Il tuttofare

Film 2018 | Commedia +13 96 min.

Regia di Valerio Attanasio. Un film Da vedere 2018 con Sergio Castellitto, Guglielmo Poggi, Elena Sofia Ricci, Clara Alonso, Tonino Taiuti. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2018, durata 96 minuti. Uscita cinema giovedì 19 aprile 2018 distribuito da Vision Distribution. Oggi tra i film al cinema in 330 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,06 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il tuttofare tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In 3 anni Antonio Bonocore diventerà il più grande penalista italiano. Per ora però è solo il tuttofare del principe del foro, Salvatore 'Toti' Bellastella. Il tuttofare è 4° in classifica al Box Office, ieri ha incassato € 76.007,00 e registrato 11.841 presenze.

Consigliato sì!
3,06/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,17
PUBBLICO 4,00
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Una strepitosa recitazione di Castellitto che giganteggia su tutto il film.
Recensione di Paola Casella
venerdì 13 aprile 2018
Recensione di Paola Casella
venerdì 13 aprile 2018

Antonio Bonocore è un praticante legale che lavora - senza contratto e per 300 euro al mese - come assistente del chiarissimo professor Toti Bellastella, principe del foro e docente di Diritto penale. Per Bellastella Antonio fa di tutto, comprese la spesa e la preparazione di pasti gourmet, precipitandosi ogni giorno dall'agro romano al centro della Capitale dopo due ore di trasporti pubblici. Ma il suo zelo polivalente non basta: per fargli compiere il salto di qualità Bellastella propone al giovane praticante il sacrificio personale di impalmare l'amante spagnola dell'avvocato e permetterle di acquisire la cittadinanza italiana. Riuscirà Antonio a mediare fra la sua coscienza e il desiderio di affermarsi in un mondo dominato dalle raccomandazioni?

Valerio Attanasio, già cosceneggiatore di Smetto quando voglio e di Gianni e le donne, debutta alla regia di un lungometraggio.

Debutta con una storia che parte dall'amara esperienza della sua generazione (classe 1978): quella di confrontarsi con un mondo del lavoro che concede ai giovani (non raccomandati) unicamente la possibilità di essere sfruttati dalla generazione ex sessantottina che si è presa tutto e ha lasciato ai posteri solo le briciole. Ad incarnare quella generazione è Sergio Castellitto, che nei panni di Toti Bellastella regala la prova d'attore che da sola vale il prezzo del biglietto. Castellitto costruisce un personaggio (molto ben scritto da Attanasio) spassoso ma che non concede nulla all'empatia del pubblico: un cattivo carismatico che non strizza l'occhio agli spettatori e non li invita subliminalmente all'emulazione.

Il problema è che Castellitto giganteggia non solo sul volonteroso ma attorialmente più fragile Guglielmo Poggi, già visto in Smetto quando voglio, ma anche su una trama ben costruita nelle premesse ma più incerta nello svolgimento e soprattutto nella conclusione. Quando Bellastella scompare dalla scena anche la narrazione svapora, e Attanasio procede ad affastellare freneticamente accadimenti per compensare il vuoto lasciato da un mattatore che non fa prigionieri usando il latino(rum) come una spada laser.

È un peccato, perché Attanasio ha una grande capacità di scrittura e una buona attitudine registica, malgrado escamotage abusati dal cinema di commedia italiano come lo sguardo in macchina e l'autopresentazione del protagonista. E per il suo esordio al lungometraggio si è saggiamente circondato di professionalità di alto livello, da Elena Sofia Ricci nei panni di Titti, la moglie di Toti che detiene il 90% delle quote dello studio legale del marito (e dunque lo "tiene per le palle"), al direttore della fotografia Ferran Paredes Rubio, all'autore delle musiche Pivio, che costruisce un tappeto sonoro jazz in omaggio a Trovajoli. Ma sarà la strepitosa recitazione di Castellitto a portare (e tenere) in sala il pubblico, ricordandoci di quale tradizione cinematografica i grandi attori italiani portino nel loro dna.

Sei d'accordo con Paola Casella?
VIDEO RECENSIONE
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 20 aprile 2018
Francesca

Film divertente, veloce, con un grande ritmo e che si avvale dell'interpretazione di un bravissimo Sergio Castellitto nei panni di un avvocato intrallazzone che schiavizza il suo assistente. Per dialoghi e umorismo mi ha ricordato molto Smetto Quando Voglio e anche qui la morale finale è dolceamara. Mi sento di consigliarlo

venerdì 20 aprile 2018
Claudio

Visto ieri: ben scritto e ben recitato. E con un grande Sergio Castellitto in versione comica.

venerdì 20 aprile 2018
Fra

Il film è una satira sull'Italia di oggi che diverte, intrattiene e fa anche pensare. Grande interpretazione di Castellitto, nel ruolo di un professore e avvocato cinico, corrotto, massone, cocainomane, fedigrafo, evasore fiscale...insomma una sorta di summa di tutti i vizi immaginabili. Bravissima anche Elena Sofia Ricci, che interpreta la moglie (che è peggio del marito): i due [...] Vai alla recensione »

sabato 21 aprile 2018
eccociqui

Film divertente, intelligente, con una solida sceneggiatura e un grande esordio alla regia da parte di Attanasio (già autore di Smetto quando voglio e di Gianni e le donne). Lo consiglio a chi si è stancato dei soliti film comici italiani, pieni di buonismo e che trattano il pubblico come fosse totalmente scemo, e che vuole vedere - finalmente - una vera commedia, con una sua storia, fitta ma ben delineata, [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
lunedì 16 aprile 2018
Paola Casella

Sergio Castellitto è Toti Bellastella, principe del Foro con un formidabile pelo sullo stomaco, nella commedia Il tuttofare, con cui lo sceneggiatore Valerio Attanasio esordisce al lungometraggio di finzione. Toti è un personaggio irresistibile nella sua totale mancanza di scrupoli, ma Castellitto ha scelto di non rendercelo simpatico e non invitare gli spettatori all'emulazione.

"Una strepitosa recitazione di Castellitto che giganteggia su tutto il film".

Insomma, ha scelto di non fare il piacione.
Ho interpretato questo personaggio come un atto d'amore nei confronti di chi mi ha insegnato l'amore per il cinema e con cui ho avuto la fortuna di lavorare: Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Ettore Scola, Mario Monicelli, Marco Ferreri, e così via. È stato come pagare pegno. Il problema era riuscire a non essere imitativi filtrando Toti attraverso il mio gusto personale.

Come ha fatto?
La vera difficoltà è trovare la misura nell'esagerazione. Se questa misura non ci fosse non sarebbero esistiti personaggi paradossali come Brancaleone alle crociate o il Generale Custer di Mastroianni in Non toccare la donna bianca di Marco Ferreri.

Frasi
Se in passato l'avvocato era considerato parte di un'elite economica e sociale, oggi è un lavoro come un altro, sottopagato e decisamente inflazionato!
Una frase di Antonio Bonocore (Guglielmo Poggi)
dal film Il tuttofare - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 19 aprile 2018
Valerio Caprara
Il Mattino

Parte benissimo «Il tuttofare», scritto e diretto dall'esordiente Attanasio che nelle vesti di cosceneggiatore di «Smetto quando voglio» e «Gianni e le donne» s'era già guadagnato un'ottima reputazione. Lo spunto vincente è, in effetti, la trasfigurazione tragicomica delle peripezie della generazione d'italiani seguente a quella sessantottina, che s'è presa i posti dopo la gloria e l'ha lasciata con [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 aprile 2018
Alice Sforza
Il Giornale

Antonio Bonocore, praticante legale, fa l'assistente, per 300 euro al mese (senza contratto) del principe del foro Toti Bellastella. Un tuttofare costretto a cucinare, fare la spesa e, addirittura, sposare l'amante incinta del suo capo per farle acquisire la cittadinanza italiana. Castellitto, quasi sempre in scena, giganteggia in un film dalla trama, a volte, ridicola e scontata; per tacere di quando [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 aprile 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

Non si dismette la saga Smetto quando voglio. Ecco dunque l'esordio alla regia di Attanasio, co-sceneggiatore del primo capitolo della trilogia diretta da Sibilia datata 2014. Il precario sfigato è Antonio Bonocore (Guglielmo Poggi), apprendista stregone presso lo studio legale del mago del foro Salvatore "Toti" Bellastella (Sergio Castellitto). Se Smetto quando voglio si rifaceva a I soliti ignoti [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
domenica 22 aprile 2018
Andrea Chirichelli

Escobar - Il Fascino del male (guarda la video recensione), vince nettamente il sabato e si avvicina al milione di euro, anche se sarà difficile superarlo entro oggi. 323mila euro bastano però per staccare nettamente la concorrenza.

VIDEO RECENSIONE
venerdì 20 aprile 2018
 

Praticante legale senza contratto, Antonio è l'assistente del professor Toti Bellastella. Per l'avvocato Antonio fa tutto, spesa compresa, ma il suo zelo non basta: per fare il salto di qualità Bellastella gli propone di sposare la sua amante spagnola [...]

GUARDA L'INIZIO
martedì 17 aprile 2018
 

Antonio Bonocore è un praticante in legge che sogna un contratto nel prestigioso studio del suo mentore, il principe del foro Salvatore "Toti" Bellastella: fine giurista, è il non plus ultra tra gli avvocati italiani.

TRAILER
giovedì 29 marzo 2018
 

Una vicenda tutta italiana quella di Antonio Bonocore, praticante in legge, che sogna un contratto nel prestigioso studio del suo mentore, il principe del foro Salvatore "Toti" Bellastella: fine giurista, è il non plus ultra tra gli avvocati italiani. [...]

POSTER
lunedì 26 marzo 2018
 

Salvatore Toti Bellastella è un avvocato a capo di uno degli studi legali più importanti d'Italia. Sotto la sua direzione lavora Antonio Bonocore, un bravo praticante che Salvatore utilizza come suo tuttofare: Antonio infatti per lui fa tutto, dal portaborse [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati