Dizionari del cinema
Periodici (2)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 11 dicembre 2018

Jennifer Garner

La spia dal sorriso irresistibile

46 anni, 17 Aprile 1972 (Ariete), Houston (Texas - USA)
occhiello
Se devo aspettare che tu diventi Kurt Cobain, io non sar mai madre
dal film Juno (2007) Jennifer Garner Vanessa Loring
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jennifer Garner
Golden Globes 2005
Nomination miglior attrice in una serie televisiva drammatica per il film Alias di J.J. Abrams, Ken Olin, Mikael Salomon, Harry Winer

Golden Globes 2004
Nomination miglior attrice in una serie televisiva drammatica per il film Alias di J.J. Abrams, Ken Olin, Mikael Salomon, Harry Winer

Golden Globes 2003
Nomination miglior attrice in una serie televisiva drammatica per il film Alias di J.J. Abrams, Ken Olin, Mikael Salomon, Harry Winer

Golden Globes 2002
Premio miglior attrice in una serie televisiva drammatica per il film Alias di J.J. Abrams, Ken Olin, Mikael Salomon, Harry Winer

Golden Globes 2002
Nomination miglior attrice in una serie televisiva drammatica per il film Alias di J.J. Abrams, Ken Olin, Mikael Salomon, Harry Winer



Arrivano in sala le ex furiose e "spettrali" di Mark Waters, esperto della commedia romantica metafisica.

La rivolta delle ex: lo sport preferito dagli uomini

gioved 2 luglio 2009 - Marzia Gandolfi cinemanews

La rivolta delle ex: lo sport preferito dagli uomini La rivolta delle ex si inserisce senza grande originalit ma con qualche buona risata dentro un genere pienamente codificato: viaggi metafisici, fantasmi o angeli sospesi tra il mondo dei vivi e quello dei morti, incaricati molto spesso di saldare i conti con chi li ha privati della vita (o dell'amore) o di stabilire un ultimo contatto con i propri amati prima di lasciarli andare per sempre. Se solo fosse vero, P.S. I love you o La sposa fantasma, copie degradate di un modello alto (Always), sono in un certo senso malinconiche commedie romantiche, in cui i protagonisti attraversano il loro passato, facendosi visitatori della propria giovinezza, del proprio matrimonio o dei propri errori. Con l'aiuto di tre fantasmi e uno zio redivivo, che produce un'immagine perfetta di amoralit lastricata di buone intenzioni ed interpretato con colpevole ipocrisia da Michael Douglas, lo sciupafemmine di Matthew McConaughey conduce se stesso nella ritrovata infanzia, adolescenza e prima giovinezza dentro un corpo solido e adulto. Data l'opportunit riparatrice e forte dell'esperienza e della memoria, il protagonista della Rivolta delle ex affronta il suo viaggio trascendente per sfuggire la solitudine (a cui si sta condannando col suo comportamento sconsiderato) e per fare s che le cose vadano diversamente da come sono andate. a partire da queste premesse che si sviluppa la commedia sentimentale di Mark Waters, gi creatore del fantasma di Reese Witherspoon, ossessionato dalla pulizia, dal suo appartamento e dal reale Mark Ruffalo. Concepito secondo una struttura circolare, si apre con un matrimonio da fare e si chiude con un matrimonio celebrato e un amore finalmente realizzato, La rivolta delle ex una semplificazione della formula romantica che fa pienamente sua l'estetica blockbuster. Protagonista, biondo e strafottente, il texano Matthew McConaughey, interprete di bell'aspetto e di belle speranze, ridotto a corpo da esibire dalle leggi del mercato hollywoodiano. Marlboro man ipervitaminizzato lo "sport" preferito dalle donne ordinarie (nel 2008 People lo ha eletto l'uomo pi sexy del pianeta) e da quelle straordinarie (Kate Hudson, Jennifer Lopez, Kate Beckinsale, Sara Jessica Parker) che lo esibiscono, col sorriso irresistibile e la mise nude look, in commedie pseudosofisticate. L'irruenza e la tracotanza del suo personaggio troveranno moderazione e soddisfazione questa volta tra le braccia di Jennifer Garner, ragazza della porta accanto che ha lasciato nel suo cuore palpabili tracce ma che non riesce a sopraffare o anche solo a ridurre di scala la centralit di McConaughey, insolente e luminoso, autentica bellezza per donne in cerca di piacere e disimpegno, che irrompe sullo schermo sfrontato e si vende, preferibilmente nudo.

Jennifer Garner, Evangeline Lilly, Ann Torv, le tre eroine di J.J. Abrams.

La figura femminile nel J.J. Abrams Universe

gioved 18 giugno 2009 - Mattia Nicoletti cinemanews

La figura femminile nel J.J. Abrams Universe Le donne per J.J. Abrams sono sempre state importanti. E infatti le donne delle sue serie, da Alias a Lost passando per Fringe sono un bridge fra istinto e modernit, fra casa e lavoro, fra dolcezza e decisione. Sono capaci di amare e di odiare, di fraternizzare e di combattere. Hanno spesso pi personalit degli uomini che alla fine dipendono da loro. Pensiamo a Jack e Sawyer in Lost che con Kate hanno avuto relazioni ma che sempre sottostavano alle sue volont.

Tuo, Simon

* * * - -
(mymonetro: 3,37)
Un film di Greg Berlanti. Con Nick Robinson, Katherine Langford, Jennifer Garner, Alexandra Shipp, Josh Duhamel.
continua»

Genere Commedia, - USA 2018. Uscita 31/05/2018.

Una vita da gatto

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Barry Sonnenfeld. Con Kevin Spacey, Jennifer Garner, Robbie Amell, Cheryl Hines, Mark Consuelos.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 07/12/2016.

Dallas Buyers Club

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,50)
Un film di Jean-Marc Valle. Con Matthew McConaughey, Jared Leto, Jennifer Garner, Denis O'Hare, Steve Zahn.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2013. Uscita 30/01/2014.

Appuntamento con l'amore

* * - - -
(mymonetro: 2,11)
Un film di Garry Marshall. Con Jessica Alba, Kathy Bates, Jessica Biel, Bradley Cooper, Eric Dane.
continua»

Genere Commedia, - USA 2010. Uscita 12/03/2010.

La rivolta delle ex

* * - - -
(mymonetro: 2,19)
Un film di Mark Waters. Con Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Breckin Meyer, Lacey Chabert, Robert Forster.
continua»

Genere Commedia, - USA 2009. Uscita 03/07/2009.
Filmografia di Jennifer Garner »

luned 10 dicembre 2018 - Kevin Spacey da manager a felino. L'obiettivo? Riconquistare la famiglia. Ora su TIMVISION.

Una vita da gatto, tanti buoni sentimenti per una divertente commedia natalizia

Alessandro Buttitta cinemanews

Una vita da gatto, tanti buoni sentimenti per una divertente commedia natalizia Barry Sonnenfeld un regista dal nome poco altisonante che ha scritto alcune delle pagine migliori del cinema americano. Ha dato vita alla trilogia di Men in Black, ha firmato il dittico de La famiglia Addams, ha diretto un piccolo cult come Get Shorty. Nel 2016, guidando due stelle hollywoodiane del calibro di Kevin Spacey e Jennifer Garner, dietro la macchina da presa di Una vita da gatto (Nine Lives), commedia adatta a tutta la famiglia, da oggi disponibile nel catalogo di TIMVISION per la felicit garantita di grandi e piccini. Tom Brand un imprenditore di successo divorato dal cinismo e dalle ambizioni. Temuto e rispettato, ha un'azienda che fattura milioni e milioni di dollari progettando edifici. L'affermazione in campo professionale lo porta a trascurare la famiglia. Ha una bellissima moglie, Lana, e due figli. Uno, il pi grande, si chiama David ed nato da un precedente matrimonio. Lavora con lui, ma non si sente n apprezzato n valorizzato. La seconda figlia si chiama Rebecca, soffre irrimediabilmente la mancanza del padre e desidera tanto un gatto per il proprio compleanno. Per accontentare quest'ultima Tom decide di comprare controvoglia un micio. Non pu per sapere che Felix Perkins, il proprietario del negozio di animali a cui si rivolge, in realt un mago. Cos, in men che non si dica, l'anima del magnate finisce dritta dritta nel corpo del felino. Sotto false sembianze avr modo di osservare le persone a lui care, capendone sogni e bisogni, comprendendone le esigenze e i sentimenti. Si rende soprattutto conto di quanto sia stato distratto e insensibile negli ultimi anni.

Commedia piena di tenerezza che non rinuncia mai al sorriso, Una vita da gatto caratterizzata da uno spirito disneyano che addolcisce la realt in modo ironico e mai banale. Si inserisce cos nel filone dei film con protagonisti a quattro zampe, adatte da vedere soprattutto nel periodo natalizio con la lista dei buoni propositi e una cioccolata calda sottomano.

Oltre ai sopracitati Kevin Spacey e Jennifer Garner, ci sono altri attori da segnalare in questo gradevole film. Tra tutti va citato Christopher Walken, volto dell'eccentrico mago che rivoluziona la vita del protagonista. Meritano pi di una menzione poi Robbie Amell, nome non nuovo agli amanti di show televisivi come Arrow e The Tomorrow People, e Malina Weissman, gi nota ai pi attenti per Una serie di sfortunati eventi. Sono loro a dare voce ed emozioni a David e Rebecca Brand.

marted 30 ottobre 2018 - L'opera di Jason Reitman inaugura il festival, in programma dal 23 novembre al 1 dicembre.

The Front Runner il film d'apertura del 36 Torino Film Festival

a cura della redazione cinemanews

The Front Runner  il film d'apertura del 36 Torino Film Festival Sar The Front Runner diretto da Jason Reitman, con Hugh Jackman, Vera Farmiga, il premio Oscar J.K. Simmons e con Alfred Molina, il film di apertura della 36a edizione del Torino Film Festival (23 novembre - 1 dicembre 2018). Il regista stesso presenter al pubblico del festival il suo nuovo film.
Tratto dal libro "All the Truth Is Out: The Week Politics Went Tabloid" del giornalista e sceneggiatore americano Matt Bai, The Front Runner racconta la vicenda che nel 1988 vide protagonista il senatore americano Gary Hart. Candidato democratico alla presidenza, mentre era in piena corsa elettorale Hart vide sfumare qualsiasi possibilit di vittoria quando trapel sui giornali la notizia di una sua ipotetica relazione extraconiugale con la modella Donna Rice Hughes. Per la prima volta il gossip sulla vita privata dei politici occup le prime pagine dei giornali.
The Front Runner uscir nelle sale italiane il 21 febbraio 2019 distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. La carriera di Jason Reitman inizia in maniera esplosiva nel 2005 con l'irriverente Thank You for Smoking, con Aaron Eckhart, che fa conoscere al grande pubblico la grande capacit autoriale e registica dell'autore canadese-americano. Nel 2007 arriva la consacrazione con il film Juno, con Ellen Page e Michael Cera: il film, grande successo al botteghino, fa incetta di premi in molti festival internazionali, ricevendo anche un Oscar alla sceneggiatura firmata da Diablo Cody. Nel 2009 esce Tra le nuvole con George Clooney e Anna Kendrick. Il film porta alla luce il lato pi maturo di Reitman, riuscendo anche questa volta a convincere pubblico e critica. Seguono Young Adult del 2011 con Charlize Theron e Patton Oswalt; Un giorno come tanti con Kate Winslet e Josh Brolin; Men, Women & Children con Adam Sandler e Jennifer Garner. Nel 2018 realizza Tully (guarda la video recensione) con Charlize Theron e Mackenzie Davis.
Figlio d'arte - il padre Ivan Reitman il regista di film di successo come Ghostbusters - Acchiappafantasmi, Polpette, Junior e tanti altri - Jason Reitman divenuto in pochi anni uno dei registi contemporanei pi interessanti, capace di realizzare film diversi tra loro e mai banali, in cui il passaggio dai registri comici a quelli drammatici avviene in maniera fluida creando cortocircuiti narrativi dagli esiti brillanti.

   

Altre news e collegamenti a Jennifer Garner »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità