American Sniper

Acquista su Ibs.it   Dvd American Sniper   Blu-Ray American Sniper  
Un film di Clint Eastwood. Con Bradley Cooper, Sienna Miller, Jake McDorman, Luke Grimes, Navid Negahban.
continua»
Azione, Ratings: Kids+16, durata 134 min. - USA 2015. - Warner Bros Italia uscita giovedì 1 gennaio 2015. MYMONETRO American Sniper * * * 1/2 - valutazione media: 3,84 su 244 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

American sniper Valutazione 3 stelle su cinque

di catcarlo


Feedback: 13494 | altri commenti e recensioni di catcarlo
mercoledì 4 febbraio 2015

In guerra, il cecchino è il combattente più odiato: un sentimento diffuso fra i soldati di ogni latitudine e credo che considerano la sua figura – pressappoco – come quella di un vigliacco che si nasconde e colpisce a tradimento. Pur conoscendone le idee politiche, ci si chiede perciò quali motivazioni abbiano portato lo zio Clint a buttarsi in un ginepraio ideologico simile dove – semplificando un po’ – il cecchino a stelle e strisce del titolo non è un figlio di buona donna (e, anche se lo fosse, sarebbe sempre il ‘nostro’ figlio di buona donna) mentre quello nemico, incarnato dal siriano ex campione olimpico Mustafà (Sammy Sheik), si attaglia perfettamente alla descrizione del ruolo. E’ una delle ambiguità più evidenti di un film che non è certo tutto teso a glorificare l’interventismo statunitense, ma che a volte sembra alla ricerca di un impossibile equilibrio dando un colpo al cerchio e uno alla botte: da una parte c’è un nemico brutto, sporco e cattivo (oltre che spersonalizzato) a confronto dei ‘nostri ragazzi’ sempre pieni di etica guerriera se non di buone maniere, dall’altro si delinea l’idea sottesa che si tratti comunque di una guerra inutile e sbagliata che lascia pesanti segni sulla psiche una volta ritornati a casa - oltre che sui poveri iracheni, ma loro non contano. Una considerazione, quella riguardo alla guerra, che fa capolino solo a tratti nella sceneggiatura che Jason Hall ha tratto dalle memorie di Chris Kyle, il Navy Seal che è stato il più letale fra i cecchini della guerra in Iraq con uno sproposito di uccisioni certificate, oltre duecento: un texano dagli occhi di ghiaccio allevato da un padre solito a suddividere l’umanità fra leoni e pecore (Ben Reed in una scena terribile) e che imbraccia il fucile dopo l’attentato alle Torri Gemelle per andare ad ammazzare gente che con il 9/11 non c’entra nulla. Un uomo tutto d’un pezzo nel senso deteriore dell’espressione, dal fisico massiccio (Bradley Cooper per interpretarlo ha dovuto metter su venti chili di muscoli perdendo però più di qualcosa in espressività) e dalla feroce convinzione di essere sempre nel giusto, tanto da sostenere che i suoi centri sono stati tutti motivati, di solito come azione di copertura a truppe in azione sul terreno. Salvo poi fare colossali stupidaggini che costano non poche vite, compreso il momento clou della sfida a lunga distanza, due chilometri, con Mustafà (una licenza poetica, tra l’altro): il colpo che decide quella che è una trasposizione di un duello western – la scelta di seguire la pallottola in volo è una delle poche scelte di regia infelici – finisce per segnalare la posizione dell’intero reparto al nemico e uscire dalla trappola non sarà indolore. Ciò che il protagonista pensa della guerra è definito dall’incontro con il frattello Jeff (Keir O’Donnell) che sta tornando a casa e usa parole dure su quello che ha passato: Chris gli appioppa uno sguardo senza espressione – in fondo, Jeff è una pecora – per poi voltare le spalle e dirigersi verso il suo quarto turno al fronte. Turni che lasciano pesanti segni anche durante i ritorni a casa, tra figli quasi dimenticati e moglie (Sienna Miller) più di una volta dubbiosa (ma poi sempre pronta a tornare all’ovile): la sindrome post-traumatica fa capolino qua e là, ma l’essere considerato né più né meno che un eroe aiuta a sopportarla. La morte di Kyle per mano di un reduce che stava cercando di aiutare è una sorta di nemesi che dimostra che, a volte, la realtà sa essere più significativa della fantasia: in ogni caso, le scene del funerale fissano ancora una volta un altro aspetto che il resto della narrazione ha comunque già più che abbozzato e cioè che, nel grande paese di provincia che sta tra le sponde dei due oceani, è radicatissima la mentalità manichea, con cui Kyle è cresciuto e secondo la quale ha sempre vissuto, in cui gli Stati Uniti sono il centro attorno a cui gira il resto del mondo e stanno per definizione dalla parte giusta. Le sottolineature e le contraddizioni fanno sì che la pellicola non sia quel monolite di propaganda che alcuni hanno voluto vedere, ma da qui ad affermare che si tratti di ‘un film contro la guerra’ (Eastwood dixit) ce ne passa: però è indiscutibile che qualche dubbio riesca a seminarlo evitando anche di far ‘scatenare l’inferno’ da parte di Kyle senior, come promesso in caso di mancanza di rispetto nei confronti della memoria del figlio. Dal punto di vista del racconto in se stesso, invece, c’è ben poco da dire, perché, a quasi ottantacinque anni, Clint dirige ancora con l’energia di un giovanotto, tenendo alto il ritmo nelle scene di combattimento altrimenti a rischio di ripetitività e poi cambiando decisamente registro nei momenti più intimi o toccanti, così che le oltre due ore di durata quasi non si avvertono: se l’Eastwood migliore sta di certo altrove, qui l’esperienza e i trucchi del mestiere gli consentono di portare comunque a casa il risultato di un buon filmone in fondo senza sbavature (almeno dal punto di vista cinematografico).

[+] lascia un commento a catcarlo »
Sei d'accordo con la recensione di catcarlo?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di catcarlo:

Vedi tutti i commenti di catcarlo »
American Sniper | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | filippotognoli
  2° | writer58
  3° | teofac
  4° | brian77
  5° | ilpoponzimo
  6° | ruger357mgm
  7° | zarar
  8° | beppe baiocchi
  9° | parieaa
10° | laurence316
11° | dr_t1t0
12° | matteo calvesi
13° | greyhound
14° | kronos
15° | giorgio47
16° | vanessa zarastro
17° | francesco izzo
18° | nanni
19° | bob11_17
20° | ollipop
21° | gustibus
22° | donato prencipe
23° | isin89
24° | giorpost
25° | sophipuff
26° | stefania resta
27° | mark98
28° | themaster
29° | mauro2067
30° | baud14
31° | alex2044
32° | domenico maria
33° | johnny123
34° | intothewild4ever
35° | thedust67
36° | ruggero
37° | angelo franco giordi
38° | elgatoloco
39° | annalisarco
40° | no_data
41° | ffanta
42° | sara kavafis
43° | catcarlo
44° | vincenzo79
45° | peterangel
46° | ricneg70
47° | shaque
48° | valerypto
49° | cassiopea
50° | paolp78
51° | samanta
52° | fedeama
53° | wilbelcinema
54° | francesco2
55° | melograno.rosso
56° | kimkiduk
57° | il cinefilo
58° | sabrina lanzillotti
59° | gianleo67
60° | marcellodangelo1979
61° | silvano bersani
62° | lorma716
63° | nostromo23
64° | tatiana micaela truffa
65° | muttley72
66° | maurizio meres
67° | jokola
68° | flyanto
69° | jack beauregard
70° | giacomouguccioni
71° | otis88
72° | fra_car
73° | elboliloco
74° | gaiart
75° | ultimoboyscout
76° | lore64
77° | vanessatalanta
78° | guidoguidotti99
79° | iuriv
80° | andrea alesci
81° | mauro
82° | matrixlele
83° | stefano capasso
84° | floyd80
85° | greatsteven
86° | dandy
87° | jl
88° | renatoc.
89° | valterchiappa
90° | gaggi1992
91° | giulianadentico
92° | simone d
93° | the thin red line
94° | borghij
95° | gabrykeegan
96° | roberto messori
97° | francesco maraghini
98° | dario
99° | miguel angel tarditti
100° | barone16
101° | enrico danelli
102° | divress
103° | gabryhope95
104° | mardou_
105° | scosco
106° | superciuky
107° | shagrath
108° | funkimatter
109° | paulnacci
110° | midnight
111° | michele
112° | victor von doom
113° | maramaldo
114° | andreius98
115° | romifran
116° | alemoon
117° | xxseldonxx
118° | evildevin87
119° | jacopo b98
120° | slibedis
121° | fabiofeli
122° | lanco
123° | cinephilo
124° | animo001
125° | no_data
126° | claudiza
127° | angelo umana
128° | luigi chierico
129° | vincenzo ambriola
130° | paolo salvaro
131° | gpistoia1939
132° | il cascio
133° | gaiart
134° | bericopredieri
135° | anty_capp
136° | mericol
137° | intothewild4ever
138° | toni451
139° | gabriele cuzzi
140° | rukahs
141° | edosci
142° | filippo catani
143° | ciantix
144° | cicceddi
145° | giuliog02
146° | andrea alberini
147° | dani_dani
148° | andrea giostra
149° | enzo70
150° | camarillo
151° | m.barenghi
152° | pisiran
Premio Oscar (12)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (3)
BAFTA (6)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 1 gennaio 2015
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità