatiion agli Oscar del prossimo 24 febbraio. E da ieri nelle sale italiane il bellissimo e commovente Lo scafandro e la farfalla del regista americano Julian Schnabel, che racconta la vicenda drammaticamente reale del francese Jean-Dominique Bauby. Colpito da ictus all'età di 42 anni, Bauby (autore di successo e redattore capo della prestigiosa rivista francese Elle) rimase poi vittima di una rara sindrome che lo paralizzò dalla testa ai piedi rinchiudendolo nel suo stesso corpo, come in uno scafandro. »

Il miracolo di Schnabel

di Dario Zonta L'Unità

Un uomo di successo, direttore di una famosa rivista francese, Elle, un giorno viene colto da ictus e cade in coma. Al risveglio vede lo sfarfallio di una luce bianca accecante, frazionata da sprazzi di colore sfocati, prismatici, geometrici, espansi. Lentamente, il contorno di figure umane in camice, anticipate dall'eco di voci lontane e poi vicine, voci e figure che ora si fanno giganti e mostruose, così come il grandangolo di un occhio offeso le percepisce. Questi sono l'antefatto e i primi minuti di Lo scafandro e la farfalla del regista e pittore Julian Schnabel. »

Lo scafandro e la farfalla | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (2)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (5)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 15 febbraio 2008
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità