American Sniper

Acquista su Ibs.it   Dvd American Sniper   Blu-Ray American Sniper  
Un film di Clint Eastwood. Con Bradley Cooper, Sienna Miller, Jake McDorman, Luke Grimes, Navid Negahban.
continua»
Azione, Ratings: Kids+16, durata 134 min. - USA 2015. - Warner Bros Italia uscita giovedė 1 gennaio 2015. MYMONETRO American Sniper * * * 1/2 - valutazione media: 3,84 su 244 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Il tributo di Eastwood alle forze armate americane Valutazione 3 stelle su cinque

di Paolo Salvaro


Feedback: 8378 | altri commenti e recensioni di Paolo Salvaro
domenica 11 gennaio 2015

(lunga recensione spoilerosa) 

Si attendeva, in vista degli Academy Awards, il classico film americano incentrato sulla guerra ed il patriottismo.   Dopo aver avuto, in successione :  The Hurt Locker,  Zero Dark Thirty,  Argo Lincoln, anche l'immortale Clint Eastwood si cimenta in questa categoria.   La storia, pur raccontando di una celebrità, è abbastanza semplice:  un uomo, suggestionato dalla tragedia dell'11 settembre, si arruola nell'esercito e per via delle sua abilità viene mandato in Iraq come cecchino, più precisamente a Falluja.   L'orrore ed al tempo stesso la strana attrazione che l'essere umano prova per la guerra, lo spingono a tornare al fronte più e più volte, finchè il soldato non smarrisce sè stesso e finisce col trascurare la sua stessa famiglia.  Nemmeno soddisfare la sua sete di sangue gli basterà, tanto che una volta tornato a casa continuerà ad essere perseguitato da ciò che ha visto sul campo di battaglia.  Capirà infine che solo aiutando e lasciandosi aiutare dagli altri reduci, ai quali condivide le sue esperienze, può superare il trauma e così riesce a ricostruire lentamente la propria vita. Ma infine,per ironia della sorte,  verrà ucciso proprio da uno dei reduci che avevano permesso al cecchino di ricominciare a vivere.  

Tra tutti i film girati da Clint Eastwood  (tra cui Bird,  Million Dollar Baby,  Gli spietati,  Changeling,  Gran Torino, Invictus,  Hereafter,  J. Edgard,  Lettere da Iwo Jima e soprattuto Mystic River, almeno secondo me il suo capolavoro)  questo è probabilmente uno dei meno riusciti.   Non dico che sia un brutto film, ma in certi punti diventa davvero eccessivamente patriottico.  D'accordo, stiamo parlando di un film americano girato da un regista americano, ma non è una giustificazione.  Ci siamo già dimenticati di ciò che fece oppure Kubrick malinconicamente con Orizzonti di gloria,  ironicamente con il dottor Stranamore ed in ambedue le direzioni con Full Metal Jacket?   Per non parlare di Coppola con Apocalypse Now, forse il miglior film sulla guerra mai realizzato, se non ci fosse in giro La grande guerra del nostro Monicelli.  Tra l'altro, restando nella nostra cinematografia, pochi mesi fa è uscito Fango e gloria, un'interessante film divulgativo incentrato sulla prima guerra mondiale, a metà tra documentario e film.  Niente di eccezionale, beninteso, ma dato che è un prodotto nostrano che quasi nessuno si è cagato di striscio,  mi sembrava giusto citarlo nella speranza che anche qualcun altro lo veda.  

Tornando a noi,  ho citato tutti quegli esempi per ricordare a tutti la sottile differenza esistente tra  "film di condanna"  e  "film di parte".   Pur essendo ben diretto e ben recitato,  questo film del buon Eastwood rientra nella seconda categoria.   Ciò non sarebbe da considerare un difetto a prescindere, ma dopo tutta quella sfilza di film citati all'inizio della recensione usciti negli ultimi 3-4 anni, francamente non si sentiva il bisogno dell'ennesimo film che ci ricordasse che tutti gli iracheni sono musulmani brutti e cattivi, mentre gli americani sono eroi senza macchia e senza paura.  Sempre si escludono Cuba, Giappone, Corea del Nord, Vietnam,  Grenada,  Panama, Kuwait, Kosovo  ...  ma per il resto sono bravi ragazzi.  Sinceramente, faccio fatica a considerare "in difesa della patria" un qualunque conflitto che si disputa a migliaia di chilometri dai tuoi confini nazionali, che si parli di Baghdad, Falluja,  Tripoli, Kabul o Nàsiriya.   Ovvio che con questo non voglio però assolutamente mancare di rispetto a chi muore in quelle zone di guerra, lontano anni luce da casa e dalla propria famiglia,  donando tutto sè stesso per servire coraggiosamente la patria.   Essi meritano solo onore e rispetto e questo non glielo si dovrebbe mai negare.  Tra l'altro, proprio questo aspetto del sacrificio e del donare sè stessi, è forse quello meglio reso nel film di Eastwood.   

Allo stesso modo non si può però non rilevare, come hanno già fatto molti altri recensori, i diversi difetti della pellicola, come la presenza di numerosi clichè o stereotipi dei classici film di guerra.  Seriamente, se voi aveste già visto tutti i film che ho citati pocanzi prima di questo, sareste stati in grado di notare numerosi temi o situazioni ricorrenti in ciascuno di essi.   Ecco, American Sniper lo si può considerare un po' la somma di tutte queste ricorrenti tematiche.   Ad esempio, il durissimo addestramento dei marines, con tanto di istruttori sempre incazzosi;  l'isolamento dal mondo reale ed il desiderio di tornare al fronte;   la morte di uno dei commilitoni assai caro al protagonista;   l'ingiustizia alla base di un'azione isolata o vendicativa.   Sono tutte cose già viste e riviste in tantissimi altri film di guerra che Clint Eastwood presenta in modo innegabilmente buono ed equilibrato, ma senza la maestria e padronanza che ci si attenderebbe da un regista del suo calibro, sempre così attento ed abile in passato ai dettagli ed alle sfumature.   La colonna sonora, dal canto suo, non mi è sembrata troppo invadente, forse allo scopo di permettere allo spettatore di apprezzare meglio gli intensissimi momenti che precedono lo sparo del cecchino;  uno dei piccoli accorgimenti che alzano il film di livello, insieme ad alcune ottime sequenze, come quella in cui si vede il protagonista fissare lo schermo della televisione spenta.  Non vi è nessuna immagine sullo schermo, ma nella sua testa si.   Un po' troppo rapida e forzata, invece, la rappresentazione della famiglia del giovane protagonista:  il suo severo padre è poco più di un'impalpabile macchietta.  Troppo poco per convincersi che da quel dialogo trattante agnelli e lupi si sia sviluppato il suo carattere coraggioso ed avverso alle ingiustizie.  

Chiudendo, il finale è una delle cose che meno mi sono piaciute.   Già quello di Lincoln, in cui il film si chiude senza che venga mostrato lo sparo al presidente, mi aveva fatto girare le palle, ma qui si va anche oltre.  Perchè diavolo Eastwood non ha aggiunto cinque minuti di pellicola e mostrato la scena in cui il reduce spara a Kyle?   Bah. Strana scelta stilistica.  Personalmente credo che l'assassinio improvviso ed immotivato del protagonista sarebbe stato un colpo di scena assai maggiore di una banale scritta, ma fa lo stesso.   Confermo il mio giudizio finale più che positivo, ma spero che non sia questo a vincere l'Oscar come miglior film il mese prossimo, agli Academy Awards.   

[+] lascia un commento a paolo salvaro »
Sei d'accordo con la recensione di Paolo Salvaro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
33%
No
67%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Paolo Salvaro:

Vedi tutti i commenti di Paolo Salvaro »
American Sniper | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | filippotognoli
  2° | writer58
  3° | teofac
  4° | brian77
  5° | ilpoponzimo
  6° | ruger357mgm
  7° | zarar
  8° | beppe baiocchi
  9° | parieaa
10° | laurence316
11° | dr_t1t0
12° | matteo calvesi
13° | greyhound
14° | kronos
15° | giorgio47
16° | vanessa zarastro
17° | francesco izzo
18° | nanni
19° | bob11_17
20° | ollipop
21° | gustibus
22° | donato prencipe
23° | isin89
24° | giorpost
25° | sophipuff
26° | stefania resta
27° | mark98
28° | themaster
29° | mauro2067
30° | baud14
31° | alex2044
32° | domenico maria
33° | johnny123
34° | intothewild4ever
35° | thedust67
36° | ruggero
37° | angelo franco giordi
38° | elgatoloco
39° | annalisarco
40° | no_data
41° | ffanta
42° | sara kavafis
43° | catcarlo
44° | vincenzo79
45° | peterangel
46° | ricneg70
47° | shaque
48° | valerypto
49° | cassiopea
50° | paolp78
51° | samanta
52° | fedeama
53° | wilbelcinema
54° | francesco2
55° | melograno.rosso
56° | kimkiduk
57° | il cinefilo
58° | sabrina lanzillotti
59° | gianleo67
60° | marcellodangelo1979
61° | silvano bersani
62° | lorma716
63° | nostromo23
64° | tatiana micaela truffa
65° | muttley72
66° | maurizio meres
67° | jokola
68° | flyanto
69° | jack beauregard
70° | giacomouguccioni
71° | otis88
72° | fra_car
73° | elboliloco
74° | gaiart
75° | ultimoboyscout
76° | lore64
77° | vanessatalanta
78° | guidoguidotti99
79° | iuriv
80° | andrea alesci
81° | mauro
82° | matrixlele
83° | stefano capasso
84° | floyd80
85° | greatsteven
86° | dandy
87° | jl
88° | renatoc.
89° | valterchiappa
90° | gaggi1992
91° | giulianadentico
92° | simone d
93° | the thin red line
94° | borghij
95° | gabrykeegan
96° | roberto messori
97° | francesco maraghini
98° | dario
99° | miguel angel tarditti
100° | barone16
101° | enrico danelli
102° | divress
103° | gabryhope95
104° | mardou_
105° | scosco
106° | superciuky
107° | shagrath
108° | funkimatter
109° | paulnacci
110° | midnight
111° | michele
112° | victor von doom
113° | maramaldo
114° | andreius98
115° | romifran
116° | alemoon
117° | xxseldonxx
118° | evildevin87
119° | jacopo b98
120° | slibedis
121° | fabiofeli
122° | lanco
123° | cinephilo
124° | animo001
125° | no_data
126° | claudiza
127° | angelo umana
128° | luigi chierico
129° | vincenzo ambriola
130° | paolo salvaro
131° | gpistoia1939
132° | il cascio
133° | gaiart
134° | bericopredieri
135° | anty_capp
136° | mericol
137° | intothewild4ever
138° | toni451
139° | gabriele cuzzi
140° | rukahs
141° | edosci
142° | filippo catani
143° | ciantix
144° | cicceddi
145° | giuliog02
146° | andrea alberini
147° | dani_dani
148° | andrea giostra
149° | enzo70
150° | camarillo
151° | m.barenghi
152° | pisiran
Premio Oscar (12)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (3)
BAFTA (6)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedė 1 gennaio 2015
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità