Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 29 marzo 2017

Amy Adams

Buona la prima... no... forse è meglio la seconda

Nome: Amy Lou Adams
42 anni, 20 Agosto 1974 (Leone), Aviano (Italia)
occhiello
Vivere è essere se stessi!
dal film Come d'incanto (2007) Amy Adams è Giselle
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Amy Adams
Golden Globes 2017
Nomination miglior attrice in un film drammatico per il film Arrival di Denis Villeneuve

London Critics 2017
Nomination miglior attrice per il film Arrival di Denis Villeneuve

BAFTA 2017
Nomination miglior attrice per il film Arrival di Denis Villeneuve

Golden Globes 2015
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film Big Eyes di Tim Burton

BAFTA 2015
Nomination miglior attrice per il film Big Eyes di Tim Burton

Golden Globes 2015
Premio miglior attrice in un film brillante per il film Big Eyes di Tim Burton

BAFTA 2014
Nomination miglior attrice per il film American Hustle - L'apparenza inganna di David O. Russell

Golden Globes 2014
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film American Hustle - L'apparenza inganna di David O. Russell

Golden Globes 2014
Premio miglior attrice in un film brillante per il film American Hustle - L'apparenza inganna di David O. Russell

Premio Oscar 2014
Nomination miglior attrice per il film American Hustle - L'apparenza inganna di David O. Russell

Golden Globes 2013
Nomination miglior attrice non protagonista per il film The Master di Paul Thomas Anderson

BAFTA 2013
Nomination miglior attrice non protagonista per il film The Master di Paul Thomas Anderson

Premio Oscar 2013
Nomination miglior attrice non protagonista per il film The Master di Paul Thomas Anderson

Golden Globes 2011
Nomination miglior attrice non protagonista per il film The Fighter di David O. Russell

Premio Oscar 2011
Nomination miglior attrice non protagonista per il film The Fighter di David O. Russell

BAFTA 2011
Nomination miglior attrice non protagonista per il film The Fighter di David O. Russell

Golden Globes 2009
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Il dubbio di John Patrick Shanley

Premio Oscar 2009
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Il dubbio di John Patrick Shanley

Golden Globes 2008
Nomination miglior attrice in un film brillante per il film Come d'incanto di Kevin Lima

Premio Oscar 2005
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Junebug di Phil Morrison



L'esordio nello sci-fi di Denis Villeneuve (da oggi al cinema) rimanda ad altri 4 grandi capolavori di genere. Ecco quali.

Arrival tra Kubrick e Fincher: il cinema che esplora l'universo

giovedì 19 gennaio 2017 - Andreina Di Sanzo cinemanews

Arrival tra Kubrick e Fincher: il cinema che esplora l'universo Denis Villeneuve ci riporta al cinema in un viaggio celestiale e drammatico avvicinandosi per la prima volta alla fantascienza (mentre si attende impazienti il suo Blade Runner 2049) con Arrival, il film presentato alla 73. Mostra del Cinema di Venezia. Quante volte il cinema ha tentato di esplorare l'universo e i suoi quesiti più profondi, cercando afflati e risposte in galassie o pianeti proibiti, attraverso cunicoli spazio-temporali, da soli persi nello spazio profondo o rivolgendosi a imperscrutabili oceani dalla natura ignota. L'indagine di natura filosofica attraverso lo "schermo d'argento" utilizza il genere fantascientifico ma ben poche volte ha saputo essere denso e profondo. Non bastano soltanto gli eccessivi e pirotecnici effetti speciali o le teorie astronomiche sciorinate in dialoghi estenuanti e pretenziosi, Arrival sa bilanciare bene tutti gli ingredienti: la spettacolarità con il rimando alla riflessione. Villeneuve aggiunge così un altro piccolo tassello a un universo più grande, quello di un cinema che si pone certi interrogativi. Sul pianeta Terra compaiono 12 astronavi misteriose, l'esperta di linguaggio Louise Banks (Amy Adams) viene chiamata insieme al fisico teorico Ian Donnelly (Jeremy Renner) ad analizzare questi alieni e cercare un contatto cercando di tradurre il loro linguaggio. Per la donna inizierà un viaggio senza precedenti in cui la questione della maternità e soprattutto dell'amore materno si estende come una sostanza avvolgente ed enigmatica, visioni di immagini passate e future compariranno come lampi nella sua mente facendole prendere coscienza di ciò cui già conosceva la risposta. Quest'ultimo lavoro di Denis Villeneuve rimanda a diversi capolavori del genere fantascientifico, partendo da Arrival, attraverso delle parole-chiave o elementi tratti dal film, ripercorreremo una piccola lista di capisaldi di questo genere intramontabile.

Il nuovo film di Meryl Streep uscirà a febbraio 2009.

Doubt: la fotogallery della premiere a New York

martedì 9 dicembre 2008 - a cura della redazione cinemanews

Doubt: la fotogallery della premiere a New York Presentato a New York Doubt, il nuovo film di John Patrick Shanley che vede nel cast, tra gli altri, Meryl Streep, Philip Seymour Hoffman e Amy Adams. Ambientato in una scuola cattolica del Bronx nel 1964, Doubt è incentrato sui sospetti di una suora (Meryl Streep) nei confronti di un prete (Philip Seymour Hoffman), accusato di aver abusato di uno studente.

Il film di Natale della Disney mescola commedia romantica, musical, film d'avventura, animazione bidimensionale e tridimensionale.

Come d'incanto: una principessa a Manhattan

lunedì 3 dicembre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Come d'incanto: una principessa a Manhattan Giunto al quarto lungometraggio per la Disney (dopo In viaggio con Pippo, Tarzan e La carica dei 102), Kevin Lima aveva le idee chiare su come realizzare Come d'incanto, esperimento - ottimamente riuscito - di "ibrido" cinematografico che mescola commedia romantica, musical, film d'avventura, animazione bidimensionale e tridimensionale. Se le prime stesure della sceneggiatura non lo avevano convinto perché troppo dark e sarcastiche, l'obiettivo principale del regista e animatore era di trovare una principessa che fosse sconosciuta al grande pubblico. Una che magari non era mai finita nelle cronache rosa e soprattutto che non fosse una starlette da gossip. "Ho visto ben trecento ragazze per la parte di Giselle, ma quando è entrata Amy ho capito immediatamente che sarebbe stata una principessa perfetta, con la sua pelle chiara, gli occhi tondi e quell'aria così innocente. Ho dovuto imputarmi con la Disney, che al contrario voleva una star. Così abbiamo fatto un accordo, io gli avrei dato quello che volevano, ovvero Patrick Dempsey, ma la principessa la devo scegliere io". Amy Adams ha iniziato la sua carriera come attrice di musical a teatro prima di debuttare sul grande schermo nel 1999 in Drop Dead Gorgeous. Dopo qualche piccola partecipazione a serie televisive ottiene la parte della giovane e ingenua fidanzatina di Leonardo DiCaprio in Prova a prendermi e l'anno successivo guadagna una candidatura all'Oscar per il ruolo di Ashley Johnsten in Junebug. Prossimamente la vedremo al fianco di Tom Hanks e Julia Roberts in Charlie Wilson's War e di Meryl Streep e Philip Seymour Hoffman in Doubt.

Arrival

* * * - -
(mymonetro: 3,41)
Un film di Denis Villeneuve. Con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg, Tzi Ma.
continua»

Genere Fantascienza, - USA 2016. Uscita 19/01/2017.

Animali notturni

* * * - -
(mymonetro: 3,41)
Un film di Tom Ford. Con Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson, Isla Fisher.
continua»

Genere Thriller, - USA 2016. Uscita 17/11/2016.

Batman V Superman: Dawn of Justice

* * * - -
(mymonetro: 3,07)
Un film di Zack Snyder. Con Ben Affleck, Henry Cavill, Amy Adams, Jesse Eisenberg, Diane Lane.
continua»

Genere Fantastico, - USA 2016. Uscita 23/03/2016.

Big Eyes

* * * - -
(mymonetro: 3,04)
Un film di Tim Burton. Con Amy Adams, Christoph Waltz, Danny Huston, Krysten Ritter, Jason Schwartzman.
continua»

Genere Biografico, - USA 2014. Uscita 01/01/2015.

Lei

* * * * -
(mymonetro: 4,10)
Un film di Spike Jonze. Con Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde.
continua»

Genere Commedia, - USA 2013. Uscita 13/03/2014.
Filmografia di Amy Adams »

giovedì 23 marzo 2017 - Dal 22 marzo in homevideo, il film si muove su un doppio livello narrativo. Ecco alcuni film che percorrono la strada dei molteplici livelli di narrazione

Animali notturni, finzione letteraria nella finzione cinematografica

Andreina Di Sanzo cinemanews

Animali notturni, finzione letteraria nella finzione cinematografica Susan (Amy Adams), donna malinconica, donna di successo, donna a metà: una metà è quella della facciata, della carriera e dell'affermazione, l'altra è nascosta, appartiene a un passato mai svanito, ha il volto di un animale notturno, come la chiamava il suo ex marito Edward (Jake Gyllenhaal). E da Edward riceve il manoscritto del suo ultimo romanzo "Nocturnal Animals" in cui si addentra nelle sue notti insonni, tempi sospesi di una vita che in fondo non ama, lontana da un marito indifferente e che ha scelto solo per seguire uno schema. Il romanzo è un vortice, ferisce, ma Susan non può fare a meno di continuare, rapita in quella forza violenta delle pagine scritte dalla persona che amava e che ha lasciato improvvisamente. I livelli narrativi si sdoppiano e si intrecciano, il romanzo narra una storia di dolore e di vendetta, mentre Susan man mano che sfoglia quelle pagine realizza la sua infelicità. Il regista Tom Ford, al suo secondo film dopo A Single Man, torna con questo lavoro sontuoso ma di spietata freddezza e dall'atmosfera mortifera, dove la geometria hitchcockiana lascia anche spazio a quell'estetica dell'eccesso e del lusso. Memorabile l'incipit della mostra/performance che potrebbe benissimo riecheggiare questa didascalia: "Lunga vita alla nuova carne!". Da ieri Animali Notturni è disponibile in DVD e Blu-ray(TM) distribuito da Universal Pictures Home Entertainment. Gli esclusivi contenuti speciali propongono diversi argomenti da approfondire tra cui un dialogo con il regista Tom Ford che si sofferma insieme agli attori Jake Gyllenhaal e Amy Adams sull'adattamento dei personaggi alla storia, l'attenzione per la messa in scena e lo sguardo meticoloso del regista/stilista che ormai è una firma anche nel panorama cinematografico mondiale. Animali notturni si muove su un doppio livello narrativo facendo intersecare la finzione cinematografica nella finzione letteraria e creando una sorta di cortocircuito che culmina in un finale in cui i piani sembrano sovrapporsi. Il gioco della metanarrazione è una tendenza - in alcuni casi più, in altri meno esplicita - che da sempre attraversa la storia del cinema. Basti pensare a film imprescindibili come Cantando sotto la pioggia o 8 ½, in cui il meccanismo delle scatole cinesi tende da un lato a una riflessione teorica e dall'altro a coinvolgere e giocare con lo spettatore. Abbiamo scelto per voi alcuni esempi di film che, seppur in modi molto diversi, percorrono la strada dei doppi (ma a volte anche molteplici) livelli di narrazione.

mercoledì 15 marzo 2017 - Applaudita a Venezia, l'opera seconda di Tom Ford è un film elegante e dai risvolti thriller. Promozione valida fino al 21 marzo.

Animali Notturni, guardalo in streaming su Wuaki a 4,99€

a cura della redazione cinemanews

Animali Notturni, guardalo in streaming su Wuaki a 4,99€ Susan Morrow, proprietaria di una prestigiosa galleria d'arte, riceve un manoscritto dal marito da cui la separano diciannove anni e un rimosso che emerge prepotente dalle pagine del suo romanzo. Un thriller che avanza nell'orizzonte piatto del Texas e dentro una notte mai così nera e profonda. Una notte che cattura Susan e la inchioda al suo letto, dietro gli occhiali e una vita di apparenze. Perché Susan molti anni prima ha divorziato crudelmente da Edward per sposare Walker, che non sopporta i fallimenti e la tradisce sulla East Coast, perché Susan vive una vita che scivola abulica sulla superficie delle opere che espone. Ma niente ora è più reale di quelle pagine che consuma con gli occhi, svolge col cuore, riorganizza nella testa, risalendo il tempo e la storia del suo matrimonio. In Animali Notturni Tom Ford sublima la dimensione informe dell'esperienza in un'opera che dissimula l'orrore lungo le linee chiare e nell'eleganza serica della sua protagonista. Dalla recensione di Marzia Gandolfi, MYmovies.it Presentato alla 73. Mostra del cinema di Venezia, l'opera seconda di Tom Ford è disponibile fino al 21 marzo sulla piattaforma streaming Wuaki a 4,99Euro (Guardalo subito). Nel cast, tra gli altri, troviamo Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson e Isla Fisher.

   

Altre news e collegamenti a Amy Adams »
Justice League (2017) Arrival (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità