Atomica bionda

Film 2017 | Azione +13 115 min.

Titolo originaleAtomic Blonde
Anno2017
GenereAzione
ProduzioneUSA
Durata115 minuti
Regia diDavid Leitch
AttoriCharlize Theron, James McAvoy, Sofia Boutella, John Goodman, Toby Jones, Daniel Bernhardt Eddie Marsan, Roland Møller, James Faulkner, Jóhannes Haukur Jóhannesson.
Uscitagiovedì 17 agosto 2017
TagDa vedere 2017
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,16 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di David Leitch. Un film Da vedere 2017 con Charlize Theron, James McAvoy, Sofia Boutella, John Goodman, Toby Jones, Daniel Bernhardt. Cast completo Titolo originale: Atomic Blonde. Genere Azione - USA, 2017, durata 115 minuti. Uscita cinema giovedì 17 agosto 2017 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,16 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Atomica bionda
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Una spia viene mandata a Berlino per indagare sulla vita di alcuni colleghi sospettati di tradimento. In Italia al Box Office Atomica bionda ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 1,7 milioni di euro e 98,6 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,16/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,83
CONSIGLIATO SÌ
Una spy story dotata di sospetti e di colpi di scena. Charlize Theron è la collega alla pari di James Bond.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 20 luglio 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 20 luglio 2017

1989. Lorraine Broughton, agente dell'MI6 britannico, con lividi ed ecchimosi evidenti, viene interrogata dal suo diretto superiore e da un rappresentante della CIA a proposito della sua recente missione in una Berlino ante caduta del Muro. Un agente sotto copertura era stato assassinato e gli era stata sottratta una lista contenente i nomi e i compiti di tutti gli agenti occidentali in azione. A Lorraine era stato affidato il compito di scoprire in quali mani era finita e di recuperarla prima che quanto in essa contenuto desse il via alla terza guerra mondiale.

Dopo essere stata una guerriera futuribile nell'iperdinamico Mad Max: Fury Road Charlize Theron non poteva non misurarsi con un passato recente e con un genere che ha visto quasi di default trionfare i maschi, relegando le donne al ruolo di curvilinei gadget o, al massimo, a interessate seduttrici alla Mata Hari.

L'occasione gliel'ha offerta una graphic novel del 2012 di Antony Johnston e Sam Hart dal titolo "The Coldest City". La città più fredda di tutte è ovviamente la Berlino ormai vicina al crollo del Muro e pertanto pullulante di agenti appartenenti alle Intelligence di svariati Paesi. Perché ovviamente? Perché la capitale tedesca ha una tale consapevolezza di questo specifico passato da aver inaugurato circa due anni fa un interessantissimo museo dedicato allo spionaggio con il claim "Berlino città delle spie". È in questa città livida ma simile ad un ordigno esplosivo il cui timer è già stato attivato che agisce Lorraine Broughton la cui missione ci viene narrata in flashback informandoci sin da subito, grazie a un corpo segnato dalla violenza, che non deve essere stata priva di ostacoli.
David Leitch ha nella sua biografia una lunga attività di stuntman e, dinanzi alla graphic novel, deve aver pensato di poter trasformare il disegno in azione avendo a disposizione un'attrice capace di affrontare personalmente anche le scene più complesse ed oggettivamene pericolose. Ecco allora che lo 007 di Daniel Craig, che ha traghettato Bond in un universo in cui la brutalità degli scontri non è soggetta a censure, ha trovato una collega che gli sta alla pari ed è anch'essa perdipiù britannica. Lorraine Broughton non ha remore nell'uso delle armi e della forza fisica così come non ne ha nella dimensione sessuale. Questo però non significa che Leitch abbia costruito il film solo attorno a questi elementi.

La spy story c'è ed è più che sufficientemente dotata di sospetti e di colpi di scena. Il fatto stesso che Lorraine venga interrogata anche da un agente della CIA mentre il capo dei servizi britannici osserva il tutto dietro a un vetro monodirezionale la pone nella condizione non solo di chi relaziona su una missione ma anche di sospettabile e sospettata. Questo aumenta l'interesse nell'azione di una donna che non perde nulla della sua splendida femminilità anche quando agisce come il più spietato degli uomini. Ciò che la contraddistingue è la consapevolezza di essere alla pari con gli esponenti dell'altro sesso con i quali condivide, come da istruzioni ricevute, la più completa diffidenza nei confronti di chi la avvicina. Al punto che di ognuno di loro dirà di fidarsi come delle previsioni meteo. Come in ogni spy story degna di questo nome.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Un thriller di azione a ritmo serrato, con il premio Oscar Charlize Theron.
Andrea Fornasiero

Berlino, 1989, Lorraine è la migliore spia d'Inghilterra e viene inviata nella città ancora divisa dal Muro per recuperare un dossier, che contiene informazioni su tutti gli agenti delle forze alleate. Qui affianca David Perceval, che opera a Berlino da dieci anni, e insieme navigheranno gli intrighi tra numerosi fazioni senza potersi fidare di nessuno. Anche la glaciale Lorraine del resto ha qualcosa da nascondere...
Sulla colonna sonora Leitch ha dichiarato: "Il copione aveva atmosfere in linea con i cliché della Guerra Fredda, molto noir con tanto di impermeabili, e mi sono chiesto: "Come posso renderlo punk rock?" Berlino è piena di colore, di musica e di vita. Ho dato a tutto il film uno stile da videoclip moderno, anche se la musica è quella degli anni '80, con molto pop e new wave".

Ci sono i Depeche Mode, David Bowie e i 'Til Tuesday, abbiamo 15 tracce dagli anni '80; ognuna è iconica.
David Leitch

David Leitch, già coautore non accreditato di John Wick e con una lunga carriera da stunt man alle spalle, esordisce ufficialmente alla regia con un film esplosivo, che in inglese si intitola Atomic Blonde in un trasparente gioco di parole con Atomic Bomb (inspiegabilmente non mantenuto dal titolo italiano Atomica Bionda, che non fa assonanza con "bomba atomica", e sì che basta invertire i termini...).
Il film è stato presentato lo scorso maggio al festival SXSW (South by South West) di Austin, dove è stato accolto da scroscianti applausi. Non ultima ragione: aver riportato la statuaria Charlize Theron a un ruolo action scatenato come in Mad Max: Fury Road, rendendola però ancora più protagonista di scene spericolate. L'attrice infatti ha dovuto allenarsi intensamente per tre mesi, con lo stesso team che ha addestrato Keanu Reeves per John Wick.
Charlize Theron ha dichiarato: "Ho avuto otto straordinari allenatori che in pratica mi facevano vomitare ogni giorno, e gli sono molto grata. Mi sono anche rotta due denti in fondo alla bocca, per quanto li stringevo nel tentativo di sferrare colpi più forti".

Già le prime clip diffuse per promuovere il film mostrano infatti scene di lotta sensazionali, dove la diva sudafricana se la vede con energumeni che pesano il doppio di lei, ma che non riescono ad avere la meglio sulla sua grazia e la sua glaciale determinazione. Lorraine si immerge nell'acqua ghiacciata ed è così dura e sicura di sé da non guardarsi mai indietro quando sconfigge o uccide qualcuno.
Il film è tratto da un graphic novel di Antony Johnston e Sam Hart intitolato "The Coldest City" (inedito in Italia) e agli intrighi del fumetto David Leitch ha aggiunto una gran quantità d'azione. Non tutta però sarà sopra le righe come potrebbero far pensare il trailer e le clip; c'è infatti una progressione anche nei combattimenti.
A questo proposito il regista ha svelato che "la scena di lotta con la canna dell'acqua per esempio è un momento alla Jackie Chan, ma anche l'azione ha un suo arco. All'inizio del film ci siamo divertiti ma poi il tono si fa via via più cupo e le sequenze di combattimento sono più realistiche e concentrate sul personaggio".
Il regista ha voluto di nuovo con sé due collaboratori di John Wick: il direttore della fotografia Jonathan Sela, che ha appena firmato le cristalline immagini di Transformers - L'ultimo cavaliere, e il compositore Tyler Bates, sodale anche di James Gunn per Guardiani della Galassia e di Tartakovsky per Samurai Jack. Soprattutto Leitch, che dirigerà anche l'atteso Deadpool 2, si è potuto affidare a un grandissimo cast, con James McAvoy come coprotagonista, Sofia Boutella nei panni della sexy spia francese Delphine, e veterani quali Toby Jones, Eddie Marsan e John Goodman a impreziosire il tutto.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 15 agosto 2017
Paolp78

Confesso di essere andato a vedere questo film, pur convinto che si trattasse di roba da quattro soldi, solo per ammirare Charlize Theron in una interpretazione che, per quanto visto nei trailer, prometteva di esaltarne la statuaria bellezza (nonché in una delle ultime dove ciò potrà accadere, a causa dell'incedere impietoso del tempo).

martedì 22 agosto 2017
samanta

L'uscita del film l'atomica bionda è stata bombardata da una pubblicità che ha suscitato attese non corrisposte. La regia è di David Leitch che ha uno scarso curriculum come regista ed in precedenza ha lavoratp come stuntman e controfigura di Brad Pitt. ma la protagonista del film è Charlize Theron che interpreta l'agente inglese Lorraine Braughton del MI 6 e [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 agosto 2017
vanessa zarastro

Atomica Bionda è un film tratto da una graphic novel del 2012 di Antony Johnson e Sam Hart che si chiama “Coldest City” e che nel film appare un attimo come password nel monitor di un computer. Il film è un intrigante videogames cattivissimo dove la protagonista è una sorta di 007 in gonnella: una spy story a Berlino nel 1989 a cavallo della caduta del muro.

sabato 19 agosto 2017
Mario Nitti

La Spy story è costruita come lunga narrazione che l’agente segreto britannico Lorraine Broughton fa ai suoi superiori della sua missione a Berlino. Scelta rischiosa quella di mostrare il protagonista ammaccato, ma vivo, fin dall’inizio perché toglie anticipatamente ogni dubbio (ammesso che ce ne siano) sull’esito delle scene in cui qualcuno tenta di ucciderla.

domenica 5 novembre 2017
Hurricane 2

Apprezzai Nikita a suo tempo, ovviamente diciamo innovativo,  ho detestato Salt così  quel Nome in codice Nina, che non possono non tornare in mente ormai è un filone/genere questo delle agenti supereroine. Ma va detto che si rimane piacevolmente sorpresi dalla "qualità" del film che dal titolo così banale lasciava poco sperare.

giovedì 24 agosto 2017
elpiezo

 Sullo sfondo di una Berlino in fermento causa l'imminente caduta del muro, prende vita una contorta spy story legata alla guerra fredda, attraverso una trama articolata che sembra riscriversi ad ogni dialogo e ad ogni seguenza d'azione, la cui efferata violenza è solamente la punta dell'iceberg di un'intensità di ritmo insolito data la presenza di una protagonista [...] Vai alla recensione »

sabato 22 luglio 2017
gaiart

WHO ‘S WHO?   Atomic Blonde è una cosa sconvolgente.   Partiamo da cosa non è. Non è un film ma, in primis una specie di corso accelerato di Krav Maga. Non è solo un corso di arti marziali israeliane, ma un musical sofisticatissimo. Canzoni che spezzano il cuore nei ricordi anni ‘80 come quelle di David Bowie o l’omaggio indelebile a George [...] Vai alla recensione »

sabato 26 agosto 2017
Maramaldo

Invidio Charlize Theron. Privilegio di pochi poter menar le mani (e assestare calci) senza patirne le conseguenze anzi ricavandone gratificazione, compensi ed elogi. Certo, in fase di lavorazione ci ha rimesso due denti. Ma ciò la dice lunga sul suo impegno in quello che mi sembra un percorso, un trattamento psicoterapeutico, compensatorio e catartico.

venerdì 8 settembre 2017
pier delmonte

Spie molte, combattimenti tanti, dopi tripli giochismi parecchi, musica abbastanza, sigarette assai, Berlino alla vigilia della caduta del muro pochissima. Film insignificante. Ancora peggio se inserito in una data direi epocale della nostra storia recente. Charlize Theron e’ atomica? Boh, forse. Lo spot della Martini sicuramente.

sabato 19 agosto 2017
marilla

Cito Fantozzi e non potrei dir di meglio: video-fumettone improbabile, scevro dal minimo accenno di autoironia, camicette in cotone bianco accompagnate da lieve corsetto sadomaso, e senza l'illusione ad un cappottuccio, in pieno novembre a Berlino (il principe De Curtis, in arte Totò, insieme a  Peppino, si erano coperti), per non parlar delle acrobazie mortifere che vorrebbero guardare [...] Vai alla recensione »

martedì 12 settembre 2017
etabeta

Classico film hollywoodiano in stile Mission Impossible, ben girato, molto curato, molta action, ecc...ecc.. Ma se si voleva realizzare un prodotto veramente particolare si doveva puntare sulle atmosfere anni 80 da cortina di ferro; quello sarebbe stato un film molto più interessante a mio parere

lunedì 28 agosto 2017
no_data

Anche se ambientro nell'89 il film è troppo pieno di liquori e sigarette, possibile che non se ne possa fare a meno? Il sospetto di pubblicita occulta non ti abbandona mai. Troppo violenza per un film con una protagonista femminile... paragonarla a James Bond è assurdo anche se l'intrigo spionistico è abbastanza all'altezza. Ricorda più Kill Bill, al cui genere mi sembra più simile.

FOCUS
FOCUS
lunedì 21 agosto 2017
Marco Castelli, vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Nelle ombre di un mondo che sta per crollare insieme al Muro che ne era stato uno degli emblemi si ridefiniscono le alleanze, vecchie e nuove fedeltà. E, tra coloro che tradiscono, si intuiscono altri che sembrano provare ad essere coerenti con le proprie missioni.

Senza scordare il Machiavelli d'ordinanza ed i continui combattimenti, la costruzione parallela tra storia pubblica - le proteste contro e poi il crollo del muro di Berlino - e storia segreta - la spy-story raccontata - richiama le paure e la fascinazione del complotto internazionale, guerra "calda" negli anni della Guerra Fredda. Due storie che solo episodicamente si incontrano ma che s'influenzano, l'un contro l'altra armate, dettandosi i tempi ed i contesti d'azione.

Atomica Bionda è un film dal grande ritmo, da una regia coraggiosa che nonostante i cambi di scena e la trama dai contorni sempre riscritti dalle delazioni e dagli inganni, riesce a dare sostanza e continuità al lungometraggio. Il fittissimo tappeto musicale anni '80, con molto pop e new wave, che risalta spesso per assenza, facendo sentire il vuoto sul quale si muovono i personaggi, aiuta a dipingere il volto di una Berlino in fermento, città che diventa più di un semplice sfondo all'azione.

Anche se il titolo del film voleva richiamare l'arma atomica, quello che va in scena è un elogio della scazzottata ed una danza di corpi, sensuali o feriti, pallidi di paura e polvere fino ad assomigliare a degli zombie eppure sempre pronti ad un'altra cena di gala, ad un altro inganno. Il corpo è soprattutto quello magnetico di Charlize Theron che seducente o sfigurata funge da aggregatore dell'intera narrazione e senza controfigure conduce anche le scene più spericolate. Il suo volto sfigurato sembra essere il punto di partenza della narrazione, il mistero da risolvere. Quando rantola cercando le ultime energie in un combattimento, quando fa l'amore con la spia francese, quando esce da una piscina piena di cubetti di ghiaccio o quando abbassa gli occhiali da sole mostrando un volto sfigurato da lividi ed ecchimosi si capisce che è lì il focus dell'intera vicenda.

L'attenzione al corpo è d'altronde il riflesso di un film che si muove in un'architettura di verità parziali e trompe-l'oeil, per addentrarsi nelle quali è necessario un punto di riferimento, un elemento di continuità che prima che essere la narratrice-protagonista (la quale d'altronde potrebbe anch'essa ingannare) è la sua fisicità nella relazione con le altre fisicità, che sia per motivi di affetto, d'inganno o di scontro.

Frasi
"Mi fido di te come le previsioni del meteo."
Una frase di Lorraine Broughton (Charlize Theron)
dal film Atomica bionda - a cura di Monet
- Credo proprio di amarti.
- Che peccato!
Dialogo tra David Percival (James McAvoy) - Lorraine Broughton (Charlize Theron)
dal film Atomica bionda - a cura di MYmovies.it
NEWS
BOX OFFICE
martedì 22 agosto 2017
Andrea Chirichelli

Lunedì come da tradizione, quello appena trascorso. Il giorno più debole della settimana vede Atomica Bionda in prima posizione con 80mila euro, seguito da Annabelle Creation con 74mila, che supera The Dark Tower, fermo a 69mila euro.

BOX OFFICE
lunedì 21 agosto 2017
Andrea Chirichelli

Nessun cambiamento nella top ten italiana questo weekend, fatta eccezione per il fatto che c'è un nuovo leader, Atomica Bionda, che dopo un paio di anteprime andate bene, ottiene il primo posto con un incasso complessivo dal giorno della distribuzione [...]

BOX OFFICE
domenica 20 agosto 2017
Andrea Chirichelli

Gli italiani tornano dalle ferie e iniziano timidamente a entrare nelle sale cinematografiche rimaste aperte. Ieri tre film sopra ai 100mila euro, i soliti ovviamente, rappresentano il segnale che l'estate volge al termine.

BOX OFFICE
sabato 19 agosto 2017
Andrea Chirichelli

Bel testa a testa tra Atomica Bionda e The Dark Tower per la leadership del mercato italiano. Charlize Theron per ora vince con buon distacco e tiene a distanza il film tratto dai romanzi di King con 101mila euro a 92mila.

BOX OFFICE
venerdì 18 agosto 2017
Andrea Chirichelli

Atomica Bionda si prende la vetta della classifica al primo giorno di release ufficiale ed è l'unico film capace di stare sopra alla soglia dei 100mila euro. Sul podio restano La torre nera, che porta a casa 85mila euro e Annabelle 2: Creation che continua [...]

BOX OFFICE
domenica 6 agosto 2017
Andrea Chirichelli

La fame di nuovi film permette ad Atomica bionda (guarda la video recensione), ieri in anteprima estiva in attesa della distribuzione ufficiale che avverrà il 17 agosto, di ottenere il secondo posto del sabato, con 94mila euro, dietro ad Annabelle 2: [...]

TRAILER
martedì 11 aprile 2017
 

Mix rovente di azione pura, graffiante sensualità e sfolgorante stile, Atomica bionda è diretto da David Leitch ed è tratto dalla graphic novel "The Coldest City," scritta da Antony Johnston & illustrata da Sam Hart.

NEWS
mercoledì 15 marzo 2017
 

Charlize Theron entra troppo nella parte e si rompe due denti sul set di Atomica Bionda. Lo ha rivelato la stessa attrice durante un dibattito che ha fatto seguito alla prima del film al South by Southwest Film Festival di Austin in Texas.

TRAILER
domenica 12 marzo 2017
 

Il premio Oscar Charlize Theron esplode in estate in Atomica bionda, un thriller di azione a ritmo serrato che segue il più letale assassino della M16 in una città che pullula di rivoluzionari e traditori.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati