Pesaro Film Fest critofilm

Programma dei 19 film all'interno della sezione critofilm presentati alla 52ª edizione del Pesaro Film Fest - Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Pesaro - 2/9 luglio 2016. Le recensioni, trame, listini, poster e trailer, ordinabili per: Stelle Uscita Rank Titolo

Carl Th. Dreyer: My métier
CRITOFILM
Carl Theodor Dreyer, uomo e professionista. Documentario - Danimarca, 1995. Durata 96 Minuti.
Un film di Torben Skjødt Jensen.  Con Clara Pontoppidan, Hélène Falconetti, Lisbeth Movin, Preben Lerdorff Rye, Jørgen Roos, Birgitte Federspiel, Henning Bendtsen, Baard Owe, Axel Strøbye, Brian Patterson, David Bateson, Carl Theodor Dreyer. .

Una ricca raccolta di ricordi e riflessioni su uno dei massimi maestri del cinema di tutti I tempi.

Dreyer è un giovane giornalista a Copenaghen quando viene coinvolto nell'industria del cinema danese. Scrive script e per alcuni anni è l'editor a Nordisk Film. Dopo questi anni di apprendistato ha l'opportunità di dirigere il suo primo film nel 1917. Dreyer voleva che i suoi film portassero la sua impronta personale nei minimi dettagli, e già nei suoi primi muti è possibile trovare tratti stilistici che caratterizzano la sua intera produzione fino al suo ultimo film nel 1964. I primi sono di impostazione naturalisticha, per Dreyer il realismo non è un'arte in sé, solo il realismo psicologico lo è. Il suo interesse principale non è la vita all'esterno, ma quella interiore, la vita emotiva degli esseri umani. Le emozioni sono più visibili nelle espressioni facciali, e i film di Dreyer sono pieni di primi piani di volti umani. Catturando le sottili, espressioni visive dei caratteri, Dreyer cerca di rivelare i sentimenti che celano e le tempeste che infuriano all'interno. sebbene de son molti i film finiscono in tragedia, il suo intento è sempre quello di creare un inno al trionfo dell'anima sulla vita. Il carattere di Dreyer era complesso e contraddittorio come i personaggi dei suoi film. Composto nella sua testardaggine, non ha accettato alcun compromesso artistico.

La ciudad de los signos
CRITOFILM
La ciudad de los signos ripercorre i luoghi del cinema di Rossellini creando un percorso semiotico e una mappatura del cinema italiano. Documentario - Spagna, Italia, 2009. Durata 63 Minuti.
MYMOVIES.IT 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
Un film di Samuel Alarcón. Da vedere 2009 ❯ .

1980, César Alarcón si reca a Pompei per raccogliere le psicofonie dell'eruzione che distrusse la città. Ma trova altro. Recensione ❯

Che cos'è lo schermo cinematografico se non il luogo attraversato dai fantasmi, dagli spettri riflessi che fissano lo scarto e la mancanza? Luogo e simulacro dell'assenza, dove i frammenti impalpabili si muovono nei confini di questo spazio limitato. Quello di Samuel Alcarón è un film di fantasmi e perciò un film sul cinema, un omaggio a Roberto Rossellini e all'eredità della sua arte, non solo circoscritta alla sfera del cinematografico ma con un meticoloso lavoro sullo spazio e su quei luoghi che ancora sentono vibrare la presenza dei corpi eterei dei suoi film, in particolare i doppi femminili di Anna Magnani prima e di Ingrid Bergman poi. Continua »

LUGLIO
7
giovedì
23:10 Pesaro
Teatro Sperimentale
The Thoughts That Once We Had
CRITOFILM
Un viaggio nel mondo del cinema per appassionati e non. Documentario - USA, 2015. Durata 108 Minuti.
Un film di Thom Andersen.  .

Basato sugli scritti di Gilles Deleuze, il documentario sonda la storia del cinema proponendo visioni e visuali.

Un importante nuovo lavoro di Andersen ispirato agli scritti di Gilles Deleuze sul cinema. È un viaggio a più livelli attraverso la storia del cinema, dove il regista si muove giocosamente attraverso decenni e generi, con la passione di tutta una vita. Chi avrebbe mai pensato, per esempio, che è possibile creare una teoria dei colori su pellicole in bianco e nero? Deleuze disegna nuove ed inaspettate connessioni attraverso 100 anni di storia del medium cinematografico, e Andersen disegna le linee tra i punti che il pensatore francese aveva al momento. Turbine cinematografico che soffia attraverso la storia delle immagini in movimento senza mostrare considerazione per la cronologia, è film per chiunque e per coloro che condividono una passione sana per le infinite potenzialità sia del mezzo cinematografico che della la mente.

LUGLIO
3
domenica
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Vrai faux passeport
CRITOFILM
Un raro documento del regista francese che si cita e esplora. Documentario - Francia, 2006. Durata 55 Minuti.
Un film di Jean-Luc Godard.  .

Un'indagine esplorativa tramite immagini cinematografiche e televisive.

Un film di montaggio che è anche un processo alle immagini cinematografiche e televisive con ventinove 'corpi di reato'. Realizzato in occasione della controversa esposizione Voyage(s) en utopies al Centre Pompidou nel 2006. Ciò che è nuovo è l'approccio qui, ostentato e provocatorio: quello di un processo morale ed estetico con di immagini che vengono timbrate "bonus" o "malus" di Godard, giudice supremo auto-nominato. Si tratta di "ventinove citazioni a comparire per essere processato", gran parte brani, organizzati per temi in successione per sigillare la felicità e l'infamia.

Visual Essays: Origin of Film
CRITOFILM
Un viaggio all'interno del mondo del cinema e dell'immagine. Documentario - Canada, 1984. Durata 67 Minuti.
Un film di Al Razutis.  .

Una ricostruzione della storia del cinema attraverso la re-immaginazione delle sue origini.

Sei saggi sul cinema e sull'immagine che ricostruiscono la storia del cinema re-immaginando le sue origini, poesia, e utilizzando film storici stessi per dare significato alle creazioni.

LUGLIO
4
lunedì
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Jean Epstein, Young Oceans of Cinema
CRITOFILM

Jean Epstein, artista e alla continua ricerca, interrompe la sua brillante carriera per un nuovo percorso, analizzato in quest'opera.

Al culmine della sua carriera, Jean Epstein ha rotto con l'industria cinematografica e ha deciso di seguire un percorso personale e innovativo. La Bretagna accoglierà questa ricerca. Più di mezzo secolo dopo la morte del regista, James Schneider ci invita alla riscoperta di un'opera vivente, sempre riflessiva e moderna.

GUARDA IL TRAILER
LUGLIO
4
lunedì
22:45 Pesaro
Teatro Sperimentale
Jean-luc Godard, le desordre exposé
CRITOFILM
Visione e visioni, Jean-Luc Godard. Documentario - Francia, 2013. Durata 64 Minuti.

Partendo dalla mostra del 2006 "Voyage(s) en Utopie, Jean- Luc Godard 1946-2006", per una riflessione sul cinema di Godard.

Il film ripercorre la mostra noto di Jean-Luc Godard presso il Centre national d'art et de culture Georges Pompidou allestita a Parigi tra l' 11 Maggio e il 14 agosto 2006. Il film riflette sulla mostra "Voyage(s) en Utopie, Jean- Luc Godard 1946-2006" nel contesto del lavoro di Godard, e riconsidera i suoi film nel quadro e nella storia della pratica curatoriale. Nel film siamo guidati da André S. Labarthe, ex critico dei Cahiers du Cinéma e attore per Godard in Questa è la mia vita" (1962) che fa attraversare materiale d'archivio, interviste televisive e ricostruzioni parziali della mostra Pompidou. La pellicola di Bohler e Gailleurd ci propone un nuovo approccio al lavoro di Godard come un tentativo di curare una storia del cinema attraverso la letteratura, l'arte e la politica.

LUGLIO
5
martedì
22:30 Pesaro
Teatro Sperimentale
Le ceneri di Pasolini
CRITOFILM
Un sentito omaggio a Pier Paolo Pasolini. Documentario - Italia, 2009. Durata 38 Minuti.
Un film di Alfredo Jaar.  .

L'artista cileno Alfredo Jaar omaggia Pier Paolo Pasolini, intellettuale, artista e autore della celebre raccolta di poemetti Le ceneri di Gramsci.

Un omaggio a Pier Paolo Pasolini, intellettuale e artista, autore della celebre raccolta di poemetti Le ceneri di Gramsci, su cui è basato il titolo di quest'opera dell'artista internazionale Alfredo Jaar (Santiago del Cile, 1956), criticamente e poeticamente imperniata sul tema della consapevolezza. Le parole di Pasolini tratte da alcune interviste e documenti filmati appaiono straordinariamente profetiche dell'attuale realtà sociale e politica del nostro paese.

LUGLIO
5
martedì
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Filmstudio, mon amour
CRITOFILM

Il film è diretto da Toni D'Angelo che ha deciso di realizzare il documentario dopo essersi formato al cineclub Filmstudio negli anni 2000.

"No! Il dibattito no!", afferma un accalorato Nanni Moretti nel suo Io sono un autarchico. Una provocazione, è chiaro, dato che quelle discussioni sono servite e Moretti ne è stato uno dei principali protagonisti. Proiezioni e dibattiti, infatti, erano il cuore pulsante del Filmstudio, storico cineclub romano aperto nel 1967 ed attivo ancora oggi. Certo non può mancare un po' di nostalgia ripensando a quegli anni in cui si potevano vedere i lavori di un artista d'avanguardia dell'animazione come Norman McLaren, o le opere della Nouvelle Vague francese, dell'espressionismo tedesco, dell'underground americano, il cosiddetto cinema impegnato fatto da maestri e da giovani promesse.

GUARDA IL TRAILER
LUGLIO
5
martedì
16:30 Pesaro
Saletta Pasolini
Rocha Que Voa
CRITOFILM

Uno sguardo su Glauber Rocha e il suo cinema, specialmente quello dell'esilio a Cuba, meno conosciuto, tra il 1971 e il 1972.

L'esilio a Cuba 1971-1972, uno dei periodi meno conosciuti della vita del regista Glauber Rocha, coincide con un periodo di grande eccitazione e discussione sul ruolo delle arti nella rivoluzione politica e sociale dell'America Latina e del Terzo Mondo.Glauber, con il suo discorso barocco e poetico, propone il cinema come il principale strumento culturale e politico per promuovere l'unità dell'America Latina, che serve da guida per la ricostruzione del Cinema Novo brasiliano e il Cinema Rivoluzionario Cubano.

GUARDA IL TRAILER
LUGLIO
8
venerdì
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Cinema Europe - The Other Hollywood, 4, the Music of Light French Cinema
CRITOFILM
Cinema Europeo, le oprigini, episodio 4. Muto - Gran Bretagna, 1995. Durata 58 Minuti.
Un film di Michael Winterbottom.  Con Kenneth Branagh. .

Quarto episodio di una collana interamente dedicata alle origini del cinema.

Quarto episodio di una collana che narra le cronache della nascita del cinema europeo, le avanguardie svedesi, francesi, gli esperimenti sul suono, il cinema italiano, tedesco e le altre realtà europee che hanno dato vita a magnifiche produzioni che hanno segnato la storia del cinema. In questo episodio lo sguardo si focalizza soprattutto sulle opere di Abel Gance's, capolavori come 'Napoleon' e 'La Roue.'

Per Luchino Visconti: Un ciclo di film e un programma in otto serate
CRITOFILM
Per Luchino Visconti. Documentario - Italia, 1987. Durata 81 Minuti.

Un tributo, anche da parte di altri autori, ad un maestro del cinema italiano: Luchino Visconti.

Grandi registi e attori: M. Antonioni, R. Rossellini, V. De Sica, F. Zeffirelli, P.P. Pasolini, G. De Santis, M. Mastroianni, V. Gassman, P. Stoppa, C. Calamai, e altri, ripercorrono, attraverso brevi interviste (anche allo stesso Visconti) la vita e l'opera cinematografica e teatrale di Luchino Visconti. L'opera completa è composta da 8 puntate, tra cui le più visualizzate e facilmente catalogate: 2. Palcoscenico; 3. Ad ogni costo; 4. Carriere; 6. Il conte rosso; 7. Il grande serraglio; 8. L'ultima scommessa.

LUGLIO
4
lunedì
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Film ist (1-12)
CRITOFILM
Gustav Deutsch sperimentando tra la storia del cinema. Documentario - Austria, 2014. Durata 77 Minuti.
Un film di Gustav Deutsch.  .

Un viaggio in found footage all'interno della storia del cinema, coniugando narrazione e tecnica.

Gustav Deutsch, maestro del found footage, crea l'epico Film ist., un assemblato di 12 puntate messo a punto tra 1998 e 2014. Creando questo insieme di film didattici e scientifici ha voluto mostrare i legami tra la ricerca scientifica e storia del cinema, tra tecnica e sperimentazione.

LUGLIO
8
venerdì
22:45 Pesaro
Teatro Sperimentale
Cinexperimentaux 9: Stephen Dwoskin
CRITOFILM
Un artista contemporaneo, in una serie di incontri con vari mondi. Documentario - Francia, 2010. Durata 59 Minuti.

Stephen Dwoskin, la sua visione, le sue visuali, la sua arte.

Stephen Dwoskin è nato a New York nel 1939 e ha iniziato a fare cortometraggi indipendenti nella grande Mela nel 1961. Nel 1964 ha proseguito il suo lavoro di ricerca a Londra, dove si stabilì e partecipò alla fondazione della London Filmmaker. I suoi film sperimentali giocano con le idee del desiderio, solitudine sessuale e mentale, e con il passare del tempo. Nei suoi film esplora anche la rappresentazione nel cinema, spettacoli, impressioni personali e anche il proprio handicap fisico che è stato fonte di ispirazione per lui in tutta la sua carriera. Le sue opere sensibili ed emancipate sono state oggetto di varie presentazioni internazionali. Questo documentario è inserito nella raccolta Cinexperimentaux, creata tra 2006 e 2010. La forza del cinema sperimentale contemporaneo ha incoraggiato Frederique Devaux & Michel Amarger a incontrare e filmare i più attivi registi e distributori, motori e agitatori di questa forma d'arte. Questo ha sviluppato in una serie di ritratti autonomi, formando una serie e dimostrando la pluralità di approcci e pratiche del cinema sperimentale. Le loro produzioni indipendenti introducono o completano il lavoro degli artisti, tecnici, distributori e programmatori che partecipano alla vita del cinema nell'arte contemporanea.

LUGLIO
6
mercoledì
23:00 Pesaro
Teatro Sperimentale
Stessa rabbia, stessa primavera
CRITOFILM
Un vivo documentario su di un film. Documentario - Italia, 2003. Durata 65 Minuti.

Documentario su "Buongiorno, Notte" di Marco Bellocchio, sugli eventi e le persone raccontate.

Documentario sulla realizzazione del film "Buongiorno, Notte" di Marco Bellocchio con particolare riferimento all'autore, con le sue opere da sempre segnate da ribellione e provocazione, e al contesto della recente storia italiana con le testimonianze dei brigatisti di allora. Realizzato utilizzando anche materiale di repertorio tratto dalla Teche RAI a dagli Archivi Audiovisivi del Movimento Operaio Democratico. Il documentario è anche occasione per esplorare di nuovo gli anni Settanta, il decennio più vitale e contraddittorio della nostra recente storia, e il tragico evento che è stato lo spartiacque di quel decennio. Un documentario sulle persone, che credevano che una rivoluzione qualcosa -o del genere - potesse essere ancora possibile, in quegli anni, senza né braccia né frasi arbitrarie. Un film su persone che sicuramente hanno creduto in un mondo migliore, o almeno in una Italia migliore.

LUGLIO
7
giovedì
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Orson Welles - The One-Man Band
CRITOFILM
MYMONETRO: 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Un viaggio nei lavori mai terminati di Welles. Documentario - Germania, Francia, Svizzera, 1995. Durata 96 Minuti.
MYMOVIES.IT 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 1,00
Un film di Oja Kodar, Vassili Silovic.  Con Oja Kodar, Ingrid Bergman, Tim Brooke-Taylor, Michael Bryant, Graeme Garden, Charles Gray, Laurence Harvey, François Marthouret. .

Un viaggio attraverso materiale di repertorio e lavori terminati e mai realizzati di un maestro del cinema come Welles. Recensione ❯

I film non terminati e mai realizzati, dagli archivi di Orson Welles, visti dalla prospettiva di Oja Kodar (vita e partner artistico di Orson Welles nei suoi ultimi anni). Lo spettatore scopre molti dei progetti che Orson non ha mai completato o brevi filmati che non ha mai rilasciato: The Magic Show, Swinging London (e il suo segmento del One-Man band che dà il titolo al documentario), Vienna, Il Mercante di Venezia , Moby Dick, The Deep, l'altra faccia del vento, The Dreamers. Oja torna a casa di Orson abbandonata in Orvilliers (Francia) dove scopre di più dei suoi scritti durante la preparazione del progetto di Moby Dick. Nonostante la distruzione di sciacalli, il lavoro di Orson rimane ancora dopo tutti questi anni; nonostante l'abbattimento di produttori di Hollywood e di problemi finanziari, il talento di Welles rimane ancora ben visibile in questi film non finiti. Continua »

LUGLIO
7
giovedì
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Roberto Rossellini: Appunti biografici
CRITOFILM
Rossellini, non solo cinema. Documentario - Italia, 1964. Durata 57 Minuti.

Un viaggio all'interno dell'universo di Rossellini, accompagnati dalla sua stessa figura.

Il grande Roberto Rossellini ripercorre i set e ritrova le comparse di alcuni suoi film. Si tratta di un'intervista al regista Roberto Rossellini riguardo alla sua opera. Roma: Rossellini ricorda il film "Roma città aperta" in via Montecuccoli, nei luoghi in cui fu girato. Amalfi: Rossellini scherza con i suoi figli durante pranzo in famiglia tenendo il più piccolo in braccio, inquadrato anche in barca con la famiglia; Rossellini incontra dopo 14 anni i frati protagonisti del film "Francesco giullare di Dio" nel convento di San Francesco (in cui fu girato "Paisà") e rivede e commenta il film con loro. Interviste al figlio Renzo sul set del film "L'età del ferro" e ad attori e comparse dei film "La macchina ammazzacattivi" e "Amore". Il documentario di Macchi indaga sul dietro le quinte dei film e sulla vita del regista romano, accompagnato dallo stesso Rossellini.

LUGLIO
3
domenica
23:00 Pesaro
Teatro Sperimentale
Michelangelo Antonioni, storia di un autore
CRITOFILM

Un viaggio, documentato, attraverso la carriera del maestro Antonioni.

Dai corti documentaristici degli anni '40 al successo internazionale di vent'anni dopo. Una serie di interviste a collaboratori e amici del regista ferrarese ne ricostruisce la strepitosa carriera.

LUGLIO
2
sabato
15:00 Pesaro
Saletta Pasolini
Marco Ferreri. il Regista che Venne dal Futuro
CRITOFILM

Uno sguardo sul cinema e sulla persona Marco Ferreri.

ll documentario si basa sull'universo di Marco Ferreri ed evidenzia un uomo anticonformista, estremo, provocatorio nei modi, sempre un passo avanti nei suoi lavori, e spesso considerato un visionario e sperimentale. Il film onora la memoria di un regista troppo presto dimenticato che ha lasciato un segno indelebile nella settima arte.

LUGLIO
6
mercoledì
15:50 Pesaro
Saletta Pasolini
menu
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati