Hostiles - Ostili

Film 2017 | Avventura +13 127 min.

Titolo originaleHostiles
Anno2017
GenereAvventura
ProduzioneUSA
Durata127 minuti
Regia diScott Cooper
AttoriChristian Bale, Rosamund Pike, Wes Studi, Adam Beach, Rory Cochrane, Peter Mullan Scott Wilson, Paul Anderson, Timothée Chalamet, Ben Foster, Jonathan Majors, John Benjamin Hickey, Bill Camp, Ryan Bingham, Robyn Malcolm, Jesse Plemons, Stephen Lang, Q'Orianka Kilcher.
Uscitagiovedì 22 marzo 2018
DistribuzioneNotorious Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,75 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Scott Cooper. Un film con Christian Bale, Rosamund Pike, Wes Studi, Adam Beach, Rory Cochrane, Peter Mullan. Cast completo Titolo originale: Hostiles. Genere Avventura - USA, 2017, durata 127 minuti. Uscita cinema giovedì 22 marzo 2018 distribuito da Notorious Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,75 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Hostiles - Ostili
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un capitano dell'esercito accetta di scortare un capo Cheyenne e la sua famiglia attraverso un territorio pericoloso. Al Box Office Usa Hostiles - Ostili ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 28,4 milioni di dollari e 23 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato sì!
2,75/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Un western malinconico dalla fotografia incantevole. Ma la scrittura non è esente da problemi.
Recensione di Paola Casella
giovedì 26 ottobre 2017
Recensione di Paola Casella
giovedì 26 ottobre 2017

Il capitano Joe Blocker è alla soglia della pensione quando, su richiesta del presidente degli Stati Uniti, gli viene ordinato di condurre fino al Montana il capo Cheyenne Falco Giallo, in fin di vita per una malattia terminale. Peccato che Joe abbia combattuto contro gli indiani fino a quel momento e abbia visto morire molti amici e commilitoni, alcuni proprio per mano di Falco Giallo. Al drappello si unisce anche Rosalie, una donna che ha visto trucidare la propria famiglia (nella prima scena, che precede i titoli di testa) da una banda di ladri di cavalli Comanche.

Scott Cooper struttura il suo western proprio come aveva modellato il precedente Il fuoco della vendetta, a sua volta una sorta di western di ambiente minerario: ovvero mette al centro della trama un bravo Cristo (termine scelto non a caso) appoggiando il peso della sua coscienza sulle eroiche spalle di Christian Bale.

Il problema di Hostiles è però proprio la centralità dell'uomo bianco in una storia che vorrebbe rivisitare l'epopea western schierandosi dalla parte degli oppressi, ma che invece costruisce tutti i personaggi, in primis quei "pellerossa" rigidamente caratterizzati come selvaggi o come baluardi di saggezza, in funzione dell'arco narrativo del protagonista. Inoltre, nel tentativo di dare uno spin progressista a una storia assai fedele ai canoni del genere western, Cooper colora troppe scene di un senno di poi e di un'autoconsapevolezza impensabili nel 1892.

Quel che funziona è invece l'atmosfera malinconica e dolente e la qualità quietamente implosiva di una storia che, anche se in modo contraddittorio e ambivalente, cerca di raccontare quella natura umana, e quell'ethos yankee, che D.H. Lawrence descrive accuratamente nella frase che apre la storia: "L'anima americana è essenzialmente isolata, stoica e assassina". Proprio per questo sarebbe stato più onesto, coerente e storicamente corretto permettere a Joe di rimanere confinato nel suo stoico isolamento e nella sua indole omicida, pur con sprazzi di consapevolezza.

Invece tanto Joe quanto Falco Giallo, ripetutamente descritti all'inizio come sadici macellai pronti a spingersi molto oltre la difesa della propria gente, contraddicono il proprio personaggio mostrandosi a noi come uniformemente caritatevoli e disposti al perdono. Addirittura la sceneggiatura, a tre quarti del percorso, dota Joe di un alter ego che si fa carico del suo istinto omicida, un doppio negativo atto a esorcizzare il lato dark del buon capitano sulla base di un distinguo francamente discutibile: ovvero che i delitti commessi da Joe fossero solo un modo di obbedire agli ordini. Inevitabile il paragone (a sfavore di Hostiles) con Sweet Country, il western australiano firmato dal regista aborigeno Warwick Thornton, che pur conservando l'impianto classico del western era assai più sottile e più efficace nel raccontare la Storia dalla parte degli "indiani d'Australia" e nel dipingere l'ambiguità morale dei "bianchi".

Se la sceneggiatura è profondamente problematica, la fotografia del dop giapponese Masanobu Takayanagi è invece incantevole, calligrafica senza mai diventare agiografica, come impeccabile è il montaggio di Tom Cross, uomo di fiducia di Damien Chazelle: dal punto di vista meramente estetico Hostiles è una gioia per gli occhi. Il che serve anche a mascherare l'incertezza registica di Cooper, che cede ad un doppio finale consolatorio, laddove l'inquadratura conclusiva "naturale" sarebbe stata un primo piano desolato. Le linee di demarcazione sono labili non nella struttura della storia raccontata, ma nella percezione morale del suo timoniere.

Sei d'accordo con Paola Casella?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 28 ottobre 2017
L''inquilina del terzo piano

Il patriottismo americano lascia il posto all'universalità del conflitto dell'uomo   Si è aperta giovedì scorso la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma con Hostiles, il western drammatico di Scott Cooper con Christian Bale, Rosamunde Pike e Wes Studi.

domenica 29 ottobre 2017
kimkiduk

Western secondo me all'antica. C' è tutto in questo film: gli indiani buoni odiati dai bianchi ma con il loro orgoglio; gli indiani cattivi che scalpano anche i bambini; i bianchi cattivi quelli buoni e quelli che si redimono; l'onore, l'amore e la morte. Cooper ripercorre la strada del bianco che deve redimersi nella sua facciata di fronte allo sterminio dei pellerossa americani, [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 ottobre 2017
gaiart

HOSTILES di Scoot CooperSarò stringata, cosa che non è questo prolisso film, una sorta di western contemporaneo. Ben 2:15 minuti per la precisione, che tentano, provocano e infine corrompono sia vescica che prostata.Hitchcock che era consapevole della tenuta massima dell'organo evacuativo, stoppava e faceva apparire il gigantesco e, nel suo caso non auspicato, "The end", quasi sempre entro 1:28 minuti. [...] Vai alla recensione »

NEWS
FESTA DI ROMA
mercoledì 27 settembre 2017
 

Hostiles di Scott Cooper sarà il film di apertura della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (26 ottobre - 5 novembre 2017). Lo ha annunciato oggi il direttore artistico Antonio Monda, d'intesa con la presidente della Fondazione Cinema per [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati